La madrina delle navi Msc,la grandissima Sophia Loren, è diventata oggi cittadina onoraria della città di Napoli.

"Questa mattina, al Maschio Angioino Sophia Loren ha rivevuto la cittadinanza onoraria della città di Napoli. Presenti alla cerimonia il sindaco de Magistris e l'assessore Daniele.
Sophia Loren ieri sera ha attraversato via Tribunali e San Gregorio Armeno tra gli applausi. Ad accompagnare la diva gli stilisti Dolce e Gabbana e i body guard. La gente le ha gridato: «Sei bellissima», lei ha salutato tutti: «Vi amo, vi amo davvero. Vi porto nel cuore. Napoli è sempre un'emozione. Se ho avuto fortuna nel cinema lo devo anche alla città». Quindi la sfilata della nuova collezione di alta moda a lei dedicata.
Cori da stadio, emozione ed entusiasmo alle stelle: Sophia arriva alle 19.30 accolta da decine di persone che l’aspettavano da ore. Attraversa via Tribunali tra gli applausi della gente e una quantità di giornalisti, fotografi e operatori tv degni di una diva come lei. La accompagnano Dolce e Gabbana e venti body guard che con difficoltà riescono a proteggerla dall’abbraccio festoso della città: «Sei bellissima» cantano in coro dalle finestre delle case che affacciano su via San Gregorio e lei, con un cenno della mano e un gran sorriso, saluta tutti: «Vi amo, vi amo davvero. E vi porto nel cuore». E poi aggiunge: «Napoli è sempre un’emozione. E se ho avuto fortuna nel cinema lo devo anche a questa città». Alle 20.30, dopo circa un’ora dall’arrivo dell’attrice, comincia la sfilata per presentare gli abiti della nuova collezione di alta moda dedicati a lei: niente passerella e niente tappeto rosso, le cento bellissime modelle sfilano direttamente sulla strada camminando, non senza difficoltà, su tacchi da capogiro che sui basoli perdono stabilità.

Percorrono qualche metro prima di fermarsi dinanzi al palco “reale” dove siede la Loren per renderle omaggio con un inchino, un bacio mandato con la mano o un sorriso. La diva applaude e sorride, tra i tanti abiti bellissimi si emoziona sul serio quando spunta una maglietta di paillettes con su scritto Sophia e Maradona i due simboli di una città che i napoletani non smetteranno mai di riconoscere. Intanto, uno dopo l’altro, sfilano oltre cento abiti indossati da giovanissime mannequin che incantano letteralmente la platea. In prima fila ci sono i pastorai di San Gregorio, quelli che hanno collaborato personalmente all’organizzazione dell’evento, a cui sono stati riservati i posti migliori mentre clienti e amici degli stilisti siedono lungo la strada con le sedie una accanto all’altra sistemate dinanzi alle botteghe. Alta moda, bellezza e tanta tradizione: il primo a fare il suo ingresso sulla passerella virtuale dell’antica via dei pastori è o’ pazzariello, vestito in modo estroso e accompagnato da un’orchestra di strumenti tradizionali: putipù, scetavajasse e triccheballacche per la gioia dei tanti stranieri che estasiati assistono allo spettacolo.
Poi l’ingresso delle modelle, musica e applausi: senza un attimo di sosta sfilano per circa un’ora al suono delle più belle canzoni napoletane: da ‘O sole mio alla Luna rossa alla Mattinata di Leoncavallo intonata a mezza bocca anche dalla Loren. Con Sophia, sulle poltrone in velluto rosso posizionate sul palco ai piedi della basilica di piazza San Gaetano, c’è il figlio Vittorio accompagnato dalla moglie Andrea e dai due bambini, Carlo e Beatrice che più volte viene invitata dalla nonna a stare seduta in maniera composta. Quando parte la musica e arriva il primo giullare anche la piccola si incanta travolta dall’atmosfera di allegria che invade la strada. Poco distante dall’attrice siedono Giuseppe Tornatore e Bianca Balti, giovane testimonial della maison."









Articol
o e foto riportate dal giornale "Il Mattino"