Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 54

Discussione: Revocati arresti domiciliari a Schettino

  1. #1
    Moderatore Globale
    Data Registrazione
    01-08-2010
    Località
    Veneto
    Messaggi
    5,671

    Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Francesco Schettino torna libero. L'ex comandante della Costa Concordia era ai domiciliari dal 17 gennaio, dopo il naufragio della nave da crociera davanti all'isola del Giglio e la morte di 30 persone.

    La decisione è stata presa dal gip di Grosseto, Valeria Montesarchio, dopo la richiesta della difesa di Schettino e il parere favorevole espresso dal pm. L'ex comandante dovrà ora osservare solo l'obbligo di dimora a Meta di Sorrento. Nei quasi sei mesi agli arresti domiciliari, "Schettino ha tenuto un comportamento del tutto ineccepibile rispettando scrupolosamente l’ordinanza e le sue prescrizioni", hanno detto oggi i suoi legali.

    Il 13 gennaio scorso la Costa Concordia si arenò davanti all'isola del Giglio, nell'arcipelago toscano, probabilmente dopo una mossa azzardata del comandante che aveva deciso il cosiddetto "inchino". La nave è passata a pochi chilometri dalla costa e ha urtato lo scoglio delle Scole. Schettino è accusato anche di aver lanciato tardi l'allarme e di aver evacuato la nave quando per molti non c'era più nulla da fare.

    Nel memoriale ai suoi legali, secondo le anticipazioni diffuse da Mediaset (il documento sarà illustrato stasera nel corso della prima puntata del programma Quinta Colonna, condotto da Salvo Sottile su Canale 5), Schettino si difende: "C’è chi, a verbale, ha dichiarato che l’impatto con la poppa è stato causato da una mia allucinazione, un’allucinazione che mi avrebbe fatto virare a destra provocando la scodata verso sinistra... Altro che allucinazione! Piuttosto è stato il mio fiuto, il mestiere, il saper riconoscere il mare a farmi fare quella sterzata repentina a dritta. In quel momento una mano divina si è sicuramente posata sulla mia testa. Se avessi continuato su quella rotta, avremmo colpito lo scoglio con la prua. Sarebbe stata un’ecatombe".

    da: il giornale
    marcatusso


  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,400

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Citazione Originariamente Scritto da marcatusso
    In quel momento una mano divina si è sicuramente posata sulla mia testa. Se avessi continuato su quella rotta, avremmo colpito lo scoglio con la prua. Sarebbe stata un’ecatombe".
    Domanda tecnica per Serena: sappiamo che un impatto di prua potrebbe non compromettere la stabilità della nave.
    Ma nel caso Concordia avesse urtato lo scoglio a prua a 20 nodi, cosa sarebbe potuto essere successo di così peggio da quello che poi è successo?

  3. #3
    Moderatore Globale
    Data Registrazione
    01-08-2010
    Località
    Veneto
    Messaggi
    5,671

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Ecco il memoriale di Schettino , pubblcato da mediaset

    Egregio avvocato, come da Lei suggerito le scrivo per mettere meglio a fuoco le mie emozioni e per approfondire le mie emozioni e sensazioni nella notte del naufragio. Ripercorrere interamente quegli istanti, per me, non è cosa semplice, ma mi rendo conto che è necessario farlo...
    Subito dopo l'urto ho disposto tre ordini in successione che sono stati vitali per evitare ciò che definisco l'inimmaginabile, ovvero la catastrofe:

    1) Chiudere le porte stagne a poppa, ordine dato a prescindere dal fatto che dovevano essere già mantenute chiuse...

    2) Il timone tutto a dritta, perche' era evidente che altrimenti, mantenendo il timone a sinistra e con la spinta (ndr la sostituisco alla parola abbrivio) ci saremmo schiantati con la prora contro l'isola...

    3) Il nostromo a prora, pronto a dare fondo all'ancora, per fermare la nave in caso iniziasse lo scarroccio incontrollato verso terra.

    Hanno chiamato esperti dall'estero per farsi spiegare la mia manovra dopo l'urto, ma - mi chiedo - cosa c'era da capire?

    L'iniziale curva a destra per evitare l'ostruzione, poi la curva a sinistra per rallentare la scodata della poppa e poi la virata a dritta che porta la nave a disimpegnarsi dall'isola?

    Il successivo scarroccio (cioè l'avvicinamento verso terra) non è stato interrotto gettando l'ancora ed è lì, in quel momento, che ho compiuto la scelta definitiva che oserei definire "solenne".

    La scelta di effettuare la valutazione dei danni e di guadagnare nel frattempo la costa, portando la nave su un basso fondale, per evitare che affondasse. Ho creato così le condizioni ottimali per salvare tutti, indipendentemente da come si sviluppavano gli eventi. La nave è infatti la miglior scialuppa di salvataggio che possa esistere.

    Il comandante può prendersi il tempo che serve per valutare l'emergenza senza creare panico: il responsabile è solo lui, prima davanti a Dio e poi davanti agli uomini.

    C'è chi, a verbale, ha dichiarato che l'impatto con la poppa è stato causato da una mia allucinazione, un'allucinazione che mi avrebbe fatto virare a destra provocando la scodata verso sinistra... Altro che allucinazione! Piuttosto è stato il mio fiuto, il mestiere, il saper riconoscere il mare a farmi fare quella sterzata repentina a dritta.
    Nessuno, fino a quel momento, mi aveva avvisato che avevamo superato il punto di accostata fissato sulla rotta. Per fortuna ho visto della schiumetta bianca sulla mia sinistra. E' stato un segno che mi ha fatto dare ordine di virare a dritta, per puro istinto.

    In quel momento una mano divina si è sicuramente posata sulla mia testa. Se avessi continuato su quella rotta, avremmo colpito lo scoglio con la prua. Sarebbe stata un'ecatombe.

    Altro che conta dei compartimenti per stabilirne la galleggiabilità! Si sarebbero trovati tutti scaraventati in aria per l'impatto. Dopo qualche minuto saremmo finiti tutti in acqua, probabilmente a testa in giù.
    Altro che emergenza generale in ritardo! Altro che abbandono della nave: ragionamenti di questo tipo non si sarebbero neanche potuti ipotizzare...

    Oggi mi fa rabbia e tristezza ascoltare il contenuto della scatola nera, osservare il radar degli attimi prima dell'incidente. Ma ogni mia pena e rammarico è in minima parte alleviato dalla consapevolezza di avere evitato, virando, una strage. Non è mio costume biasimare gli altri, voglio solo precisare che fino all'ultimo - e anche dopo l'incidente - è stato negato che stavamo percorrendo una rotta che ci avrebbe portato direttamente sugli scogli.

    Subito dopo l'incidente, avrei potuto affermare: "Ma dove mi avete fatto sbattere? Cosa mi avete fatto combinare?"... Ma non sono un codardo, in quel momento bisognava essere lucidi, la pirorità non era individuare i colpevoli, ma agire, senza perdere la calma.

    Il dilemma era: evacuare o non evacuare la nave? Evacuare oltre 4000 persone con una nave in movimento ha i sui rischi. Disporlo sarebbe stato quasi una liberazione per me, ma la coscienza non mi ha concesso di farlo a cuor leggero... Il rischio che le vittime fossero maggiori nessuno lo ha messo in conto, nessuno ne ha parlato ma era una concreta possibilità.

    A causa del black out, non ho potuto utilizzare il computer dedicato al calcolo dei parametri nautici in caso di falla. Non averlo, ha reso ogni scelta più gravosa e difficile.

    Soltanto quando mi hanno riferito la situazione di allagamento dei tre compartimenti e quando ho capito cosa realmente stava accadendo sotto i miei piedi, ho ordinato l'abbandono e, nel contempo, ho lasciato scarrocciare la nave su un fondale più basso... Se avessimo sbarcato più al largo, su un fondale più alto, il rischio era di un affondamento totale.

    Mi rincuora vedere che i dati emersi dall'analisi della scatola nera confermano le mie dichiarazioni rese quando sono stato interrogato. Come Le ho sempre detto, ho applicato un piano che man mano si disegnava nella mia mente. Altrimenti non avrei potuto né riferirlo né ricordarlo.

    Attaccare me e il mio comportamento è stata la cosa più facile fin dall'inizio. Questa vicenda ha responsabilità e dinamiche molto più complesse. Io sono stato sempre sicuro delle mie dichiarazioni, tanto che ho sperato fino all'ultimo che fossero salvati i dati della scatola nera.

    La nave si è ribaltata di colpo. Ha fatto mancare il terreno sotto i piedi a me e a tutti coloro che erano con me sul lato destro. E' triste per un comandante dover ricorrere alle testimonianze di altri per essere creduto.

    Il mio cordoglio va alle famiglie colpite negli affetti più forti. Il loro dolore è anche il mio e mi sento di ribadirlo con forza, con sincera ed affranta partecipazione.

    La nave sarà ricostruita, le assicurazioni ci sono per questo. La Concordia è già oggetto di disputa per la ricaduta economica che crea il suo smantellamento, ma le persone non potranno purtroppo ritornare in vita e le ferite più profonde rimarranno a poche persone. E per tutta la vita.

    Francesco Schettino
    marcatusso


  4. #4
    Special User
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Montecelio
    Messaggi
    2,496

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    secondo me è giugto.

    Finchè un tribunale non lo riconoscerà (sempre se è lui) colpevole deve essere libero (secondo quello che la legge consente agli indacati).

  5. #5
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Rispondero' ai tuoi quesiti, magari a parte.
    Per il resto, a freddo, ragioniamo sul fatto che in Italia e non solo ci sono fior fiori di criminali (che sapevano di far male e che agivano con l'intento di farlo) che non hanno mai fatto ne' un giorno di carcere ne' di arresto ai domiciliari. Io credo che dentro di lui non cambiera' molto perche' il peso sara' perpetuo, ma forse al momento, con tutto il rispetto per le vittime, con tutti i se e i ma, mi sembra non del tutto fuoriluogo questa revoca.
    Lascia il fatto che ribadisco a livello morale, credo, non cambi niente ne' a lui ne' alle persone coinvolte, perche' per sempre rimarra' il macigno pesante della notte del Giglio.

  6. #6
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,400

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Ok, l'assassino che ha ucciso le sue vittime non fa un giorno di carcere. Giusto quindi che anche Schettino non faccia un giorno di carcere. Facciamo finta di prenderla per buona anche se già qui potremmo discutere ore.

    Però sul sapere di far del male e agire con l'intento di farlo avrei da ridire: lo "perdono" per essere andato contro lo scoglio (anche se per farlo ha disattivato un sistema di sicurezza che altrimenti lo stava avvisando e impedendoglielo di farlo). Lo "perdono" per averle tentate tutte pur di salvarsi la faccia (ricordate, voleva far credere di aver sbattuto contro lo scoglio in seguito a un guasto nel motore!). Ma di certo, pur provando a comprendere lo stato in cui si trovase in quei momenti, non venitemi a dire che perdendo minuti preziosi e non dando l'abbandono nave non sapeva di condannare a morte certa un x numero di passeggeri!

  7. #7
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Tutto sommato quel che scrive Schettino non e' poi errato sia dal lato morale che della dinamica degli eventi.
    Io non sono nessuno per entrare in merito a cio' o commentare ev. errori o leggerezze che e' possibile abbiano commesso come anche no.
    Di certo, penso, che se mi fossi io trovata nei suoi panni avrei ordinato la chiusura delle porte stagne prima dell'avvicinamento, ben sapendo, credo nessun consiglio gli serviva per questo, che attraversava di notte un'area alquanto insidiosa per la navigazione. Questo credo che avrebbe dovuto essere fatto prima come d'altra parte non dico solo io, ma le piu' semplici regole dell'andar per mare. Forse altri le avrebbero chiuse, forse no. Di certo un certo impatto del genere avrebbe provocato danni non certo irrisori ma nemmeno devastanti in toto. Pacifico il fatto che le porte stagne che sempre dovrebbero restare chiuse in navigazione, spesso e dico spesso per non dire altro, sono aperte per facilitare il passaggio del personale, pero', credo che in determinati momenti delicati, visto che stanno li' appositamente possono essere usate. Di certo ne' io (visto che Marco mi ha domandato un parere) ne' tantomeno Schettino, ne' altri possiamo sapere cosa sarebbe successo se avesse colpito di prora. Pero' di solito ci si insegna che se non si riesce ad evitare una collisione con una nave o altro, si dovrebbe andare a toccarsi con il minor angolo possibile. Quindi traete voi le conclusioni del mio discorso...

    P.s. lui ha "sbagliato" su certe cose. Questo sì, forse la gente e l'opinione pubblica l'ha condannato per aver abbandonato anzitempo la nave e le persone sopra!
    Questo e' il corrispondente pensiero quando si parla di lui. Tolte le famiglie coinvolte, 90 su 100 se sondi il terreno, capisci, specialmente tra gli addetti ai lavori, tutto sommato, gli hanno "perdonato" l'urto ma non il dopo.

  8. #8
    Utenti
    Data Registrazione
    16-02-2010
    Messaggi
    187

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    domanda.. ma le porte stagne, in quanto tempo si chiudono? 1 minuto dal comando di chiusura? meno di un minuto?

  9. #9
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Penso che sia giusto il provvedimento odierno nei confronti di Schettino e attendo come ho atteso e previsto le parole di questo memoriale, anche ciò che racconterà sul fatto che non è risalito a bordo dopo l' inevitabile sbalzo fuori bordo.
    Questo è un quesito che mi ha attanagliata fin dall'inizio di questa vicenda, mi sono sempre chiesta " Come mai Francesco non hai cercato di risalire? "
    " Come mai in quel momento di sicuro panico , durante il quale avrai visto scorrere davanti ai tuoi occhi l'intera tua vista e l'hai vista affondare come parte della tua nave, repentinamente come mai ti saresti aspettato di vedere, come mai Francesco non hai messo il giubbotto di salvataggio quasi come a dire voglio morire, anzichè indossarlo per essere li pronto in caso fossi utile a qualcuno, come mai non hai trovato la forza di riprendere in mano la situazione e di ritornare ad essere il Comandante Schettino di Costa Concordia , il Comandante che guidava le navi per passione e con grande dimestichezza ?

    Chissà Francesco se ora spaziando su internet ci stai forse leggendo, in fondo liveboat è nato anche da una tua idea, la prima vera diretta da una nave l'ho effettuata con te e da quel momento sono diventate la mia passione, se ci stai leggendo, ti dico che fin dalla notte del 13 gennaio, ho sempre sostenuto che si dovesse attendere l'esito del processo e soprattutto sentire le tue spiegazioni, ma ho anche sempre pensato conoscendoti anche solo un pochino, che la tua vita è finita quella notte e che mai riuscirai a scordare tutte le vittime e soprattutto la bimba, perchè so quanto amassi i bambini , non so nemmeno come tu abbia fatto a superare il giorno del suo funerale.

    Un caro saluto da un'amica che è rimasta tale.

    Rosalba
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  10. #10
    Special User L'avatar di FrancyBB
    Data Registrazione
    08-04-2010
    Località
    Parma
    Messaggi
    704

    Re: Revocati arresti domiciliari a Schettino

    Piuttosto è stato il mio fiuto, il mestiere, il saper riconoscere il mare a farmi fare quella sterzata repentina a dritta.


    scusate ma a me questa frase fa ridere!!! il fiuto????? ma nn ci vuole un lupo di mare a capire che una nave cosi nn puo' stare cosi vicina alla costa!!!!!!!!!!!!!!!!!!persino mia figlia di 4 anni lo capirebbe ceh e' una cosa fuori dal normale!!!! era meglio che invece di fiutare l'aria si fosse tenuto alla distanza giusta e nulla sarebbe successo
    2009-COSTA FORTUNA-ISOLE GRECHE
    2010-COSTA SERENA-PANORAMI D'ORIENTE
    2011-COSTA SERENA- PROFUMI DI MEDITERRANEO
    2012-COSTA LUMINOSA-LE TERRE DEI VICHINGHI
    2013-COSTA MEDITERRANEA-VERDE LIME

Pagina 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato