Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

  1. #1

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Ancora una volta, grazie alla professionalità, disponibilità e capacità organizzativa del Sig. Bernardino, titolare della TLS Travel e promotore dell’evento, a Danila sua preziosa collaboratrice ed a Rosalba, attraverso la cui collaborazione lo stesso evento è stato sapientemente organizzato, eccoci ritrovati per la visita di due navi, questa volta a Venezia.

    E’ un fine settimana molto particolare questo di sabato 15 e domenica 16 maggio.

    Ci siamo ritrovati nella città lagunare pieni di entusiasmo, favorito dalla passione in comune che ci caratterizza. Quella per le crociere e le navi, appunto.

    Alcuni di noi già si conoscono, avendo avuto occasione di trascorrere insieme splendide crociere, od essendosi incontrati nella precedente visita alla MSC “Fantasia” del 28 marzo 2010 a Genova.

    Per altri, conosciutisi attraverso il forum, sarà un’occasione per consolidare la conoscenza e l’amicizia, socializzando con simpatia, nel corso di questi due giorni.

    Alcuni di noi sono arrivati nella città dei Dogi il giorno precedente la prima visita, soggiornando chi da amici, chi in hotel cittadini o periferici.
    Altri, impossibilitati per vari motivi ad effettuare entrambe le visite, si fermeranno per un solo giorno.

    Noi, provenienti dalla provincia di Torino, abbiamo raggiunto Venezia in treno, nel primo pomeriggio, trovando sistemazione nei pressi di piazza San Marco.
    Rosalba, Fiorella e Renata in auto, provenienti dalla provincia di Savona.
    Rosalba e Fiorella, saranno ospiti presso l’amica e compagna di crociere Flaminia, a pochi chilometri da Venezia.
    Renata soggiornerà in un hotel del Lido, comodamente raggiungibile attraverso il servizio dei vaporetti.
    Danila e Alessandro in un hotel di Mestre.
    Stefano in compagnia del papà Ileano, arrivati la stessa mattina di sabato.
    Quindi i restanti componenti del 1° gruppo, Antonio (Cobra) e Raffaella, Valentina e Giorgio, Flaminia e Jo.

    Senza dimenticare i protagonisti della riuscita dell’evento che ci attende; il Sig. Bernardino, titolare della TLS Travel (con Signora) e la nostra sapiente e professionale guida, il Sig. Enrico Crepaldi (con Signora), dipendente di MSC Crociere, impiegato a terra, tuttavia profondo conoscitore delle unità della flotta.

    La giornata di sabato a Venezia si presenta nuvolosa, con alternanza di piogge più o meno intense.

    Ci ritroviamo presso la sala VIP di MSC Crociere, nella stazione marittima.

    A prima vista, osservando Magnifica dall’esterno, desta attenzione il gran numero di balconi di cui è dotata questa unità.

    Infatti, a fronte di un totale complessivo di 1259 cabine, ben 840 sono dotate di balcone privato.

    Questa unità, ultima nata della flotta resa celebre dalla rosa dei venti stampata sul fumaiolo blu, appartiene alla classe mediana della stessa flotta.

    La classe “Musica”, per l’appunto, che con la stessa Musica, Orchestra, Poesia ed in ultimo Magnifica, formano lo splendido quartetto di gemelle di 93.330 t. di stazza lorda, 294 metri di lunghezza per 32 metri di larghezza.

    Dopo il disbrigo delle formalità relative all’accesso a bordo, con l’acquisizione del pass visitatori fornitoci dagli addetti alla sorveglianza, varchiamo la soglia che ci conduce all’interno della nave.

    Nel momento della salita a bordo, intorno alle ore 11.00, la nave è semivuota poiché i passeggeri giunti al termine della crociera sono sbarcati e quelli in partenza per quella successiva, che dopo Bari toccherà Grecia, Turchia e Croazia, non sono ancora a bordo.

    La visita ha inizio al ponte 6-Portofino, a centro nave.

    Il primo locale ad accoglierci, tra i 17 bar e lounge a tema di cui è dotata Magnifica, è il “Ruby Bar” con i suoi 45 posti a sedere, dall’elegante bancone semicircolare, dotato di appoggio in pregevole marmo grigio. Il pavimento rivestito di moquette rossa, contrasta gradevolmente le tonalità grigio-blu degli arredi, quali poltroncine e sgabelli.

    Attigua a questo locale e richiamandone il tema, fa bello sfoggio di se la gioielleria “Il Rubino”, dotata di preziosi di alta classe.

    Procedendo a destra nave, direzione prora ed oltrepassata la “MSC Travel Agency” (ufficio escursioni) nonché la zona “Duty Free Shop”, troviamo l’elegante “Topazio Bar”, con i suoi 220 posti a sedere ed i circa 500 mq di superficie. Questo elegantissimo luogo di intrattenimento che occupa una vasta zona centrale della nave, vede il trionfo degli ottoni ed il richiamo alla famosa pietra preziosa nei colori che lo caratterizzano.

    Dopo una breve sosta presso la “Meeting Room”, saletta riunioni, dove ci vengono forniti, da parte del cortese Sig. Crepaldi, utili consigli relativi alla visita intrapresa, procedendo in direzione prora nave, abbiamo occasione di osservare un locale davvero caratteristico e, sotto certi aspetti, piuttosto bizzarro.

    Si tratta del “Tiger Bar” e mai nome fu più appropriato per questo immenso locale dai 439 posti a sedere e gli 880 mq di superficie.
    Tutto è ispirato al nobile ed elegante felino da cui trae il nome.
    Gli schienali dei divani e delle poltrone, le pannellature alle pareti, i paralumi che adornano l’ambiente, la moquette che ricopre il pavimento, rappresentano l’elegante mantello fulvo a strisce scure della tigre.
    Anche qui lo sfavillio degli ottoni nella zona bar dall’elegante bancone dai tenui colori pastello, determina una suggestiva raffinatezza.

    Ad estrema prora nave trova posto il “Royal Theatre”.
    Il colore dominante in questo ambiente, sviluppato su tre ponti e con una capacità di accoglienza di ben 1240 posti a sedere, è il verde smeraldo, che troviamo nelle comode poltroncine (sprovviste di tavolini da cocktail) e nel grande sipario che adorna il palcoscenico.
    Notevole ed apprezzabile il contrasto con la suggestiva volta stellata, richiamata in parte anche nelle pareti.

    Il nostro percorso, sotto la magistrale guida del Sig. Crepaldi prosegue al ponte 7-Amalfi, dove a prora, a poca distanza dall’ingresso al teatro troviamo il Casinò “Atlantic City” dove il colore blu è l’indiscusso protagonista.

    Lasciato alle spalle il regno del “gioco”e proseguendo in direzione poppa, incontriamo una zona a centro nave davvero originale; l’”Oriental Plaza”, il più piccolo dei ristoranti di bordo, con soli 54 posti a sedere in 130 mq di superficie.
    Piccolo ma particolarmente raffinato; l’atmosfera intima che all’interno si assapora viene esaltata dai colori dell’oro, del nero e dalle stampe con fiori e draghi alle pareti.
    In questo caratteristico ristorante (a pagamento) si possono assaporare, oltre alle prelibatezze della cucina cinese, anche quelle delle cucine indiana, thai e giapponese.
    Dal dim sum al sushi, fino alla coda di rospo al curry, si possono gustare le specialità della cucina di un unico paese o fare un viaggio culinario in tutto l’estremo oriente.

    Proseguendo nel nostro percorso, direzione poppa nave, alla nostra sinistra il “Cuba Lounge”, la zona fumatori, locale con 32 posti a sedere in 140 mq di superficie, riservato al relax degli amanti dei sigari soprattutto, dove, di questi ultimi, si possono trovare i più pregiati che il mercato possa offrire.

    Dirimpetto al “Cuba Lounge”, alla nostra destra, il “Cyber Cafè”, locale con postazioni internet, dedicato agli irriducibili dei click sulle tastiere.

    Eccoci ora catapultati nel regno dello sport, vasta zona del ponte 7-Amalfi, quasi a poppa nave, dove alcuni cimeli sportivi raccontano le gesta di grandi campioni del nostro paese, protagonisti nel passato di imprese memorabili.
    Il bob dal colore rosso vivo di Simone Bertazzo, medaglia di bronzo ai campionati mondiali di bob a due nel 2007.
    Le scarpe chiodate di Francesco Panetta, medaglia d’oro dei 3000 siepi ai mondiali di Roma del 1987.
    La bicicletta dei record di Francesco Moser.
    Gli sci di Gustav Thoeni, usati alle olimpiadi di Sapporo nel 1972.
    Ed altri ancora, come alcuni oggetti usati dal campione dell’ippica Mauro Checcoli e dal pluricampione di slittino vincitore di due olimpiadi, Armin Zoeggler.
    Non poteva mancare il bar, decisamente a tema, all’interno di questo ambiente; lo “Sports Bar l’Olimpiade”, caratterizzato da un grande bancone circolare con il pavimento che lo contorna, richiamante le piste di atletica, con le corsie disegnate da strisce di led bianchi, riprodotte a specchio anche sul soffitto.
    Anche le sedie e gli sgabelli presenti tra gli arredi ricordano famose collezioni di calzature sportive, così come i punti luce, progettati ispirandosi a simboli del mondo dello sport, come le applique alle pareti rappresentanti torce olimpiche e lampade a stelo con alla sommità sfere illuminate, simili per dimensioni e fattezze, ai palloni da gioco del calcio.
    Sotto una gigantografia di Paul Newman tratta dal film “Lo spaccone”, gli amanti del gioco del biliardo si potranno esibire in appassionanti carambole rese possibili da un sofisticato controllo elettronico del tappeto verde, finalizzato a garantirne il perfetto mantenimento orizzontale anche con condizioni del mare non ideali.
    Si osserva inoltre in questa zona, una suggestiva galleria fotografica che ricorda gli sport e i campioni del passato.

    Nel nostro procedere, intercalato dalle preziose informazioni forniteci dal bravo accompagnatore, giungiamo all’estrema poppa nave dove trova posto, occupandone una vasta zona, l’”Ametista Lounge”, dotato di 330 posti a sedere in 850 mq di superficie, secondo solo al “Tiger Bar” per dimensioni e capacità ricettiva.
    Anche in questo caso l’atmosfera, le luci ed i colori violetto sono derivati dal nome attribuito al locale.
    Gli arredi, il bancone del bar, le pareti, la moquette che riveste il pavimento…….tutto è del colore della famosa pietra preziosa derivata dal quarzo; l’ametista appunto.
    Forse un po’ troppo scuro, ma dall’effetto scenografico davvero unico.

    Da qui, con l’uso di alcuni dei 13 ascensori presenti a bordo di questa unità (si osserva, purtroppo, l’assenza di ascensori panoramici), raggiungiamo il ponte 9-Panarea, per la visita di una delle tante cabine esterne con balcone.
    Quella presa in considerazione è la n° 9195 a poppa nave, lato sinistro.
    Appartiene alla categoria 6, la più modesta tra le esterne con balcone, che variano per dimensioni dai 18,28 ai 33 mq. .
    I colori dominanti degli arredi sono il blu intenso e la tinta noce scuro delle pannellature e dei mobiletti.
    L’impressione è di una cabina dalle dimensioni davvero contenute, accentuate da un soffitto piuttosto basso, dotata di bagno con doccia rispecchiante le linee standard di questa categoria, fornito di dispenser detergente nel lavandino, e doppio dispenser nel locale doccia protetto da tendina.
    Gradevole l’arredo del piccolo balcone costituito da due poltroncine ed un tavolino in simil vimini.

    Raggiungiamo quindi il ponte 12-Portovenere, questa volta a prua nave, dove abbiamo occasione di osservare una cabina interna, la n° 12053, dove è presente il terzo letto a parete.
    Le dimensioni altrettanto contenute di questa cabina la cui tipologia varia dai 12.92 ai 19.80 mq, sono in parte mitigate dalla grande specchiera posizionata alla testa del letto, che riveste sostanzialmente l’intera parete.
    Le tonalità di colori beige chiari degli arredi e delle pareti la rendono sufficientemente luminosa, pur trattandosi di un’interna.
    Rosso il colore del copriletto, come quello della moquette che riveste il pavimento.
    Bagno simile a quello osservato nella cabina precedente.

    Da qui al ponte 13-Porto Cervo il salto è breve; eccoci infatti nel primo degli spazi esterni, nell’area piscine “Le Grand Bleu”, dove trova posto “La Conchiglia Bar”, uno dei due bar esterni presenti a bordo.
    E’ questa una zona molto vasta dove trascorrere il tempo libero all’aperto, trovando refrigerio nella bella piscina contornata da ben quattro vasche idromassaggio tra le sei esistenti.

    Percorrendo l’estesa zona solarium del ponte 13, direzione poppa, a centro nave troviamo la seconda piscina presente a bordo, “La Grotta Azzurra.
    Il suo nome trova origine e richiama la splendida grotta dell’affascinante isola di Capri dalla quale si distingue par la pratica ed utile apertura retrattile del tetto in cristallo che, all’occorrenza, in caso di condimeteo sfavorevoli può essere chiuso, consentendo agli ospiti di non privarsi del piacere di un confortevole bagno.
    Per i più golosi una fornitissima gelateria fa bella mostra di sè presso “La Barchetta Bar”, locale di pertinenza della predetta piscina.

    Lasciata alle spalle “La Grotta Azzurra” attraversiamo il grandioso buffet “Sahara Cafeteria”, occupante la quasi totalità della poppa nave, dotato di 472 posti a sedere in quasi 2000 mq di superficie.
    Anche qui il richiamo etnico al nome attribuitogli è evidente, come lo è quello dell’ ”Oasi”, il confinante ristorante (a pagamento), con i suoi 250 posti a sedere in 770 mq di superficie.
    Entrambi i suddetti locali arredati sontuosamente, dalle suggestive influenze moresche e dalle tonalità della sabbia dorata e dell’ocra, con evidenti richiami ai popoli nomadi del deserto sahariano.
    L’ “Oasi”, ubicato ad estrema poppa nave, dalla vista mozzafiato sul mare, offre l’opportunità, per i palati più esigenti, di assaporare i capolavori culinari del pluristellato chef Marco Uliassi da Senigallia, novità assoluta per le navi da crociera.

    Sempre a poppa nave, ma al ponte superiore, il 14-Positano, il paradiso per giovani e giovanissimi; L’ultramoderna discoteca dalle fredde tonalità metalliche grigio-nere, dalla spettacolare vista sul mare, denominata “T32 Disco”. Una curiosità: il “T32” sta ad indicare il numero del progetto con cui sarà identificata questa unità, per l’intera durata della sua realizzazione.
    Due piste per il gioco del bowling, un locale dove lasciarsi abbracciare dal realismo sensoriale del cinema 4D, l’area videogiochi ed il shuffleboard (gioco simile alle bocce e al curling).

    Vi è inoltre sullo stesso ponte una vasta zona dai mille colori dedicata ai bimbi, l’“Underwater World”, un parco giochi dove è riprodotto un fondale marino, in cui è possibile riprodurre il suono dei sonar ed il rombo assordante dei siluri, ogni qual volta viene colpito un bersaglio.
    Non poteva altresì mancare in quest’area la piscina per i più piccini.

    La visita sta per terminare; un salto alla sommità della nave al ponte 16-Sport, dove, accanto al fumaiolo blu, domina il campo da tennis – basket.
    Sempre al ponte 16-Sport, ma ad estrema prua nave, si trova una terza area lido denominata “Bar del Sole”, attrezzata con grandi vasche idromassaggio ed un vasto solarium.

    La visita di “Magnifica” giunge al suo epilogo con il pranzo servito in uno dei due ristoranti principali della nave, “L’Edera”, dotato di 720 posti a sedere in 1120 mq di superficie, al ponte 5-Sorrento, esattamente sottostante al suo quasi gemello “Quattro Venti”, delle stesse dimensioni ed ubicato al ponte 6-Portofino.
    Ci sistemiamo in una zona a noi riservata, unitamente ai nostri accompagnatori, distribuendoci nell’ampio spazio a disposizione.
    Ci viene servito un menù alla carta, esattamente uguale a quello servito il 28 marzo u.s., durante la visita di “Fantasia” a Genova.
    E’ facile dedurre quindi l’esistenza di un menù fisso “visitatori”, a prescindere dalla nave oggetto della visita e dalla località.
    Ancora una sosta al sontuoso bar “Le Gocce”, presso l’omonima elegante reception, per il caffè di rito e la visita è davvero terminata.

    Definirei Magnifica il “Bel Paese” galleggiante.
    L’italianità infatti è rappresentata in ogni suo aspetto, ad iniziare dal nome dato ai 16 ponti di cui è costituita, ad alcuni ristoranti, bar ed ambienti, sino ad arrivare alla cucina del grande Uliassi ed ai componenti dell’equipaggio, in gran parte nostri connazionali.

    Scendiamo a terra felici della giornata trascorsa a bordo, ma con il rammarico che il limitato tempo a disposizione non ci abbia consentito la scoperta totale dell’ultima nata di MSC Crociere, ma questo non potrà che determinare lo stimolo per un ritorno su questa “Magnifica” nave, da passeggeri.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  2. #2
    Reporters
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    alassio
    Messaggi
    2,525

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    grazie Fiore per la tua relazione sempre molto precisa e dettagliata !!!!
    renè

  3. #3
    Moderatore Globale L'avatar di cobra75
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    7,542

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Ciao Renata!!!!
    sono d'accordo con te,Fiore con la sua relazione ha reso alla grande l'impressione che si ha appena saliti a bordo di questa nave!!!
    Moderatore Globale

  4. #4
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    16,457

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    E grazie anche da parte mia che purtroppo sabato non c'ero.
    Hai fatto veramente un bel reportage, complimenti!!!

  5. #5
    Reporters
    Data Registrazione
    20-03-2010
    Località
    Messina
    Messaggi
    4,992

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Purtroppo non c'ero... mi dispiace veramente... Domani giovedì 20 dovevo visitare Splendida qui a Messina, ma Msc non ci ha fatto sapere più nulla.. e vabbè..
    Domy88
    Reporter

  6. #6
    Reporters
    Data Registrazione
    12-12-2009
    Località
    Castel Bolognese Prov di Ravenna
    Messaggi
    364

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Bravissimo fiore!! i miei complimenti per l'ottimo diario che hai scritto!!

    alla prossima......ciao ste.
    Stefano86

    Reporter
    Special User

  7. #7
    Ospite

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Grazie Fiore per la bella relazione hai proprio reso l'idea di questa nuova nata in casa MSC mi sarebbe piaciuto essere dei vostri, sarà per la prossima volta

  8. #8
    Special User
    Data Registrazione
    11-11-2009
    Località
    Ivrea
    Messaggi
    829

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Fiore che dire?? Nessuno avrebbe potute esprimere meglio le nostre giornate trascorse insieme. Grazie per il bellissimo racconto.
    Danila78

    Special User

  9. #9
    Special User
    Data Registrazione
    10-11-2009
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    112

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    grazie fiore é come essere stata lì con te...
    Special User

  10. #10
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,630

    Re: Visita alla nave MSC “Magnifica” del 15 maggio 2010

    Un bel pezzo! Scritto non solo con professionalità ma anche col cuore, penso che Enrico ed il sig: Bernardino siano proprio soddisfatti per il lavoro svolto!
    Un grande grazie!
    Ro
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato