Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: La regina Elisabetta battezza “Britannia”

  1. #1
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    La regina Elisabetta battezza “Britannia”

    La regina Elisabetta battezza “Britannia”

    Londra - La nave da crociera, costruita dall’italiana Fincantieri per la società P&O, è la più grande varata dal gruppo italiano.


    Londra - Ha una enorme “Union Jack” sullo scafo la “Britannia”, ma è stata costruita all’interno di cantieri italiani. La regina Elisabetta oggi ha battezzato il nuovo “gigante” dei mari della società britannica P&O in una cerimonia nel porto inglese di Southampton. La nave da crociera dei record con le sue 144.000 tonnellate di stazza lorda, i 330 metri di lunghezza e 38 di larghezza, la capacità di trasportare 5mila persone incluso l’equipaggio, è la più grande varata dalla Fincantieri di Trieste e non ha rivali sul mercato del Regno Unito. Lo stesso nome “Britannia” ha una valenza simbolica molto importante per la sovrana: l’imbarcazione si chiama infatti come lo yacht reale in servizio dal 1954 al 1997, tanto amato da Elisabetta. E per l’evento non è stata scelta la classica bottiglia di champagne e nemmeno il whisky scozzese, che la regina aveva utilizzato l’anno scorso per il varo della enorme portaerei della Royal Navy che porta il suo nome, la Hms Queen Elizabeth. In questo caso, invece, è stata preferita una bottiglia di vino frizzante del Sussex, contea inglese che può vantare etichette sempre più pregiate. La sovrana, che indossava un cappello e un cappottino color salmone, è salita anche a bordo dell’imbarcazione e ha incontrato il comandante Paul Brown.
    I passeggeri avranno l’imbarazzo della scelta muovendosi tra 15 ponti, 13 bar e altrettanti ristoranti, oltre a un teatro con 936 posti, quattro piscine, e perfino una collezione di opere d’arte “navigante”. Per non dimenticare la spa, le aree gioco per i bambini, la palestra e la biblioteca. Insomma si tratta di una città galleggiante, del valore di quasi 500 milioni di sterline, che solo nel suo primo anno visiterà 57 porti in 31 Paesi diversi, percorrendo oltre 140mila chilometri. E il suo viaggio inaugurale sarà nel Mediterraneo, per permettere ai passeggeri di vedere Barcellona, Montecarlo e Roma. Si tratta della terza nave di P&O che porta il nome “Britannia”. La prima entrò in servizio nel 1835 per il predecessore della società britannica, la General Steam Navigation Co. La seconda venne costruita nei cantieri di Greenock in Scozia e varata nel 1887. Proprio su questa viaggiò nel 1888 un giovanissimo Winston Churchill. Allora aveva solo 14 anni e dovevano ancora passare decenni prima che diventasse il primo ministro britannico che guidò, anche sui mari, la guerra contro il nazismo

    Fonte: La regina Elisabetta battezza “Britannia” / FOTO - The Medi Telegraph-1-jpg

    -2-jpg

    -3-jpg



  2. #2
    Reporters
    Data Registrazione
    12-02-2014
    Località
    Emilia Romagna
    Messaggi
    1,264

    Re: La regina Elisabetta battezza “Britannia”

    "Rule, Britannia! Rule the waves".
    Domina, Britannia! Domina le onde! E benvenuta!

    Ho visto ieri il servizio al Tg 5.
    Hanno fatto vedere brevemente dello spettacolo in banchina e il momento in cui si è rotta la bottiglia!
    Davvero bellissima questa nuova nave!

    Madrina davvero d'onore la Regina Elisabetta II infatti, che di navi da crociera ne ha già battezzate tante, tra cui la Oriana proprio della P&O, e il celebre transatlantico Queen Elizabeth II, oltre alla recente Queen Elizabeth.
    Penso ci sarà stata anche tanta commozione nel battezzare una nave da crociera che porta il nome dell'amato Yacht Reale Britannia, ora nave museo a Edimburgo. Quando il governo inglese ne chiese la privazione si dice che la Regina ne abbia sofferto moltissimo.

  3. #3
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,340

    Re: La regina Elisabetta battezza “Britannia”

    Ecco, esistono alcune formule che mi piacciono perché veritiere, al contrario altri che ritengo "utopistiche".

    "Domina le onde" mi piace in quanto un augurio in un certo senso reale e veritiero ... cosa deve fare una nave se non affrontare le onde del mare?

    Per esempio la formula che si utilizza in costa "possa tu navigare sempre per mari tranquilli " a me non piace un quanto utopistica e irreale: nei tanti anni di vita di una nave statisticamente capiterà centinaia di volte che la nave non navighera' per mari tranquilli ...

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato