Pagina 15 di 47 PrimaPrima ... 5131415161725 ... UltimaUltima
Risultati da 141 a 150 di 461

Discussione: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

  1. #141
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ..
    Daniela
    dabi
    moderatore

  2. #142
    Moderatore L'avatar di berto
    Data Registrazione
    30-06-2012
    Località
    Alta Padovana
    Messaggi
    3,881

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Costa Deliziosa sta entrando adesso nel canale di Panama!!
    Alberto
    Moderatore

  3. #143
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ma grazie Berto !!
    che piacere sapere che segui!! un baciooo
    Daniela
    dabi
    moderatore

  4. #144
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    - IL FAVOLOSO CANALE DI PANAMA.
    - Fin dai tempi delle scuole medie, ma anche dopo, alle superiori, ogni volta che mi era capitato di studiare l'America Centrale, la mia fantasia giovanile è sempre stata attratta da questo fantastico argomento, un po' sogno, un po' leggenda, un po' trionfo dell'umano ingegno e dell'ardimento tecnologico. Era comunque da sempre uno dei luoghi che mi sarebbe piaciuto vedere dal vivo.
    Ed ora questa opportunità mi si è finalmente presentata; magari un po' tardi, ma pur sempre ancora abbastanza in tempo per godermelo in tutti i suoi fantastici aspetti.
    La nostra nave avvista i due fari d'ingresso del lato Atlantico del Canale alle 4,30 del
    mattino, ora locale.
    E' ancora molto buio; l'alba è ancora lontana e la notte é senza luna. Non senza stelle pero' che brillano numerose nella volta celeste, limpida come solo si può vedere in alta
    montagna o qui ai tropici. La differenza è solo nella temperatura che in questo angolo di
    mondo è parecchio elevata.
    La rada antistante l'ingresso del canale è affollata fino all'inverosimile da ogni sorta di
    naviglio commerciale di ogni categoria e tonnellaggio, in attesa del turno di chiamata.
    Conto con una buona approssimazione oltre 60 navi di grosso tonnellaggio. Sono quasi
    tutte molto illuminate. Solo poche, quelle più piccole, si evidenziano esclusivamente attraverso i fanali di via. Lo spettacolo è veramente imponente e non posso neppure lontanamente paragonarlo a situazioni di affollamento viste e riviste tante volte nei punti
    cruciali del Mediterraneo, del Mar Rosso, del Mar Nero e dei pur trafficatissimi stretti di
    Messina, del Bosforo, di Gibilterra che ho avuto occasione di percorrere anche di recente.
    Calcolando l'alto numero delle navi in attesa e, tenendo conto che solo due navi per volta
    possono ingaggiare il Canale, per giunta a senso alternato, mi assale un senso di viva inquietudine. Per smaltire tutto questo traffico ci vorranno alcuni giorni. Senonchè vengo
    a sapere che il traffico del Canale è regolamentato secondo un rigoroso ordine di prenotazione rispetto al quale le navi passeggeri hanno speciali diritti di "precedenza".
    Una specie di corsia preferenziale; meno male !!!
    Infatti, a dispetto dei dubbi iniziali, ecco arrivare alle primissime luci dell'alba la veloce
    barca-pilota che si affianca a Deliziosa con manovra elegante ed inizia l'ingaggio del
    Canale. L'avventura comincia.
    Parlare del Canale di Panama con efficacia senza sbrodolarsi nelle espressioni ammirative non è compito da poco. Farò almeno un tentativo.
    La struttura ciclopica, capace di far superare ai giganti del mare il dislivello di 28 metri consta di 3 chiuse sul lato Atlantico e di 3 sul lato Pacifico. Gli scafi possenti, grandi come palazzi, salgono magicamente, in 3 riprese, sollevate dall'acqua, di 28 metri. La differenza appunto fra il livello dei due oceani ed il lago artificiale che si trova al centro dell'istmo dell'America centrale; proprio nel punto più stretto.
    Una volta superato questo dislivello entrano nel immettono nel lago artificiale, vastissimo color giallo ocra, la cui superficie è grande come tutta la Lombardia.
    La natura intorno è selvaggia, quasi primordiale. Il lago che raccoglie per mezzo di una diga le acque del fiume, si presenta al navigatore con una miriade di insenature, di isolette, di cale e calette naturali di bellezza incredibile. Se non fosse per il colore giallo
    intenso dell'acqua, si potrebbe dire che questo paesaggio non ha molto da invidiare agli
    splendidi fiordi scandinavi di cui peraltro ho un recentissimo indimenticabile ricordo.
    Tutt'intorno alle coste di questo lago domina una vegetazione selvaggia che arriva a lambire le acque. In prevalenza si tratta di mangrovie, basse, impenetrabili, protegggono
    le rive del lago con le loro solide radici. Qua e là rare palme da cocco, spuntate chissà come, mostrano l'eleganza delle loro foglie frangiate. Un paesaggio di bellezza unica che
    sfila lungo i bordi di Deliziosa, incantando naviganti e passeggeri.
    Il lago è completamente disabitato. La navigazione è rigorosamente regolata da corsie di
    percorrenza, in entrambi i sensi, dalla presenza di mede colorate, rosse e verdi, secondo
    le norme internazionali della navigazione. Costituiscono l'autostrada del lago che viene delimitata appunto da questo tipo di segnalazione, ma non solo.
    Sulle rive si incontrano ogni tanto delle radure ricavate dal disboscamento delle fitte mangrovie. Vi si ergono, ad interrompere la continuità di quella bassa foresta, dei piloni
    bianchissimi di altezza variabile fra i 15 ed i 20 metri. Questi piloni che sembrano dei piccoli fari bianchi, sono allineati a coppie in senso perpendicolare rispetto alle rive.
    Servono alla navigazione lacustre, facilitando con il loro allineamento la direzione degli
    scafi in transito per evitare i bassi fondali e garantire, con le mede già descritte la sicurezza della navigazione. ll principio è semplice: si allinea la prua della nave con la retta ideale che unisce i due piloni ed il gioco è fatto. Semplice no ?
    Durante la navigazione del lago giallastro, durata circa 5 ore, incontriamo alcune draghe
    in azione per garantire la profondità dei fondali ai mostri d'acciaio che, a pieno carico superano i 20 metri di pescaggio; un'esagerazione.
    Deliziosa no, pesca solo 4,5 metri che non sono pochi, ma 20 e più metri sono veramente moltissimi. Sono peraltro necessari alla stabilità. degli scafi, alcuni del quali, i porta container, per esempio, quando ci sfilano accanto sono tanto imponenti da causare a noi
    che stiamo sulle murate della nostra nave, un senso di oppressione e di timore.
    Ma anche Costa Deliziosa non scherza; con i suoi 10 ponti ed l'imponenza della sua mole bianchissima suscita, dovunque attracchiamo ed anche durante la navigazione, moltissima
    ammirazione. Lo si deduce chiaramente dalle espressioni ammirate delle genti incontrate
    sulle banchine dei porti. Insomma, la marineria italiana si fa onore; a dispetto dei coglioni che per stupido esibizionismo, combinano casini come al Giglio.
    Alla fine del lago ci aspettano due chiuse che scenderemo quindi per ritornare al livello dell'oceano, il Pacifico questa volta, per poi dirigerci su Puerto Vallarta in Messico, dove
    arriveremo dopo tre giorni di navigazione in aperto oceano. Si', perchè da queste parti, ancor più che in Atlantico, le distanze si misurano tecnicamente in miglia marine, ma in
    pratica in giorni di navigazione.
    Eccoci quindi arrivati alle chiuse del lato Pacifico. La procedura è identica a quella dell'entrata. I locomotori elettrici disposti sui possenti moli delle chiuse si affiancano alla
    nostra Deliziosa; agganciano i robusti cavi di traino e, dolcemente, fanno avanzare lo scafo, due per ogni lato e, in totale sicurezza, loia fanno avanzare o lo frenano quando necessario per tenerlo ben saldo al centro della chiusa che frattanto si riempie o si svuota
    secondo le procedure. Uno spettacolo imponente sia perchè insolito, sia perchè ci parla
    della genialità umana che, se usata per finalità di progresso, non può non suscitare ammirazione.
    Mi colpisce un particolare che mi era sfuggito all'entrata del canale: dalla nostra cabina,
    a poppa estrema, osservo la mole impressionante di una enorme nave-garage che ci segue nell'attraversamento del Canale. E' dovuta rimanere, per ragioni di dimensioni, oltre
    la chiusa occupata da noi. Quindi, ora che si trova nella chiusa superiore, incombe su di noi con aspetto francamente inquietante, come un palazzo collocato su un costone ripido
    sopra un altro palazzo più basso. Solo che qui il costone è costituito un'enorme massa liquida trattenuta da una chiusa che, per quanto imponente e robusta, se dovesse cedere, causerebbe una catastrofe che, al confronto, quella del Giglio sarebbe poco più che una
    bazzecola. Per fortuna questa sensazione dura poco. Noi siamo già scesi frattanto a livello del Pacifico e l'immensa nave-garage con la sua forma tozza e minacciosa, sta scendendo a sua volta con grande rapidità, per guadagnare il Pacifico e poi proseguire per la sua rotta, per chissadove.
    Abbiamo frattanto fatto venire l'ora del tramonto; Deliziosa si rimette in rotta verso Puerto Vallarte nel Messico occidentale con le macchine a tutta forza. Ci vorranno due interi giorni di navigazione. Avremo modo cosi' di riposare un po'.
    Daniela
    dabi
    moderatore

  5. #145
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    fotooooo
    Daniela
    dabi
    moderatore

  6. #146
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ...
    Daniela
    dabi
    moderatore

  7. #147
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ....
    Daniela
    dabi
    moderatore

  8. #148
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ......
    Daniela
    dabi
    moderatore

  9. #149
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    .....
    Daniela
    dabi
    moderatore

  10. #150
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ....
    Daniela
    dabi
    moderatore

Pagina 15 di 47 PrimaPrima ... 5131415161725 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato