Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18

Discussione: Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

  1. #1
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    Cari Navigatori,
    dopo giorni , mi sono decisa a scrivere questo nuovo navigammo, al riguardo dell'ultima crociera fatta.
    Comincio col dire,dopo tanti tentennamenti, ma innamorati del giro, ci siamo decisi, Paolo ed io, a cambiare bandiera di crociera. Per la prima volta siamo saliti su MSC, precisamente su OPERA, una delle più piccole e datate, ma che grazie all'allungamento effettuato, credo nel 2016, è stata rimessa a nuovo.
    La nave, a ragion veduta, è molto carina, e anche gli ambienti sono ben tenuti. Avendo però solo piscine esterne, nel periodo invernale, purtroppo non è vivibile in tutti i suoi ambienti.
    Però il giro è troppo affascinante per noi, ed è la prima nave che torna in Terra Santa, dopo alcuni anni di fermo.
    Quindi abbiamo deciso di prenotare, insieme ad una coppia di amici, questa crociera di 12 giorni, che tocca i porti di GENOVA, Civitavecchia, Katakolon, Heraklion, Rodi, Limassol, Haifa, Messina.
    Partiamo dalla sera antecedente la partenza, il 10 dicembre 2019. Riusciamo a chiudere i bagagli, pronto il trolly piccolo con tutte le medicine, compagne di ogni viaggio, possiamo andare a letto “sereni”.
    MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE 2019
    Al mattino sveglia alle sei, ma per l'agitazione, eravamo già svegli da un po.
    Pronti, partenza, via!
    L'incontro con gli amici è alla stazione del nostro paese. Abbiamo il treno alle 8,25, ma arriviamo in largo anticipo .
    Aspettiamo questo momento da circa due anni, e adesso ci siamo quasi.....
    Arriva il treno, e “alla Fantozzi”, carichiamo i bagagli, che essendo in 4 persone, non sono pochi. Purtroppo, anche se questa è la 14esima crociera, non ho ancora “imparato”, a fare le valigie con poche cose!
    Comunque il treno è abbastanza vuoto, e il viaggio scorre veloce. In meno di due ore siamo a Civitavecchia. Abbiamo deciso di partire da qui, perché per noi è più semplice, in quanto, arrivando al porto in treno, in questo caso, non ci sono mezzi da cambiare.
    Alla stazione di arrivo, un po' di gente la troviamo, tra croceristi che si recano a Roma in giro, altri che invece, ahimè, sono scesi dalla nave, in quanto finita la crociera( stessa sorte toccherà a noi tra 12 giorni!).
    Fila agli ascensori per scendere e poi risalire con i bagagli. Ma è abbastanza presto e andiamo con calma. Recuperati i bagagli, decidiamo di fare un breack al bar della stazione, sempre ben fornito.
    Ultime telefonate ai ragazzi, e poi ci dirigiamo a prendere la navetta che porterà al piazzale del Porto, dove parte la navetta gratuita fino alla Nave di destinazione.
    Riprendiamo i bagagli, saliamo, poi scendiamo ancora con bagagli, per poi riposizionarli nel portabagagli della navetta. A tutti e quattro ci prende la “ridolina”, e c'è aria già di festa!
    Finalmente, scendiamo dalla navetta e prendiamo, per l'ultima volta i bagagli. Dopo un attimo siamo dentro, al deposito bagagli:Siamo liberi, li troveremo , tra un po, in cabina!
    Ci viene assegnato il numero 4, per l'entrata. Scorre tutto molto veloce, ed in men che non si dica, abbiamo fatto check-in; un attimo ancora, mentre il cuore inizia a battere più forte, saliamo la “rampa” che ci porterà direttamente al Ponte 5 della Nave Opera, non prima però, di aver fatto la foto ricordo, con facce stralunate, come sempre!
    Ed eccoci, finalmente, a bordo!!!!! che bellissima sensazione. Vorrei che questi attimi durassero molto di più, ma ancora una volta tutto scorre veloce: foto di riconoscimento, passaggio dall' equipe per lasciare i passaporti ( ci verranno restituito il giorno prima di arrivare ad Haifa, insieme al bollino di permesso), e diretti dal personale, verso le nostre cabine che sono già pronte!
    Passiamo dalle cabine ( la nostra esterna con vista parziale, al ponte 7 n 7103, e i nostri amici al ponte 8, interna 8230), lasciamo i cappotti, per poi dirigerci al Buffet Ponte 11, le Vele, ed iniziamo così la nostra crociera.
    (continua)

    Il momento tanto atteso
    Immagini Allegate Immagini Allegate Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191210_205123-jpg 
    Sandra

  2. #2
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    BUFFET PONTE 11 LE VELE
    Il buffet, ci rendiamo subito conto che non è dei più grandi, e sapendo che viaggiamo quasi al completo, capiamo che ci saranno problemi di fila nei giorni di navigazione.
    Comunque, oggi la nave è quasi vuota. Poche le salite a Civitavecchia e quelli che sbarcheranno domani a Genova, sono in escursione a Roma, o in altre località vicine al porto.
    Ci sediamo ad un tavolo con vista mare, e questo già basterebbe. E' una tiepida giornata di dicembre, il freddo non si fa sentire, e il sole fa capolino tra delle nuvolette che vanno e vengono.
    Guardo il mare: calma piatta!; avevo ascoltato alcuni croceristi sbarcati che parlavano del rientro da Tenerife( Opera effettua due giri molto interessanti: uno è ritorno in Terra Santa, e l' altro le Isole del Sole che arriva fino a Tenerife), dove avevano avuto mare agitato, con onde altissime.
    Vabbè, via mangiamo un po' e non pensiamo al peggio! Su Opera, come credo in tutte le navi della compagnia MSC, la pizza viene servita calda dalle ore 11 del mattino fino all' una di notte; quindi secondo voi cosa avrò assaggiato per primo? PIZZA!
    Buonissima e cotta in vari gusti.
    Paolo invece assaggia subito una pasta cotta al dente, e poi prendiamo delle insalate pronte nelle varie coppette.
    Non si può non passare al banco dei dolci: se non altro dobbiamo assaggiare per capire se sono buoni o no, cosa dite?
    Beh non siamo ancora partiti, e credo di aver già messo su mezzo chilo! Meno male che domani saremo a Genova e cammineremo.
    Finito il lauto pasto, anche per digerire un po, andiamo in giro per conoscere la nave. Dall ' 11esimo piano, a piedi scendiamo al quinto, dove troviamo la reception e dove io mi recherò per prima in quanto devo avvisare del mio problema alla schiena, e quindi di non fare esercitazione.
    Dopo ci rechiamo al ristorante per cambiare il turno della cena. Il Maitre gentilissimo ci accontenterà, ma dalla seconda sera, in quanto per stasera non è proprio possibile.
    Dopodichè andiamo a registrare le nostre carte per i pagamenti, mentre “girelliamo” per prendere confidenza con la nave.
    Torniamo, sempre a piedi verso le cabine. La nostra, appunto al ponte 7, è proprio ben locata. Di fronte, abbiamo gli ascensori .
    Anche i nostri amici si recano in cabina al ponte 8.
    Le cabine interne sono più spaziose di quelle esterne con vista parziale, come la nostra.
    Non manca niente, intendiamoci, ma lo spazio è proprio risicato. Comunque abbiamo la nostra cabinista, una signora gentile e sempre disponibile per qualsiasi bisogno.
    Rientrati in cabina, e trovate le valigie, decido di iniziare a sfarle e mettere un po di ordine.
