Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Costa Pacifica - Magico Mediterraneo 19/04/2010

  1. #1
    Special User
    Data Registrazione
    15-09-2010
    Messaggi
    118

    Costa Pacifica - Magico Mediterraneo 19/04/2010

    19/4: Savona.
    Finalmente è arrivato il giorno della partenza. Sono giunta a Savona in treno e dalla stazione ogni mezz'ora parte la navetta n. 62 che lascia proprio sotto il palacrociere (costo 1 €): è attiva da fine marzo ed è un servizio che ha luogo solo quando ci sono le navi in porto.
    Le operazioni d'imbarco sono state un po' lente, per fortuna avendo l'imbarco privilegiato, dal numero 8 sono passata al n. 4 e verso le 14.30 ero a bordo, con la valigia già in cabina! Dopo un salto al buffet e una passeggiata in nave, che già ben conoscevo per via della precedente crociera a dicembre 2009, ecco che arriva la solita esercitazione d'emergenza.
    Al momento della prenotazione ho acquistato una cabina garantita I1 e mi hanno assegnato una I1......Stupendo upgrade!!! Bene.... si vede che sono una buona cliente di tutto rispetto per Costa visto che è la mia 5° crociera e mi lasciano lì.....La mia camera è la n. 1439 (doppia uso singola), a poppa, quasi estrema direi. La mia preoccupazione per i rumori, alla fine è si è rivelata solo parzialmente reale: si trema solo durante le fasi di attracco e di partenza e peraltro in quei momenti si ottengono alcuni minuti di puro massaggio vibrante al corpo (e gratis! ...altro che Samsara!)
    Ci viene comunicato che a causa del blocco degli aeroporti per la nube vulcanica, la nave salperà con qualche ora di ritardo in modo da permettere a chi sarebbe dovuto arrivare tramite volo, di essere facilitato nei trasferimenti con eventuali altri mezzi.
    Registro la mia postepay...... ma nei giorni seguenti mi pentirò di essermi portata solo questo tipo di carta di credito.....e nient'altro!
    Secondo turno di cena (alle ore 21.30! un po' tardino, mentre il primo era alle 19) al ristorante New York New York: Il maitre del ristorante era lo stesso dell'ultima crociera. Quindi vado a salutarlo e dopo un attimo di giusta incertezza, si ricorda di me, indicandomi il mio posto di 5 mesi fa!
    Lo spettacolo è del comico Jean Lemoine, già visto l'altra volta sulla Pacifica: non mi era piaciuto quindi ho preferito evitarlo.

