Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 53

Discussione: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGHI

  1. #1
    Special User
    Data Registrazione
    22-08-2011
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    89

    Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGHI

    PREMESSA ED INTRODUZIONE

    Salve a tutti!
    Qualcuno si dilungherebbe a presentarsi e a introdursi; io preferisco i metodi diretti, veloci e che soddisfano subito le curiosità e le esigenze del forumista e dell'appassionato più accanito
    Spero che questo mio primo diario di viaggio, come gli innumerevoli che seguiranno, possa regalare degli spunti interessanti per chi non avesse mai fatto questo itinerario o semplicemente faccia rivivere dei ricordi quanto mai intensi e piacevoli a chi avesse già vissuto queste esperienze.
    Questi viaggi e scoperte le ho condivise in passato a volte con parenti e altre volte con amici, ma ultimamente sempre con il mio compagno di viaggio preferito ed immancabile, mai stanco, sempre curioso e sopratutto felice di scoprire insieme a me tutto quello che i nostri viaggi ci hanno sempre regalato, anche e soprattutto in maniera inaspettata; questo complice di tante avventure che con la sua presenza ha sempre arricchito l'esperienza del viaggio è mia moglie che spesso per comodità chiamerò con lo pseudonimo di bimba.
    Spero da oggi in poi che ci si possa conoscere sempre meglio, passo passo, descrivendo al meglio delle mie capacità e della mia memoria di ogni giorno di vacanza e di crociera vissuto, inserendo nel racconto aneddoti e considerazioni personali dettati dall’esperienza che ci ha portati in pochi anni di matrimonio veramente in tantissimi posti al mondo.
    In alcuni diari troverete molte immagini della nave che ci ospitava, in altri invece l’attenzione vedrete che è stata più per i paesaggi e luoghi visitati.
    Spero cosi' di aver creato nei vari filmati un giusto mix che possa catturare l'attenzione dello spettatore come è stato per amici e parenti con i quali sono state condivise fino ad oggi le immagini.
    Arriveranno anche diari di viaggio e ricordi di crociere molto lontane nel tempo…

    CONSIGLIO PRATICO PER TUTTI I MIEI DIARI: LEGGETE PRIMA IL RACCONTO CON GLI ALLEGATI FOTOGRAFICI E POI ANDATE A VEDERE IL VIDEO DELLA GIORNATA CHE RIASSUME TUTTO IL RACCONTO .

    Per iniziare ho deciso di partire dalla fine, dall’ultima crociera fatta quasi 3 mesi fa a bordo di Costa Atlantica ai fiordi e alle capitali baltiche; un itinerario “ibrido” e per questo accattivante e diverso; in una sola settimana la nave partendo da Copenhagen toccava 4 località norvegesi riconducibili al mondo dei fiordi: Flam, Geiranger, Hellesylt e Stavanger e poi si dirigeva a Oslo, Warnemunde/Berlino e Copenhagen rendendo assolutamente non monotono l’itinerario e dando al crocierista un visione bifocale del nord Europa in una sola settimana.
    Un bell' “North Europe highlights”, direbbero gli americani; ma per dirlo all’italiana e in chiave culinaria...una bella e saporita grigliata mista che si preannuncia squisita!

    E’ tanto che io e mia moglie “bimba” volevamo andare ai fiordi dopo esserci innamorati del Mar Baltico in una parte del nostro viaggio di nozze nel 2004 quando la terza settimana l’abbiamo trascorsa a bordo della Msc Rhapsody alle capitali baltiche sempre partendo da Copenhagen (arriverà anche questo diario) e da allora ci eravamo ripromessi quanto prima di andare ai fiordi e finalmente, eccoci qui!!!
    Per questa crociera a bordo di una nave che conosciamo molto bene avevamo scelto una cabina esterna con gran balcone “garantita” successivamente trasformata con un bell’upgrade sul ponte 8 denominato “8 ½”in una welness con gran balcone posizionata verso prua in zona tranquilla, ovviamente senza il diritto di poter usufruire del pacchetto benessere come per chi acquista direttamente questa tipologia di cabina; ma senza bimbi in giro si sta sempre bene, vista purtroppo la sempre più scarsa educazione dei genitori nel gestirli... Le cabine welness di Atlantica, come per quelle Samsara di altre navi della flotta Costa, sono vendute solo come doppie e senza minorenni.
    Il tutto a maggior ragione adesso che mia moglie è incinta e tra qualche mese toccherà anche a noi “recuperare” ore di sonno e tranquillità (che emozione… ) cerchiamo di godere degli ultimi momenti di relax di coppia.

    Costa Atlantica, come accennavo, non è per noi una novità, anzi…nella flotta Costa è la nave su cui abbiamo viaggiato più spesso e l’ultima volta è stato a Novembre ai Caraibi da Miami (arriverà il diario anche di questa crociera) ma è sempre stata una delle nostre preferite. La prima nave della flotta Costa con il “fargus-style” e dedicata a Fellini e alla Dolce Vita.
    Ricordo in maniera indelebile la prima volta che ci salii……………… ……………………………….ESATTO! Restai senza parole, la sensazione ando’ molto oltre l’effetto WOW di cui Mr. Foschi, l’a.d. di Costa, parla in alcune sue interviste!!! Adesso, dopo 11 anni da quel primo “…zzo” espresso tra me e me nella hall davanti agli ascensori panoramici con quelle “adorabili” cornici di lampadine variopinte dai colori intercambiabili e dopo tante altre navi della loro flotta, pensate un po’? Mi sembra pacata, lineare e persino “vuota” in alcuni saloni…in una parola? Elegante, ben fatta (…ma sono 3 parole…!!!) e allora ne aggiungo altre dicendo che si dimostra sempre la nave, insieme alla gemella Mediterranea, a mio parere con il miglior progetto per la distribuzione dei flussi interni dei passeggeri: mai una coda, mai areee troppo sovraffollate; un ottimo hotel galleggiante e rispetto alla Mediterranea con degli allestimenti interni più eleganti e pacati.
    (Un aneddoto molto interessante, che fa MOLTO riflettere, spiagatomi a suo tempo dal comandante in seconda durante una crociera su Atlantica. Sapete perchè sulle rampe di scale tra un ponte e l'altro e negli atri dove ci sono gli ascensori, tutti i vasi e oggetti presenti nelle nicchie illuminate da qualche anno hanno un vetro che nel primo anno di navigazione di questa unità non era presente??? .......Purtroppo si, avete immaginato giusto: avevano avuto un considerevole numero di danneggiamenti e alcuni furti di vasi e oggetti... No comment...)

    Preparate la valigia virtuale e non dimenticate gli occhiali da sole...BUON VIAGGIO!

    ...continua 1/9...
    Ricorda: Eat, sleep, cruise !!!
    ad oggi ho 40 punti bonus, ma saranno sempre di più...

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    Che dire complimenti scrivi benissimo e ti si legge di un fiato!!
    Ottimo inizio, ci gusteremo questo navigammo ricco di foto e video!!
    Anche io apprezzo molto Costa Atlantica, direi in tutto tranne nelle sue vibrazioni decisamente molto accentuate, ma quando si è in crociera ci si fa poi l'abitudine. Concordo con quanto detto sulle due navi gemelle.
    Ed ora vaiii col resto.....

    Grazie!!
    Ro
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  3. #3
    Special User
    Data Registrazione
    22-08-2011
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    89

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    DOMENICA 5 GIUGNO 2011 - GIORNO 1 – COPENHAGEN

    La prima giornata sappiamo già che sarà lunga; abbiamo prenotato con poco anticipo (3 settimane prima della partenza, altro che Prenota Subito…) e ci hanno dato quello che restava: volo da Venezia a Fiumicino e poi chater di Costa verso Copenhagen; la compagnia per entrambi i voli è Alitalia ma perfortuna, viste le innumerevoli esperienze negative di amici e colleghi, noi dobbiamo ritirare i bagagli a Fiumicino dopo il primo volo perché essendo di linea seguito da un charter i bagagli non possono andare direttamente a Copenhagen. Io e mia moglie abbiamo sempre rifiutato di transitare a Roma senza bagagli al seguito tra un volo e l'altro, soprattutto all’andata dei viaggi! Ci teniamo ad arrivare in vacanza con tutte le valigie che abbiamo deciso di portare

    La sveglia puntuale come una coltellata alla pancia suona alle 4.30; siamo rientrati ieri sera alle 21 da Barcellona dopo una settimana di vacanza a Minorca e quindi non siamo proprio freschi; in poche ore abbiamo cambiato vestiti, valigie e accessori visto il cambio di clima sostanziale che ci aspetta e poi non lo sapete ancora ma tutte queste operazioni con mia moglie che è alla 20° settimana di gravidanza non sono proprio di routine!
    Il taxi ci attende dopo un’ora perché il volo è alle 7.30, fortunatamente abitiamo a poca distanza dall’aeroporto di Venezia. Al check-in non è presente personale Costa anche se è evidente che alcune decine di passeggeri seguiranno la nostra stessa rotta aero-navale viste le etichette già applicate ai bagagli (ma perché attaccarle adesso che tanto rischiano solo di rovinarsi nel primo volo, visto che a Roma dobbiamo riprendere le valigie e rifare il check-in?)
    NOTA: Cara Costa Crociere queste etichette di carta mi fanno sempre ricordare una frase di un mio caro amico: “Miseria batte tristezza 1-0”; ma perché non dare alle agenzie di viaggio o all’imbarco dei voli charters una scorta importante di etichette di plastica anonime da compilare di volta in volta con i semlici campi del nome nave, data di partenza e numero cabina???
    [url=“Solo per le suite, minisuite e alcune crociere con volo intercontinentale” mi ha risposto ultimamente il numero verde…e cosi’ anche questa volta utilizzo quel porta eticchette plastificato che la mia agenzia mi ha consegnato 2 anni fa suggerendomi di tenerne conto come fosse stato un vecchio reperto archeologico trovato in un film di Indiana Jones, da tanto pochi, mi disse, che ne furono distribuiti…

    In fila per il volo c’è molta gente e il rito da parte dei presenti si compie puntuale…dopo aver sbirciato la cabina del vicino grazie all’etichetta appesa alla valigia, si sprecano già dai primi momenti le discussioni su quante crociere si abbia fatto, quanto tempo prima si abbia prenotato ma soprattutto arriva puntuale come la sveglia del Lunedi’ mattina [u]LA DOMANDA[/u] al malcapitato vicino: “Scusi, ma lei quanto ha pagato?” Magari non viene fatta proprio cosi’ diretta, ma ancor prima di chiedersi il nome del “fortunato” vicino di check-in o di attesa all’imbarco del volo alcuni immancabili si inebriano facendogli capire quanto si sia stati bravi a trovare il momento migliore per prenotare e quanto si sia risparmiato rispetto ai conoscenti e compagni di viaggio…che strazio.

    Mia moglie come detto è incinta ed il personale Alitalia si dimostra assolutamente cordiale assegnandoci 2 posti in prima fila e dandoci la possibilità di imbarcarci per primi insieme alle famiglie con bambini…dobbiamo abituarci no?
    Volo perfetto e puntuale su un vecchio Super 80 (che bello vedere come una volta le compagnie fossero attente nella progettazione degli aeromobili alla comodità dei clienti e non riponessero tutta l’attenzione a riempire all’inverosimile i voli riducendo gli spazi tra le file di seggiolini fino ad arrivare all’inumano, per uno come me poi di quasi 2 metri e di 100 chili…ha la sua importanza).
    Arriviamo a Fiumicino e ritiriamo le valigie dopo un’attesa di 45 minuti dopo l’atterraggio...meglio tardi che mai qualcuno direbbe…
    Su con l’ascensore verso le partenze per vedere dove trovare il check-in per il charter per Copenhagen che diligentemente e correttamente è già aperto ben prima delle 2 ore dal volo. Personale Costa presente e numeroso che scorre la fila ricordando che i bagagli verranno ritrovati direttamente in cabina e facendo memoria dei documenti necessari da presentare; chiedono anche se ci sia bisogno di assistenza ulteriore (direi che di più non si possa prevedere).
    Anche qui il personale Alitalia gentile e professionale ci asssegna la prima fila e tutto scorre velocemente. In quest'occasione capisco sempre più perché alcune volte Costa sia costretta a dare tempi di scalo lunghi (3 ore circa dall’atterraggio alla ripartenza) visto che anche in questo caso, più tardi all’imbarco, conosceremo dei ragazzi in arrivo da Catania con il volo in ritardo di quasi 2 ore…senza valigie…ma almeno in tempo per non perdere la vacanza.
    Colazione in attesa del volo e via! Partiamo puntuali a bordo di un modernissimo Boeing 767 tutto personalizzato Costa (poggiatesta e monitors) e atterriamo addirittura in anticipo di quasi mezz’ora con una bellissima giornata e 27°

    Siamo i primi a sbarcare dall’aereo attraverso il “finger” di prua e non appena mettiamo piede in Danimarca veniamo accolti da una squadra di hostesses e stewards Costa in perfetta livrea che ogni 30 metri indicano a tutti la strada da percorrere (a prova di chiunque, anche del passeggero più inesperto e distratto dei 7 mari!). Saltiamo il ritiro bagagli perché, come detto, li ritroveremo direttamente a bordo in cabina e arriviamo al piazzale dei bus dove un “60 posti” a due piani ci attende.
    Tempo di accendere l’aria condizionata, che gli assistenti facciano la conta e si parte! Felici per il tempo splendido e l’inaspettata Domenica che ci regala questo primo giorno di vacanza.
    Il tragitto prevede l’attraversamento del centro città per arrivare al terminal crocieristico. Mi giro verso mia moglie e ridendo le dico: “Certo è che se meteo e temperatura dovessero essere spesso cosi’ possiamo buttare le valigie e comprarci un guardaroba nuovo…” e più felice per la sorprendente gioranta estiva/mediterranea che realmente preoccupato, mi godo il trasferimento.
    E’ una giornata festiva bellissima, calda e di inzio Estate che invita tutti i danesi fuori di casa; sono le 13.30 circa e per le vie della città si incontrano miglialia di biciclette e di persone che fanno jogging o che pattinano (che piste ciclabili e che spazi per correre…); il centro città che attraversiamo velocemente è una tavolozza di colori e di facce, in bus c’è felicità e buon umore, i canali che intravediamo dai numerosi ponti pullulano di gente che pranza nei locali, bar e ristoranti affacciati sull’acqua che fa da specchio a questa euforia generale e aumenta la sensazione di relax e piacere che emana la città.
    Avremo modo l’ultimo giorno di rivedere questa “bomboniera” già vista nel nostro viaggio di nozze ma che ci attira ancora molto e che continua a mostrarsi cosi’ elegante e sorridente.

    Trenta minuti e arriviamo al terminal dove gli assistenti saliti in bus ci invitano al suo interno per il check-in (come vedete dall’inizio del filmato il terminal non è quello vicino alla sirenetta usato più spesso da navi in transito o di dimensioni minori ma si trova circa 2 km dopo in zona portuale vera e propria)
    Operazioni immediate e semplici anche perché come soci goldpearl ci danno subito l’imbarco preferenziale e mia moglie non ha neppure il tempo di sedersi che siamo già al controllo passaporti, a seguire sotto la scaletta per il controllo sicurezza nave, poi foto dell’imbarco, immancabile come da tradizione e sempre piacevole, e in un attimo eccoci di nuovo di fronte agli ascensori dalla "simpatica" cornice di lampadine variopinte!
    Bentornati” sembra dirci la nave; noi silenziosamente e con un sorriso, tenendoci per mano, ricambiamo (pensa se qualcuno ci vedesse cosa potrebbe pensare, ci farebbero una foto, la analizzerebbe la sicurezza e ci sbarcherebbero per un sorriso senza senso stampato sul volto!)
    NOTA: Peccato però per Costa che anche questa volta non vi siano i camerieri che, come accadeva fino a pochi anni fa, ti accompagnino direttamente in cabina, magari prendendo anche il bagaglio a mano o la borsa della signora…la mancia data al cameriere di turno in quel caso era una spesetta fatta bene e l’accoglienza risultava assai più elegante e curata. Mio padre mi ha sempre detto che non c’è mai una seconda volta per fare una buona prima impressione!!!

    Eccoci in cabina, come detto welness con gran balcone, dove troviamo tutto allestito al meglio iniziando dal today sul letto:




    Neppure il tempo di rinfrescarci che la cabinista si presenta aprendo il minibar e ricordandoci tutte le dotazioni di questa cabina come il suo ruolo prevede e proprio in quel mentre (battuto il record assoluto) arrivano le valigie che non avevano viaggiato sul nostro autobus ma che, forse grazie all’etichtta di priorità di consegna in cabina da soci goldpearl, fanno già bella mostra di loro. EUREKA !!!
    Questa volta non mi devo preoccupare ed arrabbiare come in altre occasioni dove abbiamo atteso anche 4-5 ore…prima dell’era da super socio (mamma mia sembro un eroe di un fumetto) nella quale non è più capitato.

    Felici disfiamo li bagagli e sistemiamo tutto e corriamo al buffet per un meritato pranzo (anche se la sequenza delle ultime 36 ore ci ha un po’ sballottato: ieri colazione a Minorca, pranzo sulla rambla a Barcellona tra un volo e l’altro, cena a casa, oggi colazione a Roma e pranzo qui a Copenhagen… )

    Zuppa di funghi e moscardini da numero uno in classifica!!! Iniziamo al meglio con una doppietta mari e monti; per me la cucina è un aspetto da non sottovalutare…

    A farci compagnia in porto la Eurodam della HAL, nave dello stesso progetto-classe della Costa Deliziosa e Luminosa, sempre bellissime queste navi con un elegantissimo scafo blu scuro !!!
    Terminato il pranzo facciamo una passeggiata sui ponti esterni a goderci ancor di più il sole e questa luce particolare che solo il nord Europa dona a queste giornate limpide e terse. Dal ponte sopra la piscina ci si presenta una distesa infinita di barche a vela e di natanti (ma caspita, come fanno ad avere cosi’ tante barche con solo 3 mesi all’anno di temperature umane che regalano un’uscita in barca…quando c’è passione mi ricorda bimba…) e all’orizzonte una distesa di pale eoliche in mare che fanno da cornice al ponte che collega la Danimarca alla Svezia e alla sua Malmoe che però, questa volta, non vedrà transitare la nostra nave perché andremo verso nord.

    Il tempo scorre veloce nella felice e leggerea discussione per la scelta delle escursioni per l’intera crociera, nel mettere a posto accuratamente vestiario e oggetti personali, nel registrare la carta di credito e nel nostro girovagare qua e la per la nave alla ricerca di eventuali differenze dell’ultima crociera fatta (trovo subito un ragazzo dell’animazione che a Novembre ai Caraibi si era appena imbarcato e che mi riconosce…devono avere dei superpoteri in Costa, non è la prima volta che il personale di bordo ci riconosce e si ricorda anche su quale nave ci si sia precedentemente incontrati !!! Bravissimi.)

    Saltiamo, spero che Costa ci perdoni, la riunione informativa a teatro che poi tanto verrà giustamente ritrasmessa sul canale informativo della televisione della cabina tanto quanto “l’Urbi et Orbi” del Papa il giorno di Pasqua
    Ci prendiamo un aperitivo e poi a cena alle 18.30, il primo turno che abbiamo chiesto questa volta è veramente troppo anticipato (18.15) e sfruttiamo quanto segnalato nel today e cioè di potersi presentare entro 15 minuti dall’inizio del servizio, il maitre molto gentilmente ci ha riservato, come richiesto in agenzia, un tavolino da 2 che si trova nella zona alla sinistra dell’entrata nel ponte 2 vicino ai finestroni, tra noi e il mare c’è solo un tavolo di 6 simpatici vecchietti tedeschi che scopriremo essere dei bevitori incalliti di birra (arzille signore incluse ); tutto intorno solo ed esclusivamente tedeschi e alcuni sparuti italiani che forse non si immaginavano l’orario da mensa ospedaliera viste le loro facce…ma a noi va benissimo, alzarsi da tavola alle 22 (secondo turno ore 20.30) per mia moglie e la sua pancia sarebbe stato troppo stancante in questo momento.


    Risotto, filetto di scorfano e babà con insalatina di frutta e zabaione da segnalare.

    Si parte !!! Durante la cena la nave molla gli ormeggi e si stacca, crociera iniziata e via con il nostro brindisi di rito, non può mancare un buon bicchiere di vino quando si parte!
    Terminato di cenare torniamo fuori e ci godiamo in silenzio il lento navigare nel golfo di Copenhagen e nello stretto di Kattegat e un gabbiano si avvicina a noi e sembra ci accompagni fuori dal porto quasi ad augurarci una tranquilla e felice navigazione; porto mia moglie, giustamente stanca delle ultime 48 ore, in cabina e troviamo alcuni pensierini per la sera sul letto (sono le 21 e sembra esserci la luce di metà pomeriggio…).
    Il tempo di assaporare un po’ di frutta sul balcone e scopro di essere rimasto “solo”, mi giro e bimba è praticamente svenuta in un sonno già pesante ma tranquillo, d'altronde a bordo ci sentiamo un pò a casa nostra.
    Esco dalla cabina, passo in un bar a prendermi uno squok (buonissimo drink analcolico fatto con limone, ananas e kimi, assaggiatelo!), torno sulla passeggiata delle lance per godermi il transito vicino all’isola di Helsingor con il suo bellissimo castello omonimo che ha ispirato l’Amleto di quel geniaccio di Guglielmo Squotilancia, al secolo William Shakespeare. Resto ad assaporare il paesaggio e il tramonto.

    Volge al termine la prima giornata a bordo di Costa Atlantica e non posso che andare a dormire con un sorriso stampato sul volto come un bambino: mia moglie accanto che dorme tranquilla con la nostra creaturina dentro di sé ed io già con mille ricordi raccolti in una Domenica diversa dal solito. E sorridendo: “E’ solo l’inizio…”, mi dico.

    VIDEO COPENHAGEN
    per vedere il video cliccate sulla parola "allegato" qui sotto
    [attachment=6:1h8kbvv6]PIC_0117.JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=5:1h8kbvv6]PIC_0115 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=4:1h8kbvv6]PIC_0116 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=1:1h8kbvv6]PIC_0122 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=3:1h8kbvv6]PIC_0120 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=2:1h8kbvv6]PIC_0121 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]
    [attachment=0:1h8kbvv6]PIC_0124 (2).JPG[/attachment:1h8kbvv6]

    ...continua 2/9...
    Ricorda: Eat, sleep, cruise !!!
    ad oggi ho 40 punti bonus, ma saranno sempre di più...

  4. #4
    Special User
    Data Registrazione
    22-08-2011
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    89

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    LUNEDI’ 6 GIUGNO 2011 - GIORNO 2 – NAVIGAZIONE

    Nella semi oscurità della nostra cabina e dopo una notte trascorsa calma e tranquilla (cabina perfettamente insonorizzata) vengo svegliato dal cameriere che puntuale porta la colazione prenotata la sera prima (c’è stato un periodo in cui la colazione arrivava quando volevano e non nella mezz’ora richiesta, ma da qualche tempo tendono ad arrivare addirittura in anticipo di qualche minuto e comunque precisi).
    Caffè, cappuccino, succhi e brioches…il giusto per non avere un calo di zuccheri e per arrivare sani al buffet o in ristorante per la VERA colazione Ci siamo abituati tutte le mattine a chiedere la colazione in cabina, troppo comoda e piacevole e poi se volessimo il caffè 10 minuti dopo al bar lo pagheremmo…peccato che dal 2012, catalogo alla mano, se non si sarà in suite o in cabine samsara si pagherà per averla…che caduta di stile cara Costa Crociere!
    Costa però per questa volta pareggia subito questo neo offrendo in questa crociera la consegna di un quotidiano tutte le mattine insieme alla colazione al prezzo veramente modico ed onesto di 15 euro per l’intera crociera e potendo scegliere tra alcune testate per ogni nazione, BRAVI. (Repubblica, Gazzetta, Messaggero, Secolo XIX e la Stampa)

    Apro la tenda, certo che il tramonto di ieri si sia trasformato in un inizio giornata altrettanto mozzafiato…… ……SORPRESA!!!
    Mi giro verso mia moglie e ridendo la tranquillizzo: “Cara, i vestiti che abbiamo vanno benissimo, anzi...
    Facciamo colazione mentre la nebbia e l’umidità attraverso il vetro della porta finestra emanano un certo fascino, il mare calmo sfugge velocemente allo sguardo e tutto assume un che di romantico e particolare.
    Accendo la TV e vedo che la nave viaggia sicura a 21 nodi lungo le coste sud occidentali della Norvegia, studio il today come mio solito:






    e colpo di scena…la decisione è presa: PALESTRA SIA! Faccio un’ora di esercizi da profano ma trovo che sia sempre bella la zona dedicata al fitness e sempre perfette e ultramoderne le attrezzature offerte. Speriamo di aver consumato almeno 37 calorie per una caramella…
    Nel frattempo bimba si dedica ad un massaggio defaticante avendo trovato posto senza dover praticamente attendere nessuno e poi si dedica al relax e lettura nella sala attigua alla palestra con i divanetti in vimini, molto coccola. Non usa idromassaggio, saune e lettini abbronzanti visto il piccolo bimbo in grembo.
    Dopo questa mia prova sportiva degna della musica di sottofondo del video mi dedico con mia moglie ad un po’ di shopping e scopriamo la novità rispetto ai Caraibi di Novembre: c’è il negozio di Emilio Robba che avevamo trovato solo su Celebrity in precedenza; innamorati dei portacandele e centri tavola in vetro con i fiori incastonati al loro interno ne compriamo per noi e per le mamme…non si dica MAI che non si porta nulla a casa pe loro.
    NOTA: Finalmente sembra che Costa abbia capito che la galleria d’arte e l’asta dei quadri interessasse a pochi clienti, mentre questo negozio per tutta la crociera lo troveremo SEMPRE pieno…non a caso verrò poi a sapere dal personale che non è in concessione ma di proprietà della compagnia!

    Pranzo simpatico sul ponte piscina, con il tetto in cristallo intelligentemente chiuso, con la festa della birra con ottimi piatti della tradizione tedesca e qui di teutonici ce ne sono! (Verrò poi a sapere dall’guest relation manager Manuel, OTTIMO professionista, che a Warnemunde Atlantica imbarca circa la metà degli ospiti ogni settimana creando cosi’ i presupposti per un prodotto dedicato molto anche alle loro esigenze, vedi orario ristorante e altre cosette. E' grazie a lui che riesco a raccogliere in formato digitale i today e menu'... ).

    Proseguiamo la giornata in relax, anche molto in cabina, ricaricando le batterie per tutti i prossimi giorni visto che abbiamo deciso di sfruttare, come sempre, praticamente tutte le possibilità per conoscere al meglio i luoghi che Atlantica toccherà organizzandoci con escursioni Costa e momenti pianificati anche per conto nostro.
    In cabina apprezzo come non mai l’accappatoio morbidissimo e le ciabattine di spugna in dotazione come socio, sopratutto vista la temperatura.
    In un batter di ciglia arriva l’ora dell’aperitivo, quasi non ce ne accorgiamo (il cocktail di benvenuto lo saltiamo visto che ne avremo uno per noi goldpearl, diverso da quello costaclub, e soprattutto perché quello di oggi sarebbe alle 17.30… ).

    Cena di gala:


    Con la “complicità” del cameriere mi mangio un bis di trofie al pesto pazzesco per quantità e bontà e salto poi alla cesar e al sorbetto…per restare leggero
    (cameriere e “bus-boy” molto cortesi e professionali, finalmente sembrano avere anche tempo, diversamente da altre crociere, di poter parlare con i commensali e poter creare la giusta empatia senza essere solo frenetici nel servizio e stretti con i tempi. Anche se si nota la primissima esperienza dell’aiuto cameriere il problema non sussite perchè viene egregiamente compensata da un sorriso e una gentilezza disarmanti).

    Dopo cena spettacolo, un po’ di vita notturna al casinò visto anche i 30 euro free come socio goldpearl che bimba trasforma alla roulette in 120 in una simpatica oretta di gioco (qui in nord Europa la puntata minima alla roulette è sempre di 1 euro ma per ogni mano vanno giocate almeno 5 fiches e quindi 5 euro); poi una prima visita al negozio con merchandising Costa (molto bella la “linea C” che si trova però solo su alcune navi).
    Dopo una bella seconda giornata, vissuta anche oggi tutta d’un fiato, si va a nanna! Domani ci attende Flam e le cose cominiciano a farsi ancor più emozionanti, finalmente i fiordi!

    VIDEO NAVIGAZIONE
    http://blip.tv/unocheharealizzatouns...-day-2-5437910
    [attachment=3:1iki02ha]PIC_0131 (2).JPG[/attachment:1iki02ha]
    [attachment=2:1iki02ha]PIC_0132 (2).JPG[/attachment:1iki02ha]
    [attachment=1:1iki02ha]PIC_0133 (2).JPG[/attachment:1iki02ha]
    [attachment=0:1iki02ha]PIC_0134 (2).JPG[/attachment:1iki02ha]

    Da domani le immagini e il filmato si fanno molto più interessanti...
    ...continua 3/9...
    Ricorda: Eat, sleep, cruise !!!
    ad oggi ho 40 punti bonus, ma saranno sempre di più...

  5. #5

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    Sono quasi commosso, scrivi veramente benissimo Non si fa per niente fatica a leggerti
    Purtroppo per i voli di collegamento con i charter è sempre così
    Resto dell' idea che il periodo migliore per i Fiordi sia giugno

    Ti invidio che tu sia riuscito a farti coraggio e parlare con il GRM

    Per i video noto una certa lentezza nel caricamento...

    Aspetto la prossima puntata
    Eugenio

  6. #6
    Special User
    Data Registrazione
    22-08-2011
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    89

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    Grazie Eugenio!

    I video si caricano lentamente forse perchè questi primi due li ho caricati con una compressione troppo alta...vedrai che da domani le cose migliorano perchè per gli altri ho cambiato caricamento.
    Dipende poi purtroppo sempre dalla velocità del collegamento di ognuno di noi...non sempre è quella effettivamente dichiarata dal provider del servizio...

    Buona lettura e ci vediamo qui nei prossimi giorni!
    Ricorda: Eat, sleep, cruise !!!
    ad oggi ho 40 punti bonus, ma saranno sempre di più...

  7. #7
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,816

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    *grazie per il tuo interessantissimo navigammo, è piacevole leggerti.
    Attendo il continuo,
    ciao Sandra
    Sandra

  8. #8
    Reporters
    Data Registrazione
    28-02-2010
    Località
    Novara
    Messaggi
    386

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    é veramente uno spettacolo leggerti, è come essere a bordo, coccolati e rilassati dal dondolio, non del mare, ma delle tue parole! Non vedo l'ora di leggere i diari delle prossime giornate, ho visitato alcuni dei posti che hai visto anche tu in questa crociera e me ne sono innamorata.
    *grazie *grazie Fede

  9. #9
    Special User
    Data Registrazione
    22-08-2011
    Località
    Mogliano Veneto (TV)
    Messaggi
    89

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    MARTEDI’ 7 GIUGNO 2011 - GIORNO 3 – FLAM

    “Dai, sbrigati a vestirti!” Mi urla simpaticamente bimba che è già pronta e freme sul balcone da 5 minuti per andare a vedere meglio Flam dai ponti alti della nave…prima di fare la vera colazione e di scendere per conto nostro.

    Costa Atlantica dopo più di 200 km di navigazione lungo il fiordo Sogne, il più lungo della Norvegia e con picchi di profondità da 1300 mt, è ormeggiata (potete dal filmato apprezzare appieno la lunghezza e l’inoltrarsi del fiordo rispetto al mare aperto).
    Sono le 8:30 del mattino, ma come capirete, a noi piace svegliarci sempre presto perché non vogliamo perdere un attimo della vacanza (che esagerati…) ma a noi piace cosi’, soprattutto dopo tante crociere la serata in nave magari la facciamo scivolare via veloce, ma non il tempo da dedicare alle visite!
    Finisco il caffè portato insieme a tutte le altre cose buone della colazione, puntualissima anche oggi. Do un’occhiata fugace alla prima pagina del quotidiano arrivato sul vassoio con le brioches e chiedo a bimba se il today preveda alcune cose particolari o se ci permetta di trascorrere la mattinana in tranquillità e alla scoperta della cittadina.






    “Siamo fortunati” ,mi risponde, perché l’escursione che abbiamo deciso di fare parte stranamente dopo pranzo alle 13.15 e quindi c’è tempo per esplorare Flam, mangiare un boccone e goderci il pomeriggio organizzato.
    Dal balcone della cabina la giornata si presenta tipicamente norvegese…nuvole basse e pioggerellina che ha smesso di cadere pochi minuti prima; ma noi siamo attrezzati e in un batter d’ali siamo sulla passeggiata esterna e ci si presenta il paesaggio che vedete nel video, con l’atmosfera molto piacevole e rarefatta ed un incredibile profumo di bosco e umido che solo in montagna si ritrova (ma non siamo in crociera???).
    Sotto di noi una cittadina che sembra un paesino di un plastico dei trenini, come quello di quando si era piccoli…casette rosse dai tetti aguzzi e scuri, il verde dell’erba che sembra finto, un fiume che sfocia passando sotto un bel ponte e la stazione ferroviaria. Insomma un colpo d’occhio veramente carino…la nostra nave è praticamente lunga come tutto il paese!

    Scendiamo velocemente e troviamo un troll con la bandiera nazionale tra le mani a salutarci, sembra buono e docile.
    NOTA: Ci hanno spiegato che i troll nella tradizione norvegese sono esseri sia buni che malvagi e per riconoscere la loro appartenenza si deve osservare la lunghezza del naso, più è lungo, più il troll è malvagio.
    “Benvenuta in Norvegia!” Bacio mia moglie e passato il porticciolo con i piccoli pescherecci ormeggiati iniziamo a percorrere una stradina che si srotola tutta intorno alla baia e che a vederla sembra poterci portare esattamente dall’altra parte del porto per poter fare delle foto suggestive della nave e di Flam. Via allora...
    Impieghiamo una buona mezz’ora di camminata con degli scorci molto belli che vedono protagonista Atlantica e lo sfondo di questo fiordo che grazie alle nuvole basse crea una suggestione particolare, visto poi che è la prima volta per noi ci sembra tutto irreale.
    Arriviamo ad una piccola marina con un faro, plachiamo la nostra sete di foto e facciamo subito marcia indietro perché anche se abbiamo incontrato sul cammino un trenino turistico che ci avrebbe fatto comodo per abbattere il tempo di percorrenza, dobbiamo tornare in centro impiengando lo stesso tempo dell’andata e noi di ore non ne abbiamo molte…

    NOTA: Flam è divisa in due, una zona bassa del porticciolo e della stazione ferroviaria ed una zona alta con alberghi e locali, il trenino del filmato che abbiamo incrociato presta servizio turistico dalle 10 in poi, ogni ora, e porta i clienti a visitare tutta la città e le sue zone con un tour di 50 minuti, molto carino e al prezzo di circa 15 euro a testa.

    Il paese è pulito ed estremamente ordinato, fiori ai balconi (con questo clima???) e tutti gli abitanti sfoggiano un inglese perfetto, quindi per noi nessun problema a farsi capire. Continuiamo il giro e ci addentriamo nel museo che narra la costruzione della ferrovia, unico collegamento invernale con il resto del territorio…proseguiamo andando sul ponte visto in precedenza e scopriamo sotto di esso scorrere un fiume con una portata d’acqua inimmaginata dall’alto della nave.
    Prima di risalire, anche per trovare del tepore e un po’ di riparo (ha iniziato a cadere una pioggerellina che definisco “da insalata”, leggera e insignificante), ci buttiamo nei vari negozi che si trovano vicino alla stazione marittima e restiamo di stucco! Il barbatrucco in effetti c’è ed è il costo di tutto ciò che è in vendita a causa del cambio tra l’Euro e la Corona norvegese…
    Abbiamo girato tanto ma un cambio e dei costi cosi sfavorevoli non li abbiamo mai trovati…compriamo lo stesso una cartolina per zio Giovanni, non quello migrato oltre oceano dopo la guerra come in quasi tutte le famiglie venete…ma in questo caso è un parente di bimba con il quale abbiamo una tradizione ferrea e immutabile oramai da anni: gli spediamo una cartolina da tutti i luoghi da noi visitati! Una catena oramai indistruttibile!
    Mi avvicino ai maglioni, felpe o oggetti tradizionali, li studio, li apprezzo anche, ma me ne allontano lasciandoli in bella mostra… Sono già le 11.30 e bimba desidera riposarsi un attimo, prima di pranzo e dell’escursione.

    Buffet con angolo messicano! Slurp. Alle 13.00 ci facciamo trovare prontissimi al punto di riunione dedicato ai soci gold pearl per lo sbarco prioritario per le escursioni (BRAVA Costa Crociere!!!) e facciamo conoscenza del Guest Relation Manager Manuel del quale, come già scritto, non posso che fare super elogi.
    Abbiamo scelto l’escursione Naerofyord e Stalheim di 4 ore a 79 euro a persona; prevede un tragitto in bus per arrivare ad una località panoramica per godere di scorci sulla vallata omonima, durante il tragitto ci sarà la possibilità di vedere delle cascate importanti e poi, dopo una sosta in hotel, ci porteranno a Gudvangen per imbarcarci su un battello per tornare alla anve attreverso quasi 20km di navigazione sul fiordo. Gita naturalistica dunque.




    Si parte puntuali, tutti i bus e tour vengono coordinati da Geraldo De Almeida, il tour manager di bordo che da anni incrociamo e che sempre si dimostra un responsabile con la R maisucola (sempre presente agli sbarchi, sempre con il sorriso e a disposizione dei passeggeri spaesati sotto bordo).
    Una serie infinita di tunnel stradali, anche di 20km, e arriviamo nella località di Stalheimskleiva dove la strada si inerpica tra tornanti strettissimi e cascate con una portata enorme che creano un effetto spettacolare con dei salti d’acqua notevoli pur non essendo troppo alto il dislivello.
    Arriviamo in un albergo sulla sommità della valle che ci viene descritto come ex fortino militare della seconda guerra mondiale e utlizzato dalle truppe di Hitler per controllare l’accesso alla valle (…penso tra me e me a quei militari disgraziati che hanno passato la guerra in questi posti dimenticati da Dio… ). Scendiamo e veniamo accolti dal personale in abiti tradizionali che ci invita in un salone panoramico per degustare una serie infinita e squisita di tea e dolci di vario tipo, quelli ai frutti di bosco sono da prenderli e portarli a casa! Bimba, neppure dirlo, ne approfitta…
    Usciamo e visitiamo tutta la roccaforte, trovando l’ex postazione tedesca da dove il cannone controllava l’accesso alla valle, continuiamo a godere degli scorci fotografici che ci regala il posto e ripartiamo alla volta di Gudvangen dove partirà la navigazione (la parte forte dell’escursione) verso Flam.

    Saliamo a bordo di una grossa imbarcazione e prendiamo posto fuori, anche se fa freddo, ma lo spettacolo che ci si presenta è, fin dai primi momenti, troppo piacevole per vederlo attraverso dei vetri. Non c’è sole e nonstante questo il colore dell’erba, degli alberi e delle casette che si vedono a riva si specchia sul mare regalando riflessi come in un acquerello; da cornice fanno decine di cascate, chiesette che sembrano di marzapane, gabbiani che approfittano di un “passaggio al volo” o forse sono anche loro catturati da questo dipinto creato dalla natura e da uomini che hanno saputo intrecciare le loro necessità di vita senza stravolgere il paesaggio.
    Siamo in 50 a bordo ma il silenzio è l’unico rumore che si sente…tutti catturati dai paesini di pescatori che incontriamo, uno dopo l’altro; nessuno si fa sfuggire uno scatto con le casette colorate (sembra di vedere sui davanzali le torte fatte dalle nonne) e a tutti corre nella mente lo stesso pensiero: “Ma cosa faranno d’inverno da queste parti?”…Continuiamo la lenta navigazione completamente assorti e dopo molto tempo (“Chissà quanto ne è passato?” Mi chiedo) in lontananza scorgiamo Atlantica, tra le basse nuvole che non se ne sono mai andate.

    Rientriamo nel porticciolo sotto bordo nave e nel brevissimo tempo di arrivare in cabina succede l’inaspettato: il SOLE!!!
    Bimba è sul balcone che, come non avesse mai visto il panorama, mi chiama e vuole correre all’aperto per godersi la partenza nave. E cosi’ sia…e in un attimo siamo di nuovo fuori, verso prua ad osservare le manovre.
    Atlantica, tanto è stretto il fiordo in questo punto, sembra toccare la montagna nel momento in cui sta ruotando per mettere prua verso la prossima nostra e sua destinazione. Inizia un lento e placido navigare, il fiordo si fa via, via più largo ma non per questo meno interessante…case, paesi, ponti, addirittura vigneti.

    E’ ora di cena e l’appetito non manca, cena dello chef questa sera:




    La torta tartufata con la salsa alla vaniglia…mamma mia!!!

    Serata tranquilla a teatro, digestivo visto che l’aperitivo era saltato a favore dello spettacolo che vedrete dal video e nanna perché domani siamo a Geiranger e G-E-I-R-A-N-G-E-R è il fiordo più bello della Norvegia…......ah, perché quello di oggi invece era spazzatura???…
    A parte le battute domani dovremmo assistere alla sinfonia di colori e scorci più riuscita di queste parti e dobbiamo essere pronti, ma come in un film anche per me arriva il lieto fine di questa giornata…a mezzanotte mi sveglio per caso e mi alzo dal letto con l’intuizione di andare sul balcone… ….grazie a tutti per lo spettacolo, sono rimasto fuori tanto tempo, in silenzio, tra me e me godendo e rilassandomi. Buona notte!

    Regia! Grazie per il contributo…

    VIDEO GIORNATA 3 - FLAM


    FOTO MIGLIORI DELLA GIORNATA
    Ricorda: Eat, sleep, cruise !!!
    ad oggi ho 40 punti bonus, ma saranno sempre di più...

  10. #10
    Ospite

    Re: Costa Atlantica - 5/12 Giugno 2011 LE TERRE DEI VICHINGH

    Complimenti per il bellissimo foto-video-navigammo scrivi molto bene ed é un piacere leggerti e rivivere insieme ai tuoi ricordi questa crociera spettacolare che mi rimarrà sempre nel cuore

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato