Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016

  1. #1
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,452

    Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016

    Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016

    Genova - La stagione 2015 si chiuderà con poco meno di 100 approdi di navi appartenenti a 20 differenti brand.

    Genova - La stagione crocieristica 2015 a Cagliari si chiuderà con poco meno di 100 approdi di navi appartenenti a 20 differenti brand e circa 265 mila passeggeri movimentati, mentre per la stagione 2016 è previsto un lieve aumento delle toccate ma con un più considerevole incremento del numero di passeggeri (circa 300 mila), dovuto alla maggiore dimensione e capacità delle navi che scaleranno il porto sardo. L’anno prossimo scaleranno navi di 18 compagnie tra cui Costa, Msc, Holland America, Ncl, Viking, Royal Caribbean, Oceania, Aida, Cunard, Carnival e Tui.
    Quest’anno l’incremento dei passeggeri è stato favorito dall’attentato del Museo del Bardo che ha portato le compagnie crocieristiche a tagliare Tunisi dai propri itinerari e a sostituirla con porti alternativi, tra questi ne ha beneficiato sicuramente Cagliari che ha visto giungere così in città regolarmente Msc Preziosa, unità da oltre 4.000 passeggeri, ma anche navi di altre compagnie. Il dato, già di per se incoraggiante, assume maggiore rilievo se raffrontato con quello delle stagioni precedenti e, in particolare, con il decennio 2004-2014, nel corso del quale la media annua dei passeggeri movimentati è stata inferiore alle 100 mila unità, per un numero di toccate nave di circa 60.
    Cagliari Cruise Port (Ccp) è la società terminalista concessionaria dell’Autorità portuale, della quale sono soci Royal Caribbean, Venezia Terminal Passeggeri ed Aloschi & Bassani. Presidente della società è Ana Karina Santini, Public Relations e Port Development Manager di Royal Caribbean Italia, che ha espresso la soddisfazione per l’interesse che le istituzioni cagliaritane hanno dimostrato per le crociere: «Va dato atto del clima di grande e fattiva collaborazione instaurato con tutti gli Enti e le Autorità locali, che hanno a cuore lo sviluppo del comparto. Solo così è stato possibile mettere in campo alcune importanti iniziative, quali la partecipazione alle più importanti manifestazioni fieristiche internazionali e l’organizzazione - nel gennaio 2015 - di un Fam Trip destinato agli Shorex ed agli Itinerary managers delle Cruise Lines, di cui ci sarà a breve una seconda edizione».
    «Con le sue due banchine da 480 e 450 metri, destinate preferenzialmente alle navi da crociera» - ha precisato Antonio Di Monte, amministratore delegato della Ccp - il Molo Rinascita del porto di Cagliari, sul quale sono già in corso i lavori di installazione di nuovi e più moderni fenders, è in grado di ospitare in sicurezza anche le unità maggiori di ultima generazione». Il Molo Rinascita vedrà a breve la realizzazione, da parte della società concessionaria, di un nuovo terminal, il cui progetto ha ormai quasi definitivamente concluso il suo lungo iter tecnico-amministrativo per l’acquisizione di tutti i pareri, i permessi e le autorizzazioni necessarie.
    La nuova struttura, che la Ccp spera di poter terminare prima dell’inizio della stagione crocieristica 2016, avrà una superficie coperta di circa 800 mq e sarà dotata delle attrezzature e degli impianti necessari per eseguire i controlli di security anche per i passeggeri (e per i relativi bagagli) in imbarco a Cagliari, mentre, con l’avvio dei lavori è auspicabile che anche l’Autorità portuale realizzi un percorso pedonale per consentire ai crocieristi di raggiungere in sicurezza il vicinissimo centro Città. Il terminal in costruzione sarà calibrato sul traffico attuale: previsto un investimento di 1 milione di euro. «Con nostra grande sorpresa - spiega Di Monte - da Cagliari, vista la vicinanza con un aeroporto internazionale, partono per la vacanza in crociera non solo sardi ma anche un considerevole numero di cittadini extraeuropei; questo ci fa ben sperare per il potenziamento di Cagliari come home port». La possibilità di usare il porto sardo sempre più come porto d’imbarco rappresenta una delle sfide per il futuro: nel frattempo la Sardegna, grazie anche al traffico generato dal porto di Olbia, ha raggiunto l’ottavo posto in Italia tra le regioni con il maggior numero di crocieristi movimentanti.

    Fonte: Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016 - The Medi Telegraph

    Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016-184-jpg

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,452

    Re: Il porto di Cagliari punta a 300 mila crocieristi nel 2016

    Sfortuna di Tunisi, fortuna di questo porto!

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato