MSC Crociere e le iniziative culturali, a bordo delle navi e con le celebrazioni per il centenario del museo "G.Doria"
12 giugno 2013

A cento anni dalla sua inaugurazione, l’austero edificio costruito per ospitare il Museo di Storia Naturale, ha intenzione di non passare inosservato e di rendere vivace e accattivante anche la presentazione esterna, dopo un lungo lavoro sulle 24 grandi sale dell’esposizione permanente.

Questo progetto, realizzato grazie al sostegno economico di Coop Liguria e Msc Crociere, attraverso una comunicazione semplice ed efficace, permette al Museo di “rivelare” all’esterno i propri contenuti, superando lo spazio limitato delle sale e continuando oltre l’orario di chiusura.

La facciata del Museo viene perciò animata e colorata con grandi stampe su tela da esterni microforata su cui sono rappresentati animali che compongono scene tratte dalle favole di Esopo, Fedro e Perrault.

Le stampe sono collocate sulle finestre, montate su una struttura metallica molto semplice, agganciata agli elementi di schermatura esistenti, permettendo al Museo di far parlare le sue finestre oggi cieche, pur continuando a proteggere i reperti dalla luce del sole.
La disposizione delle tele stampate è stata pensata su due ordini di finestre e sulle tre strade di percorrenza su cui affaccia il Museo (Via Brigata Liguria, Via Ippolito d?Aste e Via Macaggi).
Le finestre del Museo di Storia Naturale si aprono sulla città: per chi passa in macchina o in moto, per il passeggero del bus, per chi a piedi percorre le strade del centro intorno al Museo Doria; le persone saranno quasi “costrette” a soffermarsi su questa rinnovata immagine e saranno stimolate ad entrare e visitare il Museo che potrà diventare una meta importante anche per tutti coloro, turisti e cittadini, che non lo conoscono ancora.
E’ stata inoltre progettata un’illuminazione notturna puntuale, che con una pennellata di luce regala una lanterna magica alla città.

Alcuni cenni storici
Il 17 ottobre 1912, in occasione della riunione annuale della Società per il Progresso delle Scienze, fu inaugurata l'attuale sede del Museo Civico di Storia Naturale di Genova.
La cerimonia vide affluire studiosi da tutto il mondo, ma non vi poté assistere Giacomo Doria, il suo fondatore nonché direttore, da tempo costretto all'immobilità dalla malattia che lo condusse alla morte il 19 settembre 1913.
Nella seduta pubblica del Consiglio Comunale del 25 novembre 1913 venne approvata la proposta di dare al Museo il nome del suo creatore e di collocarvi un busto alla sua memoria.

Il Museo Doria è uno dei più importanti in Italia ed è conosciuto in tutto il mondo scientifico per la ricchezza delle sue collezioni che comprendono più di 4,5 milioni di esemplari; oltre alla conservazione del ricco patrimonio, in Museo si svolge un?intensa attività di ricerca e di collaborazione con istituti e musei di tutto il mondo.

Il Museo ha un rilievo importante nella città e permette di esplorare la diversità biologica avvicinando animali di specie provenienti da ogni parte del pianeta; impressiona e affascina i bambini restando un polo attrattivo anche per gli adulti.

Comunicato MSC Crociere

Matteo