Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 99

Discussione: Crash Stop prove in mare !!

  1. #21
    Moderatore Globale L'avatar di felixalice
    Data Registrazione
    16-11-2009
    Località
    Saronno (VA)
    Messaggi
    2,912

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Ciao Manlio,
    speravo di leggere la seconda puntata della spiegazione precedente!

    Ti aspettiamo!

    Alice
    Moderatore Globale
    Moderatore

  2. #22
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da felixalice
    Ti aspettiamo!
    Grazie!!
    Rivelo un 'segreto': l'idea di affrontare questo discorso è nata dopo una telefonata con Alfredo, dove ci siamo chiesti quante persone avessero capito le sue formule..
    Da lì, con delle remore perchè richiede un po' di lavoro, ho pensato che fosse giusto affrontare l'argomento, prendendo il toro per le corna..

    Visto che un disegno vale più di mille parole 'rubo' da Internet una figura dove sono rappresentati due sistemi di riferimento, identificati ognuno da una origine e tre assi posti a novanta gradi tra di loro (assi cartesiani)



    Ora è chiaro cosa sia un riferimento no? Per identificare un punto nello spazio basta fornire tre numeri, vale a dire la distanza da ognuno degli assi partendo dall'origine..

    Per farla semplice, in un foglio di carta per dire dove si trova un punto basta partire, ad es. dall'alto a destra (origine)..
    Il punto è identificato da due numeri, la distanza in orizzontale ed in verticale dall'origine (es. due cm a destra e tre in basso , punto (2,3)): se siamo nello spazio forniamo anche l'altezza..

    Ora, per semplicità operiamo nel piano (due dimensioni, il foglio di carta) e prendiamo una bella pallina che se ne sta ferma.. essa ha una posizione determinata dai due numeri detti sopra, e rimane lì..

    Facciamo nascere un nuovo riferimento (come nella figura precedente) sulla pallina, i due riferimenti sono quindi fermi tra di loro..

    Ora facciamo muovere la pallina di moto RETTILINEO (dritta) ed UNIFORME (la velocità non varia ma rimane fissa nel tempo) ne segue che la distanza tra i due riferimenti varia nel tempo in modo uniforme..

    Quindi se in cinque secondi i due riferimenti si sono 'allontanati' di tre metri in dieci secondi i metri saranno sei..

    La distanza sarà identificata dai numeri che esprimono la posizione della pallina rispetto al riferimento fisso, che appunto variano in modo omogeneo..

    Ok? In questo caso i riferimenti si dicono INERZIALI (tra di loro, magari rispetto ad un altro non lo sono)..

    Le leggi della fisica classica si applicano con facilità ai riferimenti Inerziali..

    Detto questo, tra un po' saremo pronti ad arrivare al punto.. anzi, se volete alla fine saliremo con Galileo Galilei su una nave.. Galilei era un genio, ma anche uno scrittore ed un divulgatore straordinario, che potrebbe dare una pista a Piero Angela..
    Se volete il principio di inerzia poi lo spieghiamo 'insieme' a lui.. basandoci su una esperienza che non può mancare alla quotidianità di qualsiasi crocierista..

    Un salutone!!
    Manlio

  3. #23
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Va bene!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Poi galilei ci farà da cicerone!! :P
    Molto bello tutto questo Manlio!! :P
    Grazie
    Ro
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  4. #24
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Grazie Rosalba!!

    Riprendo in mano l'argomento, ma inizio scendendo terra terra, poi ci sarà il tempo di 'risalire' a livelli di esposizione più fini ed eleganti..

    Prendo un bambino, gli passo una pallina, lui la lancia, quella rotola per terra, fa un certo numero di metri e si ferma..
    Poi ci mette un po' più di forza: i metri aumentano, ma alla fine la pallina si ferma..

    A questo punto cambio il terreno, il bambino lancia la pallina sul ghiaccio.. la pallina fa molta più strada, certo però.. alla fine si ferma..

    Logica deduzione?

    "Un corpo PERSEVERA nel suo stato di quiete finchè qualcuno non gli da una botta.. poi torna al suo stato di quiete.. in più o meno tempo!! "

    D'altra parte chi di noi ha mai visto un corpo passarci davanti e rimanere in moto senza fermarsi se non è mosso da un motore?
    Ma un tipo strano (Manlio) prima ha scritto che altri tipi, più strani di lui (Galileo, Newton) dicono che:

    Citazione Originariamente Scritto da pmanlio
    "Un corpo non sottoposto ad una forza persevera nel suo stato di quiete o moto rettilineo uniforme"
    Di solito i fisici spiegano questo punto raccontando che è vero che il corpo si ferma, ma man mano che l'attrito diminuisce questo tende sempre più a mantenere il suo moto.. quindi ad attrito zero lo manterrà per sempre..

    E' un buon accomodamento, ma trascura la completezza della spiegazione, che è molto ma molto più profonda..
    Diciamo che è una semplificazione per far capire che è vero, ma non cosa c'è sotto..
    Prima di affrontare del tutto il discorso cominciamo ad approcciare un altro pezzo di esso: la massa..

    Cosa è la massa? Da una parte è quella cosa che è scritta nella famosa e=mc^2 (Einstein) dall’altra quella che è grande in un camion, immensa nella Costa Victoria, piccola nella bambina di sei mesi..

    Oddio!! E’ quella che devo perdere per andare in spiaggia questa estate!! (riguarda me ndr!! )

    Che è? La introduciamo con un esempio..

    Prendo quel bambino di prima (facciamo che il bambino non è tale, ma una molla compressa sempre nello stesso modo), gli do pallette uguali che lui tira con la stessa spinta (e che è la spinta? Bhò ), ma le pallette pesano in modo diverso..

    Va da sé che quelle che pesano di più si fermano prima..
    Allora faccio un trucco strano: le faccio uscire tutte con la stessa velocità (spinta diversa) ed ora la cosa va al contrario, si fermano prima le più leggere..
    Provate a fermare una palla di un quintale, velocità 1 metro al secondo, con una mano..
    Provate a fermarne una di un grammo..
    Mi sembra ovvio che non è uguale..

    Quindi la massa è il peso? Non lo, ma è di sicuro relazionata con esso: sulla Terra la massa è il peso diviso un numero preciso, 9.81..

    A questo punto abbiamo introdotto alcuni pezzi del puzzle: il MOTO (che è RELATIVO ad un riferimento) i RIFERIMENTI INERZIALI (quelli che tra di loro si muovono di moto uniforme), la MASSA (quella cosa che più è grande più il corpo tende a mantenere il suo stato di moto.. infatti non fermo un camion con una mano..)

    Manca qualcosa, ma siamo a buon punto..

    Un salutone!!
    Manlio

  5. #25
    L'avatar di Cristian95
    Data Registrazione
    09-02-2010
    Località
    Napoli
    Messaggi
    1,682

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    nn sto capendo niente!!!!! vabbè nn fa niente
    Cristian95

    Special User
    Reporter
    Articolista
    Staff

  6. #26
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Manlio io rimando a domani la lettura perchè oggi sono veramente fusa!!!
    Qui siamo ad altissimo livello ci va concentrazione!!! :P
    Caspita però!!
    Ciao
    Ro
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  7. #27
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Hola!!

    Citazione Originariamente Scritto da Ro*
    Manlio io rimando a domani la lettura perchè oggi sono veramente fusa!!!
    Qui siamo ad altissimo livello ci va concentrazione!!! :P
    Citazione Originariamente Scritto da Cristian_95
    nn sto capendo niente!!!!! vabbè nn fa niente
    Per me è fondamentale che capiate (altrimenti che lo faccio a fare? :P )..
    Al momento non è importante che capiate il punto di arrivo, ma ognuna delle singole cose che ho scritto: sono le premesse per arrivare poi ad un ragionamento di insieme..

    Se non ci siete torno indietro e le riprendo in un altro modo..

    Un salutone!!
    Manlio

    (ps: ormai sono 'partito' e quindi vi porterò alla meta.. ma un minimo mi sono pentito, con un foglio, una penna e la voce ci si arrivava subito.. )

  8. #28
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Si sa Manlio a voce tutto è piu' semplice per cui immaginati un concetto del genere che facile non è!! :P
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  9. #29
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    L'importante è che mi lasciate una traccia di quello che non capite..
    Poi il modo si trova..

    Un salutone!!
    Manlio

  10. #30
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da pmanlio
    L'importante è che mi lasciate una traccia di quello che non capite..
    Poi il modo si trova..
    Rinnovo l'invito!!
    Prima di tornare a questo argomento ho delle urgenze.. ma aspetto comunque domande!!

    Un salutone!!
    Manlio

Pagina 3 di 10 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato