Se aumentano ancora un po' i prezzi.... tutti gli italiani andranno in crociera in ferie ( considerando poi le tariffe degli ultimi tempi... )


Estate: Adoc contro caro spiagge, dal 2001 +136% prezzi
Sardegna e Toscana regioni piu' care, Sicilia la piu' economica
13 giugno, 15:00

(ANSA) - ROMA, 13 GIU - Spiagge sempre piu' care: Sardegna e Toscana le regioni piu' costose, Sicilia la piu' economica. Lo afferma l'organizzazione dei consumatori Adoc mentre, fra oggi e domani, la Camera decidera' se mantenere nel decreto sviluppo il limite dei 20 anni alle concessioni ai privati di spiagge e arenili oppure - come vorrebbe la lobby dell'ombrellone - prolungarlo a 30 anni.

Secondo le rivelazioni dell'Adoc, una giornata al mare costa il 136% in piu' del 2001. Percentuali da capogiro come se uno stipendio di 1.200 euro del 2001 sfiorasse ora i 3.000. Insomma la spiaggia privata sta diventando un luogo sempre piu' esclusivo capace di mangiarsi in poche settimane i risparmi di tutto un anno.

I conti sono presto fatti. Secondo l'Adoc, una giornata al mare per una famiglia di quattro persone costa in media poco meno di 97 euro (+1,5% rispetto allo scorso anno). ''Sono rincarate quasi tutte le voci'', dichiara il presidente Adoc Carlo Pilieri. Dall'ombrellone (+1,3%) al lettino (+1,2%) passando per sdraio (+3,2%) e ingresso con accesso ai servizi della spiaggia (+0,8%). Anche voci extra come gelati, panini e caffe' sono in rincaro. Stabili solo i costi di parcheggio.

L'accesso alla spiaggia - ricorda l'Adoc - e' obbligatoriamente libero ribadisce l'art. 1 comma 251 dell'ultima finanziaria. Purtroppo - rileva Adoc - in molti casi non viene garantito ai cittadini. In base ai dati dell'Adoc la Sardegna, la Toscana e la Liguria sono le Regioni piu' care.

In Sardegna si spende il 28,5% in piu' della media nazionale, in Toscana il 22,5% in piu' mentre in Liguria il 16,8% in piu'.

Tra le Regioni piu' abbordabili al primo posto si trova la Sicilia, dove si puo' spendere il 29,5% in meno della media e la Puglia, dove si puo' risparmiare il 24,6% con costi dimezzati rispetto alla Sardegna.

A spingere l'acceleratore sui prezzi e' la carenza di spiagge rimaste pubbliche e quindi libere. ''In Liguria - spiega Pilieri - e' vivo il problema della percentuale di spiagge libere a disposizione dei cittadini. Solo 12, tra i 63 Comuni costieri liguri, possono vantare percentuali di spiagge libere e attrezzate superiori al 40%. Nel Lazio, sull'arenile di Ostia, solo il 20% delle spiagge prevede l'accesso libero''.

Dal sito Ansa

Matteo