Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 99

Discussione: Crash Stop prove in mare !!

  1. #61
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da Ro*
    Grazie Manlio, è difficile spiegare a chi di fisica ne capisce poco o niente questo principio, ma con parole semplici a mio parere ci sei perfettamente riuscito, [..]
    Grazie Rosalba, ci ho pensato un po' di tempo per poterlo fare, ma alla fine è una spiegazione semplice e tutto sommato non rinuncia alla correttezza di una esposizione tecnica, cosa che invece molti fanno: quando si vogliono rendere 'semplici' argomenti difficili molti introducono scorrettezze di principio per semplificare le cose..
    Qui è in fondo una applicazione del principio di Archimede, quindi è una cosa abbastanza semplice di per stessa, per cui si è potuto fare..

    Ma sarebbe giusto aiutarsi con dei disegni, con i disegni ci saremmo affaticati tutti di meno, non solo io, ma anche voi..

    Citazione Originariamente Scritto da felixalice
    Urge un esperimento nel lavandino di casa con il bicchiere alto cilindrico da latte... naturalmente senza oscillazioni! Per lo zunami ci pensa già Edo in vasca da bagno con i suoi giochini!!!


    Se lo fai con una bottiglia o bicchiere di plastica ci riesci poco: la plastica potrebbe galleggiare di suo e non si verificherebbe mai la condizione di affondamento: capirlo è semplice, se la plastica pesa meno dell'acqua, a bicchiere pieno il volume plastica+acqua peserà sempre meno di quello dell'acqua spostata..

    Hai due vie:

    1) Prova con un contenitore metallico, tieni Edo lontano (il contenitore potrebbe essere tagliente, tipo scatola di fagioli) e fai la prova. Prima di inserirlo mettici un pò d'acqua in modo che rimanga stabile, poi riempilo pian piano e vedrai che ad un certo punto va giù prima che sia totalmente pieno di acqua..

    2) Con metallo o plastica che sia, prendi il contenitore e mettici dentro un bel pesetto, tipo un apribottiglia, cosicchè il tuo 'scafo' sia comunque abbastanza pesante.. ovviamente però è molto vuoto quindi galleggia, esattamente come una bella nave..

    Poi riempi piano di acqua, ed a seconda del peso che hai messo vedrai che tutto va come ho scritto.. se il peso è adeguato la bottiglia o il bicchierone o la scatolona andrà giù prima di essere piena fino all'orlo..

    Un salutone!!
    Manlio


    ps. Rosalba, in fisica Principio e Legge sono cose molto diverse.. qui ho descritto solo delle leggi..


  2. #62
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Ops!!

    Metto due risposte di fila!!
    Alice, senza tante complicazioni, penso che un piccolo bicchiere da caffe, in vetro spesso, sia l'ideale..
    Bicchiere, bacinella, ed un secondo bicchiere per versare l'acqua sopra..

    Un salutone!!
    Manlio

  3. #63
    Moderatore Globale L'avatar di felixalice
    Data Registrazione
    16-11-2009
    Località
    Saronno (VA)
    Messaggi
    2,912

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da pmanlio
    Ops!!

    Metto due risposte di fila!!
    Alice, senza tante complicazioni, penso che un piccolo bicchiere da caffe, in vetro spesso, sia l'ideale..
    Bicchiere, bacinella, ed un secondo bicchiere per versare l'acqua sopra..

    Un salutone!!
    Manlio
    La fisica mi incuriosisce quindi penso che posterò le foto del mio esperimento! Tenetevi forti.. sto per dimostrare quanto Manlio ci ha sapientemente spiegato ..se sarò capace!! ihih!!

    Ciaooo, Alice
    Moderatore Globale
    Moderatore

  4. #64
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da felixalice
    La fisica mi incuriosisce quindi penso che posterò le foto del mio esperimento! Tenetevi forti.. sto per dimostrare quanto Manlio ci ha sapientemente spiegato ..se sarò capace!! ihih!!

    Ciaooo, Alice
    Alice, la 'prova sperimentale' la puoi fare con un bicchiere in vetro da caffè o con uno normale, come 'mare' ti basta la bacinella con cui si lavano i piatti..
    Con il bicchiere del caffè hai poco volume su cui giocare (affonda quasi del tutto) ed il fenomeno è evidente, con quello normale hai più gioco..

    Un salutone!!
    Manlio

  5. #65
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Ho preso i dati della nave più famosa della storia, il Titanic..
    La 'scoperta' che ho fatto è abbastanza semplice..

    Il Titanic stazza 46328 tonnellate, mentre il dislocamento è pari a 52310 ton
    Per chi non lo ricordi, la stazza non è una misura di peso, ma di volume, e si ha:

    1 Tonnellata di Stazza = 2832 metri cubi

    Ma 1 metro cubo è pari a 1000 litri e come dicevamo, l'acqua pesa 1 kg al litro (poco di più se è di mare, dipende dalla salinità), quindi UN METRO CUBO DI ACQUA SPINGE PER UNA TONNELLATA.

    Se ragioniamo in metri cubi e tonnellate abbiamo una corrispondenza diretta tra pesi e volumi, cosa che facciamo con piacere..

    Quindi il Titanic occupava un volume di 46328*2832=131200896 metri cubi, e di conseguenza questa era la spinta massima di galleggiamento che poteva subire, totalmente immerso in acqua, dal mare..
    Questa spinta è immensa rispetto al peso..
    Abbiamo detto (vedi bicchiere) che la nave è condannata quando il peso del volume di acqua imbarcato più quello dello scafo è pari alla massima spinta che lo scafo può ricevere dall'acqua..
    Quindi il peso del volume d'acqua imbarcato è pari alla differenza tra spinta massima ed il peso dello scafo..
    Ma il peso dello scafo è veramente trascurabile, e quindi la spinta dell'acqua è praticamente quella di tutto lo scafo:

    spinta acqua=spinta volumescafo-peso scafo= 131200896 ton-52310 ton=131148586 ton

    questo rende l'idea, che ovviamente tutti abbiamo, che la nave sia un guscio di ferro pieno d'aria: pensando ad una nave come se fosse piena di acqua è evidente che il poco ferro rispetto all'acqua non pesa veramente nulla..
    Dato che pesi e volumi sono, per nostra fortuna, numericamente coincidenti, è facile vedere che il rapporto tra il volume della nave ed il volume di acqua necessario a farla affondare è praticamente uno:

    VolH20/VolNave=0.9996

    C'è solo una piccola parte di nave piena d'aria, lo 0.0004 del totale, a quanto corrisponde?
    Dato che con i numeri espressi in metri cubi o tonnellate si capisce relativamente (la mente umana si perde di fronte a numeri troppo grandi) riportiamo il tutto alla stazza ok?

    Il Titanic stazza 46328 ton
    la quantità di nave che non dovrebbe essere invasa dall'acqua per mantenerlo a galla (intendo a pelo d'acqua, praticamente sommerso da essa ma senza affondare) è di poco superiore a 18.5 ton.. praticamente una bolla d'aria rispetto alla nave, una piccolissima quantità..

    Ed allora, perchè è affondato?
    La risposta è semplice..
    La nave aveva un certo numero di camere stagne, che arrivavano ad isolare le varie parti dello scafo fino a metà della sua altezza, l'iceberg ha tagliato lo scafo in lunghezza e l'acqua ha iniziato a fluire in esso..

    man mano che il peso di acqua + scafo portava in basso lo scafo l'aria usciva da sopra ed altra acqua entrava dentro, la nave si inclinava di prua (dover era tagliata) ed andava giù con essa, fino a che le paratie stagne sono state superate in altezza dall'acqua e questa ha invaso tutto lo scafo..

    Forse persino interessante a raccontarlo, ma se non fosse che in mezzo ci sono stati tutti quei morti..

    Se le camere stagne fossero state chiuse iin alto ed in grado di reggere la pressione dell'acqua la nave rimaneva, in modo strano, a galla..

    Nella normalità non c'era un errore sui ragionamenti dei progettisti: infatti se solo due delle camere fossero state invase dall'acqua questa, proprio per i numeri che abbiamo visto sopra (senza entrare nei dettagli) non avrebbe MAI superato l'altezza delle paratie stagne..
    Prevedere un taglio dello scafo di metà della lunghezza della nave era veramente una cosa impensabile..

    Un saluto!
    Manlio

  6. #66
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Mamma mia Manlio che lavorone che hai fatto!!!
    Sei straordinario!!!
    GRAZIE!!!!!!!!!!!!!
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  7. #67
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Rosalba, sono contento che tu abbia apprezzato, ma spero che lo abbia anche capito!!! :P :P

    Un salutone!!
    Manlio

  8. #68
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Per quello mi devi permettere una seconda lettura, oggi ho solo avuto il tempo di leggerlo, per capire tutto devo avere piu' tempo, ti saprò dire!!
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  9. #69
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,346

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Grazie anche da parte mia Manlio; purtroppo ho avuto il tempo di darci un'occhiata volante, ma ho intenzione di stampare il tutto e rileggerlo con la matita in mano ... solo così riuscirò a capirci qualcosa!!!

  10. #70
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: Crash Stop prove in mare !!

    Citazione Originariamente Scritto da marco
    Grazie anche da parte mia Manlio; purtroppo ho avuto il tempo di darci un'occhiata volante, ma ho intenzione di stampare il tutto e rileggerlo con la matita in mano ... solo così riuscirò a capirci qualcosa!!!
    Marco, in termini di esposizione tecnica c'è un 'errore' intenzionale, vale a dire il passare con noncuranza dalle tonnellate di spinta di acqua ai metri cubi e viceversa, quindi trattare volumi e spinte senza mostrare i passaggi intermedi..
    Il fatto è che questi passaggi equivalgono a moltiplicare per uno, e quindi li ho resi 'trasparenti' ma in caso di un testo tecnico non lo avrei potuto fare, attento quindi a non confonderti..

    Alice, e questa prova? Io l'ho fatta in circa quaranta secondi!!

    Un salutone!
    Manlio

Pagina 7 di 10 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato