Previsto il 1° settembre spostamento scafo Costa Concordia per terminare lo smaltimento.

Uscita oggi la motivazione della condanna a Schettino, nel frattempo domani Concordia verrà spostata per ultimare lo smantellamento.

 

Passando sulla sopraelevata di Genova, in questi mesi, i nostalgici di Costa Concordia e tutti coloro che hanno effettuato una crociera su quella bellissima nave, voltando lo sguardo verso il bacino, hanno assistito al suo smantellamento. Ora i ponti superiori sono stati tutti rimossi, resta lo scafo in pratica tutta la parte sommersa.

E’ stato fissato per il 1° settembre lo spostamento del relitto dall’area dell’ex super bacino nel Porto di Genova, all’area delle riparazioni navali dove sarà completato lo smaltimento.

La decisione è stata presa dopo aver valutato attentamente le previsioni meteo, salvo cambiamenti dell’ultima ora, avverrà quindi domani questo ultimo atto, che chiuderà definitivamente questa triste vicenda.

Foto dell'eccezionale trasporto del relitto di Costa Concordia. FOTO LIVEBOAT

Foto dell’eccezionale trasporto del relitto di Costa Concordia. FOTO LIVEBOAT

Per quanto riguarda il processo al Comandante Schettino, è uscita la motivazione dei giudici alla condanna a 16 anni 

Francesco Schettino, foto di Rosalba Scarrone

Dice la sentenza: Quando “saltò su una lancia” “Schettino era consapevole che diverse persone si trovavano sul lato sinistro della nave o, comunque, quanto meno aveva seri dubbi in tal senso e decideva in ogni caso di allontanarsi in modo definitivo dalla Concordia”. Per quanto riguarda l’inchino, invece, i giudici scrivono: “L’intenzione” di Schettino non era seguire la rotta del cartografo ma “navigare secondo il suo istinto marinaresco, più a ridosso dell’isola, confidando nella sua abilità”.

Rosalba Scarrone

Amministratore e Blogger

www.liveboat.it