Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 33

Discussione: La "stazza" delle navi

  1. #1

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    La "stazza" delle navi

    Quante volte, sfogliando i cataloghi delle compagnie crocieristiche, ci siamo imbattuti nelle caratteristiche tecniche delle navi ed in particolare nel termine "stazza", espresso con la lettera "t" (tonnellata).
    Forse non tutti sanno che (non me ne vogliano i più ferrati nella materia !), per quanto possa sembrare banale ed istintivo, tale termine non è un termine di peso.
    Per cui è facile che si generi confusione tra "stazza lorda di una nave" e "peso di una nave".
    Infatti, argomentare la stazza di una nave equivale a riferirsi ad una misura di capacità o volume.
    Trovo sia utile citare un breve curioso cenno storico sull'etimologia del termine "stazza".
    La prima regola legale di "stazza", fu introdotta ed adottata in Francia alla fine del XV° secolo.
    La "stazza" era ottenuta moltiplicando la lunghezza del bastimento (così erano denominate le navi dell'epoca), per la somma delle superfici medie di tre sezioni trasversali dell'imbarcazione.
    Per unità di misura di "stazza" venne assunto, con la denominazione di "tonneau de mer", il volume di 42 piedi francesi cubi (1,44 metri cubi), equivalente a quello di 4 botticelle di vino bordeaux, pesanti in totale 2.000 libbre francesi, cioè 1 "tonneau" (0,979 Kg).
    Fu così che, per l'identità dei termini che esprimevano in francese la botte (tipica indicazione di capacità) e la tonnellata (indicazione di peso), l'unità di misura della "stazza" (misura di volume), finì per essere chiamata anche nelle altre lingue col nome di "tonnellata".
    Solo alla fine del XVII° secolo, fu introdotta ed adottata in Inghilterra la "stazzatura", divenuta poi internazionale e costituente la base di tutti i moderni sistemi di "stazza".
    Con il sistema inglese veniva determinato, con formule di quadratura approssimata, il volume interno sotto il ponte superiore dell'imbarcazione, nonchè quello dei locali sopra il ponte medesimo.
    Il volume interno totale della nave, dato dalla somma dei volumi dei vari locali (compresi gli spazi della sala macchine, serbatoi carburante, depositi merci e provviste, alloggiamenti ecc.), espresso in piedi inglesi cubici e diviso per 100, fornisce la "stazza" lorda, la cui unità di misura corrisponde, quindi, a 100 piedi cubici, equivalenti a loro volta a 2,832 metri cubi.
    La determinazione della "stazza" di una nave è competenza dei Registri Navali; si dice quindi "stazza di registro" di una nave, quella con cui essa è iscritta nel registro di bandiera.
    Numerose regole speciali valgono per la "stazza" in base a cui si pagano i diritti per vari passaggi, tra cui i canali di Suez e Panama.
    Altro discorso, credo meritevole di attenzione, è il "dislocamento" di una nave (questo sì, termine di peso !) ma, anche per non annoiarvi eccessivamente, tratterò in altra circostanza.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    15,742

    Re: La "stazza" delle navi

    Grazie Fiorenzo per aver dato vita a questo argomento; a mio avviso è uno dei più belli di tutto il mondo crociere.

    Purtroppo non sono molto ferrato in materia, quindi interverrò solamente con miei dubbi e curiosità.

    Sarebbe interessante sapere se le zone dotate di copertura semovente (zona piscina, per capirci) rientrano o meno nel computo.

    Inoltre mi sono sempre chiesto perchè Costa Fortuna e Costa Magica i primi anni del loro servizio venivano presentate come navi da 105.000 tonnellate mentre ora si parla di 102.500; e, al contrario, per Costa Concordia si è parlato i primi tempi di 112.000 tonnellate mentre ora si parla di 114.500.

    Ma è tutto relativo???

  3. #3

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: La "stazza" delle navi

    Citazione Originariamente Scritto da marco
    Sarebbe interessante sapere se le zone dotate di copertura semovente (zona piscina, per capirci) rientrano o meno nel computo.
    Inoltre mi sono sempre chiesto perchè Costa Fortuna e Costa Magica i primi anni del loro servizio venivano presentate come navi da 105.000 tonnellate mentre ora si parla di 102.500; e, al contrario, per Costa Concordia si è parlato i primi tempi di 112.000 tonnellate mentre ora si parla di 114.500.
    Credo non rientrino nel computo della totale stazza lorda le zone dotate di copertura semovente, poichè il volume interno totale calcolato dovrebbe essere dato dalla somma dei vari volumi dei locali ivi compresi quelli muniti di "mezzi permanenti di chiusura".
    Non essendo, ad esempio la zona piscina, dotata di tali mezzi ( poichè, per l'appunto con copertura semovente), non dovrebbe rientrare nel computo.
    Per quanto rigurda la stazze lorde di Fortuna e Magica corrispondenti attualmente a 103.000 tonnellate (misura rilevata dai piani nave in catalogo), sembrerebbe, se così fosse, abbiano subito una riduzione dei volumi interni a beneficio o a scapito (dipende dai punti di vista ), degli spazi esterni.
    Analogamente dicasi, al contrario, per la Concordia.
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  4. #4
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: La "stazza" delle navi

    Effettivamente la stazza varia con piccole modifche all'interno della nave: il Titanic era più 'grande' dell'Olimpic perchè aveva aggiunto una piccola chiusura che creava una nuova stanzetta (a poppa? Mi sembra di si ndr) e quindi un nuovo spazio 'abitabile'..
    Anche la Fantasia, più recentemente, si è vista aumentare la stazza rispetto a quella dichiarata da MSC..
    E' difficile invece ottenere la stazza delle navi militari, di cui è riportato praticamente sempre il solo dislocamento (il peso della nave) e chi ci sta a bordo spesso non ha idea di quanto stazzino, a questa domanda hanno risposto un pò imbarazzati sia i cadetti della Vespucci che i marinai della Cavour..
    Misurare la stazza non gli appartiene proprio..

    Questo è un poblema per uno storico navale, quanto stazzavano le varie classi di vascelli? Bhò.. però il dislocamento è noto..

    Salutoni!
    Manlio

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    15,742

    Re: La "stazza" delle navi

    Vorrei condividere con voi una riflessione.
    Chiaramente deve esistere un legame fra la stazza di un’unità e il numero dei passeggeri trasportati.
    Cioè, più passeggeri porta una nave, maggiore sarà il volume della somma degli spazi interni.
    Ma in che misura avviene questo?
    Ho provato a fare un rapporto fa la stazza delle navi Costa e delle più significative unità Msc e Royal, e il numero dei passeggeri (occupazione massima).
    I dati li ho presi dai siti delle compagnie di crociera per Costa e Msc, e da wikipedia per Royal.
    Il numero che si ottiene dalla divisione è sempre intorno a 30.
    Ma cosa dovrebbe indicare questo numero? Le tonnellate, intese come spazio espresso in volume, per ogni passeggero.
    Quindi possiamo affermare che tanto questo numero è più grande, tanto in questa nave ci sarà minor senso di affollamento.

    Vediamo qualche dato:

    Costa Marina 25.558/1.000 = 25,6
    Costa Allegra 28.597/1.000 = 28,6
    Costa Classica 52.926/1.680= 31,5
    Costa Romantica 53.049/1.697 = 31,3
    Costa Europa 54.763/1.773 = 30,9
    Costa Victoria 75.166/2.394 = 31,4
    Classe Atlantica 85.619/2.680 = 31,9
    Classe Fortuna 102.587/3.470 = 29,6
    Classe Luminosa 92.600/2.800 = 33,1
    Classe Concordia 114.500/3.780 = 30,3

    Msc Magnifica 89.600/3.013 = 29,7
    Msc Splendida 138.000/3.959 = 34,9

    Oasis of the seas 225.282/6.296 = 35,8

    Notiamo come in casa Costa il numero indice più alto è quello di Luminosa.
    Non so se il tutto può avere un senso, ma sicuramente io su Luminosa in alta stagione non ho avuto assolutamente il senso di affollamento.
    Cosa che invece ho avuto nelle navi di classe Concordia e Fortuna in bassissima stagione.
    D’estate la gente sta fuori, è vero, ma è anche vero che la sera la gente è concentrata nei saloni interni.

    Quindi, date le mie osservazioni personali, questo numero indice può avere un senso.

    Sulle altre compagnie non mi esprimo, ma noto come sule navi di classe Fantasia e su Ots, questo valore sia molto alto; per Msc Fantasia influirà il discorso dell’area VIP; per Royal non saprei.

    Qualcuno ha qualche esperienza da darci sul senso di affollamento avuto nelle varie navi???

    ps: il tutto può essere inquinato dal fatto che la stazza fornita dalle compagnie è suscettibile di variazioni nel divenire ... vedi il discorso che facevo prima ...

  6. #6
    Ospite

    Re: La "stazza" delle navi

    per esperienza mia, sono stata su romantica, victoria, atlantica e serena, posso dire, malgrado gli indici, che ho sentito più senso di affollamento su romantica
    la domanda sorge spontanea

    ma queste percentuali tengono presente delle aree comuni?
    per esempio su serena i ristoranti sono 5
    vale a dire il ristorante di poppa, (ora non ricordo i nomi), diviso su 2 piani
    quello al centro nave, (sempre su due piani)
    e il samsara, (oltre ovviamente al club, ma questo è a parte)

    e inoltre c'è il buffet

    e questi raddoppiano considerando i turni

    su romantica è diverso
    il ristorante è uno, moltiplicato per 2 turni
    quindi è chiaro che ci sia affollamento

    idem per la piscina
    gli spazi di atlantica e serena non hanno niente a che vedere con romantica...

    credo che bisognerebbe considerare le varianti dei posti più frequentati e le loro metrature, o no?

  7. #7
    Special User
    Data Registrazione
    24-11-2009
    Località
    Montecelio
    Messaggi
    2,496

    Re: La "stazza" delle navi

    Citazione Originariamente Scritto da marco
    Vorrei condividere con voi una riflessione.
    Chiaramente deve esistere un legame fra la stazza di un’unità e il numero dei passeggeri trasportati.
    Cioè, più passeggeri porta una nave, maggiore sarà il volume della somma degli spazi interni.
    Ma in che misura avviene questo?
    Ho provato a fare un rapporto fa la stazza delle navi Costa e delle più significative unità Msc e Royal, e il numero dei passeggeri (occupazione massima).
    I dati li ho presi dai siti delle compagnie di crociera per Costa e Msc, e da wikipedia per Royal.
    Il numero che si ottiene dalla divisione è sempre intorno a 30.
    Ma cosa dovrebbe indicare questo numero? Le tonnellate, intese come spazio espresso in volume, per ogni passeggero.
    Quindi possiamo affermare che tanto questo numero è più grande, tanto in questa nave ci sarà minor senso di affollamento.

    Vediamo qualche dato:

    Costa Marina 25.558/1.000 = 25,6
    Costa Allegra 28.597/1.000 = 28,6
    Costa Classica 52.926/1.680= 31,5
    Costa Romantica 53.049/1.697 = 31,3
    Costa Europa 54.763/1.773 = 30,9
    Costa Victoria 75.166/2.394 = 31,4
    Classe Atlantica 85.619/2.680 = 31,9
    Classe Fortuna 102.587/3.470 = 29,6
    Classe Luminosa 92.600/2.800 = 33,1
    Classe Concordia 114.500/3.780 = 30,3

    Msc Magnifica 89.600/3.013 = 29,7
    Msc Splendida 138.000/3.959 = 34,9

    Oasis of the seas 225.282/6.296 = 35,8

    Notiamo come in casa Costa il numero indice più alto è quello di Luminosa.
    Non so se il tutto può avere un senso, ma sicuramente io su Luminosa in alta stagione non ho avuto assolutamente il senso di affollamento.
    Cosa che invece ho avuto nelle navi di classe Concordia e Fortuna in bassissima stagione.
    D’estate la gente sta fuori, è vero, ma è anche vero che la sera la gente è concentrata nei saloni interni.

    Quindi, date le mie osservazioni personali, questo numero indice può avere un senso.

    Sulle altre compagnie non mi esprimo, ma noto come sule navi di classe Fantasia e su Ots, questo valore sia molto alto; per Msc Fantasia influirà il discorso dell’area VIP; per Royal non saprei.

    Qualcuno ha qualche esperienza da darci sul senso di affollamento avuto nelle varie navi???

    ps: il tutto può essere inquinato dal fatto che la stazza fornita dalle compagnie è suscettibile di variazioni nel divenire ... vedi il discorso che facevo prima ...
    per Lady O ha sommato clienti e crew (almeno occupazione base doppia)

  8. #8
    Special User
    Data Registrazione
    23-11-2009
    Messaggi
    227

    Re: La "stazza" delle navi

    Marco l'indice che hai trovato può essere significativo (per lavoro invento indici significativi ndr) ma va notato che come prima cosa esclude l'equipaggio, poi che per quanto utile rimane indicativo, come una condizione necessaria ma non sufficente.
    Questo perchè lo sfruttamento degli spazi dipende dall'urbanistica della nave: la Romantica è una nave che crea affollamento perchè ha dei percorsi obbligati e stretti che portano a 'comprimere' le persone, se per es. aprisse il ponte lance la nave cambierebbe di brutto, divenendo molto più fruibile ed aperta per tutti..

    La Victoria è eccellente da questo punto di vista, e non crea questi problemi, mentre l'Europa è una via di mezzo..
    Nell'indice che hai introdotto le tre navi sono appaiate:

    Costa Romantica 53.049/1.697 = 31,3
    Costa Europa 54.763/1.773 = 30,9
    Costa Victoria 75.166/2.394 = 31,4

    e l'Europa sta sotto la Romantica, cosa che non è verissima nella realtà..
    Io correggerei con l'equipaggio, oppure parzializzerei la nave, quale porzione appartiene solo al Crew? Forse un 30%?
    Questo per dire che l'indice si può raffinare, anche se rimarrà sempre un valore indicativo, salvo numeroni tipo:

    Msc Splendida 138.000/3.959 = 34,9

    Oasis of the seas 225.282/6.296 = 35,8


    questo qualcosa dovrà pur dire..

    Salutoni!
    Manlio

  9. #9

    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    provincia di Torino
    Messaggi
    3,902

    Re: La "stazza" delle navi

    Concordo pienamente con quanto rappresentato da Manlio.
    Questi valori pure apprezzabili nel loro significato, ritengo siano indicativi, salvo appunto le evidenti eccezioni.
    Credo che per ottenere indici più attendibili sia fondamentale la parziializzazione dei locali della nave (cosa di non semlice attuazione).
    "It isn't that life ashore is distasteful to me. But life at sea is better."
    Sir Francis Drake

  10. #10
    Ospite

    Re: La "stazza" delle navi

    l'ho detto magari in maniera non comprensibile, ma quando parlavo di varianti delle aree comuni, intendevo questo...

    e confermo, sulla romantica era impossibile non incrociare un altro passeggero almeno una volta, mentre sulla serena sono sbarcate con me persone che non avevo mai visto...
    e poi, la sera, i ponti "animazione" variano da 1 a 3 e questo, a parer mio, conta molto di più per quanto riguarda l'affollamento

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •