Pagina 1 di 67 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 667

Discussione: Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio '12

  1. #1
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Incidente Costa Concordia - aggiornamento dal 24 gennaio '12

    Martedì 24 Gennaio 2012

    Ore 15.00 (CET)
    In merito alle notizie riportate su sconti e offerte promozionali, Costa Crociere ritiene di dover precisare quanto segue: non è mai stato offerto dall’azienda nessuno sconto per future crociere agli Ospiti a bordo di Costa Concordia sulla crociera del 13 gennaio e coinvolti nel tragico incidente. L’informazione lanciata da un giornale, e riportata da diversi organi di informazione, è totalmente infondata come confermatoci dallo stesso passeggero inglese che è stato citato dalla testata .
    Costa Crociere ribadisce che, in seguito al tragico incidente, la priorità dell’azienda è stata sempre quella di fornire la massima assistenza e il massimo conforto alle persone coinvolte. L’azienda è sempre stata consapevole e addolorata per le sofferenze e i disagi che gli ospiti e i membri dell’equipaggio hanno subìto ed ha agito tenendolo nella massima considerazione.
    In collaborazione con le squadre di soccorso l’Azienda si è attivata per fornire ai passeggeri e ai membri dell’equipaggio evacuati tutta l’assistenza necessaria e per garantire il loro rientro a casa. In seguito ha contattato telefonicamente gli Ospiti rientrati a casa, per assicurarsi delle loro condizioni di salute ed emotive, e per confermare loro il rimborso della crociera e di tutte le spese materiali ad essa collegate.
    Come già annunciato, l’azienda è aperta al dialogo con i propri Ospiti e con tutte le Associazioni che tutelano gli interessi dei consumatori, con il supporto delle Associazioni di Categoria del settore turismo/viaggi, con cui è già in contatto da giorni, per determinare gli indennizzi relativi ai disagi sostenuti.
    La Compagnia, spinta da senso etico e dai valori di correttezza e responsabilità che la guidano, ha inoltre dato la possibilità a tutti i clienti prenotati, se lo ritenevano opportuno perchè turbati dalla tragedia, di cancellare la crociera prenotata, previa comunicazione entro il 7 febbraio. Tutte le agenzie di viaggio che collaborano con l’Azienda sono state prontamente informate di questo giorni addietro.
    Costa Crociere informa inoltre di aver sospeso, a partire dal giorno successivo all'incidente, tutte le iniziative pubblicitarie programmate per cordoglio e rispetto nei confronti di chi è stato colpito da questa tragedia. Solo una comunicazione postale, già partita ad alcuni clienti a fine dicembre, non è stato possibile bloccare.
    Costa Crociere è incredula di fronte alle infamanti affermazioni che, senza verifica e senza fondamento, vengono diffuse sul suo conto.

    Ore 9.30 (CET)
    Costa Crociere informa che l’azienda ha in atto rigidissimi sistemi di controllo dell’accesso a bordo, in aggiunta a quelli effettuati dalle autorità per l’accesso in area portuale, prima di salire a bordo.
    L’accesso di persone a bordo è possibile solo in presenza:
    - di un biglietto di viaggio e del controllo dell’identità, per coloro che hanno acquistato la crociera;
    - della tessera identificativa con lettura ottica, per i membri dell’equipaggio;
    - dell’inserimento del nominativo nella lista visitatori, preventivamente autorizzata dalla Compagnia e dal Comandante in seconda, nonché di un documento di identità valido, che viene ritirato all’imbarco.
    Qualunque persona parta con la nave viene registrata sui sistemi di bordo a livello nominativo. In aggiunta, ai passeggeri, all’accesso a bordo, viene scattata una foto del viso, abbinata poi a un codice a barre identificativo, presente sul modulo di imbarco e sulla Carta Costa, consegnata a bordo,(il badge identificativo personale di ogni passeggero che abilita l’ingresso e l’uscita dalla nave e la fruizione dei servizi di bordo).
    Nessuno a bordo ha facoltà di derogare dalle procedure di sicurezza. In caso di infrazioni la compagnia prende severi provvedimenti disciplinari.
    Le liste esatte di tutte le persone imbarcate e partite (ospiti, equipaggio ed eventuali tecnici), vengono comunicate alla sede della Compagnia subito dopo la partenza.
    Nel caso dell’incidente di Costa Concordia queste liste esatte sono state fornite alle autorità per le operazioni di identificazione dei superstiti, delle vittime e dei dispersi.
    Inoltre, l’azienda smentisce seccamente la voce che potessero trovarsi a bordo “lavoratori clandestini”.
    Costa Crociere applica i massimi standard di sicurezza e responsabilità sociale, è certificata per quanto riguarda la responsabilità sociale (SA 8000) e per quanto riguarda la sicurezza (OHSAS 18001) dal RINA nell’ambito della certificazione BEST4 che copre anche ambiente e qualità, ed è sottoposta alle verifiche degli organi certificatori, delle autorità marittime, nazionali e delle nazioni visitate dalle sue navi.

    Lunedì 23 Gennaio 2012

    Ore 12.30 (CET)
    In questi giorni stiamo ricevendo moltissimi messaggi di cordoglio per le vittime e le loro famiglie, ma anche di apprezzamento verso la professionalità e la competenza dei nostri equipaggi. La compagnia partecipa al cordoglio e ringrazia per ogni manifestazione di solidarietà agli uomini e alle donne di Costa Crociere. Le vostre parole di vicinanza sono quanto di più prezioso in un’occasione così delicata. Si tratta di testimonianze toccanti, che ci spingono a fare ancora di più, per continuare a meritare la fiducia che ci state accordando.

    Venerdì 20 Gennaio 2012

    Ore 19.45 (CET)
    Costa Crociere informa di aver incaricato Astoi Confindustria Viaggi, l’associazione di categoria dei tour operator italiani, di aprire un tavolo di confronto e di dialogo con le Associazioni dei Consumatori, per informare circa le attività che Costa Crociere ha già posto in essere e recepire le istanze dei consumatori in merito alla vicenda della Costa Concordia. La riunione è stata fissata per giovedì 26 gennaio 2012, presso la sede di Astoi Confindustria Viaggi.

    Mercoledì 18 Gennaio 2012

    Ore 21.15 (CET)
    Costa Crociere conferma che sta contattando tutti gli ospiti coinvolti nel triste incidente di Costa Concordia per assicurarsi sull’avvenuto rientro, sul loro stato di salute e per confermare loro il rimborso della crociera e di tutte le spese materiali ad essa collegate. Costa Crociere ribadisce inoltre il dialogo con i propri ospiti e con tutte le Associazioni che tutelano gli interessi dei consumatori, con il supporto delle associazioni di categoria per determinare gli indennizzi relativi ai disagi sostenuti. Costa Crociere riafferma, oltre all’impegno ed alla cura dedicata costantemente e quotidianamente alla sicurezza, l’attenzione al rapporto con i propri ospiti, che rappresentano, da oltre sessant'anni, il suo più importante Patrimonio. Costa Crociere rinnova il proprio cordoglio per le vittime e la propria vicinanza ai famigliari delle stesse.

    Ore 19.45 (CET)
    Costa Crociere ha fatto della tutela e la salvaguardia del patrimonio ambientale una delle proprie missioni come dimostrato dalle più rigide certificazioni ottenute a livello internazionale (UNIEN ISO 14001). Proprio per questa ragione la Compagnia ha compreso fin da subito la necessità di indirizzare tempestivamente gli aspetti relativi alla protezione dell’ambiente marino. Costa Crociere ha quindi incaricato già nelle ore immediatamente successive all’incidente la Società Smit Salvage BV, leader mondiale del settore, di realizzare un piano che consenta di mettere in atto la rimozione del carico di carburante della Costa Concordia. Fin da subito tale piano è stato costantemente condiviso con le autorità preposte e, grazie alla piena collaborazione con le stesse, verrà reso esecutivo entro la fine della settimana.

    Ore 00.01 (CET)
    Siamo profondamente addolorati nell’apprendere che altre vittime sono state ritrovate durante le operazioni di salvataggio della Costa Concordia e vorremmo esprimere la nostra più sentita vicinanza alle loro famiglie. Continuiamo a collaborare con le autorità per supportare le operazioni di salvataggio, di recupero e messa in sicurezza della nave assicurando che non vi sia alcun impatto ambientale. La nostra principale priorità rimane quella di recuperare i passeggeri e i membri dell’equipaggio che ad oggi risultano dispersi.
    Mentre i soccorsi continuano stiamo offrendo assistenza a tutti i nostri ospiti e alle loro famiglie.

    Domenica 15 Gennaio 2012

    Ore 20.15 (CET)
    Costa Crociere ribadisce il suo più profondo dolore per questo terribile incidente che ha colpito i suoi affetti più cari: i suoi ospiti, i suoi dipendenti, una propria nave; si scusa per le sofferenze e il disagio che queste persone hanno subito e porge le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime accertate.

    Circa 1.100 persone di Costa Crociere in tutto il mondo stanno lavorando dalla serata di venerdì nella gestione di questo terribile incidente e la loro priorità è stata di supportare le operazioni di salvataggio, assistere ospiti ed equipaggio e riportarli in sicurezza alla loro residenza.
    Le operazioni di ricerca e salvataggio sono ancora in corso coordinate dalla Guardia Costiera e dalle autorità italiane. Confermiamo che sfortunatamente vi sono tutt’ora dei dispersi e, dato che la situazione è in continua evoluzione, non ci è consentito fornire dati.

    Il Comandante Francesco Schettino, che era al comando di Costa Concordia, è entrato in Costa Crociere nel 2002 come ufficiale responsabile della sicurezza e promosso comandante nel 2006, dopo essere stato comandante in seconda. Come tutti i comandanti della flotta egli ha partecipato ad un continuo programma di aggiornamento e addestramento ed ha superato positivamente tutte le verifiche di idoneità previste.

    Come già reso noto, la Magistratura, con cui Costa Crociere sta collaborando, ha disposto il fermo del Comandante, verso il quale sono state mosse gravi accuse. Sembra che il comandante abbia commesso errori di giudizio che hanno avuto gravissime conseguenze: la rotta seguita dalla nave è risultata troppo vicina alla costa, e sembra che le sue decisioni nella gestione dell’emergenza non abbiano seguito le procedure di Costa Crociere che sono in linea e, in alcuni casi vanno oltre, gli standard internazionali.

    Costa Crociere opera nel pieno rispetto di tutte le norme relative alla sicurezza ed è fiera dell’impegno che i suoi dipendenti dedicano alla gestione della sicurezza degli ospiti. Tutti i membri di equipaggio dispongono di un certificato BST (Basic Safety Training), vengono formati e addestrati alla gestione di emergenze e ad assistere gli ospiti in caso di abbandono nave attraverso numerose esercitazioni. Ruoli, responsabilità e compiti sono chiaramente definiti e assegnati per consentire la gestione di una situazione così importante.
    Tutti i membri dell’equipaggio fanno un’esercitazione di abbandono nave ogni due settimane. Per tutti gli ospiti in crociera è prevista un’esercitazione entro 24 ore dal giorno dell’imbarco, come richiesto dalla legge. Costa Crociere ha un sistema computerizzato che consente di verificare che tutti gli ospiti abbiano partecipato all’esercitazione e porvi di conseguenza rimedio. La preparazione dei membri degli equipaggi Costa Crociere viene periodicamente verificata dalle Guardie Costiere e dagli enti di classificazione indipendenti in linea con il rispetto ai requisiti specificati nel sistema SMS (Safety Management Systems).

    A bordo di Costa Concordia e di tutte le navi Costa sono disponibili giubbotti di salvataggio, lance e zattere in numero superiore al massimo delle persone che possono essere ospitate dalla nave. Nelle lance sono presenti dotazioni di sicurezza, come riserve d’acqua e cibo, cassette medicinali e strumenti di segnalazione e comunicazione, che consentono di aspettare in sicurezza l’arrivo dei soccorsi. Le lance sono inoltre oggetto di scrupolose verifiche periodiche da parte del personale della nave e degli organismi di certificazione. Tutte le navi Costa Crociere sono certificate dal RINA e sono costruite secondo i più elevati standard e tecnologie.

    In seguito all’incidente, Costa Crociere è intervenuta immediatamente per impedire un potenziale impatto ambientale e sin dalla giornata di sabato si sta avvalendo della società leader al mondo nel settore, Smit & Salvage, con cui sta elaborando un piano di interventi; le azioni immediate a breve termine sono consistite nel realizzare una barriera di contenimento attorno allo scafo.

    La Magistratura ha sottoposto a sequestro la nave e la VDR – la cosiddetta “scatola nera”. Costa Crociere può quindi accedere alla nave solo con l’autorizzazione delle autorità.

    Sabato 14 Gennaio 2012

    Ore 17.30 (CET)
    "Vorrei esprimere il mio immenso dolore per questa terribile tragedia che ci ha scosso profondamente" - ha dichiarato Gianni Onorato Direttore Generale di Costa Crociere - "Sono qui solo ora perchè, come potrete comprendere sono rimasto dall'alba fino ad ora sull'isola del Giglio per essere vicino alle operazioni di soccorso.
    Vorrei innanzitutto ringraziare tutte le autorità, le forze dell'ordine e i volontari che si sono prodigati nel soccorrere e assistere i nostri Ospiti coinvolti in questo terribile incidente.”
    Non siamo in grado di dare risposta a tutte le domande perchè le autorità competenti con la nostra fattiva collaborazione stanno cercando di accertare le ragioni di questo incidente.
    Sulla base dei primi accertamenti, ancora preliminari, la nave Costa Concordia, al comando del comandante Francesco Schettino, stava effettuando la regolare navigazione da Civitavecchia a Savona quando improvvisamente la nave ha urtato uno scoglio.
    Il comandante, che era sul ponte di comando della nave in quel momento, resosi conto della gravità della situazione, ha immediatamente effettuato una manovra per mettere in sicurezza i passeggeri e l'equipaggio e ha fatto scattare le procedure di emergenza per prepararsi a un eventuale abbandono della nave
    Purtroppo Questa operazione si è complicata a causa di una inclinazione repentina della nave che ha ostacolato le operazioni di sbarco.
    Grazie all'impegno di tutte le forze coordinate dalla Guardia Costiera, da quel momento in poi sono state ulteriormente rafforzate le operazioni di salvataggio.
    Dal primo momento la compagnia ha mobilitato tutte le sue risorse di bordo e di terra mettendo in atto tutti gli sforzi per assistere i nostri Ospiti e membri dell'equipaggio in questa situazione e prevenire possibili conseguenze ambientali.

    Ore 12.00 (CET)
    L’incidente occorso questa notte a Costa Concordia è una tragedia che sconvolge la nostra azienda.
    Il nostro primo pensiero va alle vittime ed esprimiamo tutto il nostro cordoglio e la nostra vicinanza ai loro familiari e amici.
    Siamo vicini alle persone che sono rimaste ferite e seguiamo con la massima attenzione il loro decorso.
    Tutto il nostro impegno è ora concentrato nell’offrire assistenza agli ospiti e all’equipaggio che erano a bordo della nave, per farli rientrare al più presto a casa.
    Il servizio clienti di Costa Crociere ha già iniziato a prendere contatto telefonicamente con tutti gli ospiti che avrebbero dovuto imbarcarsi sulla nave oggi a Savona e da domani nei porti successivi previsti dal programma della crociera. Al momento non è prevista alcuna variazione al programma di viaggio di tutte le altre navi della flotta Costa Crociere.
    Chi desiderasse informazioni può comunque, come sempre, fare riferimento al numero 848.50.50.50.
    Tutti gli uomini e le donne di Costa Crociere ringraziano dal più profondo del cuore la Guardia Costiera e le forze da essa coordinate, incluse le autorità e i cittadini dell’Isola del Giglio e i cittadini e le autorità di Porto Santo Stefano, che si sono prodigati nelle operazioni di salvataggio e assistenza agli ospiti e all’equipaggio. Ringraziano anche tutto il personale medico che ha prestato e sta prestando assistenza ai feriti e a tutti coloro che hanno bisogno di sostegno.
    L’azienda si è già messa a disposizione delle autorità competenti per le indagini avviate sull’accaduto.

    Ore 7.00 (CET)
    E’ attivo il numero 848.50.50.50

    Ore 5.00 (CET)
    E’ una tragedia che sconvolge la nostra azienda. Il nostro primo pensiero va alle vittime, e vogliamo esprimere il nostro cordoglio e la nostra vicinanza ai loro familiari e amici. In questo momento tutti i nostri sforzi sono concentrati nelle ultime operazioni di emergenza, oltre che nell’offrire assistenza agli ospiti e all’equipaggio che erano a bordo della nave, per farli rientrare al più presto a casa. Le procedure di emergenza sono scattate immediatamente per procedere all’evacuazione della nave. L’inclinazione che ha assunto progressivamente la nave ha reso le operazioni di evacuazione estremamente difficoltose. Vogliamo esprimere un profondo e sentito ringraziamento alla Guardia Costiera e alle forze da essa coordinate, incluse le autorità e i cittadini dell’Isola del Giglio, che si sono prodigate nelle operazioni di salvataggio e assistenza agli ospiti e all’equipaggio. L’azienda collaborerà, con la massima disponibilità, con le autorità competenti per verificare le cause dell’accaduto".

    Ore 1.30 (CET)
    Tutti gli ospiti che dovevano imbarcare sulla nave oggi a Savona e nei porti successivi verranno direttamente contattati da Costa Crociere.

    Ore 1.00 (CET)
    "Costa Crociere conferma che sono in corso le operazioni di evacuazione di emergenza, vicino all'Isola del Giglio, dei circa 3.200 passeggeri e dei circa 1.000 membri di equipaggio a bordo di Costa Concordia. Le operazioni di evacuazione sono state effettuate prontamente, ma la posizione della nave, che diventando più difficoltosa, sta complicando le ultime operazioni di sbarco. Al momento non e ' possibile definire le cause del problema occorso. L' azienda si sta adoperando con il massimo impegno per dare la massima assistenza. Costa Concordia stava effettuando una crociera nel Mediterraneo partita da Civitavecchia con scali previsti a Savona, Marsiglia, Barcellona, Palma, Cagliari, Palermo. A bordo c'erano circa 1.000 passeggeri di nazionalita' italiana, oltre 500 tedeschi, circa 160 francesi e 1.000 membri di equipaggio".

    Comunicati ufficiali Costa Crociere

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio 2012

    Dopo aver chiuso l'argomento sul quale si sarebbe dovuto parlare unicamente della tragedia Concordia e non scontrarsi in termini personali sui vari punti di vista, invito chi desidera continuare a discorrere in tranquillità , senza polemiche di stampo personale, senza incattivirsi contro chi non la pensa come voi,a seguitare a scrivere riflessioni sulla tragedia. Aiutiamoci con i mezzi che arrivano da altre fonti d'informazione, a capire quanto è successo, invito a fare un punto giorno per giorno di quanto accadrà, delle notizie che ci arriveranno, delle nuove indagini e del triste recupero delle vittime.
    Tratteremo qui anche tutte le notizie che ci arriveranno sul seguito del recupero carburante e successivo recupero del relitto.
    Ho l'impressione che ci vorranno mesi afinchè Concordia venga finalmente spostata dal Giglio, per cui questo nuovo argomento si arricchirà di moltissime pagine che spero vedano solo civiltà rispetto e amicizia.
    Ricordo che appartenere ad un forum è anche entrare a far parte di un gruppo di amici, i toni devono quindi rimanere amicali ed educati.
    Concludo rinnovando l'invito a proseguire qui i nostri commenti.
    Saluti a tutti.
    Ro
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  3. #3

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Grazie Matteo per aver postato le comunicazioni ufficiali di Costa
    Eugenio

  4. #4
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Penso che Costa faccia bene a puntualizzare certe cose che le vengono accusate.
    Proprio oggi la ragazza della mi adv mi diceva che questa settimana ha già venduto 4 crociere.
    Ed è una piccola adv di paese ... La gente evidentemente ha ancora fiducia in questo settore.

  5. #5
    Reporters
    Data Registrazione
    17-01-2012
    Messaggi
    715

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    beh cmq credo che si sia capito che sia stato un caso isolato, non capita ogni giorno...
    la costa fa bene a divulgare le sue cose, ma credo che dovrebbe farle circolare di più.
    i giornalisti sono un pò cosi...


    io per esempio sto vedendo per qualche crociera questo inverno


    W costa. sarà dura ma si risolleverà
    la miglior musica è il suono della scia...

  6. #6
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Hai ragione cruise fun, insomma, è stato un gravissimo incidente, ma è poi come con un incidente aereo, la gente poi continua a usufruirne. Anche perché capisce che le probabilità sono molto basse.

  7. #7
    Reporters
    Data Registrazione
    17-01-2012
    Messaggi
    715

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    si quello che sto tendando di divulgare in tutta italia, al posto dei giornalisti che stanno divulgando altro. qui si mette in discussione tutto il mondo crocieristico...
    e l'europa che sta mettendo a ridicolo l'italia, adesso spero solo che possano recuperare tutto e che cmq la nave faccia una degna fine.....
    speriamo che non ci siano troppi danni....
    la miglior musica è il suono della scia...

  8. #8
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Come avevo detto altrove, io sarei già contento se tornasse a navigare, anche sotto l'insegna di una compagnia dell'altra parte del mondo.
    Ma obiettivamente la vedo molto dura ...

  9. #9
    Reporters
    Data Registrazione
    04-01-2010
    Località
    montepulciano (si)
    Messaggi
    1,023

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Avete sentito dell'ad costa foschi e' andato in audizione al senato.ed e' gia' stata fissata un altra audizione per la prossima settimana.

  10. #10
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Incidente Costa Concordia - aggiornamento al 24 gennaio

    Ho sentito Giovanna; ha esposto le sue motivazioni: dissociazione dall'operato del Comandante ed esclusione di lavoro in nero e clandestini nella loro compagnia.
    Speriamo sia così; in ogni caso, anche se non fosse, credo proprio in futuro lo sarà!!!

Pagina 1 di 67 1231151 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato