@Willy
Pienamente d'accordo. Ormai si fa tutto a Teatro, dagli spettacoli al Cocktail, alle partenze escursioni, ai raduni per gli sbarchi definitivi.
L'errore di neoRomantica era cercare di tornare alle crociere degli anno '70 in cui gli spettacoli erano itineranti per la nave e i Teatri di bordo piccoli. Ma i tempi sono cambiati. E il povero Cabaret Vienna ora riadattato a Teatrino cerca di espletare come può ai doveri di un Teatro. Là riescono a fare gli spettacoli e sono bravi davvero e certe sere gli spettacoli sono su tre turni, perché la capienza massima è di 200 persone, ridicolo purtroppo per una nave che ne porta di base sui 1400 di passeggeri.
Non per niente han studiato per tre anni la soluzione migliore per Classica e alla fine son giunti che bastava una rinfrescata nei saloni di rappresentanza, come il Navona e il Tivoli, e l'unico lavoro fatto ex novo è la tettoia a poppa. Ok, è spartana da fuori (sembra un garage) e soprattutto odiosa per chi come me preferiva la tensostruttura da maxi yacht ma poco a poco ho iniziato ad apprezzarla e si sta bene fuori con il vento. E poi in fondo è ancora aperta ed è bello poter ammirare la scia della nave, cosa molto brigosa invece su neoRomantica dove quella zona una volta è interdetta, un altra volta è a pagamento 20-30€ al giorno.

Inoltre se qua avessero tolto il Teatro Colosseo di Classica avrebbero distrutto anche tutto il Mosaico a fascia di Pinocchio realizzato da Tadini.
Che all'epoca non è costato poco. Sarebbe stato un autentico delitto contro l'arte! E poi è anche storico come Teatro. Lessi anni fa in una monografia navale svedese che è stato il primo progettato su due ponti a prua, ricalcando un aula universitaria del '500 fiorentino. Gli altri erano ancora a platea discendente unica, come quelli di Marina e Allegra.
Questa nave era un opera d'arte in tutto quando uscì dal cantiere 24 anni fa. Giusto per fare un qualche esempio: il Pomo d'Oro di Pomodoro, poi tolto (ottobre 2008) e messo nell'Atrio di Deliziosa; il Mosaico continuo per tutta la parete alta del Teatro Colosseo di Tadini; le repliche delle statue greche e romane in Piazza Navona (tolte nel 2001); la Meridiana di granito in Piazza Trevi (la piscina centrale, tolta nel 2001 e sostituita da un muretto, il quale è stato totalmente rimosso nel restyling del 2014); il Ristorante Tivoli laccato in bianco e azzurro stile Luigi XV (durò fino al 1995 poi era brigoso per la manutenzione) con i teli che coprivano le vetrate eseguiti dagli scenografi del Teatro La Scala (rimossi nel restyling del 2001, in funzione su Romantica invece fino alla partenza per la Cina nel 2010); tutti i lavabi in marmo delle cabine, dalla più piccola interna alle 10 magnifiche Suites del ponte 10 (qui salvatisi ma rimossi da tutte le cabine nel restyling totale di Romantica); i tavoli della Sala da ballo Puccini in ottone con le locandine delle opere di Puccini, uno diverso dall'altro (rimossi nel 2001 e sparpagliati nei Crew Bar come mi è stato detto); i mosaici delle cornici delle piscine, in particolare quella di poppa, in tesserine bianche e azzurre (rimosse nel 2001 e sostituite con mattonelline rettangolari bianche).
Non per niente costò nel 1991 la bellezza di 490 miliardi di lire italiane!