Pagina 5 di 47 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 461

Discussione: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

  1. #41
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Citazione Originariamente Scritto da Serena87
    In effetti mi sembravano troppi giorni di crociera...
    Appunto: ha compiuto dal 28 dicembre al 7 gennaio un itinerario da 10 notti, una falsariga di quello settimanale che stava facendo e aveva in programma il resto della stagione invernale (ad anello nel mediterraneo occidentale), solo con alcuni porti in più e soste più lunghe (es. invece che la mattina a Palma e il pomeriggio del giorno dopo a Tunisi aveva la giornata intera a Palma e intera a Tunisi intervallate da un giorno di navigazione).
    Mi pare di ricordare fra l'altro che i due giorni successivi, a Marsiglia e Barcellona, fossero assieme Deliziosa e Concordia, poi Concordia ha tagliato per Palma e Deliziosa verso l'Atlantico ... immagino che per i passeggeri di Deliziosa il fatto di trovarsi per tre giorni consecutivi affiancati a Concordia abbia creato un certo legame che deve aver reso ancora più dura accettare l'accaduto, solo pochi giorni dopo ...

  2. #42
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Anche a te ti e' andata bene... va!

  3. #43
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Be dai, io ero su Deliziosa ... però se ripenso a quel 28 dicembre, e pensare che avevo avuto più attenzioni su Serena, molto più vicina a noi di Concordia, che dal ponte 3 di Deliziosa si vedeva a malapena ...

  4. #44
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Sì, scusa mi sono confusa. Lapsus...

  5. #45
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Fra l'altro a me Concordia ha sempre messo addosso un velo di tristezza: c'avevo fatto una crociera 6 anni fa e proprio in quei giorni avevo subito un lutto, ne avevo già parlato qualche tempo fa.
    Infatti quando gli anni dopo l'ho incontrata mi ha sempre fatto uno strano effetto.

    Fra l'altro ricordo un aneddoto di quella crociera (metà gennaio 2007, esattamente 5 anni prima del tragico epilogo): all'incontro sul dietro le quinte qualcuno chiese al comandante (moretti, ora responsabile dei comandanti), se Concordia sarebbe mai potuta affondare, paragonandola al titanic (ora mi chiedo, ma questo signore era un veggente?) Risate generali e imbarazzo da parte del comandante il quale rispose che tutto era possibile, anche se molto remota come cosa.

    Aggiunse poi, a mio avviso in maniera presuntuosa, che il titanic era una carretta. Io credo che ogni nave (parlando di ammiraglie come potevano essere titanic o Concordia) sono la massima espressione della tecnologia del proprio tempo, magari fra 100 anni le navi avranno uno scafo intelligente, in grado di prevedere pericoli a distanza, ma se ci sarà una mente umana che forzera' la tragedia nulla sarà evitabile, sarebbe più corretto dire che a volte la mente umana può diventare una carretta ...

    Scusate la digressione Su Concordia in un argomento che parla di giro del mondo, ma per me, e penso nella mente dei giromodisti, questi due avvenimenti saranno sempre concatenati l'un l'altro.

  6. #46
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Il Titanic a confronto con l'epoca in cui era stato progettato e in cui navigava non era affatto una carretta...
    Anzi... all'epoca era un fiore all'occhiello paragonabile a Concordia e similari che navigano in questa era (sempre metaforicamente parlando...).
    Credo che non sapesse cosa rispondere a sto punto nell'imbarazzo della domanda postata ma ha fatto una gaffe. Non me ne voglia.

  7. #47
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Probabile, del resto sai, hai davanti centinaia di persone che a seguito di una risata inizia a riflettere .... Anche se allora il clima era più disteso di adesso e certe cose sì davano praticamente a probabilità zero, un comandante non avrebbe mai potuto dire "state tranquilli che non succederà, ve lo do al 100%" anche se magari all'epoca la sì pensava davvero così.
    Presumibilmente avrà cercato nella sua mente una frase da dire tale da passare il messaggio dell'esclusione assoluta pur senza dirlo, e gli è uscita questa trovata qua ...

    Ricordo, sempre su Concordia, uno spettacolo che mi aveva inorridito: i ragazzi dell'animazione a teatro avevano inscenato un musical proprio Sull'affondamento del titanic, sfondo titanic in verticale contro un iceberg e Sti ragazzi con salvagente a paperella naufraghi in mezzo al mare (realizzato con un telone azzurro) cantare la canzone di celin dion .... Anche se, ripeto, allora era inconcepibile che una meganave affondasse, Lo trovai molto di cattivo gusto, oltre che irrispettoso ...

    Come vedete stasera sono in vena di ricordi tema Concordia!

  8. #48
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: R: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Complimenti a tutti per il magnifico reportage di oggi. Grazieeeee brava Serena belle foto!!!
    Sono in procinto di imbarcarmi per Gran Canaria da Barcellona.

    Inviato dal mio GT-N7000 con Tapatalk 2
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  9. #49
    Moderatore Globale
    Data Registrazione
    01-08-2010
    Località
    Veneto
    Messaggi
    5,671

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    28/12/2011. PARTENZA! IL PRIMO VERO GIORNO DELLA CROCIERA INTORNO AL MONDO.

    - Dopo la sosta ad Ajaccio, Costa Deliziosa, con un balzo di sole 162 Miglia, una vera "passeggiata rilassante", approda a Savona. Sono le 06,30; abbiamo quasi due ore d'anticipo sull'orario previsto dalla nostra tabella di marcia.
    No, non si tratta di errore di calcolo o di valutazione degli Ufficiali di rotta. Semplicemente il calcolo era stato fatto su una previsione di tempo molto perturbato, quindi di mare particolarmente avverso; invece tutto liscio come l’olio. Beh, meglio così'.
    Alle 9 arriva puntualmente sotto bordo, mio nipote Alberto che mi accompagnerà in giro con la sua macchinetta a fare le ultime commissioni prima di chiudere l'anno.
    Alcune di queste commissioni riguardano l'elettronica che voglio portarmi appresso: l' iPhone, il computer, l’iPad e tanto altro ancora; un’abbuffata di tecnologia che spero poter utilizzare al meglio delle mie peraltro scarse conoscenze in materia.
    La mattinata trascorre veloce, con una puntatina fino a casa a far cose urgentissime, lasciate in sospeso.
    Nel primo pomeriggio rientro in Porto a Savona, grazie ad un passaggio in auto delle sorelle Scarrone, simpatiche amiche finalesi con le quali condivido la passione delle crociere. Ho promesso loro di inviare una specie di report giornaliero via Web sugli eventi del "viaggio".
    All’interno del Porto si vive un clima da grandi eventi, come non accadeva da anni. Vi sono all'ormeggio, in contemporanea, fatto abbastanza insolito, Costa Concordia; Costa Serena e la nostra Costa Deliziosa. Uno spettacolo imponente per la mole delle navi, ma anche per tutto ciò che vi gira intorno.
    Il clima, ancora natalizio, è quello delle grandi occasioni. Costa Deliziosa, la nostra nave appunto, occupa l'attracco centrale del modernissimo e accogliente Terminal di Costa Crociere. Un posto d’onore che le compete di diritto, data l'importanza del programma del viaggio intorno al Mondo. Tutto il Terminal è addobbato a festa. Dire che il traffico sotto bordo alle navi è frenetico, è sicuramente riduttivo.
    Nugoli di passeggeri affannosi, scesi dai pullman e dai loro mezzi privati, sciamano come formiche verso le tre navi, in un clima di pittoresco disordine, causato soprattutto dall’incertezza sul nome della nave su cui imbarcare. Molti, infatti, alla loro prima esperienza marinara, sono quasi intimiditi dalla mole degli scafi bianchi che sovrastano lo scenario portuale con imponente invadenza.
    Sotto il porticato d’accesso al Terminal una banda di suonatori, paludati in lunghi costumi rossi, suona a perdifiato davanti all'ingresso principale, contribuendo non poco ad aumentare l’atmosfera e la confusione, in un clima già caotico e festaiolo, che avvolge tutto e tutti: operatori, passeggeri e gli immancabili accompagnatori.
    Ad accrescere tanto simpatico marasma ci pensano gli scanzonati ragazzi dell’équipe d’animazione di bordo. Si agitano burlescamente tutto intorno, trasmettendo il contagio della loro esuberante giovinezza.
    Molti di questi giovani scatenati figuranti, in costumi ed abbigliamento di epoca "colombiana", evocano la scontata metafora della "scoperta del nuovo Mondo".
    Trasportano ed ammucchiano, da un punto all'altro dell'atrio, cataste di bauli di scena, peraltro rigorosamente vuoti, evocando efficacemente il clima che ai tempi di Colombo doveva svolgersi intorno alle caravelle in partenza, con tutta la confusione e l’emozione del caso.
    In ogni angolo del Terminal s’incrociano altri figuranti; persino una graziosissima suonatrice d'arpa, avvolta in uno splendido e ricchissimo costume d’epoca. Lo spettacolo è veramente intrigante e l'atmosfera che ci circonda è "travolgente". Sembra di essere nel “cast” di un film.
    Il caos generale è tale che, nell'inevitabile confusione, un paio di passeggeri cadono maldestramente sulla scala mobile che porta alla nave, procurandosi ferite e contusioni. Uno dei due, quello più seriamente infortunato, è addirittura costretto a rinunciare alla partenza, imprecando e “smoccolando” come uno scaricatore livornese alla sua malasorte. Viene trascinato via, quasi a forza, dai parenti in evidente stato di alterazione mentale. Le sue imprecazioni superano il frastuono e si mescolano alla musica ed al vocio da mercato ortofrutticolo che fa da sottofondo.
    Molti degli astanti, ed io fra questi, pensando che poteva capitare a noi, compiono gesti rituali scaramantici facilmente intuibili.
    L'ora della partenza si avvicina rapidamente; le operazioni a terra e a bordo accelerano il ritmo sempre più freneticamente e, finalmente, Costa Deliziosa, dopo aver mollato gli ormeggi, con puntualità cronometrica alle 18, s’allontana dalla banchina in un tripudio di suoni, saluti, musiche, fazzoletti agitati da bordo e da terra. Le “murate” della nave sono bersagliate da raffiche dei lampi di centinaia di fotocamere. Segue un imponente lancio di palloncini bianchi ai quali i viaggiatori legano cartoncini dei loro desideri e dei pensieri bene auguranti. Anche noi aderiamo con enfasi a questo rito propiziatorio, magari aggiungendo qualche ulteriore “toccamento” scaramantico; non si sa mai!
    Costa Deliziosa si avvia lentamente verso l'imboccatura del porto savonese, salutando la Città con il rituale triplo rombante saluto delle navi in partenza. Un lungo brivido di emozione ci percorre la schiena.
    Le altre navi che partiranno subito dopo di noi: "Concordia" e "Serena", sono ancora attraccate ai loro ormeggi e ricambiano il saluto con altrettanto rumore. Tutta l'area portuale diventa un trionfo assordante di suoni, gravi e possenti, ma sempre molto suggestivi. Sono certo che nessuno, proprio nessuno dei cittadini savonesi, di fronte a tanto avvincente spettacolo, oserà protestare per il rumore.
    A bordo di Deliziosa la festa impazza: al ponte nove, quello delle piscine e dei grandi eventi di bordo all’aperto, si librano nell'aria musiche, canti, balli, coriandoli e palloncini multicolori, in una fantasmagoria degna di un avvincente film d'altri tempi. Mi vien quasi la tentazione di evocare l'atmosfera della partenza del Titanic. Ma la scaccio subito, anzi eseguo un breve “ritocco”; porta troppo "sfiga".
    I ragazzi e le ragazze dell'animazione di bordo, in costumi di varia foggia, pre e post-colombiana, invadono e travolgono simpaticamente tutti quanti si trovano sul ponte, gremitissimo, coinvolgendo passeggeri e membri dell'equipaggio in un vortice di musiche, danze, canti, abbracci e persino qualche lacrima di commozione da parte dei più sensibili, che fa tanto “atmosfera”.
    La grande avventura è iniziata: il mare, anzi i mari del mondo, si aprono davanti alla nostra prora. Domani faremo scalo a Marsiglia per caricare i passeggeri francesi. Mondo, preparati, stiamo arrivando!
    marcatusso


  10. #50
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Buon viaggio Ro, in qualche modo stai anticipando l'itinerario dei giramondisti!!!

Pagina 5 di 47 PrimaPrima ... 3456715 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato