Crociera: l’appetito vien navigando

 

 In crociera è possibile scegliere tra una ricca varietà di cibi e menù adatti a tutti i gusti e le necessità dei passeggeri Dichiarazioni di CLIA Italy, Costa Crociere, MSC Crociere, Royal Caribbean

 

  • Roma, 18 ottobre 2016 – L’offerta gastronomica a bordo delle navi da crociera non è mai stata così variegata, flessibile e in grado di rispondere pienamente alle diverse esigenze dei passeggeri, sia in termini di tipologie di cibi, per i passeggeri a dieta o con particolari intolleranze, che in termini di orari e luoghi dove è possibile consumare i pasti.
    Lo staff a bordo, dagli chef al personale di sala, è formato e preparato sui diversi menù proposti al fine di soddisfare qualsiasi richiesta. Infatti, aprendo i menù, gli ospiti a bordo possono trovare numerose opzioni tra cui scegliere: menù vegetariani, Kosher, senza glutine, senza lattosio o vegan, tutti espressamente indicati con simboli appositi che ne permettono l’identificazione. I menù senza glutine, ad esempio, sono disponibili tutto il giorno, dalla colazione fino alla cena, comprese bevande, cocktail e birre e i passeggeri celiaci avranno anche la possibilità di utilizzare un tostapane apposito per il pane senza glutine, che viene sfornato giornalmente. Insomma, le compagnie da crociera hanno elaborato proposte gustose e stuzzicanti per fornire un’esperienza culinaria di altissimo livello.
    In crociera è possibile gustare cibo di una varietà eccezionale e soprattutto di primissima qualità: dalla cucina italiana con menù regionali rappresentativi di tutte le regioni italiane, alla cucina internazionale, come il Pacific Fusion. Dalla pasta fresca fatta in casa, alla pizza preparata rigorosamente con lievito madre, da burger gourmet a birre artigianali, gli ospiti a bordo avranno proprio l’imbarazzo della scelta. Inoltre, l’offerta gastronomica a bordo è resa ancora più speciale grazie a partnership create dalle compagnie da crociera con famosi chef nazionali ed internazionali come ad esempio Carlo Cracco, Jamie Oliver e Bruno Barbieri.
    La flessibilità in crociera non si ferma solo alla proposta gastronomica. I passeggeri, infatti, potranno scegliere dove e a che ora mangiare, anche al di fuori dei classici orari di colazione, pranzo e cena. L’opzione My Time Dining, ad esempio, consente ai passeggeri di comunicare l’ora in cui desiderano mangiare. Con Fun Time Dinner, invece, i bambini possono decidere di mangiare con i loro amichetti in un’area del ristorante separata insieme allo staff di animatori. Grazie all’Open Seating, infine, gli ospiti possono decidere autonomamente quando e dove cenare.
    “Sicuramente il buon cibo è tra le priorità dei vacanzieri. Per questo motivo, le compagnie da crociera sono alla continua ricerca di proposte gastronomiche che possano soddisfare al meglio sia il palato che le esigenze alimentari dei propri ospiti a bordo. La crociera è diventata così una vacanza sana in grado di offrire ai propri ospiti una dieta equilibrata e gustosa sotto tutti gli aspetti”, afferma Claudia Marmorato, Business Development Director Southern Europe CLIA.
  •  

    sternekoch-bruno-barbieri
    “Da sempre l’offerta delle navi Costa Crociere è dedicata all’eccellenza italiana, in termini di qualità, stile, ospitalità e intrattenimento. La cucina ha quindi per noi ha un ruolo davvero fondamentale. Tutte le proposte gastronomiche Costa sono studiate per soddisfare al meglio le esigenze degli ospiti, celebrando l’identità e l’orgoglio della cucina italiana: dai menù regionali, con oltre 520 piatti rappresentativi di 18 regioni italiane, alla cucina vegana e vegetariana, ai burger d’autore e alla prossima novità della mozzarella di bufala prodotta direttamente a bordo, fino alla partnership con l’Università delle Scienze Gastronomiche di Pollenzo e alcune aziende italiane d’eccellenza, tra cui Campari, Illy, Barilla e spumanti Ferrari
    – commenta Carlo Schiavon,  Direttore Commerciale e marketing Costa Crociere – Inoltre, dal 2016 i ristoranti di bordo Costa Crociere propongono un esclusivo menù firmato dallo chef stellato Bruno Barbieri, un vero e proprio viaggio tra gusti e sapori del nostro Paese. Le famiglie con bambini possono godere di un’ulteriore comodità, grazie alla possibilità di gustare in versione self-service tutti i nostri menù. Un’offerta molto confortevole per chi ha poco tempo da dedicare alla cena ma non vuole rinunciare alla qualità dei piatti firmati Costa Crociere”.

    cracco
    “Per MSC Crociere l’offerta gastronomica è una delle principali componenti che rendono unica l’esperienza di una crociera a bordo delle nostre navi. Il piacere della buona tavola gioca infatti un ruolo cruciale nella creazione di emozioni indimenticabili oltre a consentire ai nostri ospiti la scoperta di nuovi sapori e nuove culture. Per questa ragione offriamo ogni giorno ai nostri viaggiatori menu della massima qualità, con cibi sempre freschi e genuini. MSC Crociere si distingue per la straordinaria varietà di cucina mediterranea e internazionale e delle numerose aree a bordo in cui è possibile gustarla. Ad arricchire ulteriormente l’offerta, MSC Crociere ha anche stretto collaborazioni esclusive con Carlo Cracco, Roy Yamaguchi, Jean-Phillippe Maury e Jereme Leung, quattro chef di altissimo profilo internazionale, considerati massimi esperti mondiali nei rispettivi ambiti culinari, ciascuno dei quali apporta le proprie competenze d’alta cucina innalzando a nuovi livelli l’esperienza gastronomica dei nostri crocieristi”,
    afferma Leonardo Massa, Country Manager di MSC Crociere.

     jamie-oliver

    “L’innovazione è da sempre nel DNA di Royal Caribbean e riguarda anche l’enogastronomia a bordo: grazie all’introduzione del programma gratuito My Time Dining gli ospiti possono semplicemente presentarsi direttamente dal maître del ristorante principale e comunicare l’ora alla quale si desidera cenare. Una modalità innovativa per chi ama la flessibilità e che è in grado di soddisfare le esigenze di una clientela sempre più variegata e internazionale. Il nostro obiettivo è offrire ai nostri ospiti un’esperienza culinaria completa grazie anche al coinvolgimento di chef di fama internazionale, come ad esempio Jamie Oliver, che mettono al servizio di Royal Caribbean le loro abilità per creare dei piatti indimenticabili. Inoltre, Royal Caribbean è attenta anche alle particolari esigenze alimentari degli ospiti a bordo e ha studiato menù speciali con allettanti proposte senza glutine, senza lattosio e dedicate a chi segue una dieta vegetariana – dichiara Gianni Rotondo, Direttore Generale RCL Cruises Ltd ItaliaUna menzione speciale va a Celebrity Cruises, premium brand del Gruppo, i cui chef di bordo acquistano molti prodotti direttamente nei mercati delle città di scalo durante l’itinerario per proporre un menù più ricco e piatti locali con materie prime particolari di prima qualità. Mentre la particolarità a bordo di Azamara Club Cruises sta nella possibilità di fare un barbecue a base di pesce del giorno, pescato personalmente dagli chef e dagli ospiti: una proposta diversa dal solito ma sempre molto apprezzata.”

    # # #

     

    Cruise Lines International Association (CLIA) – Un’industria, una voce

    La Cruise Lines International Association (CLIA), essendo la più grande associazione di categoria al mondo dell’industria crocieristica, è la voce e l’autorità principale della comunità crocieristica globale. Con 15 uffici nel mondo, CLIA ha rappresentanza in Nord e Sudamerica, Europa, Asia e Australasia. CLIA supporta le policy e le pratiche a favore di una crociera sicura, salutare e sostenibile per gli oltre 23 milioni di passeggeri che viaggiano annualmente, e promuove le travel experience a bordo di navi da crociera. I membri comprendono le più prestigiose compagnie di crociera di oceano, fiume e specializzate e una community di agenti di viaggio con formazione di alto livello e altri partner del settore crocieristico tra cui porti, destinazioni, costruttori di navi, fornitori, servizi business e operatori di viaggio impegnati al successo duraturo della crocieristica. Per ulteriori informazioni, visitate www.cruising.org, o seguite CLIA sulle pagine Facebook e Twitter.