Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Iniziativa benefica a bordo di MSC Opera

  1. #1
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Iniziativa benefica a bordo di MSC Opera

    Chi desidera unire una serata a bordo di MSC Opera ad un gesto di solidarietà ?


    Solidarietà

    METTIAMOCI ALL’OPERA
    PERCHE’ LA LEUCEMIA DIVENTI CURABILE AL 100%


    Il 24 ottobre evento solidale finalizzato alla raccolta fondi contro le leucemie a bordo di MSC Opera
    con la partecipazione degli artisti di Zelig, di Edoardo Bennato e dello chef Filippo La Mantia.


    Genova, 19 settembre 2013 – E’ stato presentato questa mattina a Palazzo Tursi l’evento di solidarietà “Mettiamoci all’Opera” che si terrà giovedì 24 ottobre alle 18:30 a bordo della nave da crociera MSC Opera che per l’occasione resterà eccezionalmente ormeggiata a Ponte dei Mille nel porto di Genova fino alla mattina successiva.

    Organizzato da MSC Crociere e con il patrocinio del Comune di Genova, l’evento ha come fine la raccolta di fondi a favore della ricerca contro le Leucemie. I proventi derivanti dalla vendita dei biglietti saranno destinati all’AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma, ad AREO, che opera a favore dell’Unità Operativa Ematologia 1 dell’IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova, all’Unita Operativa Ematologia Clinica e Sperimentale dell’Istituto Giannina Gaslini ed al Comitato Maria Letizia Verga Onlus (il testo arriva) e serviranno per finanziare importanti progetti di ricerca contro la patologia.

    All’evento collaborano anche enti internazionali come PANCARE, gruppo di lavoro europeo che si occupa dello stato di salute dei ragazzi guariti da tumore sia attraverso interventi clinici che di ricerca scientifica, e SIOP Europe, associazione europea per l’oncologia pediatrica.

    “L’idea nasce dalla consapevolezza delle esigenze della malattia e dalla volontà quindi di contribuire in maniera concreta. La forza e la passione di un team di professionisti, che uniscono le proprie competenze per un evento che si pone come obiettivo la raccolta fondi per aiutare la ricerca sulla leucemia, la cura e l’assistenza del malato” ha affermato Daniela Picco, Head of on board Marketing di MSC Crociere.

    L’Avv. Sergio Bianchi, Presidente AIL Genova e Consigliere di Amministrazione dell’AIL Nazionale, ha sottolineato nel suo intervento: “Siamo onorati di essere parte integrante di questa importante iniziativa. Da oggi nella lotta contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma abbiamo un alleato in più: MSC Crociere. Ringrazio calorosamente l’organizzazione di questo evento perché sta mettendo al servizio della ricerca scientifica e della cura del malato ematologico, la competenza, l’esperienza e la sensibilità di un gruppo di persone veramente speciali, unite in una splendida gara di solidarietà”.

    “Siamo molto felici di dare un supporto a questa iniziativa di MSC Crociere e dell’Associazione Italiana di Leucemia – ha detto Carla Sibilla, assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova – Ricordo che con MSC abbiamo attivato forme di collaborazione a diversi livelli che si sono sostanziate in progetti molto proficui, tra i quali il rifacimento della facciata del Museo di Storia Naturale Doria e gli itinerari per croceristi in città. Vorrei concludere ringraziando gli sponsor che hanno già aderito a questa iniziativa e invitando veramente tutti a partecipare, vista la buona causa dell'evento”.

    Gli ospiti a bordo, dopo un cocktail di benvenuto, potranno assistere nel teatro della nave ad uno spettacolo in cui si esibiranno gli artisti di Zelig capitanati da Katia Follesa che condurrà la serata e successivamente ad un concerto di Edoardo Bennato che si esibirà cantando alcune delle sue canzoni più famose. Ad intervallare i momenti dello show, saranno vari momenti di presentazione dell’iniziativa e la consegna degli “assegni” alle associazioni coinvolte.

    Dopo lo spettacolo, gli ospiti si recheranno presso i vari ristoranti della nave, dove verrà servita la cena con le ricette firmate dallo chef Filippo La Mantia. Successivamente sarà possibile proseguire l’indimenticabile serata scegliendo tra le molte attività ludiche disponibili a bordo, come la discoteca, il casinò o l’intrattenimento musicale nei vari lounge bar della nave.

    Per partecipare alla serata di beneficenza è possibile acquistare un biglietto di 200 euro senza pernottamento a bordo o di 250 euro con il pernottamento a bordo. Oppure è possibile fare una donazione sul conto intestato a «Mettiamoci all’Opera» presso la Banca Carige, Iban: IT67A0617501594000002322980.
    Info: http://www.mettiamociallopera.it
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  2. #2
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Iniziativa benefica a bordo di MSC Armonia

    A fianco del malato, a favore della ricerca
    'AIL - Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma, costituita a Roma l’8/04/1969 e riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica n. 481 del 19/09/1975, è impegnata da oltre 40 anni nella lotta contro le malattie del sangue con le 82 sezioni provinciali.
    Il ruolo fondamentale dell’AIL è l’attività svolta in simbiosi con i principali Centri di ematologia, sia universitari che ospedalieri, a favore dei malati per migliorarne la qualità della vita ed aiutarli nella lotta che conducono in prima persona contro la malattia.

    La Missione
    - Sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie ematologiche.
    - Migliorare la qualità della vita dei malati e dei loro familiari e aiutarli nella lotta che conducono in prima persona per sconfiggere la malattia.
    - Promuovere e sostenere la ricerca.


    L’importanza dell’Associazione al servizio del mondo ematologico e del malato, deriva dal duplice livello di presenza territoriale: nazionale e locale.
    A livello nazionale la visibilità dell’AIL sui principali organi di informazione, il lavoro svolto presso le più prestigiose sedi istituzionali, le iniziative su tutto il territorio, hanno determinato una grande attenzione alla lotta contro tali patologie.
    A livello locale, la diffusione capillare delle sezioni sul territorio di competenza, lo stretto rapporto instaurato con le strutture ospedaliere e universitarie e con le locali istituzioni hanno reso l’AIL un punto di riferimento insostituibile per i malati ed i loro familiari.
    I centri di ematologia in Italia, grazie anche all’AIL, operano a livelli uguali a quelli dei migliori del mondo e la ricerca scientifica ha permesso di raggiungere risultati straordinari.
    L’AIL ha fatto tanto e può fare ancora di più contro le leucemie, i linfomi e il mieloma grazie ai contributi di molti italiani che hanno sentito e sentiranno il bisogno di dare. Così, negli ultimi venti anni, grazie ai risultati straordinari della ricerca scientifica e di terapie sempre più efficaci - compreso il trapianto di cellule staminali - hanno reso leucemie, linfomi e mieloma sempre più curabili. Ma questo risultato non è sufficiente: il nostro obiettivo è curare al meglio tutti i pazienti aumentando, non solo la durata, ma anche la qualità della vita e la percentuale di guarigioni.

    L’organizzazione dell’AIL si basa sull’autonomia delle singole Sezioni provinciali e sul principio che i fondi siano spesi, là dove sono raccolti, nel più limpido dei modi, per gli obiettivi proposti: ricerca scientifica, assistenza sanitaria, formazione del personale.

    L'AIL:

    Finanzia il GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dell’Adulto), un gruppo cooperativo no-profit, composto da oltre 150 Centri di Ematologia presenti su tutto il territorio nazionale, che opera con l’obiettivo di identificare e divulgare i migliori standard diagnostici e terapeutici per le malattie ematologiche, al fine di aumentare le probabilità di sopravvivenza, di guarigione e di migliorare la qualità di vita dei pazienti. Il GIMEMA è conosciuto in tutto il mondo e i risultati delle ricerche che ha condotto sono stati pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche internazionali.

    Realizza “Case di Accoglienza” nei pressi dei maggiori Centri ematologici, per ospitare i pazienti che devono affrontare i lunghi periodi di cura, assistiti dai familiari.
    Ogni CASA AIL offre camera e servizio privato rispettando così l’esigenza di privacy a cui ciascun paziente e il suo familiare hanno diritto. Spazi comuni, nella maggior parte dei casi soggiorni-pranzo, terrazzi o giardini permettono tuttavia una vita di relazione, tanto più necessaria quanto più lunga e complessa è l’esperienza da condividere.
    Molto spesso sono presenti spazi-gioco per gli ospiti più piccoli al fine di contribuire al loro benessere offrendo stimoli positivi e di crescita emotiva seppur nel contesto della malattia.
    Grazie alle Case AIL si sono resi meno affollati i Centri ematologici e al contempo è aumentato il numero delle persone in grado di essere assistite da Centri lontani dalla loro abitazione.


    Organizza il Servizio di Assistenza e Ospedalizzazione Domiciliare che consente di evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa permettendo loro di migliorare la qualità della vita e di lottare al meglio contro la malattia, con l’aiuto dei familiari e dei veri amici.
    Tale forma di assistenza viene praticata da équipe multi - professionali (medici,infermieri, assistenti sociali, psicologi e volontari) che assistono il paziente a casa mantenendo un costante collegamento con l’ospedale dove il paziente è curato per la sua malattia ematologica.
    L’attività di tali équipe va attuata con una serie di interventi medici, infermieristici, psicosociali e riabilitativi utili per il benessere del paziente durante le varie fasi della malattia.


    Realizza scuole in ospedale, presso i reparti di ematologia pediatrica. Questi spazi permettono a bambini e ragazzi di non perdere il contatto con la realtà esterna continuando il loro regolare piano di studio.
    Le Scuole non hanno solo il compito di colmare quelle lacune che sono inevitabili con la degenza in ospedale, ma soprattutto di prevenire l'insorgenza di eventuali handicap psicosociali dovuti al distacco dai compagni, dall'aula di provenienza, dalla "vita prima".


    Realizza Sale gioco in ospedale. Si tratta di ambienti a misura di bambino, contenitori di giochi, luoghi dove un bimbo può trovare allegria, sensibilità, conforto, grazie alla presenza e al sostegno psicologico di operatori e volontari disponibili e preparati.
    L’intento del progetto è quello di orientare il bambino in un mondo che non sente più suo e condurlo a ritrovare la strada della sua vera identitàattraverso il gioco nelle sue varie forme (ricreativa, esplorativa e costruttiva).


    Aiuta i pazienti e i loro familiari offrendo i servizi necessari per affrontare, nel miglior modo possibile, la malattia che può durare mesi o, addirittura, anni. Ciò obbliga le famiglie a dover affrontare ingenti spese che in molti casi non possono
    sostenere. Le sezioni dell’AIL cercano di dare una risposta a questo problema stanziando i fondi necessari. Ma l’AIL dedica grande attenzione anche a quei pazienti che, essendo soli, sono impossibilitati a svolgere le mansioni più semplici. I volontari dell’AIL, o personale retribuito messo a disposizione dalle Sezioni, si recano presso il domicilio dei pazienti per aiutarlo nelle mansioni domestiche, nel disbrigo di pratiche o nell’esecuzione di commissioni varie.


    Promuove la formazione e l’aggiornamento di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio tramite l’erogazione di borse di studio, prestazioni professionali e contratti di lavoro a tempo determinato e indeterminato.


    Collabora a sostenere le spese per: il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di cellule staminali garantendo alti livelli di prestazione; la realizzazione o ristrutturazione di ambulatori, day hospital, reparti di ricovero; l’acquisto di apparecchiature, farmaci costosi o difficilmente reperibili, materiali di consumo ecc. L’attenzione al malato da parte dell’Associazione inizia direttamente nel Centro di ematologia universitario o ospedaliero, dove questo è seguito: grazie anche all’infaticabile opera dell’associazione, i Centri italiani operano a livelli uguali a quelli dei migliori del mondo. Questo permette ai malati e alle loro famiglie di evitare quei lunghi “viaggi della speranza” in Paesi esteri che nel passato erano necessari.


    Promuove “Seminari interattivi per i Pazienti” al fine di fornire loro la possibilità di un confronto diretto con gli specialisti del settore per ricevere le più aggiornate informazioni scientifiche sulla propria malattia. Gli incontri sono anche una preziosa occasione di scambio di esperienze.


    Negli ultimi 20 anni, grazie ai risultati straordinari della ricerca scientifica, terapie sempre più efficaci - compresi il trapianto di cellule staminali e i farmaci intelligenti - hanno reso le malattie del sangue sempre più curabili. Ma questo risultato non è sufficiente: il nostro obiettivo è di poter aumentare non solo la durata, ma anche la qualità della vita e la percentuale di guarigioni.


    L'AIL sul territorio
    • Le sezioni AIL sono attualmente 82.
    • I volontari sono oltre 22.000
    • I Centri, Divisioni, Servizi di ematologia sostenuti dall’AIL in Italia sono oltre 140.
    • Le Sezioni che dispongono del servizio di Casa AIL sono 33.
    • Le sezioni che svolgono il servizio di cure domiciliari sono 43.

    L’AIL si finanzia grazie ai contributi di cittadini e di aziende. In particolare:
    • In occasione delle campagne di raccolta fondi (“Stelle di Natale”, “Uova di Pasqua” e Giornata Nazionale).
    • Con iniziative straordinarie (concerti, rappresentazioni teatrali, partite di calcio ecc.).
    • Tramite spontanei contributi di cittadini.
    • Grazie al costante affiancamento di Aziende e Banche
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •