Crociere, nel 2020 i porti arabi a quota 1 milione di passeggeri

Abu Dhabi - Gli investimenti incentrati su nuovi terminal e su visti più veloci.

Abu Dhabi - Una nuova e più veloce procedura per ottenere il permesso Visa, facilita l’ingresso agli Emirati e ai paesi vicini, aumentando il traffico del settore crociere a Dubai e il turismo medico nell’emirato. Il nuovo visto ha effetto da fine agosto ed è stato pensato soprattutto per le crociere: Dubai è già home port di molte navi da crociera delle principali compagnie e gli Emirati si aspettano di ricevere non meno di un milione di passeggeri entro il 2020. Solo durante la scorsa stagione (da Novembre 2013 ad aprile 2014) Dubai ha accolto 300.000 crocieristi, di cui più della metà ha anche visitato Abu Dhabi e altre destinazioni nelle vicinanze. Per Hamad Bin Mejren, Direttore di Turismo d’Affari presso DTCM, il visto “riduce i costi per i passeggeri in arrivo a Dubai e consente lo sviluppo dei viaggi e delle escursioni anche nei paesi vicini”. Così, il nuovo visto consente ai viaggiatori provenienti da paesi come India, Cina, Russia, Brasile, Sud Africa di viaggiare in molti paesi del Golfo con un unico. I porti principali di Abu Dhabi, Qatar, Oman e Ras al Khaimah stanno progettando di espandere o hanno iniziato già i lavori, per lo sviluppo dei propri Terminal crociere. Il Terminal Crociere di Dubai aumenterà anche la sua capacità da cinque a sette navi che potranno essere ospitate simultaneamente e che consentirà di poter accogliere fino a 14.000 passeggeri al giorno.

Fonte: Crociere, nel 2020 i porti arabi a quota 1 milione di passeggeri - The Medi Telegraph

Crociere, nel 2020 i porti arabi a quota 1 milione di passeggeri-abu4-020-kzaf-645x400-meditelegraphweb-jpg