    Finiamo appena in tempo con la comunicazione di recarci a fare esercitazione.
    La prima cosa che ci balza alla mente, è che ogni avviso viene fatto per primo in lingua inglese. Purtroppo, nonostante la nave parta dall'Italia e i passeggeri sono in maggioranza Italiani, MSC ha adottato questa politica, in quanto la nave, pur essendo di proprietà italiana, batte bandiera panamense, e per questo la lingua ufficiale è inglese.
    Comunque il secondo è in italiano e ci invita a recarci in teatro. In quest modo posso andare anch'io, in quanto siamo tutti seduti.
    Finita l'esercitazione che si svolge abbastanza velocemente e senza intoppi, torniamo in cabina per prepararci. Stasera, avendo il primo turno che va dalle 18,15 alle 19,30, dobbiamo fare in fretta per recarci al ristorante: La Caravella ( è il ristorante, al ponte 5, centrale).
    Mentre ci avviamo per la cena, la nave, lentamente, lascia gli ormeggi ed inizia la navigazione.
    IL nostro tavolo è servito molto bene da un cameriere e aiutato da un altro giovane collaboratore che ogni sera ci servirà il pane e porterà da bere.
    Un appunto lo devo fare sul pane: è buonissimo e ogni giorno ne troviamo sia al buffet che al ristorante, di tantissimi tipi appena sfornati.
    Per quanto riguarda il bere, non avendo particolari esigenze e non essendoci più i pacchetti solo acqua, prendiamo di volta in volta ciò che ci necessita, così come pure per il caffè. Se non vogliamo prendere quello che troviamo al Buffet, andiamo in un qualsiasi bar di bordo e ordiniamo l'espresso. Il più buono, in assoluto, è al bar al ponte 6 Aroma coffee bar.
    Per la sera, se non si vuole andare al ristorante, è sempre aperto anche il Buffet dalle 18,30 alle 22,00, per poi riaprire con gli spuntini di mezzanotte dalle 24,00 alle 2,00.
    Inoltre oltre alla pizzeria aperta fino alle 1,00 di notte, a pranzo è aperto anche l'hamburger Paradise dalle 11,30 alle 18,00; non dimenticando che dalle 16,30 alle 17,30 ci sono gli spuntini pomeridiani, sempre al ponte 11, Buffet Le Vele.
    Da come si evince, su la nave non si “muore di fame”!
    Illustrato tutto questo, per la prima sera, a parte una tisana, che si può scegliere al ponte 11, non andiamo oltre:
    siamo oltremodo stanche tutti e 4, e a parte la contentezza di essere finalmente in mezzo al mare, decidiamo di “ritirarci” per la notte, facendoci cullare dalle onde.
    (continua)
    Alcuni piatti della prima cena al ristorante, e ambientazione natalizia a bordo
    Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191211_190918-jpgRitorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191211_192235-jpgRitorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191212_200921-jpgRitorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191212_200841-jpg
    Sandra

  3. #3
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    GIOVEDÌ 12 DICEMBRE 2019
    GENOVA
    La notte è trascorsa tranquilla, senza grandi “scossoni” del mare. Anzi, proprio il mare ci ha cullato dolcemente.
    Avevo avuto un poco di timore, essendo la cabina al ponte 7 ( di solito, nelle altre crociere abbiamo viaggiato ai ponti bassi, per avvertire meno il mare) di “sentire” di più il mare. Invece ho dovuto ricredermi. Abbiamo avuto sia mare mosso, molto mosso, e sia onda lunga, durante la crociera, e posso dire con tranquillità che in cabina non ci rendevamo conto di questo, se non attraverso i vetri dell'oblò.
    Ma torniamo a noi: alle 8 siamo già in porto. Ieri sera, dopo esserci salutati per la buonanotte, avevamo fatto i propositi di alzarci abbastanza presto, fare colazione con calma e poi scendere in autonomia. Ma al mattino sono rallentata in tutto! Quindi mentre gli amici hanno già fatto colazione, noi siamo ancora tra le braccia di Morfeo!
    Comunque piano piano ci prepariamo e andiamo a fare colazione. Anche stamani poca folla. Gli sbarchi sono già iniziati, sia per chi ha finito la crociera, sia per le varie escursioni organizzate da MSC.
    Fare la colazione in nave, per me, è una vera delizia sia per gli occhi che per il palato!
    Inizio con dei piccoli croissant vuoti, per poi passare al pane tostato con marmellata, frutta fresca( pompelmo a fette già pronto), succo di frutta e caffè.
    Mi sento “ meno in colpa”, in quanto so che oggi cammineremo!
    Ho l'abitudine, prima di partire per qualsiasi viaggio, di fare degli appunti su cosa vedere nei luoghi che andrò a visitare.
    In questa crociera, l' unica escursione prenotata, addirittura già da casa, è stata quella di GERUSALEMME E BETLEMME; in tutti gli altri porti abbiamo usato “il fai da te”, in quanto sono tutti scali visitabili tranquillamente anche da soli.
    Su Genova, pur essendoci stata diverse volte, abbiamo voluto visitare il centro, fino a Piazza De Ferrari, per poi tornare indietro e fare un giro al vecchio Porto, fino alla ruota panoramica.
    La nave partirà alle 16,00, ed è per questo che abbiamo tutto il tempo di fare una bella passeggiata.
    La giornata è splendente, con sole. Purtroppo, c'è un forte vento di tramontana, che sferza sui nostri volti.
    Usciamo finalmente dalla Stazione Marittima ben vestiti; la lasciamo alle nostre spalle e iniziamo a dirigerci verso destra. Le indicazioni portano verso destra, al Porto Antico, mentre su la sinistra, troviamo una piazza ( piazza del Caricamento) che ci porta dritti dritti al Palazzo San Giorgio, dove dal 1903 ospita gli uffici dell'autorità portuali genovesi.
    Dal meraviglioso palazzo decorato, ci spostiamo in una via laterale per trovarci, immersi nel centro storico di Genova, considerato il più vasto d' Italia e d' Europa e patrimonio Unesco dell' Umanità.
    Iniziamo il cammino che porta a scoprire i “carrugi” ( pittoreschi vicoli di origine mediovale) e per primo ci imbattiamo nella Cattedrale di San Lorenzo che andremo a visitare.
    Completato il giro, scattato un centinaio di foto, possiamo continuare la nostra “passeggiata”.
    Poco distante ci immettiamo in una Piazza con allestito un tipico mercatino natalizio, e subito dietro un altro palazzo: Palazzo Ducale, dal quale si può accedere anche da un altro lato, girando su la sinistra la piazzetta del mercatino, e trovandoci nel salotto buono di Genova: Piazza De Ferrari!
    I palazzi più belli, con al lato sinistro il Teatro Carlo Felice e il Palazzo della Regione di fronte.
    Purtroppo la fontana era chiusa in quanto stavano installando addobbi natalizi.
    Comunque anche qui tante foto, mentre tornando indietro lasciamo alle spalle Porta Soprana, che fu una delle porte di ingresso di Genova.
    Facciamo una breve pausa in un bar, con un buon caffè espresso, per poi riprendere verso il porto Antico.
    Anche qui, all'ingresso un mercatino che vende prodotti tipici natalizi della Liguria e di tutte le regioni d'Italia, ed anche di Paesi esteri.
    Non ancora sazi, ci dirigiamo verso la ruota panoramica, all'estremo punto del porto Antico.
    Il sole comincia a riscaldare e stiamo davvero bene , immersi in questa atmosfera pre-natalizia.
    Tornando indietro ci addentriamo nelle varie bancarelle; non possiamo fare a meno di fare dei piccoli acquisti.
    Ridendo e scherzando, si sono fatte le 14,30. Decidiamo, dato che lo stomaco reclama, di recarci a bordo.
    La nave ci accoglie vestita a festa!:
    un Welcome di benvenuto a tutti i croceristi imbarcati oggi, in quanto la vera crociera parte proprio da Genova.
    C'è abbastanza gente, al Buffet e il ristorante ormai è chiuso. Un po di fila per attendere i tavoli liberi, e poi finalmente riusciamo a pranzare.
    Prima di ritirarci in cabina per riposare un poco, facciamo un giro sui ponti esterni, al 12e 11esimo ponte, dove si sta veramente bene.
    Devo però non approfittare troppo, e vado a riposare, ma alle 16.00, sarò di nuovo sui ponti, per assistere al tramonto e partenza da Genova.
    Stasera avremo tutto il tempo per assistere la partenza e poi prepararci. In cabina abbiamo trovato il biglietto del Maitre che ci informava, come da nostra richiesta, il secondo turno per la cena, cioè dalle ore 20,30.
    Foto ed ancora foto, per un bellissimo tramonto , mentre la nave, lasciata la pilotina, prende il mare aperto.
    Essendo ancora vento di tramontana, il mare sembra calmo; purtroppo, appena lasciamo il porto, ci rendiamo subito conto del “ beccheggio”, ma imputiamo il tutto a un qualcosa legato ancora alla vicinanza della terra.
    Una volta rientrati nei ponti coperti, il beccheggio si sente di più, ed è ciò che a me, e alla mia amica di viaggio, darà veramente fastidio, nonostante i braccialetti contro la nausea.
    Ho con me le pastigle contro il mal di mare, e una volta arrivata in cabina decido di prenderla: sarà la mia salvezza, cosa che invece l'amica non farà!
    Quando si capisce che un “ondulamento” o “beccheggio”, inizia a dare fastidio soprattutto allo stomaco, il rimedio può essere di mangiare qualcosa di salato ( porto sempre, con me, delle noccioline salate, o dei creckers), oppure nei casi più gravi e se non si hanno controindicazioni, la “pastiglietta magica” può davvero risolvere la situazione.
    La prima sera non siamo andati al Teatro, in quanto stanchi, ma stasera vorrei davvero recarmi. Il Daily program ( cioè il giornalino che ogni sera puntuale troviamo in cabina con le informazioni di bordo, riguardo al giono dopo, e che sarebbe bene portare sempre con noi, anche quando scendiamo, in quanto sono riportati,anche , tutti i numeri utili da fare in caso di evenienza) informa che l' abbigliamento consigliato per la cena è informale, e a teatro lo spettacolo si intitola : Hit Factory, un divertente viaggio attraverso i successi musicali più famosi.
    IL Teatro dell'Opera si trova a prua ponte 5 e 6. Naturalmente nel punto, specie se in piedi, dove il beccheggio si fa più sentire.
    Cosa dire, lo stomaco per stasera è salvo, ma a teatro proprio non riesco a stare.
    Mentre Paola, l' amica, decide di tornare in cabina, con Paolo decidiamo di andare al Ponte 11, ma questa volta in pizzeria.
    Non ho gran fame, ma sia io che Paolo riusciamo a mangiare un paio di fette di pizza sfornata calda.
    Anche stasera ci ritiriamo presto. Domani sarà giorno di navigazione e facciamo gli scongiuri, con la speranza di trovare un mare più accogliente.
    (continua)
    foto di rito davanti al Galeone; Palazzo San Giorgio; Cattedrale San Lorenzo; i carruggi; Porticato di Palazzo Ducale; Il Porto Antico con Opera
    Immagini Allegate Immagini Allegate Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6141-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6130-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6134-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6207-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6241-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6136-jpg 
    Sandra

  4. #4
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    I ponti esterni con le piscine, e il tramonto su Genova
    Immagini Allegate Immagini Allegate Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6254-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6247-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6288-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6245-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-dscn6257-jpg 
    Sandra

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,313
    Bellissimo e dettagliatissimo diario Sandra, ti seguo!!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  6. #6
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    VENERDÌ 13 DICEMBRE 2019
    NAVIGAZIONE


    Come è stata la nottata?
    Devo dire che la “pastiglietta” ha fatto bene il suo lavoro: ho dormito beatamente tutta la notte.
    Al mattino il mare è ancora “arrabbiato” ma per fortuna l' onda lunga è passata, lasciando lo spazio al vento impetuoso, e onde sostenute, che però Grazie a Dio, né a Paola, né a me danno fastidio.
    Anche stamani, prendiamo tutto con calma, e mentre i nostri amici decidono di fare colazione al Buffet, con Paolo decidiamo di andare al ristorante le Caravelle, aperto al mattino dalle ore 8,00 alle 10,00.
    I ristoranti Le Caravelle e L' Approdo, situati al ponte 5 e 6 resteranno aperti anche a pranzo dalle ore 12 alle ore 14. In questo modo, specie nei giorni di navigazione la Nave riesce a contenere le file che si verrebbero a formare sia a colazione che a pranzo.
    Questa mattina c'è un poco di fila anche al ristorante, ma io comunque sono “agevolata”, in quanto per i miei problemi alla schiena, vengo fatta subito accomodare.
    Decido per una colazione “salata”, senza bere caffè, e mangiando un panino con prosciutto,
    per stare più “tranquilla”, visto il mare.
    Dopo colazione, passando dalla nostra cabina, trovo un avviso che mi informava di recarmi alla reception.
    Con la mia amica avevamo intenzione di fare proprio un “giretto” per i negozi;durante i giorni di navigazione sono sempre aperti, e noi, curiose, vogliamo controllare se c'è qualcosa che può interessarci; quindi visto che il tutto si trova al ponte 5, passiamo prima alla reception.
    Ci sono solo due persone avanti a noi, quindi aspettiamo il nostro turno; con sorpresa, mi viene chiesto dalla sorridente signorina se tutto procedeva bene , se, per i limiti fisici,avevo riscontrato problemi.
    Essendo la prima volta per noi con MSC, abbiamo notato, con piacere, che c'è stata una premura verso l'ospite passeggero.
    Non solo riguardo alla mia persona, ma per esempio, a metà crociera hanno lasciato in cabina un questionario per capire come stava andando la crociera. Una volta consegnato, passato un giorno siamo stati contattati dalla international host per chiedere specificatamente cosa non andava, e se avevamo riscontrato disagi.
    Non posso fare certo paragoni, anche perché come ho detto all' inizio , l'ultima crociera fatta, risale a circa due anni, e le cose cambiano velocemente, anche da nave a nave della stessa compagnia. Questa cosa però ci ha sorpreso piacevolmente!
    Quindi dopo esserci intrattenute con la receptionist, iniziamo il nostro giro per negozi e bancarelle con offerte di ogni genere.
    Ciò che attrae di più la nostra attenzione, sono i profumi!
    Avremo però tempo per fare acquisti, anche perché pregustiamo già lo sbarco di Katakolon, dove si può comprare veramente bene, qualsiasi tipo di cose, sia ai negozietti, sia al free shop.
    Camminiamo un poco per i ponti 5 e 6, ma facciamo fatica ad andare dritte. Le onde rendono il movimento della nave alquanto instabile, e chissà come mai, con Paola iniziamo a ridere di niente! Il bello di essere in vacanza è anche questo. Con Paola poi ci conosciamo sin da ragazzine : basta che i nostri occhi si incrocino per capirci, quindi un passo, uno “strattone”, una risata!!!!
    tra una risata e l'altra, saliamo all' 11 esimo ponte perché è ora di pranzo.
    Pranzo ancora leggero, e nuovamente con sorpresa, scorgo in entrambe le isole del buffet, il Parmigiano in scaglie.
    Ho dei “ricordi” durante la prima crociera con Costa Pacifica, dove ogni qual volta il mare era mosso, veniva servito il Parmigiano in scaglie.
    Non saprei dire, se quello esposto sia stato solo Parmigiano o insieme fosse anche del Grana, comunque sta di fatto, che il tutto non fa presagire al meglio, in quanto tale formaggio è indicato proprio contro la nausea da mal di mare!
    E vai con il liscio!!!!!! ma non ci scoraggiamo, il mare , a tutti noi, incanta anche quando si fa “grosso”, e rimanere ad osservarlo, proprio su la poppa, vedendo la scia, non ha prezzo!
    Inizio ad essere un po stanca e per questo andiamo a riposare in cabina, mentre gli altri decidono di andare in “perlustrazione” su i ponti esterni.
    In cabina, come vi ho già spiegato, la percezione del mare si sente davvero poco. Mi sdraio per riposare un poco, ma dura poco. La mia emicrania inizia a fare i capricci, e da quel momento sarà sempre più “inquieta”......
    Paola mi chiama da un telefono che si trovano dislocati nei vari ponti ( ci sentiamo per telefono anche da una cabina all' altra, basta fare il numero della camera con la quale vogliamo parlare) e mi invita a raggiungerla in un luogo che per noi sarà “magico” per tutta la crociera. Prendo un analgesico e la raggiungo con Paolo.
    Abbiamo scoperto che questa nave, a estrema poppa, non ha cabine come di solito eravamo abituati a vedere su le altre navi, ma ponti esterni dai quali si può salire o scendere dal ponte 7 fino al 13esimo, e soprattutto, su ogni ponte ci sono lettini e sdraio, dove si può ammirare il mare, la scia e tutta la bellezza che può scaturire. Ecco, io potrei rimanere lì, senza più muovermi!
    Ma si sta facendo buio, stasera sarà serata di Gala, l' emicrania la sto tenendo a bada, e voglio andare a Teatro.
    Quindi torniamo a malincuore in cabina, lasciando lo spettacolo del mare, per andare a vedere, una volta “fatto trucco e parrucco”, lo spettacolo PARIS VOUS AIME.
    Ancora una piacevole sorpresa!
    Gli spettacoli, e tutti gli artisti, sono davvero bravissimi. Pensate che ogni sera, alla fine dello spettacolo, una standing ovation accompagna gli artisti.
    Inoltre sempre stasera, ci sarà prima dello spettacolo, il Cocktail di gala e la presentazione di tutto lo Staff, dal comandante, agli Ufficiali e i responsabili ai vari servizi.
    Quindi riusciamo finalmente a vedere tutto lo spettacolo, che ogni sera, da ora in poi, ci accompagnerà prima della cena.
    Prima di iniziare la cena, un avviso improvviso, dagli altoparlanti. Purtroppo, il giorno seguente non potremo fare scalo a Katakolon, per il troppo vento; il capitano Pietro Esposito, per nostra incolumità, ha deciso di saltare la tappa. Andremo direttamente a Heraklion ( Creta) dove arriveremo domenica 15 dicembre.Già durante la presentazione a Teatro, ci aveva avvisato che per ancora due giorni avremo avuto mare agitato.
    Cena di Gala impeccabile e velocissima, come sempre. Dopo un giretto per i vari locali, prendiamo il nostro espresso, e poi alla scoperta di un altro bellissimo ambiente. Questa volta al ponte 13, BYBLOS DISCO BAR.
    Non, non siamo “tipi” da discoteca, non abbiamo più l'età!, ma l'ambiente è bellissimo, e fino alle 23,30, è un luogo davvero “incantato”, dove si può parlare gradevolmente. Quando inizia la disco music, ci tratteniamo ancora un pochino per tornare, poi, alle nostre cabine.
    Ci attendono ancora due notti e un giorno di navigazione, qualche passeggero si è lamentato per il troppo tempo in mare; devo dire, che a me, non dispiace molto. Il porto saltato lo conosco abbastanza bene, essendoci stata varie volte, e la navigazione, specie dal “nostro punto” strategico, mi affascina molto.
    Sono già passati tre giorni velocemente, e vorrei “fermare” gli attimi per fotografarli nella mia anima!
    Buonanotte
    (continua)
    Tante foto dal nostro punto "magico", con la "burrasca"; spettacolo a teatro; presentazione dello Staff MSC OPERA
    Immagini Allegate Immagini Allegate Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191213_101812-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191213_192128-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191213_164614-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191211_202745-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191213_163646-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191213_193511-1-jpg 
    Sandra

  7. #7
    Amministratore L'avatar di Ro*
    Data Registrazione
    22-10-2009
    Località
    Finale Ligure
    Messaggi
    24,041
    Ciao Sandra, bentornata sul forum col tuo navigammo!! Un grande ritorno per noi i tuoi scritti!! Grazie infinite! Attendo che sia ultimato per condividerlo sui gruppi fb che gestiamo.

    Inviato dal mio SM-G955F utilizzando Tapatalk
    Rosalba Scarrone
    Amministratore
    Liveboat.it

    Facebook
    Il blog di Rosalba

  8. #8
    Collaboratore Dirette L'avatar di crocerista99
    Data Registrazione
    30-09-2013
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    3,412
    Ciao Sandra! Che bello tornare a leggerti! Ti ringrazio per aver postato anche qua sul forum il tuo navigammo e ti faccio i miei complimenti per il racconto così ben dettagliato e coinvolgente...un abbraccio Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
    Collaboratore Dirette

  9. #9
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Smile Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    Grazie di cuore a Voi!

    Continuo con vera gioia!
    Sandra

  10. #10
    Special User
    Data Registrazione
    22-01-2010
    Località
    cecina(Li)
    Messaggi
    1,841

    Ritorno in terra santa msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019

    SABATO 14 DICEMBRE 2019


    NAVIGAZIONE


    La notte trascorsa non è stata delle migliori. Il mare, nonostante il vento, sembra essersi calmato, e lo sarà ogni giorno di più navigando con rotta Sud Est. Così, però, non è stato per i miei dolori che sembrano essersi “svegliati” tutti insieme!; ciò che però sarà destabilizzante per me, è la forte emicrania che cerco di tenere a bada con i medicinali usuali.
    La giornata trascorre quasi come un “copia-incolla” della giornata precedente. Adesso però il sole splende, e le persone iniziano a farsi posto anche nei ponti esterni.
    Finché l'antidolorifico ha il suo effetto, continuo a “girellare” nei vari ponti, tanto che scopriamo uno stratagemma per non fare fila al buffet: come scrivevo ieri , nella nave, si può avere il passaggio esterno dal ponte 7 al ponte 13, attraverso le uscite dai corridoi delle cabine a poppa; in questo modo si arriva velocemente al ponte 11, dove è allestito il buffet, e troviamo la porta che immette dall'esterno all'interno sempre aperta.
    In questo modo possiamo , ancora prima che il buffet sia aperto, prendere tranquillamente il tavolo, rimanendo finché non è ora di pranzo.
    Cerco di mangiare qualcosa ma ho poca fame, e dopo sono costretta a tornare in cabina perché il dolore si fa più forte.
    Ancora un medicinale adeguato e per qualche ora sono “libera”, tanto che possiamo andare tranquillamente a teatro con lo spettacolo ALMA FLAMENCA, eseguito da tre ballerini, oserei dire strepitosi!
    La nostra cena, superba come sempre( anche qui senza poter fare dei confronti, ma dicendo che abbiamo trovato un alta cucina per tutta la crociera, grazie anche all' Executive Chef Vincenzo Lombardo), e senza “intoppi”, trascorre velocemente, e poi il nostro solito dopocena al ponte 13 Byblos discoteca, passando prima, però, attraverso i vari saloni al ponte 5, dove si sta svolgendo la festa anni '60,'70,'80.
    Di li a poco decidiamo di andare a coricarci. Finalmente domani scenderemo in terra greca, e precisamente a Heraklion, Isola di Creta.
    (continua)


    Festa anni '60 '70 '80; i bravissimi ballerini di flamenco: due ragazze ed un ragazzo; Byblos discoteca; in giro per i ponti esterni; foto dei patti molto appetitosi!
    Immagini Allegate Immagini Allegate Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191211_193630-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191211_193639-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191215_144843-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191215_152225-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-20191214_182144-1-jpg Ritorno in terra santa- msc opera 11/12/2019 - 22/12/2019-img-20191222-wa0041-jpg 
    Sandra

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato