"Troppo piccola per essere dinamica e troppo grande per essere pittoresca"; Visitare Rostock, principale città del Meclemburgo-Pomerania Occidentale, si può rivelare un riempitivo durante una sosta a Warnemünde. Pur essendo stata devastata durante la seconda guerra mondiale la grande città portuale ha comunque mantenuto un nucleo centrale piccolo ma molto suggestivo in mattoni rossi e tinte pastello; risulta innegabile che per raggiungerlo bisogna però farsi strada in un desolato paesaggi urbano di edifici di cemento e vere mostruosità industriali.
Bastano un paio d'ore o poco più per visitare i luoghi più interessarti della città; la vicinanza a Warnemünde e la comodità dei collegamenti ne consentono una visita durante le soste in porto delle navi da crociera. Tali caratteristiche, in occasione della sosta durante l'itinerario "Gran Tour d'Europa verso Nord 2015, mi hanno convinto a sbarcare in completa autonomia e ad addentrarmi nell'entroterra alla sua scoperta. La sosta in porto, decisamente ampia (7:30 - 18:30) ha consentito di potermi muovere (io e un amico compagno d'avventura) senza frenesia e soprattutto gestendo uno spostamento che, pur non essendo stato pianificato, si è rivelato agevole e veloce.
A pochi passi dal porto di Warnemünde si riesce a raggiungere la stazione ferroviaria Warnemünde Werft; la durata media del viaggio tra Warnemünde Werft e Rostock é di circa 25 / 30 minuti. Giunti alla stazione ferroviaria di Rostock si può raggiungere il centro storico comodamente in tram oppure optare per una lunga passeggiata (circa 30 minuti). Il centro storico di Rostock si compone dell'ampia piazza centrale (Neuer Markt) dominata dallo splendido Rathaus, edificio dalla facciata (ricostruita) in stile barocco; di fronte al Rathaus le case con tetto a gradoni (restaurate) sono forse l'immagine più graziosa della città. Una passeggiata in Kröpeliner Strasse, strada pedonale che attraversa la città e collega l'omonima porta al municipio, risulta essere una piacevole occasione per ammirare le case dalle facciate gotiche e rinascimentali.
Il monumento più significativo è l'imponente Marienkirche, basilica a tre navate dedica a Maria sita proprio nel centro città. Particolare di questa basilica la presenza, al suo interno (alle spalle dell'altare maggiore), di un orologio astronomico alto 12 metri risalente al 1472.
Allego breve citazione nella quale vengono riportate le caratteristiche di questo orologio astronomico:
"Nella parte superiore l'orologio presenta una serie di porte: a mezzogiorno e a mezzanotte la porta più interna a destra si apre e sei dei 12 apostoli escono a passo di marcia sfilando intorno a Gesù che li benedice: solo Giuda non riceve la benedizione e alla fine del cammino rimane davanti a una porta chiusa. Al centro dell'orologio sono indicati i simboli dello zodiaco e le fasi lunari, mentre nella parte inferiore l'orologio ha un disco che indica la data esatta in cui cade la Pasqua. I dischi sono sostituibili e hanno una precisione che dura 130 anni: il disco attuale scadrà nel 2017, ma l'Università di Rostock ha già pronto quello nuovo".
Come accennato, per raggiungere Rostock in treno si impiegano circa 25/30 minuti in treno a tratta (DB*Bahn); la visita del centro storico richiede un paio d'ore. La comodità, frequenza e puntualità del servizio di trasporto metropolitano la rendono facilmente raggiungibile da Warnemünde.
Nonostante piccole zone d'interesse la visita a questa cittadina, a parer mio, deve essere vista comunque come una scelta secondaria.




Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk