Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Navigare nella nebbia....

  1. #1
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Navigare nella nebbia....

    La navigazione con nebbia e' quanto piu' misterioso e somma di fattori tecnici che ci possa essere.
    L'arte del navigare in nebbia si tramanda di generazione in generazione e non solo si tramanda l'aspetto tecnico ma anche quello misterioso intrinseco che si prova cercando di navigare in sicurezza. La distinzione tra nebbia e foschia sta nella visibilita', se essa scende a meno di 1 km (mezzo miglio) si parla di nebbia, altrimenti e' foschia, se la visibilita' e' maggiore di 1000 metri.
    Questo e' l'aspetto tecnico teorico.... riassunto il piu' possibile dicendo che si forma tale fenomeno meteorologico quando avvengono delle circostanze particolari (senza entrare troppo nel tecnico che vi risparmio) tra temperatura dell'acqua e dell'atmosfera, ma l'apetto tecnico pratico... cosa prevede?

    Cosa succede quando c'è nebbia su un ponte di comando? E in macchina?
    In pratica al sorgere della nebbia l'ufficiale di coperta sul ponte di guardia deve chiamare il Com.te sul Ponte e dare l'Attenzione in Macchina. Si chiama così il notice che l'ufficiale del ponte da' al collega in centrale. Si ridurra' la velocita' della nave e il Com.te disporra' guardie rinforzate chiamando altri Ufficiali sul ponte.

    Ma se ci si chiedesse che il radar risolverebbe tutto, mettendo il cuore in pace, ci si sbaglierebbe di brutto... Il radar e' disturbato, infatti, dalla nebbia, dalla pioggia, piovaschi e mare grosso, nonche' dalla neve, in maniera piu' o meno seria e grave. Per quanto riguarda tali disturbi, e' da dire, tuttavia, che esiste la possibilita' di "inserire" alcuni filtri come l'anti-clutter sea (per il mare) o l'analogo anti-clutter rain (per la pioggia). Nello specifico cosa provoca in parole povere la nebbia? Provoca un disturbo tale da inficiare un'attenuazione dell'impulso che determina un sensibile diminuzione della portata. Il tutto e' tradotto in tabelle in base alla possibilita' di rilevare una boa di 2a classe o una nave da 10000 tons., confrontando la possibilita' di vederla al radar con buone condizioni atmosferiche con risultati rispettivamente di 8 miglia, per la boa, e 16 per la nave, con la stessa possibilita' di vedere gli stessi oggetti con nebbia per una visibilita' di 30 metri che si riduce del 25% visto che la boa scende a 6 miglia, mentre la nave al 34% (10 miglia).

    Esistono inoltre delle regole per l'andar per mare che disciplinano come poter segnalare in navigazione o alla fonda la propria presenza alle altre navi.

  2. #2

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: Navigare nella nebbia....

    Ti ringrazio delle preziose informazioni riguardo alla navigazion con presenza di nebbia.....interessantissime !
    Forse però ti sono sfuggite le mie domande circa la presenza di nebbia in area portuale, che di seguito riassumo.

    Quale sia la visibilità minima che impone l'ormeggio alla fonda.
    Se sia una decisione del Comandante o dell'Autorità Portuale, l'interdire l'accesso al porto.
    Se le strumentazioni di bordo ed entro quali limiti consentano l'ingresso in area portuale finalizzato all'ormeggio in banchina.
    Se in simili situazioni sia consentito ammainare le scialuppe e se le stesse possano raggiungere la banchina.
    Se utilizzando i rimorchiatori (sempre che possano loro operare) è possibile agevolare l'ormeggio della nave.
    Ed inoltre.....mi chiedo......le previsioni meteo che in genere "ci azzeccano", in certi casi non dovrebbero far desistere dal dover rispettare necessariamente gli scali previsti ?
    E' prassi che si debba attendere il diradarsi della nebbia, ormeggiati alla fonda ?
    I traghetti e le altre imbarcazioni......tutto si blocca ?
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  3. #3
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Navigare nella nebbia....

    Dipende. Sinceramente se c'è nebbia e non e' un fenomeno transitorio che si dirada in brevissimo tempo i porti vengono chiusi al traffico.
    Cio' e' deciso dalla Capitaneria di Porto. In caso di nebbia diciamo che se le condizioni lo permettono e la visibilita' e' tale da consentire le operazioni e comunque e' possibile scorgere cio' che abbiamo di fronte e tale da poter permettere di arrivare in banchina (cio' significherebbe nessuna restrizione al traffico in entrata e in uscita) allora si procede con tutte le cautele del caso. In altro modo e' impossibile proseguire a causa del divieto che diviene obbligatorio da parte dell'Autorita' Marittima. Non e' che ci sia qualcosa che impone la fonda, ma il buon senso ci dice di aspettare... e' come in macchina. Chi si avventura in strada? Non ci si ferma se si ha la possibilita'? O se la polizia lo impone? Analogamente succede in mare. Nessuno ammainerebbe a mare i tenders perche' non e' una procedura che nessuna Compagnia attuerebbe... Immaginiamo se succedesse una disgrazia, inoltre e' proprio molto molto pericoloso!!!!! Inoltre se non riesce a raggiungerla la nave dove il Comandante e gli Ufficiali chiamata a raccolta sul ponte hanno a disposizione "l'unione che fa la forza" come fa il driver (solo) del tender a orientarsi per andare in banchina? Sono entrambi nella nebbia. Quanto all'uso dei rimorchiatori, essenzialmente anche in caso di nebbia, sono soggetti anche loro e pertanto anche il Comandante del mezzo si troverebbe in difficolta', specialmente nell'approcciare la nave da rimorchiare. Il problema, comunque, non si pone, invece, se il porto fosse aperto al traffico... in caso di nebbia non cambiano le prestazioni della nave, che, invece, cambierebbero per esempio in caso di vento, per ovvie ragioni. Quanto al meteo.... ovviamente a bordo non ci si basa su quelle che trasmettono in tv, ma ci si affida alla ricezione di bollettini meteo e cartine.
    Ovviamente io da qui non posso avere in possesso tali informazioni ma ammetto pure che se in quattro navi nell'episodio recente si sono presentate insieme o pressoche' insieme senza deviare ci sara' un perche'... Pensiamo se avessero dovuto organizzare un cambio scalo (homeport) e avessero sbarcato e imbarcato gente in un altro porto, causando spese e disagi da sostenere, se poi, le previsioni si dimostravano disattese... cosa sarebbe successo????

    Si attende il diradarsi della nebbia in genere come noi per strada ci fermiamo se non possiamo andare avanti....
    I traghetti, ora non nello specifico, credo che siano soggetti alla nebbia cosi' tanto quanto petroliere, navi da crociera, portacontainers.....

  4. #4

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: Navigare nella nebbia....

    Grazie !
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  5. #5
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Navigare nella nebbia....

    Prego. Di nulla...

  6. #6

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Navigare nella nebbia....

    Interessante, Serena
    Eugenio

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato