Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 34

Discussione: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

  1. #21
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Grazie Cokj, quindi su tutte le navi Royal è così come dici?
    Non ci sono giubbini salvagente in cabina?

    Quando fate l'esercitazioni, vi consegnano i salvagente al ponte scialuppe?
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  2. #22
    Special User
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Montecelio
    Messaggi
    2,496

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Citazione Originariamente Scritto da Ro*
    Grazie Cokj, quindi su tutte le navi Royal è così come dici?
    Non ci sono giubbini salvagente in cabina?

    Quando fate l'esercitazioni, vi consegnano i salvagente al ponte scialuppe?
    No durante l' esercitazione non vengono consegnati, viene spiegato dove si trovano e come indossarli.

    PS= ma durante le crociere "traghetto" di Costa e MSC nel Mediterraneo quante esercitazioni vengono effettuate?

  3. #23
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Non so di preciso quante io ne ho fatta sempre e solo una, so che mettono in cabina l'emergency drill card ed un avviso con l'orario e la data ,solo a chi la deve fare ed avvisano per microfono che l'esercitazione è esclusivamente per chi è salito a Napoli per esempio.
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  4. #24
    Special User
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Montecelio
    Messaggi
    2,496

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Citazione Originariamente Scritto da Ro*
    Non so di preciso quante io ne ho fatta sempre e solo una, so che mettono in cabina l'emergency drill card ed un avviso con l'orario e la data ,solo a chi la deve fare ed avvisano per microfono che l'esercitazione è esclusivamente per chi è salito a Napoli per esempio.
    grazie, chissà come si comporterà RCCL con il Mariner OtS la prossima estate (imbarcherà a Civitavecchia e Genova)

  5. #25
    Moderatore Globale L'avatar di felixalice
    Data Registrazione
    16-11-2009
    Località
    Saronno (VA)
    Messaggi
    2,912

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Su MSC, la drill card non c'è e non ci hanno controllato la card della cabina, cosa che Costa prima della Ergency Card faceva, e così chi c'è c'è... non c'erano nemmeno persone a bloccare l'uso degli ascensori o altro tant'è che visto che Edo non vedeva i gradini con su il giubbotto siamo bellamente scesi al piano giusto in ascensore!!

    Mentre sulle altre crociere Costa che ho fatto, c'era sempre grande affluenza.

    Alice
    Moderatore Globale
    Moderatore

  6. #26
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Vorrei sapere un tuo parere su questo Serena.

    Prendiamo una crociera-traghetto: Savona, Napoli, Palermo, e in ognuno di questi tre porti un imbarco consistente di persone.

    L'esercitazione d'emergenza, dice il regolamento, va fatta entro 24 ore dalla partenza.

    La fai subito a Savona? E chi si imbarca a Napoli e Palermo se la cava con una mini riunione a teatro? Che poi esercitazione non è perchè la persona non parte coi sette più uno fischi (anzi neppure li sentirà, se non l'ultimo giorno di crociera), non si mette al suo effettivo punto di riunione, non vede come si può essere indirizzati dal personale di servizio posizionato nei punti strategici ecc

    La fai il giorno dopo a Napoli stando dentro le 24 ore? Stesso discorso per chi si imbarca da Palermo. Inoltre, come dicevi tu, se succede qualcosa la prima notte son guai.

    E allora ti chiedo, il sistema perfetto quale potrebbe essere?

  7. #27

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Voglio vedere cosa faranno durante la mia crociera che ha 3(o 4?) homeport importanti...
    Eugenio

  8. #28
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Cioè nel classico giro del mediterraneo occidentale dove ogni giorno imbarchi gente (forse tranne a Tunisi e Palma), su una crociera di sette giorni per cinque volte bisogna sentire la sirena che suona, i bar, negozi e altro chiusi e sentirsi dire che negli ascensori non ci puoi andare?

  9. #29
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    Quindi un sistema perfetto ed equo per tutti non esiste.

    Ma al di là di tutto, uno che non la vuol fare è sufficiente che dica di essersi imbarcato a Palermo e ok. Ma poi viene sgamato. E in questo caso a cosa va incontro?

  10. #30
    Reporters L'avatar di Vale
    Data Registrazione
    19-08-2010
    Località
    Patresi Marciana Isola d'Elba
    Messaggi
    1,273

    Re: Esercitazione di emergenza ,perchè farla con attenzione

    In ogni cosa seguire i protocolli è non utile ma necessario, i protocolli, non solo quelli delle navi, sono stati concepiti dopo varie e varie prove e prove quindi non sono lì a caso e le persone che li devono far applicare sono stati istruiti a proposito. Anche nel mio lavoro esistono dei protocolli d'intervento dove, vi assicuro è veramente difficile, vedere una persona in pericolo di vita e , per protocollo, non poter intervenire sino al ok della persona in quel momento responsabile del soccorso o sino all'accertamento della sicurezza della scena. Sei lì fremente in attesa di poter intervenire per fare il tuo lavoro ma sai benissimo che se intervieni puoi mettere a rischio la tua vita e indirettamente anche quella della persona per cui sei andato, quindi attendi,anche se circondato dagli insulti dei presentiche però non si muovono, e poi quando è tutto sicuro finalmente puoi intervenire. Solo seguendo i protocolli si fa un buon servizio e quindi anche le esercitazioni rientrano in questa logica, 20 minuti di tempo sono un'inezia durante una crociera ma potrebbero diventare determinanti in una, speriamo mai, reale emergenza.
    Reporter

    Il mare non ha paese nemmeno lui, ed e' di tutti quelli che lo sanno ascoltare.

Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato