Pagina 3 di 11 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 109

Discussione: Chi di voi..utilizza apparecchi elettrici sulle navi ?

  1. #21
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Chi di voi.....

    Quello che vedo è che i maschi sono più ligi al dovere.. ed era pensabile..
    Con questo non voglio dire che noi si sia più rispettosi, forse allo stadio la situazione si sarebbe ribaltata, lì sono capaci di portarsi fuochi di artificio ed altre amenità più maschili..
    Marco, per me è un discorso di fregarsene: se c'è una regola si rispetta, se la regola è scorretta la si può cambiare, ma non la si può non rispettare.. io sono fatto così..

    La 'mia' Vic ha da poco chiuso l'accesso a prua, che era libero fino a poco tempo fa.. io ho contestato la cosa sul foglio di fine crociera, conosco perfettamente come si può entrare senza essere visto (almenno dalle telecamere visibili) ma non l'ho fatto.. eppure sono convinto che la precauzione sia del tutto fuori luogo e limiti l'accesso ad uno die punti più belli dello scafo..

    Un salutone!!
    Manlio

  2. #22
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,400

    Re: Chi di voi.....

    Citazione Originariamente Scritto da pmanlio
    se c'è una regola si rispetta, se la regola è scorretta la si può cambiare, ma non la si può non rispettare.. io sono fatto così..
    Vedi Manlio, ci sono però delle leggi palesemente sensate e altre no, e poi il discorso del rischio della sanzione nel caso si infranga la norma.

    Prendiamo ad esempio la legge che vieta il fumo nei locali pubblici; appena introdotta ci fu una mezza rivoluzione ma nel giro di poco è stata recepita e, penso anche tu lo possa confermare, nei ristoranti non si vede più nessuno fare il furbo sebbene i controlli siano quasi a zero; perchè questo? Perchè si può essere fumatori o meno, ma in ogni caso si capisce come in un ambiente chiuso è meglio non fumare.
    E quindi anche in caso di rischio sanzione nullo nessuno pensa a infrangere la norma.

    Questo a mio avviso manca nel caso del phon in cabina: non si arriva a immaginare la pericolosità dell'azione. Ne io ne mia moglie abbiamo mai preso un phon (neppure quando viaggiavamo su Classica e Romantica dove i phon erano quei tubi appesi alla parete) e mai ci sogneremmo di farlo, ma per altri motivi (la consideriamo una cosa inutile in più); davvero io non riesco a immaginare cosa possa avere di così pericoloso un piccolo phon che uso tutti i giorni a casa, e come me evidentemente in tanti. Se quindi aggiungi il rischio sanzione nullo, pui immaginaere come in tanti infrangano questa regola.

    ps - ecco, se avevo una mezza idea di fare una crociera sulla Vic, adesso mi è passata del tutto: quella balconata a prua mi aveva sempre fatto una gola ...

  3. #23
    Special User
    Data Registrazione
    21-12-2009
    Messaggi
    171

    Re: Chi di voi.....

    Le ragioni sono tante, su ogni presa di corrente solitamente c'e' l'adesivo che indica di non utilizzare utenze elettriche , e comunque non conoscere la regola e ancor peggio non comprenderla non giustifica il non rispettarla, oltretutto con il contratto di viaggio (biglietto) dichiarate di aver letto tutte le regole e di di averle accettate.
    Le ragioni: semplicemente un impianto elettrico non adatto ad elevati assorbimenti, un pericolo di incendio per un cattivo stato di manutenzione dell'elettrodomestico, mancanze di sicure ...insomma siamo in mare non in hotel.

  4. #24
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,400

    Re: Chi di voi.....

    Qualcuno di voi sa quantificare la probabilità di causare un grosso danno utilizzando un phon in cabina?

    Non sono un esperto, ma la scritta del divieto ho l'impressione la metta la compagnia per deresponsabilizzarsi nel remoto (?) caso di incendio, pretendendo in questa evenutalità il risarcimento dall'ospite.

    E poi mi chiedo, se la compagnia impedisce di portarsi cibi e bevande a bordo con adeguati controlli, non può farlo anche coi phon?
    Costerebbe qualcosa in più in termini di gente impiegata al controllo, ma garantirebbe una maggiore sicurezza.
    Con le bevande si fa perchè l'alternativa per il cliente è di usare qualcosa a pagamento, e per i phon

  5. #25
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Chi di voi.....

    Marco, già il fatto che sulle navi non c'è la messa a terra giustifica la precauzione (i motivi tecnici di questa cosa sono complessi da spiegare qui), ma il punto a parer mio non è che la legge sia giusta o ingiusta: ad es. la 'legge' che dice che non posso andare a prua della Vic, proprio dove Di Caprio faceva Titanic (la balconata sopra è accessibile, ci mancherebbe..) per me è sbagliata..
    Giusto vietarlo (come era prima) con mare mosso, ma nelle giornate di mare calmo vedersi sfilare le isole dell'Egeo davanti, passare vicino a Itaca e vedere le persone sul ponte di comando è bello assai..
    Però rimane il fatto che oggi non si può fare, magari ci ripenseranno ma oggi è così..

    L'idea che per applicare una legge la devo 'capire' per me è palesemente 'Italiana' ed ha un contrappeso, l'altra idea Italiana di fare leggi a cavolo di cane, tanto nessuno se le fila ed io ho 'lavorato' facendo la legge..
    Lo sciopero bianco è l'utilizzo di tutte le normative di sicurezza che riguardano un determinato lavoro, è quindi l'applicazione delle leggi, che una volta fatta rende impossibile lavorare, per cui è evidente che sono assurde..per contro il 'rosso permissivo' è quello che è costato la vita a delle persone sulla metropolitana di Roma, lo strumento dice rosso, ma a te che te frega? Vai avanti..

    Ragionando così la responsabilità va alla persona finale che fa la cosa e 'deve' capire quale sia il giusto compromesso, che spesso non è neanche per niente quello che pensa lui (magari essendo anche giustamente impreparato a saperlo).

    Io sono invece dell'idea che Socrate avesse ragione: nel suo caso era palese che fosse innocente, ma quella è la legge, contestarla va bene, ma comunque va seguita, anche pagando con la vita..

    Il contraltare è uno solo, ed è quello che Craxi ha così ben espresso ai suoi tempi giustificando Tangentopoli "Una legge ingiusta ci impedisce di finanziarci..", quindi se la legge non va o se non la capisco me la faccio da solo..
    A parer mio se tutti seguissimo le leggi sarebbe palese che alcune sono totalmente assurde, e verrebbero cambiate, ma sarebbe altrettanto palese che quelle utili renderebbero la vita migliore..
    Se ognuno si fa la sua scappatoia o pretende di capire il perchè di tutto (beato lui, è onniscente..) è come paragonare il traffico di certi paesi a quello di altri..
    Roma è piena di sensi unici fatti a cavolo, e di persone che si infilano a destra a sinistra al centro pur di cercare di passare nella corsia più veloce, altri paesi hanno una struttura simile alla nostra, da noi magari fai anche 160 km/h per un momento nel raccordo anulare, ma la media è bassissima, nei paesi che nominavo le persone rimangono al loro posto, hanno sistemi più ordinati, e fanno al massimo 70/90 all'ora, ma arrivano prima.. e pure di tanto

    E' la differenza tra il caos (situazione gestita 'a persona') e la normale fluidità..

    Mi scuso se ho scritto una risposta un po' 'pesante' ok?

    Tornando al Phon, alle piastre ecc.: a casa tua hai (o dovresti avere, tornando alle norme) il differenziale per ogni abitazione, che funziona sul principio della dispersione di corrente verso terra..
    Se una delle abitazioni non avesse il differenziale si creerebbe una situazione di potenziale pericolo, al limite anche per abitazioni contigue a quella sprovvista di questo oggetto..

    Si possono pensare modi diversi si realizzare la protezione delle persone, oltre alla messa a terra, anche modi che escludono proprio la terra, ognuno con i suo vantaggi e svantaggi, ma questo nella normalità è il più utilizzato..
    Nelle navi le protezioni sono di tipo diverso da quelle delle abitazioni, e gli oggetti che hai a casa proprio per le abitazioni sono progettati, inoltre le cabine non sono pensate per erogare la stessa potenza assorbita dalla rete di casa..

    Da qui viene il fatto che certi oggetti a bordo non dovrebbero esserci..

    Un saluto!!
    Manlio

  6. #26
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Chi di voi.....

    Ops!! Ti leggo ora: non ho dati per dirti di quanto si alzerebbe il pericolo tra presenza o no di apparecchi casalinghi..

    Però ti invito intanto a pensare ad una piccola cosa: fino a pochi decenni fa tutti eravamo piccoli elettricisti, e la prima cosa che si faceva dalle mie parti di fronte ad un Phon rotto era tagliare la spina, rimettere alla meglio i fili, e riattaccare con uno nastro isolante..

    Ti senti di escludere che dal paesetto di qualche parte di Europa non salga a bordo un Phon o un altro oggetto 'riparato' da un 'esperto'?

    Poi, anche in presenza di oggetti a norma va da sè che il pericolo sale comunque..

    Un salutone!!
    Manlio

  7. #27
    Special User
    Data Registrazione
    21-12-2009
    Messaggi
    171

    Re: Chi di voi.....

    Citazione Originariamente Scritto da pmanlio
    Marco, già il fatto che sulle navi non c'è la messa a terra giustifica la precauzione (i motivi tecnici di questa cosa sono complessi da spiegare qui), ma il punto a parer mio non è che la legge sia giusta o ingiusta: ad es. la 'legge' che dice che non posso andare a prua della Vic, proprio dove Di Caprio faceva Titanic (la balconata sopra è accessibile, ci mancherebbe..) per me è sbagliata..
    Giusto vietarlo (come era prima) con mare mosso, ma nelle giornate di mare calmo vedersi sfilare le isole dell'Egeo davanti, passare vicino a Itaca e vedere le persone sul ponte di comando è bello assai..
    Però rimane il fatto che oggi non si può fare, magari ci ripenseranno ma oggi è così..

    L'idea che per applicare una legge la devo 'capire' per me è palesemente 'Italiana' ed ha un contrappeso, l'altra idea Italiana di fare leggi a cavolo di cane, tanto nessuno se le fila ed io ho 'lavorato' facendo la legge..
    Lo sciopero bianco è l'utilizzo di tutte le normative di sicurezza che riguardano un determinato lavoro, è quindi l'applicazione delle leggi, che una volta fatta rende impossibile lavorare, per cui è evidente che sono assurde..per contro il 'rosso permissivo' è quello che è costato la vita a delle persone sulla metropolitana di Roma, lo strumento dice rosso, ma a te che te frega? Vai avanti..

    Ragionando così la responsabilità va alla persona finale che fa la cosa e 'deve' capire quale sia il giusto compromesso, che spesso non è neanche per niente quello che pensa lui (magari essendo anche giustamente impreparato a saperlo).

    Io sono invece dell'idea che Socrate avesse ragione: nel suo caso era palese che fosse innocente, ma quella è la legge, contestarla va bene, ma comunque va seguita, anche pagando con la vita..

    Il contraltare è uno solo, ed è quello che Craxi ha così ben espresso ai suoi tempi giustificando Tangentopoli "Una legge ingiusta ci impedisce di finanziarci..", quindi se la legge non va o se non la capisco me la faccio da solo..
    A parer mio se tutti seguissimo le leggi sarebbe palese che alcune sono totalmente assurde, e verrebbero cambiate, ma sarebbe altrettanto palese che quelle utili renderebbero la vita migliore..
    Se ognuno si fa la sua scappatoia o pretende di capire il perchè di tutto (beato lui, è onniscente..) è come paragonare il traffico di certi paesi a quello di altri..
    Roma è piena di sensi unici fatti a cavolo, e di persone che si infilano a destra a sinistra al centro pur di cercare di passare nella corsia più veloce, altri paesi hanno una struttura simile alla nostra, da noi magari fai anche 160 km/h per un momento nel raccordo anulare, ma la media è bassissima, nei paesi che nominavo le persone rimangono al loro posto, hanno sistemi più ordinati, e fanno al massimo 70/90 all'ora, ma arrivano prima.. e pure di tanto

    E' la differenza tra il caos (situazione gestita 'a persona') e la normale fluidità..

    Mi scuso se ho scritto una risposta un po' 'pesante' ok?

    Tornando al Phon, alle piastre ecc.: a casa tua hai (o dovresti avere, tornando alle norme) il differenziale per ogni abitazione, che funziona sul principio della dispersione di corrente verso terra..
    Se una delle abitazioni non avesse il differenziale si creerebbe una situazione di potenziale pericolo, al limite anche per abitazioni contigue a quella sprovvista di questo oggetto..

    Si possono pensare modi diversi si realizzare la protezione delle persone, oltre alla messa a terra, anche modi che escludono proprio la terra, ognuno con i suo vantaggi e svantaggi, ma questo nella normalità è il più utilizzato..
    Nelle navi le protezioni sono di tipo diverso da quelle delle abitazioni, e gli oggetti che hai a casa proprio per le abitazioni sono progettati, inoltre le cabine non sono pensate per erogare la stessa potenza assorbita dalla rete di casa..

    Da qui viene il fatto che certi oggetti a bordo non dovrebbero esserci..

    Un saluto!!
    Manlio
    PManlio a prescindere dalle idee che condivido, e' veramente un piacere leggerti!!

  8. #28
    Special User
    Data Registrazione
    21-12-2009
    Messaggi
    171

    Re: Chi di voi.....

    Ciao Marco,

    su tu fossi uno di quelli che deve intervenire in caso di incendio, e se avessi modo di vedere le conseguenze di un elettrodomestico in fiamme all'interno di un locale con aerazione forzata, chiuso....... non ti asciugheresti piu' i capelli nemmeno con l'asciugamano

  9. #29
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Chi di voi.....

    E' vero Manlio le tue esposizioni sono uniche e mai banali, grazie per dedicare a noi parte del tuo tempo, esporre in questo modo le tue posizioni e cercare di far comprendere le motivazioni di un divieto, non è cosa da poco, tu riesci sempre a portare il discorso sul lato pratico delle cose e questo fa si che lo si comprenda meglio .


    Aggugliotto!!
    La mia spazzolina phon non ha un altissimo assorbimento, non è mai stata aggiustata con metodi casalinghi, mi è proprio indispensabile se faccio estrema attenzione posso portarla??

    so già la risposta
    NO
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  10. #30
    Special User
    Data Registrazione
    21-12-2009
    Messaggi
    171

    Re: Chi di voi.....

    Citazione Originariamente Scritto da Ro*
    E' vero Manlio le tue esposizioni sono uniche e mai banali, grazie per dedicare a noi parte del tuo tempo, esporre in questo modo le tue posizioni e cercare di far comprendere le motivazioni di un divieto, non è cosa da poco, tu riesci sempre a portare il discorso sul lato pratico delle cose e questo fa si che lo si comprenda meglio .


    Aggugliotto!!
    La mia spazzolina phon non ha un altissimo assorbimento, non è mai stata aggiustata con metodi casalinghi, mi è proprio indispensabile se faccio estrema attenzione posso portarla??

    so già la risposta
    NO
    appunto NO!!!

    Certo che se lavorassi su una nave e ti vedessi a bordo, magari essendo responsabile del Safety, ti farei una perquisizione delle valigie, con distruzione immediata di qualsiasi spazzola rotante o phon fotonici!!!

Pagina 3 di 11 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •