Presentata a La Spezia la sesta edizione di Italian Cruise Day.

Si svolgerà quest’anno a La Spezia venerdì 30 settembre la sesta edizione di Italian Cruise Day

presentazionesestaedizioneitaliancruiseday16092016

ITALIAN CRUISE DAY: presentata la sesta edizione di Italian Cruise Day, il forum di riferimento in Italia per l’industria crocieristica che si svolgerà quest’anno alla Spezia venerdì 30 settembre.

 

25 i relatori attesi che affronteranno alcune delle tematiche più rilevanti riguardanti il settore nei loro interventi e nelle tavole rotonde in programma.

 

Comunicati in anteprima alcuni dati dell’Italian Cruise Watch 2016: secondo le proiezioni aggiornate di Risposte Turismo, in Italia, a fine 2016, saranno 11,4 milioni i crocieristi movimentati dai porti nazionali (+2,78% sul 2015) e circa 5.000 le toccate nave (+3,53%).

 

 

Un’intensa giornata di studio, confronto e dibattito sulle ultime tendenze, le dinamiche, i processi produttivi, gli attori e le prospettive del settore crocieristico in Italia.

 

E ancora, un’occasione di approfondimento, informazione e networking per chi opera nel comparto (compagnie armatoriali, realtà portuali, associazioni di categoria, tour operator, agenzie di viaggio e molti altri ancora) e per tutti coloro che sono interessati a conoscerne da vicino le caratteristiche e le dinamiche.

 

Questi in sintesi gli elementi principali dell’Italian Cruise Day, il forum annuale di riferimento in Italia per l’industria crocieristica ideato e organizzato da Risposte Turismo – società di ricerca e consulenza a servizio della macroindustria turistica – quest’anno in partnership con l’Autorità Portuale della Spezia e Discover La Spezia, in programma venerdì 30 settembre presso l’Auditorium del Porto della Spezia.

 

L’appuntamento, presentato questa mattina alla stampa da Francesco di Cesare – Presidente Risposte Turismo, Lorenzo Forcieri – Presidente Autorità Portuale della Spezia e Maurizio Pozella – Presidente Discover La Spezia, è giunto alla sesta edizione e si conferma il punto di riferimento per il comparto crocieristico del nostro Paese.

 

Tra i relatori attesi figurano, solo per citarne alcuni, Pierfrancesco Vago – Chairman CLIA Europe, Manfredi Lefebvre d’Ovidio – Chairman CLIA Italy, Kristijan Pavic – Presidente MedCruise, Giovanni Bastianelli – Direttore Esecutivo ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, Eduardo Santander – Executive Director European Travel Commission e Carlo Corazza – Capo unità turismo, DG Industry, Entrepreneurship and SMEs European Commission.

 

Il forum vedrà anche quest’anno la presentazione da parte di Francesco di Cesare dell’Italian Cruise Watch 2016, il rapporto di ricerca di riferimento sul settore crocieristico in Italia curato da Risposte Turismo contenente i dati più aggiornati e rilevanti e le previsioni per il futuro del comparto.

Le proiezioni aggiornate relative alla chiusura del 2016, presentate in anteprima in occasione della conferenza stampa odierna, mostrano un incremento, rispetto ai dati a consuntivo registrati nel 2015, del numero di crocieristi movimentati dai porti italiani (+2,78%, per un totale di 11.396.000) e del numero di toccate nave (+3,53%, per un totale di 4.994).

 

Tali dati sono il frutto delle stime fornite a Risposte Turismo da 49 porti crocieristici italiani che rappresentano, sul totale nazionale, il 99,6% del traffico passeggeri e il 96,8% delle toccate nave.

 

 

 

A livello regionale le proiezioni elaborate da Risposte Turismo per il 2016 mostrano come la Liguria si confermerà la regione leader in Italia per numero di passeggeri movimentati nei propri porti, leadership ottenuta in virtù di oltre 2,6 milioni di passeggeri movimentati (+2,1% sul 2015), seguita dal Lazio (poco più di 2,3 milioni di passeggeri, +1,3%), Campania (1,7 milioni di passeggeri, +6,1%), Veneto (1,6 milioni di passeggeri, +1,1%) e Sicilia (oltre 1,1 milioni di passeggeri, +1,7%).

 

La classifica previsionale delle toccate nave vedrà una leadership del Lazio (stimati 874 approdi nei suoi tre porti), cui segue la Campania (con 810 approdi nei porti di Napoli, Salerno, Sorrento, Amalfi, Capri, Positano e Agropoli) e la Sicilia (789 toccate nei porti di Palermo, Messina, Catania, Trapani, Giardini Naxos, Lipari, Porto Empedocle, Milazzo, Siracusa, Licata e Pozzallo).

 

Analizzando nel dettaglio i risultati conseguiti dai singoli porti, secondo le stime di Risposte Turismo nel 2016 Civitavecchia si confermerà al primo posto con circa 2,3 milioni di passeggeri movimentati (+1,3% sul 2015) e 835 toccate nave (+5,2%), seguita da Venezia con 1,6 milioni di passeggeri (+1,1%) e 535 toccate nave (+2,7%) e Napoli con circa 1,3 milioni di passeggeri (+5,2%) e 480 toccate nave (+7,9%).

 

“Il 2016 – afferma di Cesare – si presenta come anno di stabilità o leggero aumento rispetto ai risultati del 2015, questi ultimi in significativa crescita sull’anno precedente. Si tratta dunque di dati da guardare positivamente, che confermano anche gli equilibri e le posizioni in classifica delle diverse realtà portuali. C’è però da attendere di conoscere le prime previsioni sul 2017, che daremo in occasione dell’Italian Cruise Day, per capire quale sarà nel medio periodo la traiettoria che i volumi di traffico disegneranno”.

 

La sessione di apertura del forum, intitolata “La crocieristica in Italia: stato dell’arte e prospettive future”, sarà dedicata anche quest’anno, come da tradizione, agli aspetti più rilevanti dello scenario attuale e di quello prospettico dell’industria crocieristica in Italia, dagli investimenti alle potenzialità di prodotto, dalla costruzione degli itinerari alle relazioni all’interno della filiera di produzione.

 

A seguire si terrà la consegna del Premio di Laurea ICD (valore: 1.000 euro) e del Premio di Laurea Assoporti (valore: 500 euro), riconoscimenti conferiti, rispettivamente, all’autore della miglior tesi di laurea dedicata alla produzione e/o al turismo crocieristico e alla portualità crocieristica.

 

Al termine della premiazione si terranno le conferenze stampa dell’Autorità Portuale di Cagliari e di Ligurian Ports Alliance, due tra le realtà aderenti a La Casa dei Porti Crocieristici Italiani, l’iniziativa che, nell’ambito di Italian Cruise Day, permette ai terminal crocieristici di presentare i risultati ottenuti, i progetti in essere e le attività in programma agli operatori del comparto, agli amministratori pubblici e alla stampa.

 

Nel pomeriggio i lavori riprenderanno con la seconda sessione intitolata “Benvenuti crocieristi! Le iniziative territoriali di accoglienza e assistenza ai passeggeri” dedicata ai progetti e alle iniziative proposte da enti locali e vari soggetti operanti a livello di destinazione ai passeggeri delle navi da crociera, per concludersi con la sessione dal titolo “La crocieristica italiana nel quadro della macroindustria turistica nazionale e degli indirizzi di politica europea” durante la quale i relatori si confronteranno sul livello di attenzione al settore crocieristico riservato dalle politiche turistiche nazionali ed europee.

 

Italian Cruise Day 2016 ospiterà nuovamente anche Carriere@ICD, l’unico career day italiano dedicato esclusivamente al mondo della crocieristica, in programma quest’anno venerdì al termine delle tavole rotonde sempre presso l’Auditorium del Porto.

 

L’iniziativa si svilupperà come una serie di incontri tra i giovani, selezionati dalla segreteria organizzativa, e i responsabili risorse umane di alcune delle principali aziende del settore tra cui compagnie di crociera, aziende portuali, agenzie marittime, tour operator e network di agenzie di viaggio.

 

“Anno dopo anno – ha concluso di Cesare –  l’Italian Cruise Day si è arricchito di contenuti e di presenze consolidando il suo essere l’appuntamento annuale di riferimento per tutti gli operatori coinvolti nel settore crocieristico o a esso interessati. Per noi di Risposte Turismo è motivo di grande soddisfazione poter mettere a disposizione di così tanti e qualificati professionisti un contenitore che, con la sua formula snella e concentrata, consente di acquisire benefici in termini di aggiornamento, confronto, visibilità e occasioni di business”.

 

“L’Autorità Portuale della Spezia – afferma il Presidente Lorenzo Forcieri – ha deciso negli ultimi anni di investire con convinzione nel settore crocieristico ed i risultati ottenuti ci confortano nella visione delle nostre capacità e opportunità come territorio, porto e città”.

 

“Il settore crocieristico – ha proseguito Forcieri – riveste un ruolo sempre più importante sia per il porto sia per lo sviluppo del turismo e, in generale, per l’economia della città e della provincia. Per questo abbiamo predisposto, assieme all’amministrazione comunale, alle associazioni e agli operatori, varie iniziative per valorizzare ulteriormente questo variegato territorio. E La Spezia sta dimostrando di credere in questa opportunità”.

 

“La scelta di svolgere qui l’Italian Cruise Day 2016 – ha concluso Forcieri – è per noi motivo di grande soddisfazione, in quanto abbiamo modo di ospitare un confronto schietto e concreto tra istituzioni, compagnie ed operatori che da tutta Italia sono giunti nella nostra città. Il porto della Spezia vede così ancora di più riconosciuto un ruolo sempre più importante tra le eccellenze nazionali e afferma il suo modello di sviluppo basato sulle nuove infrastrutture realizzate e l’alta qualità dei servizi offerti. L’arrivo di nomi tra i più importanti nel panorama mondiale, rappresenta uno stimolo per far compiere alla Spezia un ulteriore e decisivo salto culturale in tema di accoglienza ed ospitalità”.

 

“Discover La Spezia – afferma il Presidente Maurizio Pozella – ha accolto con orgoglio la possibilità di partecipare all’organizzazione dell’Italian Cruise Day 2016, a conferma di un ruolo ormai consolidato nel panorama dell’accoglienza degli ospiti delle navi da crociera che scalano La Spezia e della promozione del territorio”.

 

“Questo importante evento – ha concluso Pozella – rappresenta un ulteriore stimolo per Discover che coglierà ogni opportunità per assicurare una crescita nella qualità e nella tipologia dei servizi offerti”.