Pagina 7 di 47 PrimaPrima ... 5678917 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 461

Discussione: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

  1. #61

    Data Registrazione
    17-02-2010
    Località
    Monaco
    Messaggi
    5,283

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Mi avete beccato
    Eugenio

  2. #62
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,385

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Eugenio, sei tu uno dei due ragazzi a bordo!??!!?

  3. #63
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    oggi Barcellona ,
    si salpa alle 16,30.
    Daniela
    dabi
    moderatore

  4. #64
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    - BARCELLONA.
    Al nostro risveglio scopriamo piacevolmente che Deliziosa è già all'ormeggio. Non ci siamo
    accorti di nulla, tanto è stata delicata la manovra d'attracco; non il più lieve rumore; non la
    più piccola scossa. Evidentemente l'equipaggio tiene in somma attenzione il confort per i
    passeggeri.
    Personalmente non avrei molto da dire su Barcellona. La conosco da troppi anni e ci sono
    venuto forse una quindicina di volte. A mio parere, se non la più bella è una delle più belle città del Mediterraneo. Sicuramente più bella di Marsiglia che abbiamo appena lasciato.
    Ciò che mi attrae maggiormente di questa città, è la sua straordinaria armonia urbanistica
    che riesce a coniugare senza sbavature la parte antica e storica con quella moderna e razionale. Un'armonia ed un equilibrio ben difficili da raggiungere senza contrasti.
    Sbarcando, attraversiamo la modernissima stazione marittima che sembra la gemella di
    quella di Savona; solo un po' più grande. Pare quasi che siano state disegnate dalla stessa mano. E chissà che non sia così .
    Un altro elemento di rilievo è la dimensione d'impatto degli spazi di "accoglienza". Il "water-front", cioè il fronte del porto, accoglie il visitatore con un aspetto accattivante che
    sembra mettere immediatamente a proprio agio chiunque vi transiti. L'imponenza degli edifici storici, recentemente recuperati ed armonizzati con l'imponenza del monumento
    a Colombo che svetta in tutta la sua ardita altezza con sulla sommità la rappresentazione
    profetica del sommo Navigatore con la potenza del suo braccio proteso ad occidente ad
    indicare il suo ardito progetto di rotta ad occidente per raggiungere le Indie. Una rivoluzione culturale ed esplorativa che avrebbe, come tutti sanno, cambiato il mondo.
    Ciò che mi imbarazza di questo argomento, ormai vetusto e ritrito, è la pretesa di Barcellona e di tante altre città europee è di volersi attribuire la "paternità" della nascita
    di Colombo; una polemica che non risolve assolutamente nulla e che non toglie una sola
    virgola alla grandezza del personaggio.
    Decidiamo, per la prima volta, dopo tanti anni di frequentazione di Barcellona, di salire
    con l'ascensore fino alla sommità del monumento. Esperienza avvincente anche se frustrata da una ingiustificata, estenuante attesa dovuta ad una troupe televisiva che stava monopolizzando la torretta oltre ogni tollerabilità.
    Lo spettacolo che si presenta agli occhio del visitatore del monumento è avvincente non
    tanto per l'altezza (circa 50 metri), quanto per l'angolazione della visuale. Anche dal monte
    Tibidabo, molto più alto, si gode di un panorama bellissimo, ma quello del monumento a Colombo è una specie di "sensazione di dominio" a 360 gradi sulla città, dal centro stesso della medesima. Una sensazione paragonabile a quella che si prova anche dalle guglie del Duomo di Milano o dalle Torre degli Asinelli a Bologna.
    Breve giro sulla Rambla, sempre bellissima anche in pieno inverno; affollatissima, come
    in estate e rallegrata dalla teoria interminabile dei "mimi" che competono fra loro in una
    simpatica gara per attrarre l'attenzione del turista o anche del comune passante.
    A metà circa della Rambla, sulla sinistra salendo, visitiamo il mercato alimentare, sempre
    bello e fascinoso nella sua varietà. Anche qui l'accostamento con Genova con il suo
    Mercato orientale che si colloca a metà di via XX Settembre. Un trionfo di colori ed odori
    che attraggono i visitatori. Oggi questo magnifico mercato di Barcellona è reso ancor più
    bello ed attraente dagli addobbi delle festività natalizie ancora in corso. I banchi del pesce
    sono quanto di più vario si possa immaginare. Al confronto i banchi dei nostri mercati non
    possono sicuramente reggere il confronto.
    Fra Rambla e mercato abbiamo fatto venire l'ora di pranzo e, anziché proseguire fino a Plaza de Cataluna, decidiamo di fare una capatina a Barceloneta, il quartiere dei ristoranti di pesce, un tempo il più rinomato della città. La simpatica tassista che ci accompagna sul posto lavora da troppo poco tempo in questa città e non é in grado di darci indicazioni.
    Andiamo alla ventura e, tutto sommato, ci va bene. Ottimo cibo, porzioni abbondanti, prezzi più che onesti.
    Visto che il tempo per il rientro alla nave è più che sufficiente, decidiamo di percorrere a piedi i circa quattro chilometri che separano Barceloneta dall'ormeggio di Deliziosa.
    Decisione quanto mai azzeccata. Attraversiamo il quartiere di Barceloneta, mantenedo
    il "water front" ossia il bordo del mare. Si intravede in distanza il pilone del monumento a Colombo che abbiamo visitato stamane. Sarà il nostro punto di riferimento dato che si vede praticamente dappertutto. Il quartiere è stato completamente ristrutturato con criteri urbanistici di grande razionalità e di gradevolissimo impatto. Il porticciolo turistico, zeppo
    fino all'inverosimile di imbarcazioni da diporto sembra contraddire la situazione di grave
    crisi economica in cui anche la Spagna, non meno che l'Italia si sta dibattendo. Anzi, a
    ben vedere, la Spagna dovrebbe trovarsi in condizioni anche peggiori, visto che il suo tasso di disoccupazione è esattamente più del doppio rispetto a quello dell'Italia.
    Tornando alla descrizione del sito che stiamo attraversando, c'è da rilevare che anche
    i grandi edifici che sono stati realizzati per completare i servizi si armonizzano alla perfezione con l'ambiente turistico-portuale che stiamo visitando. Penso, senza nulla togliere al grande urbanista Renzo Piano, che lui stesso non avrebbe potuto fare di meglio. Il nuovissimo quartiere è collegato a quello del vecchio porto commerciale, peraltro
    totalmente rinnovato, con un imponente ed armonioso ponte levatoio che oggi si presenta come un'affollatissima passeggiata di gente festosa in vista dell'imminente capodanno.
    Cosi', passo dopo passo, approdiamo al già nominato piazzale del monumento a Colombo
    dove ci aspetta l'autobus navetta che ci riporta a bordo di Deliziosa.
    Lasciamo Barcellona alle 18, con assoluta puntualità sull'orario previsto. Non posso nascondere un po' di nostalgia per questa amatissima città che, lo confesso, sento un po'
    anche mia.
    Deliziosa prende il largo pigramente, dirigendo la prora su Gibilterra dove transiteremo domani in serata, alla volta di Madeira. La nostalgia rientra abbastanza presto, La vita
    di bordo ci riassorbe con tutte le sue irrinunciabili attrattive.
    Daniela
    dabi
    moderatore

  5. #65
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    .....
    Daniela
    dabi
    moderatore

  6. #66
    Articolista
    Data Registrazione
    12-04-2010
    Località
    Italia
    Messaggi
    5,313

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Come non sentirsi a casa a Barcelona. All'arrivo dal mare sembra quasi di essere coccolati in un abbraccio di benvenuto...

  7. #67
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: R: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    Un bellissimo diario che mi sto godendo anche io.
    Vedrete man mano che prosegue quante foto e video che ha inviato Italo. Tanti luoghi fantastici

    Inviato dal mio GT-N7000 con Tapatalk 2
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  8. #68
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    grazie Serena , la tua esperienza e' importantissima in questo diario!!
    Daniela
    dabi
    moderatore

  9. #69
    Utenti
    Data Registrazione
    16-05-2010
    Messaggi
    70

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    ..Mamma mia il giro del mondo prima o poi quando sarò anziana lo dovremmo fare .....
    Bacioni :K

  10. #70
    Moderatore L'avatar di dabi
    Data Registrazione
    11-11-2011
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    5,334

    Re: Il Giro del Mondo di Italo e Franca - 2012

    si potrebbe fare come Martina.. un barattolo " salva crociere" dove mettere piano piano tante monetine...

    chissa' a ora di andare in pensione...
    Daniela
    dabi
    moderatore

Pagina 7 di 47 PrimaPrima ... 5678917 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato