(valide per il rilascio/rinnovo di tutti i documenti di espatrio)

Il contrassegno telematico(Concessioni Governative) vale 365 giorni dalla data del rilascio del passaporto. Per gli anni successivi la scadenza del contrassegno fa riferimento alla data dell'emissione del passaporto. (esempio: passaporto rilasciato il 10 aprile 2000, scadenza marca 9 aprile 2001).
Il contrassegno sul passaporto deve essere apposto soltanto in caso di partenza. Inoltre, alla luce della nuova disciplina della tassa annuale del passaporto (legge 21 novembre 2000 n. 342), per evitare disagi o controversie al momento dei previsti controlli di polizia ai valichi di frontiera, all'atto della richiesta di rilascio o di rinnovo del passaporto, l'interessato verrà informato, tramite una specifica annotazione sull'apposito modulo, che la tassa annuale non è più prevista per l'espatrio verso i Paesi dell'Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria).
All'atto della domanda di rilascio del passaporto occorre allegare 2 foto di cui una autenticata.. Nel caso in cui si richieda il lasciapassare è necessaria la presenza del minore per la legalizzazione delle fotografie oppure che le fotografie siano già legalizzate da un P.U.
I modelli vanno compilati in ogni loro parte e sono disponibili presso i seguenti uffici: questura, commissariati di P.S., stazioni carabinieri, comuni.
False dichiarazioni eventualmente rese saranno punite ai sensi di legge.
Il richiedente può delegare un maggiorenne al ritiro del passaporto purché ne indichi espressamente le generalità nella parte "annotazioni" .
Per effetto del D.P.R. n.445/2000, Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, le richieste di passaporto, lasciapassare per i minori di 15 anni e fogli notizie per passaporti collettivi contenenti dichiarazioni sostitutive non devono essere autenticate se presentate o inviate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento valido.
Si raccomanda di non piegare e non forare in alcun modo la copertina del passaporto in quanto si potrebbe danneggiare il microchip in essa contenuto rendendo inservibile il documento.
Per chi deve partire pubblichiamo nella sezione Documenti di questa pagina un riepilogo dei documenti validi come titolo di viaggio riconosciuti dai vari Paesi di destinazione per l'attraversamento delle frontiere.

da : polizia di stato