Pagina 52 di 67 PrimaPrima ... 242505152535462 ... UltimaUltima
Risultati da 511 a 520 di 667

Discussione: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio '12

  1. #511
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Esatto Serena, anche nella vita!!!

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  2. #512
    Special User
    Data Registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    2,171

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Certo, che chi ha la responsabilità di moltissimi passeggeri e uomini d'equipaggio
    dovrebbe essere scelto per quel ruolo, con grandissimo rigore.
    Anche nel caso del Comandante Francesco Shettino,sarà stato sicuramente così.
    Poi è successo quello che è successo!
    rudder Special User

  3. #513
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Ma quante scemenze spacciate per verità
    Sulla tragedia della Costa Concordia falsi scoop, banalità e gossip nel silenzio dell'Ordine dei giornalisti. Risultato: rovinata l'immagine di un'azienda sana
    di Vittorio Feltri - 04 marzo 2012, 16:33

    Quando si rompono le scatole, anche quelle nere, non succede mai qualcosa di buono. Ieri, per esempio, maxiudienza a Grosseto per la tragedia della Concordia. Pubblico delle grandi occasioni, una specie di Sanremo giudiziaria.

    Tutti osservano la mitica scatola nera con l’animo in subbuglio: oddio, siamo davanti all’oracolo. L’attesa viene delusa, come sempre in questi casi. Quando la verità è offuscata da mille testimonianze discordanti, e da mille racconti che sembrano leggende metropolitane, è assai improbabile che esca fuori da un parallelepipedo color della pece. Per adesso, si continua a non sapere che diavolo sia accaduto su quella nave nella notte fra il 13 e il 14 gennaio.

    Un bel contributo di confusione è venuto dall’informazione. Nel circolo massmediatico è finito di tutto, notizie buone ( poche) e notizie false (tante). Panzane frammiste a interpretazioni fantasiose dei fatti e con abbondanti dosi di strame gossiparo. La gente s’è bevuta d’un fiato la mappazza forse perché vogliosa di discutere e sputare sentenze. La ricostruzione del naufragio divulgata da giornali e tv era un frullato misto di minchiate insaporite da spruzzatine hard, come la storia della moldava bona appiccicata a capitan Francesco Schettino.

    L’ultima boutade sulla crociera finita a bagnomaria è stata presentata da alcuni quotidiani come lo scoopone del secolo: a bordo c’era un congruo numero di escort, altrimenti dette mignotte. Non solo,tra una cabina e l’altra,tra un ponte e l’altro girava cocaina. Ma va’ là... Ci saremmo stupiti del contrario. In un villaggio galleggiante di 4mila persone- un discreto campione di umanità - se non ci fosse stata qualche zoccola professionale o avventizia sarebbe stato un miracolo da narrare ai nipotini davanti al camino: sai bambino, il mondo è talmente strambo che, nel lontano 2012, su una nave grande quanto un paese, non venne identificata neppure una prostituta. Sì, figliolo, già a quei tempi non c’era più... religione. Quattromila persone avevano deciso di trascorrere una settimana di navigazione in mare senza potersi dilettare con una sacerdotessa dell’amore a pagamento.

    Il bimbo, udite queste parole, sgrana gli occhi e domanda incredulo: sei sicuro nonno di non prendermi per il naso?

    No, piccolo mio, e a proposito di naso, pensa un po’ che su quel vascello non era presente nemmeno un tossicodipendente, manco un cocainomane del sabato sera.

    Cari lettori, rendetevi conto. Se la droga è una piaga, se ormai si vende polverina bianca nei bar di periferia e sulle bancarelle nelle zone buie delle città, ovvio che qualche sniffatina si faccia anche sopra o sotto coperta. Per quale motivo la Concordia sarebbe dovuta sfuggire alle regole statistiche? Se il 5 per cento della popolazione non disdegna coca e affini, ovvio che su 4mila passeggeri della nave ce ne fossero all’incirca 200 dediti, più o meno frequentemente, agli stupefacenti. Quanto alle escort, le percentuali assolute sono meno alte, ma relativamente agli alberghi e alle navi sono addirittura più elevate, perché le squillo sono un antidoto alla noia assai richiesto nei luoghi dove mancano altre attrattive.

    Le scemenze spacciate quali versioni ufficiali del naufragio e contorni sono state colte con la consueta abilità dallo staff di Striscia la notizia.

    Un impressionante florilegio di errori grossolani. Ecco alcuni esempi.

    16 gennaio. Tg5 , Tg3 e Tg2 mandano in onda un filmato in cui si vedono tavoli e sedie scivolare sul pavimento. Sarebbe un documento del trambusto provocato dall’impatto della Concordia con lo scoglio. In realtà, è una patacca. Si tratta di un video ricavato da Youtube, datato 2008, relativo a un altro incidente di mare in cui fu coinvolta un’imbarcazione della Pacific Sun. Matrix lo prende per buono, nonostante-Striscia lo avesse denunciato come fasullo, e lo trasmette.

    17 gennaio. La vita in diretta ( Rai 1) propone un altro bidone. Un video che mostra una sala piena d’acqua. Sarebbe stato girato con mezzi di fortuna da passeggeri della Concordia. Balle. La ripresa fu fatta nel 2010 quando un’onda anomala colpì un vascello maltese, il Louis Majesty, e proposta ancora da Youtube.

    Sorvoliamo su una serie di tarocchi propinata al pubblico beota della tv, tipo quello organizzato dall’avvocato Giacinto Canzona, famoso per rifilare sòle confezionate con la collaborazione di figuranti.

    Citiamo piuttosto, per concludere, la vicenda folle di una famiglia ungherese che pretendeva un indennizzo da Costa Crociere per una figlia annegata al Giglio. I giornali se ne sono occupati ampiamente, con titoloni, senza verificare alcunché. Peccato che la ragazza fosse morta tre anni prima in circostanze ovviamente diverse.

    E allora? Tutta questa robaccia (e chi l’ha offerta come autentica al popolo) non ha suscitato la minima reazione dell’Ordine dei giornalisti. Divulgare frottole si può? Sì. Anzi, si deve se occorre diffamare e rovinare un’azienda florida quale (era) Costa Crociere. Tutto fa brodo per incentivare l’autodenigrazione assai di moda nel nostro Paese. Le imprese italiane sono in difficoltà, tranne alcune eccezioni? Bene, ammazziamo anche le eccezioni: mal comune mezzo gaudio.

    Da "Il Giornale"

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  4. #514
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    R: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Anche all'estero una campagna stampa da paura aveste visto qui in Spagna non parlavano d'altro e in che toni allucinanti.
    Evidentemente tutto il mondo e'paese anche tra i giornalisti.
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  5. #515
    Moderatore Globale L'avatar di felixalice
    Data Registrazione
    16-11-2009
    Località
    Saronno (VA)
    Messaggi
    2,912

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Grazie Matteo per aver condiviso con noi quest'articolo di Feltri.
    Condivido il suo pensiero, pur di fare ascolti si inventano di ogni, dai giornalisti delle grandi testate alle trasmissioni minori, senza rendersi conto che hanno buttato fango sull'Italia oltre che su Costa. Poi due minuti dopo vanno in giro a dire promuoviamo il made in italy... Insomma un conto è essere obiettivi e raccontare i fatti un conto è sparare a zero sempre e comunque anche quando non si racconta la verità. E noi continuiamo a leggere i giornali. Mah.
    Alice
    Moderatore Globale
    Moderatore

  6. #516
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Quella è la cosa grave Alice, "noi continuiamo a leggere i giornali".....ma è anche vero che, purtroppo, bisogna tenersi aggiornati, ma a che prezzo!!!!

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  7. #517
    Special User
    Data Registrazione
    11-11-2009
    Messaggi
    2,171

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Non solo i giornali,ma continuano con le trasmissioni televisive.
    dove pseudo giornaliste,hanno la possibilità di avere sempre l'ultima parola.
    Non bisogna nascondere quello che è successo
    è sotto gli occhi di tutti,ma basta ricamarci sopra.
    rudder Special User

  8. #518
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Questo e' giusto, non nascondere ma attenersi ai fatti!

  9. #519

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Bello l'articolo di Vittorio Feltri, ma...da che pulpito... ci giungono questi sermoni pseudo moralistici...
    Provare a leggere le prime pagine de "Il Giornale" (il suo), dell'immediato post Concordia.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  10. #520
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio

    Costa Concordia: esperti, 'affettare' relitto
    'E' la soluzione che da' piu' garanzie'
    08 marzo, 14:06

    (ANSA) - ROMA, 7 MAR - Tra le ipotesi per il recupero del relitto della Costa Concordia quella che dà più garanzie è che la nave venga 'affettata' in parti più piccole. Lo affermano alcuni esperti al sito di Scientific American. Sono dieci, afferma la rivista, le compagnie di tutto il mondo che si preparano a partecipare alla gara per il recupero del relitto, che è grande il doppio del Titanic.
    Le operazioni potranno cominciare solo una volta che tutto il carburante sarà pompato fuori dalla nave. L'ipotesi più indicata per risollevare la Concordia è l'utilizzo di palloni posti sotto la nave che una volta gonfiati dovrebbero raddrizzarla: "Tutti parlano dei palloni ma non ne esistono di così grandi per fare il lavoro da soli - spiega Mike Lacey, segretario dell' International Salvage Union, l'associazione delle società di recupero - potranno sicuramente aiutare ma dovranno essere affiancati da qualche altra cosa".
    Un'altra possibilità è l'uso di una serie di gru che raddrizzino la nave e la tengano ferma mentre viene svuotata dell'acqua e vengono riparate le falle, ma anche in questo caso le dimensioni sono così grandi da far dubitare della fattibilità. Qualche compagnia ha proposto invece di usare milioni di palline di polistirene riempite d'aria e piazzate all'interno della nave per farla riemergere, una soluzione provata in Kuwait e Islanda, un'idea suggerita curiosamente già in una storia di Paperino del 1949 e in un racconto di Arthur Clark: "Ma ci sono molti problemi - spiega Lacey - anche perché le palline non sono controllabili, si disperdono in mare e sono difficili da ripulire".
    L'ipotesi più probabile è che la Concordia venga 'affettata' in pezzi da 200-300 tonnellate, e i detriti risultanti 'aspirati' con magneti di tre metri di diametro: "Questo potrebbe essere fatto in sei mesi - spiega l'esperto - sarebbe inutile cercare di recuperare il relitto per rimetterlo in mare, nessuno vorrebbe più viaggiarci".

    Comunicato Ansa

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

Pagina 52 di 67 PrimaPrima ... 242505152535462 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato