Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 66

Discussione: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/2012

  1. #11
    Special User
    Data Registrazione
    04-08-2010
    Località
    Cagliari
    Messaggi
    120

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Ottimo inizio: sarà sicuramente un interessantissimo navigammo (anche perchè è un itinerario che vorrei fare).........

  2. #12

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Fiore, sono contento che abbia deciso di condividere con noi il racconto di questa nuova esperienza di crociera, in un certo senso diversa dalle altre

    I tuoi racconti sembrano presi da un libro... Hai mai pensato di scriverne qualcuno
    Eugenio

  3. #13

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Sharm el Sheik, 30 gennaio 2012.

    L’aeromobile Airbus A320, con il simbolo dell’airone impresso sulla deriva di coda, ha iniziato la discesa su Sharm El Sheik.
    Il Comandante annuncia che tra circa trenta minuti atterreremo nella città egiziana, città dove il turismo “nostrano”, ma non solo, nonostante le tensioni politiche che affliggono il paese dei faraoni, è sempre molto fiorente.
    Aggiunge inoltre il Comandante, che la temperatura al suolo è di 23 °C, suscitando il brusio compiaciuto ma contenuto, dei passeggeri occupanti le ultime file del velivolo.

    Ed è una notizia che apprezziamo in particolar modo noi, provenienti dai climi rigidi ed innevati del nord Italia, che dopo poco meno di quattro ore di volo stiamo per raggiungere Sharm, dove avrà inizio la nostra crociera.
    Gli ultimi minuti di volo ci permettono di scorgere in lontananza, all’ormeggio in banchina, Costa Voyager rispecchiarsi nelle acque del mar Rosso, e con lei quel puntino giallo che è il suo fumaiolo.
    Si notano inoltre nella rapida discesa dell’aeromobile tanti resort e villaggi turistici, che punteggiano la brulla costiera dalle acque dall’azzurro intenso.




    Tra le montagne rocciose dai profili frastagliati che contornano il deserto e la città costiera egiziana, il charter, con il suo carico di crocieristi (oltre a noi provenienti da Milano, sono attesi altri passeggeri da Bologna, Verona, Roma e Catania), si posa con la leggerezza di una piuma sulla pista assolata, accolto, come quasi sempre accade, dagli applausi dei passeggeri, rivolti alla bravura del pilota.


    Il ritiro dei bagagli, agevolato dalle indicazioni fornite dalle tante signorine Costa presenti nel terminal aeroportuale, è immediato, come immediato è il trasbordo dello stesso bagaglio, opportunamente “etichettato”, verso gli sconquassati camion cassonati in attesa delle nostre valige.



    I bus turistici dalla livrea multicolore sono lì, in attesa degli ospiti, nell’immensa piazzola antistante l’aeroporto, mentre la tiepida brezza che spira dal mare, testimonia che ci siamo lasciati alle spalle il freddo inverno del nostro paese.
    Tutto si svolge nella inusuale tranquillità; non c’è l’assalto ai pullman per “conquistare” le prime posizioni, né il vociare “caciarone” di remota memoria durante le code nei terminal crocieristici.


    I bus sono tanti, troppi, per i pochi passeggeri appena sbarcati dal primo aereo (seguiranno nel pomeriggio, fino a sera, gli arrivi degli ospiti dalle altre località); lasciamo l’aeroporto con i bus a metà occupazione e, dopo aver percorso la polverosa arteria che attraversa una vasta area desertica, nel breve spazio di circa mezz’ora, eccoci in banchina, sottobordo.












    Sono le 16.00, ed è un effetto strano trovarsi al cospetto della “piccolina”; ma come è bella la lunga prua, dove sono alloggiati i macchinari di manovra ed i cavi d’ormeggio.
    Solo una piccola passerella al ponte 2 è posizionata a centro nave per il transito degli ospiti che giungono alla spicciolata.






    Il saluto degli animatori, la solita foto col timone, la foto individuale di riconoscimento, ed eccoci a bordo.
    Trascorreremo la prima notte di crociera con la nave all’ormeggio.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  4. #14
    L'avatar di Sandy
    Data Registrazione
    02-01-2012
    Località
    Savona
    Messaggi
    2,947

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Bentornato, Fiore!
    Sono contentissima di leggere questo tuo "navigammo", iniziato già benissimo!
    Costa Concordia; Costa Serena; Costa Mediterranea; Splendour of the Seas; Costa Magica; Msc Orchestra; Msc Splendida; Costa Luminosa; Costa Pacifica; Costa Diadema

  5. #15
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,347

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Bellissimo inizio Fiore!!!
    E adesso siamo curiosi di sapere il proseguimento, sia per i posti che hai visitato, sia per la nave!!!

  6. #16
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Grazie Fiore per le bellissime immagini.
    Ma una domanda, non ti/vi sembra che il ponte di comando sporga "troppo poco" dal profilo della nave? Mi da questa impressione....

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  7. #17
    Reporters
    Data Registrazione
    17-01-2012
    Messaggi
    715

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    belle foto, sharm è un bel posticino heheeh davvero belle le foto......

    mi sembra anche a me,, è altezza scialuppe.... e poi non credo vedano tutt la nave, perà c'è da pensare che la nave ha un pò di anni....
    la miglior musica è il suono della scia...

  8. #18
    Moderatore Globale L'avatar di cobra75
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    7,542

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Grazie sia per le foto come sempre bellissime,che per il seguito del racconto Fiore !!!
    Per quanto riguarda la nave ragazzi a me non piace affatto....preferisco le altre di casa Costa.
    Moderatore Globale

  9. #19
    L'avatar di matteofedel
    Data Registrazione
    03-02-2010
    Località
    Trento
    Messaggi
    3,007

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Sembrerebbe anche più piccolo del Marina e dell'Allegra....

    Matteo
    London, the sea, the ships and the cruises are my life!

  10. #20

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: Costa Voyager - "Coralli e antichi tesori" - 30/1 - 6/2/

    Sharm el Sheik, 31 gennaio 2012.

    Secondo giorno di crociera (ma non abbiamo ancora iniziato a navigare !) con la Costa Voyager ormeggiata in banchina.
    Partiremo infatti questa sera alle 18.00 alla volta di Eilath (Israele), dopo la notte trascorsa a bordo, nella confortevole cabina esterna con finestra, al ponte 3.









    La nave, dotata di alette di manovra dai cristalli apribili lateralmente e da cui ci si può sporgere, non è recentissima; è stata infatti varata nel 2000, operando fino al 2004 per la Compagnia greca Royal Olimpic Cruises, con il nome di Olimpic Voyager.
    Ha assunto quindi il nome di Grand Voyager nel 2004, contestualmente all’aquisto della stessa da parte della Ibero Cruises, battendo bandiera portoghese sino al termine dell’anno appena trascorso quando, dopo un rimessaggio generale, ha iniziato ad operare sotto il segno del fumaiolo giallo.
    Celebre quanto inquietante è lo “strapazzamento” subito da questa nave dal mare in tempesta nell'aprile 2008, nel corso di una crociera, con la livrea di Ibero; guardate questo filmato tratto da You Tube.

    http://www.youtube.com/watch?v=cC0k69q3AWQ

    Siamo dunque al secondo giorno di crociera nella città costiera egiziana.
    Città a noi già nota per essere stata scalo d’approdo di precedente crociera, si trova nella parte più meridionale della penisola del Sinai, quell’immenso “triangolo” desertico del vicino oriente, zona di congiunzione tra i continenti africano e asiatico, delimitata ad est dal golfo di Aqaba (Giordania) e ad ovest dal golfo di Suez (Egitto).
    Ed è proprio attraverso questi due “rami” “generati” dal mar Rosso, che si articolerà la nostra crociera.
    Eccola rappresentata sulle carte nautiche.



    Cosa si può fare a Sharm oltre alla visita del Monastero di Santa Caterina, allo snorkeling, alla gita con fuoristrada e cammello (escursioni proposte dalla Compagnia) ?
    Attività balneari ovviamente….tra le tante spiagge dorate offerte da questo incantevole “paradiso” turistico, tra cui la celebre Na’ama Bay, dal suggestivo profilo a mezzaluna orlato da provvidenziali distese di palmizi.
    Ed è qui che ci recheremo, utilizzando la navetta a pagamento che al costo di 6 euro a/r a persona (rimasto invariato rispetto al febbraio 2010, ma migliorato nel servizio, con tanto di guida accompagnatrice parlante italiano), effettua la spola ad intervalli di 45 minuti, tra la banchina ed il centro balneare.



    Percorrendo la strada che ci condurrà al Na’ama Bay, incontriamo giardini dalla lussureggiante vegetazione, alternati a vaste aree desertico sabbiose.





    L’ingresso alla zona balneare è presidiato da posti di blocco armati (come se ne incontrano tanti sulle strade egiziane) che regolano il flusso dei veicoli in transito.


    Qui giunti, saremo liberi di trascorrere la giornata a nostro piacimento, dedicandoci ad attività balneari e/o allo shopping artigianale.
    Sono tanti gli stabilimenti di cui è dotata quest’area; decidiamo di sostare al “Kanabesh Beach”.



    Il “Kanabesh” è dotato di servizio ristorante e di piscina munita di getti idromassaggio.
    Il costo dell’affitto di due lettini dalla struttura in legno (molto confortevoli), materassini, asciugamani e gigantesco ombrellone costituito da una autentica palma è di 7 euro a persona per l’intera giornata, comprensivo dei servizi offerti.

    Non mancano i grandi resort ed i lussuosi alberghi, su questa straordinaria baia.












    Trascorreremo qui, fino al primo pomeriggio la nostra giornata; alle 17.30 tutti a bordo, contestualmente all’esercitazione di emergenza; alle 18.00 si salperà direzione Eilath (Israele).
    Sulla strada del ritorno verso la nave, è possibile farsi lasciare presso quell’agglomerato urbano definito “Old Sharm”, sorta di villaggio egiziano, immenso bazar, non troppo abilmente artefatto, realizzato nella roccia, con cascate d’acqua alla cui sommità campeggiano palme di plastica a voler testimoniare qualcosa di naturale che di naturale ha ben poco (già visitato nel corso della precedente crociera, questa volta no).
    Ecco la foto del maestoso ingresso ad "Old Sharm".


    Da qui, con pochi euro, è possibile raggiungere agevolmente la nave, utilizzando un taxi.

    La serata a bordo sarà caratterizzata dal Cocktail di Gala di Benvenuto, a cui seguirà la prima delle tre Cene di Gala previste nel corso di questa crociera.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato