Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 21

Discussione: Ricette tipiche e piatti famosi perchè viaggiare vuol dire anche assaggiare

  1. #1
    Moderatore L'avatar di Pina
    Data Registrazione
    06-05-2010
    Località
    Venaria (TO)
    Messaggi
    3,407

    Ricette tipiche e piatti famosi perchè viaggiare vuol dire anche assaggiare

    Uno degli aspetti più interessanti dei viaggi è sicuramente il cibo
    Mangiare piatti tipici ed assaggiare i sapori particolari del luogo fa parte del programma dei nostri viaggi
    Poche cose parlano della cultura di un luogo quanto il cibo.

    Dover scegliere un solo piatto sul menù ci mette sempre in difficoltà, vorremo provare una piccola quantità per ogni cosa. Per questo motivo io e Rino, mio marito, scegliamo spesso due portate diverse, in modo da poter assaggiare varie specialità
    Il mangiare è parte integrante del viaggio e non solo per cibo in sè, ma anche per i riti che nei vari paesi si creano intorno al mangiare: la convivialità a tavola dei paesi mediterranei, le torte davanti al camino nei paesi scandinavi, il tè del pomeriggio in Inghilterra, i barbecue americani, le tapas spagnole, il tè alla menta che in Marocco è il simbolo dell’ospitalità, ecc.....

    Da queste abitudini si capiscono moltissimi aspetti di una cultura: il carattere estroverso dei popoli mediterranei, l’importanza della famiglia in Svezia e Norvegia, l’eleganza degli inglesi, la grinta degli americani, la vitalità e il calore degli spagnoli, la compostezza e la cortesia dei marocchini.
    Osservare un popolo attraverso la lente del cibo insegna tanto sulla loro cultura.
    In viaggio per me è fondamentale mangiare i piatti tipici, è come dare un morso a un pezzettino di mondo.
    Alcuni sapori ed odori mi riportano alla mente, anche dopo anni, emozioni e ricordi di momenti vissuti
    Spesso mi ritrovo anche a cucinare, per la mia famiglia e per gli amici, piatti conosciuti e provati in giro per il mondo che mi hanno colpito e dei quali ho poi cercato la ricetta
    Partendo da queste riflessioni ho pensato di creare un topic per condividere e scambiare con gli altri utenti di Liveboat ricette e foto di piatti e cibi provati in crociera o assaggiati durante gli scali
    Ed ora....stuzzichiamo la nostra fantasia!!!


  2. #2
    Moderatore L'avatar di Pina
    Data Registrazione
    06-05-2010
    Località
    Venaria (TO)
    Messaggi
    3,407
    Inizio io con uno dei piatti che amo molto in tutte le sue varianti: moussakà

    -moussak-jpg


    Il moussakà o mussacà è un piatto tipico della cucina greca, balcanica e medio-orientale affine alla parmigiana di melanzane nella versione siciliana (piuttosto che quella napoletana, caratterizzata da mozzarella e sugo di pomodoro). La versione greca del moussakà è la più nota. In Italia il piatto è comune nella tradizione culinaria di Trieste.Si tratta di uno sformato a base di melanzane e nelle zone più vicine alla Turchia con carne tritata, da cuocere in forno, guarnito con una spessa copertura di besciamella gratinata ma ne esistono numerose varianti basate su zucchine, patate ed altre verdure, aromatizzate con spezie a piacimento, ad esempio l'aneto.
    Le origini non sono totalmente chiare, sebbene il termine greco mousakàs derivi dal turco musakka che a sua volta trova radici nella lingua araba e persiana
    Dopo questa breve descrizione con relativi cenni storici passiamo alla ricetta

    -untitled-jpg

    Ingredienti:

    Melanzane 1,5 kg Patate 500 g Agnello 500 g Carne di suino 500 g Cipolle medie 2 Aglio 2 spicchi Olio extravergine d'oliva 5 cucchiai Sale fino q.b. Pepe nero q.b. Cannella in polvere mezzo cucchiaino Vino rosso 1 bicchiere Pomodori ramati 500 g Pecorino da grattugiare 150 g Parmigiano reggiano da grattugiare 100 g
    Ingredienti per la besciamella

    Latte intero 1 l Burro 100 g Farina 100 g Noce moscata q.b. Sale fino q.b.
    Per friggere

    Olio di arachidi q.b.


    Preparazione

    Per preparare la moussaka, lavate le melanzane ed eliminate la parte verde sull’estremità, quindi asciugatele e tagliatele a fettine di circa 4-5 mm di spessore (1). Mettete le melanzane, una fetta sull’altra, dentro ad uno scolapasta cospargendole con del sale grosso (2): terminate mettendo al di sopra di esse un piatto e sopra ancora un peso (può essere un chilo di sale) che le presserà. Attendete un paio di ore fino a che fuoriuscirà un liquido scuro e amarognolo. In una padella capiente, mettete l’olio (3)
    e aggiungete le cipolle tritate e l’aglio schiacciato, quindi lasciate dorare e poi aggiungete la carne trita di agnello e di maiale (4). Fate soffriggere a fuoco vivace mescolando per bene fino a che la carne sarà ben rosolata, poi aggiungete il vino rosso (5) e lasciate sfumare quindi salate, pepate e aggiungete la cannella. Lasciate cuocere a fuoco dolce e poi aggiungete i pomodori ramati (o perini) spellati e tagliati a cubetti (6); mettete un coperchio sul tegame e lasciate cuocere a fuoco basso per circa un’ora mescolando di tanto in tanto. Il ragù dovrà consumarsi lentamente insaporendosi e asciugandosi.
    Nel frattempo sbucciate le patate, tagliatele a fettine sottili (4-5 mm) e lessatele per 5 minuti in acqua salata (7), poi scolatele e mettetele a scolare poggiandole delicatamente in un colapasta o su di uno strofinaccio pulito, senza spezzarle. Quindi sciacquate le melanzane sotto l’acqua corrente e poi asciugatele tamponandole con uno strofinaccio pulito. Friggete tutte le melanzane (8) e mettetele a perdere l’olio in eccesso su di un piatto foderato con carta assorbente (9): quando il piatto sarà pieno, mettete sopra le fette fritte di melanzane altri due fogli di carta assorbente e poggiateci sopra le altre e così via.
    Allo stesso modo friggete anche le patate e scolatele dall'olio in eccesso (10-11). Preparate ora la besciamella con gli ingredienti sopra scritti e seguendo la ricetta che troverete cliccando qui (12).
    Passiamo adesso all’assemblaggio della moussaka. Prendete una teglia delle dimensioni di cm 25 x cm 30 e foderate il suo fondo cospargendolo con le patate (13). Al di sopra mettete la metà delle melanzane fritte (14), poi metà del ragù (15), sparso per bene,
    e infine cospargete con 2-3 cucchiai di formaggi grattugiati mischiati tra loro (16). Ripetete gli strati (ovviamente senza patate) e poi ponete metà del formaggio avanzato dentro alla besciamella mescolando per bene (17). Versate tutta la besciamella sulla preparazione (18), cospargete col restante formaggio e infornate in forno già caldo a 180 gradi per 40-45 minuti circa. Non appena la besciamella diverrà dorata estraete la teglia e lasciate intiepidire e compattare la moussaka. Tagliate la moussaka in 8 quadrati, impiattatela (mantenendo la forma) e servitela immediatamente. Buona moussaka o....kalì orexi!

    Purtroppo la moussaka è tutto tranne che leggera, quindi vi consiglio di limitare le porzioni e di servirla tagliata a quadrotti, accompagnata da un’insalatina leggera e, volendo, un po’ di yogurt greco. Gli ingredienti, come vedete, sono tutti reperibili, tranne forse il formaggio kefalotiri, che però è sostituibile con un mix di parmigiano (o grana) e pecorino grattugiati. Potete usare pomodori ramati o perini se preferiti. Infine, le patate: potete evitarle del tutto, oppure utilizzarle per realizzare due strati invece di uno solo sul fondo.

    Fonte: www.giallozafferano.it

  3. #3
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,608
    Esatto Pina, si viaggia anche col gusto, scoprire i piatti della tradizione di altre nazioni è fa sempre parte dell'arricchimento di un viaggio. Durante le nostre crociere poi a bordo, abbiamo molte occasioni per testare nuovi cibi, attraverso questo post potremo riconoscerli e sapere in anticipo se gli ingredienti che contengono sono di nostro gusto.
    Ciao grazie!
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  4. #4
    Moderatore L'avatar di Pina
    Data Registrazione
    06-05-2010
    Località
    Venaria (TO)
    Messaggi
    3,407
    Una portata che delizia le colazioni di molti di noi, specialmente in crociera: le uova alla benedict
    Si tratta di un piatto di origine statunitense, preparato solitamente in occasione dei brunch domenicali

    -uova-benedict-jpg

    -uova-jpg


    Ingredienti:
    •4 uova intere + 3 tuorli• Uova •Il succo di ½ limone• Limone •2 muffin inglesi• Muffin salati •3 cucchiaini di aceto di vino bianco• Aceto di vino bianco •4 fette di pancetta• Pancetta •90 gr. di burro• Burro •Sale q.b.• Sale
    Preparazione

    Per prima cosa cominciate a preparare la salsa olandese. Riunite in una ciotola 3 tuorli d’uovo e il succo di limone e sbatteteli energicamente, aiutandovi con una frusta da cucina. Trasferite il composto in un pentolino, salate e unite il burro tagliato a pezzettini. Fate addensare la salsa a bagnomaria, dopodiché spegnete il fornello e lasciatela raffreddare leggermente.

    Nel frattempo mettete a grigliare la pancetta su una piastra, fino a quando diventa croccante, e fatevi scaldare sopra anche i muffin tagliati a metà.

    Fate scaldare abbondante acqua in un pentolino, aggiungete l’aceto e portate a ebollizione. Rompete 4 uova in una ciotolina, una alla volta, e fatele scivolare delicatamente dentro l’acqua. Fatele cuocere sino a quando l’albume di rapprende e il tuorlo rimane morbido.

    Mettete i quattro mezzi muffin su un piatto, con la parte morbida rivolta verso l’alto. Mettete una fetta di pancetta sopra ciascuna metà e, sulla superficie, adagiate le quattro uova. Irrorate il tutto con la salsa olandese e servite in tavola.


    Accorgimenti
    Prestate molta attenzione durante la cottura delle uova e prelevatele non appena l’albume inizia a rapprendersi. Per una salsa più densa, utilizzate il burro molto freddo.

    Idee e varianti
    Potete aggiungere le verdure che più vi piacciono in accompagnamento al piatto, come i fagioli o gli asparagi. Servite le uova con un bicchiere di succo di frutta fresco, come l’Ace o il pompelmo.

    Fonte ricetta: www.gustissimo.it











  5. #5
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    23,608
    Che bella idea Pina aggiungere la ricetta delle famose uova alla benedict!! A bordo delle navi se ne trovano di buonissime, e vanno sicuramente provate.
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  6. #6
    Collaboratore Dirette L'avatar di vacanza da sogno
    Data Registrazione
    09-11-2012
    Località
    caltagirone
    Messaggi
    3,188
    WOW non ero a conoscenza di queste uova!!! Recupereremo alla prossima crociera, sembrano ottime! Comunque è proprio vero, in crociera non si viaggia solo con la nave, ma anche con il gusto, del resto il cibo in molte nazioni è la base della cultura!
    Pio
    Collaboratore Dirette
    È il viaggio che conta, non la destinazione


  7. #7
    Utenti L'avatar di Conan4
    Data Registrazione
    17-03-2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    183
    Pio recupera recupera!! Sono strepitose! E soprattutto difficilmente riproducibili a casa...almeno per me, visto che non so cucinare neanche un uovo "normale"

  8. #8
    Collaboratore Dirette L'avatar di crocerista99
    Data Registrazione
    30-09-2013
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,198
    Hai fatto venire voglia di assaggiarle anche a me pina 😂 ....a novembre su magnifica le proverò sicuramente!

    Inviato dal mio GT-I9295 utilizzando Tapatalk
    Collaboratore Dirette

  9. #9
    Collaboratore Dirette L'avatar di vacanza da sogno
    Data Registrazione
    09-11-2012
    Località
    caltagirone
    Messaggi
    3,188
    Citazione Originariamente Scritto da Conan4 Visualizza Messaggio
    Pio recupera recupera!! Sono strepitose! E soprattutto difficilmente riproducibili a casa...almeno per me, visto che non so cucinare neanche un uovo "normale"
    Citazione Originariamente Scritto da Conan4 Visualizza Messaggio


    si!!! Spero di poter recuperare a dicembre su Diadema, anche se penso già di aver già deciso cosa mangiare per colazione :P
    Pio
    Collaboratore Dirette
    È il viaggio che conta, non la destinazione


  10. #10
    Utenti L'avatar di Conan4
    Data Registrazione
    17-03-2012
    Località
    Torino
    Messaggi
    183
    C'è l'imbarazzo della scelta in effetti! Da un paio di crociere sto rinunciando al ristorante perché non mi piace non poter scegliere dove sedermi ma penso proprio che a novembre ci ritornerò, dopo aver rivisto le foto dei piatti!! :P


    Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •