Come si fotografano le navi da crociera? su liveboat i consigli di un professionista.

I consigli di Paolo di Falco su come realizzare le migliori foto delle ” vostre ” navi da crociera.

 

Oasi - fotografo professionista e utente del forum di Liveboat mette 
a nostra disposizione la sua esperienza per insegnarci a fotografare 
le navi sulle quali effettuiamo le nostre crociere.

Foto racconto crociera di Costa Diadema

costa_diadema_6 costa_diadema_14

Su invito di Rosalba, ho aperto questo topic in cui vi darò qualche piccolo (ma spero utile) consiglio su come fotografare al meglio gli interni delle navi

– Usare una focale grandangolare (focale corta): il grandangolo permette di avere una visuale molto ampia dell’ambiente che si sta fotografando, in questo modo possiamo mostrare un locale nella sua “globalità” (o quasi… dipende ovviamente da quanto è grande il locale e dal punto in cui effettuiamo la ripresa). Altri vantaggi dell’uso del grandangolo nella fotografia d’architettura: aumenta il senso della prospettiva, così come l’effetto della profondità di campo. Lo spazio apparirà più grande. Non tutti possono disporre di un’ottica grandangolare (a maggior ragione se parliamo delle compatte): in questi casi conviene usare la propria fotocamera diminuendo al minimo lo zoom (lo zoom delle vostre macchinette potrebbe invece rendersi utile per fotografare qualche particolare!). In realtà fotografare con un grandangolo porta ad alcuni svantaggi: se si inclina anche solo leggermente la fotocamera (ad esempio verso l’alto) si creeranno delle “linee cadenti”: i muri ad esempio non saranno più dritti ma inclinati. Per questo problema ci sono un paio di soluzioni: o manteniamo la fotocamera parallela al piano del soggetto da fotografare (in parole povere non incliniamo per nulla la fotocamera) oppure aggiustiamo le linee cadenti in postproduzione (photoshop e affini). Attenzione, giusto per precisazione, non sempre le linee cadenti sono da considerarsi un male: possono anche essere usate a proprio vantaggio per ottenere fotografie creative. Un esempio? ci troviamo nella hall di una nave Costa e incliniamo la fotocamera verso l’alto per fotografare con una focale corta gli ascensori panoramici che vanno su e giù per i vari ponti: le linee verticali non saranno più tali ma appunto “cadenti” ma non per questo la fotografia sarà sbagliata, anzi! Esiste un’ottica particolare che ha una focale ancora più corta del grandangolo: si tratta del fisheye, che non è altro che un grandangolo estremo. Ha una caratteristica particolare: la distorsione sarà molto evidente, e ai bordi delle immagini le linee appariranno curvate… è un obiettivo che ho spesso usato per fotografare gli interni delle navi, ma bisogna anche dire che non è facile usarlo e che inoltre non è particolarmente adatto per riprese d’architettura troppo “formali” (ma è invece un ottimo obiettivo per fotografie creative!)

cunard_queen_elizabeth_233

– Per quanto possibile non usate il flash per fotografare i locali della nave! Il flash, soprattutto se integrato o montato sulla fotocamera non si presta a fotografie d’architettura!

– Fotografate con la luce più adatta: questo è ovviamente un consiglio che non vale per chi fa le foto durante le visite nave (ci si deve accontentare della luce che si trova…), ma se state facendo una crociera seguite allora questo mio consiglio. Passate più volte in momenti diversi negli stesso locali, e osservate come l’ambiente stesso cambia al variare della luce. Vi accorgerete, in molti casi, che le fotografie d’architettura più belle sulle navi le potrete ottenere in serata/nottata: quando è sera i locali sono illuminati artificialmente in maniera perfetta e non abbiamo la luce naturale che entra dalle vetrate dei locali e che può in molti casi rovinare l’atmosfera di luci soffuse e particolari. Ricordatevi sempre che la luce in fotografia è tutto e che da questa si ottiene una determinata atmosfera! Un piccolo esempio: torniamo ancora una volta nella hall di una nave Costa e fotografiamo dal basso gli ascensori panoramici e il soffitto “trasparente”: provate a fare la stessa foto in pieno giorno e provate a farla di sera/notte, noterete che l’effetto finale sarà molto diverso! Volete avere qualche fotografia della nave fatta nei ponti esterni o in piscina? I notturni, con le piscine illuminate, creano spesso un effetto wow negli osservatori: ma qui il mio consiglio è di fotografare non in piena notte, ma un po’ prima quando il cielo si tinge di un blu molto intenso (questo periodo di tempo viene chiamato in fotografia “ora blu”). Questo è un consiglio da tenere presente anche nel caso vogliate fotografare qualche locale con le vetrate (o ad esempio l’interno della vostra cabina col balcone): il blu intenso di ciò che è oltre le vetrate donerà un’atmosfera ricercata alla vostra immagine! Si presenta però un problema: spesso la luce (naturale e/o artificiale) è poca, soprattutto se decidete di fare le foto nei momenti in cui vi ho indicato, e il rischio di ottenere una foto mossa è molto alto. Una soluzione è quella di usare un cavalletto. Oppure: oggigiorno ci sono in commercio molte fotocamere che sono stabilizzate e che possono permettere di scattare a mano libera con tempi di esposizione relativamente “lunghi”. Oppure: per chi ha una reflex (ma è un’opzione inclusa anche in diverse compatte) può aumentare gli ISO (ma la qualità della foto si abbassa) oppure può aprire il diaframma maggiormente, così da avere in entrambi i casi un tempo di esposizione più rapido e di conseguenza un rischio minore di mosso.

– Optate spesso per delle simmetrie: in molti casi è sufficiente posizionarsi all’inizio del locale in una posizione esattamente centrale, se sarete precisi (e all’inizio sarà più difficile di quel che pensate) otterrete delle fotografie simmetriche… sarà proprio la simmetria a dare un grande senso di ordine e pulizia alla vostra immagine!

– Scegliete con cura l’inquadratura e il punto di ripresa: prima di fotografare fate un giro del locale, guardatevi intorno, provate anche punti di ripresa insoliti. Osservate cosa vedete nello schermino della fotocamera, abituatevi a “pensare” come la vostra fotocamera. Nella fotografia d’architettura le forme, le geometrie, i colori hanno una loro importanza: cercate di ottenere immagini compositivamente armoniose. Qualsiasi soggetto può diventare interessante se si trova il giusto modo di riprenderlo, il punto di ripresa idoneo. Quando fotografate un locale di medie o piccole dimensioni, provate ad abbassarvi un po’ (l’ideale sarebbe posizionare la fotocamera alla metà dell’altezza del soffitto), così facendo il locale apparirà generalmente più grande.

– Abbiate tanta tanta tanta pazienza! La fotografia d’architettura richiede una cura e un rigore maniacale… cercate di essere precisi e fate attenzione a tutti i particolari che includete nella vostra fotografia.

Paolo di Falco

Fotografo professionista svizzero.

Topic sul forum di liveboat

Tutti i topics dove Paolo ha pubblicato le sue foto.

  • Matteo

    Paolo come sempre è il migliore,grazie per questi utili consigli.