    20/4: Barcellona.
    La notte tutto sommato passa tranquilla con mare calmo. Mi sveglio alle 7 e così ne approfitto per andare in una palestra semi deserta.
    Durante la mattinata di navigazione, al Grand Bar Raphsody fanno un quiz sugli anni 80. E penso che non posso perdermelo! Indosso anche la maglietta di Flashdance.....Sono domande di spicciola cultura generale su fatti accaduti in quei favolosi anni, alle quali la maggior parte dei partecipanti non sa rispondere (mah!) e chi vince? Il gruppo formato dalla sottoscritta insieme ad un altro ragazzo al tavolo del ristorante con me, Roberto!!! E vai!! vinciamo un'agendina Costa e una bustina sempre Costa che non si trovano nello shop.
    Avendo già visto altre tre volte questa stupenda città catalana, avevo deciso di visitare nuovi posti e così mi sono fatta un planning a casa grazie all'aiuto di internet.
    Innanzitutto ho preso il bus navetta Costa (6 € a/r) che lascia e riprende poco prima della Statua di Colombo. Dopo un breve percorso sulle Ramblas entro nella città vecchia fino al vecchio mercato del Born (tutto in ristrutturazione), attraverso il parco de la Ciutadella con la sua maestosa fontana per arrivare fino alla spiaggia di Barcelloneta e al Port Olimpic con i suoi grattacieli: L'Hotel Arts e la Torre Mapfre con il pesce metallico di Frank O. Gehry molto suggestivo specialmente in foto (quando si sta sotto, non si capisce nulla di cosa sia). Intanto dal mare saliva una nebbia fittissima.....
    Poi giungo, tramite metro, fino al Palazzo della Musica: questo come sempre dev'essere prenotato qualche giorno prima per poterne visitare l'interno. Percorrendo tutte le Ramblas arrivo al punto di ritrovo del pullman che riporta in nave. La partenza è stata un po' ritardata a causa delle fittissima nebbia che non permetteva di vedere assolutamente nulla!
    A bordo mi giunge il messaggio in camera di presentarmi all'Ufficio Clienti per i miei pagamenti. In poche parole, la Carta Postepay non funziona ancora bene, o per niente....Con questo tipo di circuito bisognerebbe strisciare la carta ogni giorno, ma la Costa permette di farlo solo una volta in tutta la crociera. Avendo passato la Postepay a Savona, i pagamenti di quella giornata lì sono stati addebitati, quelli successivi no! Quindi mi hanno chiesto di fare un versamento di cauzione in contanti o in assegno!!! Cosa? Ma io mi sono portata lo stretto necessario, sapendo che per la nave ero coperta!!! Così mi hanno detto che il giorno dello sbarco, sarei dovuta passare dall'ufficio pagamenti per ripassare la Postepay!
    Lo spettacolo a teatro era quello del pianista e cantante Mike Pidone: è bravo, ma passa in mezzo al pubblico per coinvolgerlo tanto da salire fino al secondo piano! Io ovviamente ero già pronta a scappare! Ma perchè questi artisti non rimangono sul palco a far il loro spettacolo? Io non voglio essere assolutamente coinvolta nelle loro canzoni, la fortuna ha voluto che fino al 3° livello non sia salito.


    21/4: Palma di Maiorca
    Anche stanotte il mare è stato calmo. Dalle indicazioni assunte, di fronte all'uscita del porto ci sarebbe dovuta essere la fermata del bus n. 1 per il centro. Effettivamente l'abbiamo trovata, ed il bus è transitato, purtroppo non ci ha fatto salire dopo un cenno con dei taxisti....... Di conseguenza, visto che il percorso per il centro è sui 4 km, ho preso un taxi insieme a dei ragazzi francesi, dividendo la spesa (il tassametro segnava 8.70 € ma lui precedentemente ci aveva detto 11 € e ci ha fatto pagare questa cifra).
    Palma offre poco da vedere: è piccolina e quindi dopo un giro per le viuzze del centro con i negozi ancora chiusi, sono tornati in nave, prendendo questa volta il bus n.1 da Avenida Argentina 25 (il biglietto costa € 1,25 si fa a bordo ed è meglio munirsi di monetine).
    Al pomeriggio ho partecipato a tre seminari al Samsara sulla cura del corpo: pensavo dessero dei consigli pratici, invece avevano il solo scopo di vendere le loro creme o acquistare i loro costosissimi trattamenti.
    Serata di gala. poi alle 23.30 lo spettacolo coi ballerini e cantanti, Sport Show, già visto e identico a l'ultima mia crociera

    22/4: Tunisi
    Un'altra notte di mare calmo. Ho deciso di scegliere l'escursione costa, Cartagine e Sibi Bou Said. Partiamo 20 minuti dopo per colpa di una famiglia, anche numerosa, di ritardatari che pretendeva anche di aver ragione.....
    Dapprima visitiamo un cimitero punico per bambini sacrificati e non, agli dei, chiamato Tophet, dopo i resti delle terme di Antonino, molto belle e proprio sul mare, per poi arrivare fino alla vecchia Cartagine (quella nuova è un quartiere residenziale ora) con il suo museo.
    La successiva tappa, che dura un'ora e mezza, è al caratteristico paesino di case bianche e dalle finestre e portoni blu, Sibi Bou Said. Da lontano si vede il golfo di Tunisi con la nostra nave!
    Preparatevi, se ci andate, a dire almeno mille volte “no grazie” oppure “non compro nulla”!è un continuo susseguirsi di venditori di qualsiasi genere, che parlano tutte le lingue del mondo e se solo volgi lo sguardo sulla loro merce, sono pronti a trascinarti dentro il negozietto e proporti ogni cosa da comprare. Ricordatevi di trattare sul prezzo, scendono dal 40% al 60% di quello che inizialmente dicono.
    Tunisi e i suoi dintorni mi hanno piacevolemente impressionato: avendo visto 5 mesi fa Il Cairo ed Alessandria, mi aspettavo un'altra città africana uguale, con tonnellate di rifiuti ovunque, gente coi loro tipici abiti etc.; invece mi è sembrata una qualsiasi città europea, certo non modernissima, ma le ragazze erano vestite come noi, jeans stretti, maglie alla moda, tacchi, truccate e alcune con la sigaretta in mano! Bene! Solo alcune portavano su abbigliamento all'occidentale, il velo in testa.
    Serata italiana, con i soliti balli dei camerieri e le solite canzoni, ma mi fa' sempre piacere vederli! Lo spettacolo a teatro era del Mago Martin, anche questo artista l'avevo già visto a dicembre, ma alcune magie erano nuove. E anche questa volta non sono riuscita a capire i trucchi.... è proprio bravo, velocissimo! Ma io sono curiosa, e mi rode non sapere come faccia!
    Verso le 21 è iniziato il mare mosso che ci ha accompagnato durante la nottata.

    23/4: Malta.
    Arriviamo mezz'ora prima del previsto e il tempo non promette nulla di buono. L'ingresso in porto è da non perdere perchè si può vedere quasi tutta la Valletta, e le 3 città, Senglea, Cospicua e Vittoriosa, poste esattamente dalla parte opposta della capitale: le divide il porto e, in questo caso, la nostra nave!
    ho deciso di non prendere l'escursione Costa, ma di affidarmi (previo “studio” a casa del percorso) al bus sightseeing hop-on hop-off linea rossa/sud: su internet si può vedere esattamente il percorso che fa con le varie fermate. Esiste anche la linea che va verso nord, la blu, che è senz'altro più turistica che quella scelta da me.
    Ufficialmente il biglietto costa 15€, come c'è scritto sia su internet che sulla ricevuta rilasciata, ma tutti quanti paghiamo 10€: il ticket si fa sul waterfront, ti fermano dei ragazzi vestiti di rosso e blu e ti propongo i vari tour. I bus invece vengono presi dopo i taxi, alla fine della banchina portuale, a circa 400 mt di distanza. Il primo (per entrambe le linee) parte alle 9.30. non è possibile farli entrambi: ognuno, senza mai scendere, dura 3 ore.
    Vengono date in dotazione comprese nel prezzo, sigillate in un sacchettino, delle cuffiette per l'audio-guida che spiega di volta in volta, le varie fermate che si faranno (multilingue compreso l'italiano). Conviene tenersi le cuffiette perchè potrebbero non darne più alla successiva salita.
    Si può scendere ogni volta che si vuole, e un'ora dopo si riprende nello stesso punto, quello successivo. In ogni caso è sempre bene chiedere all'autista a che ora passa quello dopo.
    La prima tappa, non prevista da noi, ma dal driver per fumarsi una sigaretta, è di fronte al caratteristico e simpatico porto di pescatori di Marsaxlokk, con tutte le loro piccole barchette di legno colorate. per una volta dico: buona idea questa sigaretta! (ma solo in questo caso )
    La seconda sosta è alle grotte Ghar Dalam nel paesino di Bizzerbbuga, (ingresso 5 €) con il museo di reperti scheletrici di animali e la spiegazione della formazione geologica. La grotta di per sé è corta, forse un centinaio di metri, interessante e senza pippistrelli, però per chi come me non è uno studioso di geologia, l'ora a disposizione è sufficiente.
    La tappa successiva, subito dopo, è alla Grotta Blu o Blue Grotto. Putroppo le visite alla grotta erano bloccate a causa del fortissimo vento che soffiava su questo promontorio, non si riusciva nemmeno a camminare e le onde che si infrangevano sulle scogliere erano alte parecchi metri. Ma la vista da questa parte di mare era stupenda e d'effetto.
    Un'altra sosta è stata quella ai templi preistorici di Hagar Qim e Mnajdra (ingresso per entrambi 9€ totali): c'è una piccola sala dove viene mostrato per qualche minuto il perchè della copertura fissa di questi due siti come protezione alle intemperie di vento e sole, poi un piccolo museo (anche qui per i geologi e astronomi) e finalmente si visitano i templi che distano 500 metri uno dall'altro. Qui il tempo di sosta di un'ora è un po' poco, perchè per comprendere bene la costruzione dei templi bisogna leggere le targhette poste sotto ogni pietra, con traduzione inglese – italiano. Solo che temevo di non restare nei tempi prestabiliti se avessi atteso il bus dell'ora successiva! Mi sono detta che avreicercato su internet le spiegazioni.
    Il bus ritorna a La Valletta ma non lascia dove si è preso, bensì a Sliema Ferries che dista parecchi chilometri dalla nave. Fortunatamente ce n'è subito un altro che da lì fa fare un giro sulla mura della città per lasciare al waterfront di fronte alla Costa.
    Giusto uno spuntino veloce in nave di una ventina di minuti, dato che non avevo avuto tempo di mangiare per via dei continui trasbordi sul pullman. Consiglio di portarsi scorte di cibo dietro se si fa un giro del genere. Alle 16.30 ero già a visitare la Valletta, di corsa perchè il rientro doveva avvenire un'ora dopo. Dalla nave alla Co-cattedrale di San Giovanni, facendola di buon passo, e tenendo conto che è in salita, ci vogliono 10 minuti di orologio. Purtroppo la città l'hoisitata molto di fretta, solo lì intorno... Sarà per la prossima volta!
    Mi è piaciuta come tappa, ma in alcuni momenti pensavo di essere in Africa: strade principali molto sconnesse, case semi abbandonate ma abitate, negozi sporchi etc....era meglio Tunisi! O almeno quello che ho visto di Tunisi.
    Già mentre usciamo dal porto si sente che il mare è agitato: c'era da aspettarselo visto il vento che ha imperversato tutto il giorno sull'isola. Il mare si è fatto sempre più grosso fin verso la mezzanotte.
    Come a dicembre, a teatro c'è stato lo stesso spettacolo dei ballerini e cantanti.
    Serata del Comandante (che si è intravisto per il brindisi e basta) con dolce a sorpresa.
    Altro spettacolo a teatro con la finale del C Talent, vinto da una ragazza italiana e dopo io con alcune ragazzi/e ci siamo recati in disco per vedere la “famosa” e tanto decantata dai reportage di National Geographic di marzo, Sexy Night con l'equipaggio, i ballerini e gli animatori.
    Sexy Night........ forse abbiamo beccato solo la Night perchè di sexy non c'era nulla! Una serata normale in disco! Ci sono stati per una mezz'oretta degli ufficiali in divisa, ma: ballerini zero e animatori due.... dal servizio trasmesso su sky, sembrava che fosse l'evento clou di ogni crociera...
    Comunque noi ci siamo divertiti lo stesso fino alle 2 passate.

    24/4: Catania.
    Il centro è proprio vicino a dove attracca la nave. Non mi è piaciuta granchè questa città: le chiese sono tutte in stile barocco e sembrano tutte uguali, c'è molto traffico e non sempre rispettano il codice della strada, siamo passati davanti al caratteristico mercato ma i commercianti per richiamare l'attenzione, urlavano a squarciagola....con il mal di testa che avevo ho preferito dopo nemmeno due ore ritornare in nave. Mi è piaciuto il teatro romano (ingresso gratuito perchè questa era la settimana della cultura).
    Dopo pranzo, davanti a Reggio Calabria, si sono accostati il pilotino, la guardia costiera e la nave prima ha rallentato poi si è fermata. La direttrice di crociera, Monica, ha annunciato che un passeggero necessitava cure mediche urgenti a terra e avremmo perso un po' di tempo. Siamo stati lì circa un'ora. abbiamo poi scoperto che era una bambina che doveva recarsi urgentemente all'ospedale!
    Cocktail del comandante, ma come ogni volta io non partecipo mai né tantomeno faccio la foto.
    Nuovamente problemi con la Postepay: consiglio di non usare assolutamente questo mezzo di pagamento. Mi avevano bloccato gli acquisti perchè risultavo che non avevo ancora strisciato la carta...bastaaaaa! Così ho passato un'ora all'ufficio contabilità per risolvere questo problema. Alla fine hanno annullato tutte le strisciate precedenti, hanno chiesto l'autorizzazione telefonica al circuito per prenotare in addebito 250€ (io sapevo di spenderne molto meno, ma hanno voluto fare lo stesso così, anche se la crociera stava finendo). Mi hanno garantito che se avessi speso di meno, l'addebito era della cifra reale (ho verificato ed effettivamente è stato così), mentre in caso di spesa superiore al plafond, il giorno dello sbarco avrei dovuto versare la differenza in contanti.
    Per “fortuna” non ero l'unica ad avere questo problema, ho visto una sfilza di nomi, tutti titolari di Postepay. Dovrebbero dirlo e non dare per certo questo mezzo di pagamento!
    A teatro c'era uno spettacolo con un giocoliere e una contorsionista che si è chiusa in una piccola scatola! Dopo cena, c'è stato sempre a teatro, lo spettacolo dell'equipaggio (sempre uguale alle altre volte...) ma questa volta supportato dagli animatori che hanno fatto veramente ridere. Molto bravi i camerieri che hanno cantato!
    Serata di nuovo in disco fino alle 2 e mezza, con musica anni 80 – 90, ma anche se era pieno di scolaresche, noi ci siamo divertiti tantissimo.

    25/4: Civitavecchia / Roma.
    Non fidandomi dei mezzi pubblici, vista la giornata di festa nazionale, ho preso il transfer della Costa (29€) che lascia e riprende in via della Conciliazione. Durante il tragitto, una guida spiega un po' cosa vedere nella città eterna.
    Essendoci “poca” gente in piazza San Pietro, abbiamo potuto girare tranquillamente nella Basilica, vistare le tombe dei Papi ed assistere all'Angelus del Papa.
    Abbiamo avuto fortuna anche nella visita di Castel sant'Angelo (sempre gratis per la settimana della cultura) perchè essendo pranzo non c'era coda per entrare.
    Sempre a piedi per le viuzze romane, abbiamo visitato piazza Navona, fontana di Trevi con il classico lancio delle monetine, Trinità dei Monti, Via Condotti e il lungotevere. Non ci siamo mai fermati neppure per mangiare l'ottimo mega gelato, passeggiando sotto un sole cocente.
    Spettacolo a teatro con il duo Donnert (già visto a dicembre...) veramente molto bravi... da far sudare le mani per le loro esibizioni.
    Ultima cena con tanta tristezza......la mia crociera sta finendo!

    26/4: Savona
    Che dire? È veramente finita...... e sto già pensando alla prossima!
    Un grande ringraziamento a tutto lo staff che ci ha fatto passare 7 giorni magnifici, ma un grazie ancora più grande ai nostri 2 camerieri del tavolo al ristorante, Jorge e Jorge, simpaticissimi, disponibili e carinissimi!

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,392

    Re: Costa Pacifica - Magico Mediterraneo 19/04/2010

    Grazie di cuore per questo dettagliatissimo diario, babi!!!

  3. #3
    Special User
    Data Registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    2,171

    Re: Costa Pacifica - Magico Mediterraneo 19/04/2010

    un gran bel diario
    rudder
    rudder Special User

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato