Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Costa Crociere rafforza precauzioni a bordo delle proprie navi

  1. #1
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267

    Costa Crociere rafforza precauzioni a bordo delle proprie navi

    COSTA CROCIERE RAFFORZA ULTERIORMENTE LE PRECAUZIONI
    A BORDO DELLE SUE NAVI

    Genova, 31 gennaio 2020 - A seguito dell’innalzamento del livello di allerta globale dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, Costa Crociere ha deciso di rafforzare ulteriormente le misure precauzionali da applicare alla propria flotta, al fine di garantire il massimo della sicurezza per ospiti ed equipaggio.

    A partire da oggi, non sarà pertanto consentito l’imbarco a bordo delle navi Costa ad ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità, che abbiano viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale negli ultimi 14 giorni.

    “Costa Crociere lavora a stretto contatto con le Autorità Sanitarie internazionali e locali per assicurare un costante monitoraggio della salute dei propri ospiti e offrire la massima tutela,” ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere. “I nostri medici di bordo, inoltre, vengono continuamente aggiornati dal nostro team medico a livello centrale, e assicurano che i controlli e le procedure di prevenzione ordinaria e straordinaria siano applicati a bordo di tutte le navi della nostra flotta in base all’evolversi dello scenario internazionale.”

    Le misure fanno seguito alle procedure che la compagnia aveva già adottato nelle scorse settimane, che prevedono l’introduzione di un questionario medico da sottoporre ai passeggeri imbarcanti e specifici controlli pre-imbarco da parte del personale medico, compresi i controlli della temperatura per le persone che palesano sintomi (respiratori o febbrili). Qualsiasi segnalazione o rilevazione di sintomi di malattia durante questo screening è valutata dal personale medico di bordo, che stabilisce se consentire l’imbarco della persona oppure no.

    La sicurezza e la salute dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio sono la priorità di Costa Crociere. Sulle navi della compagnia vengono adottate puntuali misure precauzionali, quali lo screening di ospiti ed equipaggio, qualora le circostanze lo richiedano. Inoltre, tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.

    Costa Crociere rafforza precauzioni a bordo delle proprie navi-img_4825-jpg



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  2. #2
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    COSTA CRUISES FURTHER STRENGTHENS PRECAUTIONS ON BOARD ITS SHIPS

    Genoa, January 31, 2020 - Following the global alert level declared by the World Health Organization, Costa Cruises has decided to further strengthen the precautionary measures on its fleet in order to guarantee maximum safety for guests and crew.

    As of today, no guests, visitors or crew members of any nationality who have travelled from, to or through mainland China in the last 14 days will be allowed to board Costa ships.

    "Costa Cruises maintains close contact with international and local health authorities to ensure constant health monitoring and protection" - said Neil Palomba, President of Costa Cruises - "Our onboard medical teams are also continuously updated by our central medical services department and guarantee that procedures and screenings for ordinary and extraordinary prevention are applied on board all the ships in our fleet, depending on any developing international scenarios.”.

    Measures that the company has already been adopting for the past few weeks include the introduction of a medical form for embarking passengers and pre-boarding health screening, with temperature checks for persons whom, for any reason, appear or identify as symptomatic (respiratory or fever symptoms). Any reports or detection of symptoms of illness during pre-boarding screening can be managed by medical professionals to allow for informed decisions on a case-by-case basis whether a guest or crewmember will be unable to board.
    The safety and health of passengers is Costa Cruises' number one priority. On Costa Cruises' ships, precautionary measures are taken, such as the screening of guests and crew, if circumstances require it. In addition, all ships in the fleet are equipped with medical facilities with dedicated staff, available 24 hours a day, and can count on advice and support from professionals and external medical facilities. The cruise industry is one of the best equipped and experienced in the field of health protection.




    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  3. #3
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Costa Crociere rafforza precauzioni a bordo delle proprie navi-img_4826-jpg


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  4. #4
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Nuove indicazioni dal sito Costa


    Informazioni importanti a tutela della salute dei nostri ospiti e del nostro equipaggio

    Gentile ospite, a seguito dell’innalzamento del livello di allerta globale dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, Costa Crociere ha rafforzato ulteriormente le misure precauzionali da applicare alla propria flotta, al fine di garantire il massimo della sicurezza per ospiti ed equipaggio. Se hai viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale nei 14 giorni precedenti l’imbarco, o se manifesti sintomi di malattia o febbre superiore a 37,8° C non sarà possibile farti imbarcare a bordo delle nostre navi.

    A tutti gli imbarcanti, ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio, è sottoposto uno specifico questionario medico di pre-screening per meglio valutare l’idoneità all’imbarco.

    Se desideri maggiori informazioni, contatta la tua agenzia di viaggio o chiama il Numero 800.588.589.
    FAQ - Domande frequenti


    Per garantire la sicurezza a bordo è sufficiente che non vengano accettati Ospiti che abbiano effettuato viaggi da e per la Cina da meno di 14 giorni? Secondo l’indicazione espressa dal CDC (Center for Disease Control and Prevention) e WHO (World Health Organization) gli autorevoli organi internazionali ufficiali di controllo e prevenzione mondiale della Sanità il limite massimo di incubazione del Coronavirus è di 14 giorni, dopo il quattordicesimo giorno senza manifestazione di malattia il possibile contagio è escluso.

    Che cosa succede se non si è ritenuti idonei per l’imbarco? Agli ospiti che, a seguito dello screening sanitario, verranno ritenuti non idonei all’imbarco da parte del Team medico competente, sarà riconosciuto da parte di Costa Crociere il rimborso del prezzo pagato per la crociera o la ri-prenotazione della crociera (più tasse), unitamente alla copertura dei costi di rientro alla destinazione originaria.

    A bordo della nave esistono strutture mediche? Tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.

    È previsto uno screening della temperatura a tutti i nuovi imbarcanti? Viene attuato obbligatoriamente uno screening della temperatura su tutti gli imbarcanti a bordo delle navi Costa che siano essi ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità. Se verrà rilevata una temperatura superiore alla norma il team medico di bordo visiterà gratuitamente l’ospite con raccolta di informazioni dirette volte a stabilire l’idoneità all’imbarco. Inoltre, a tutte le persone che presentano segni o sintomi di malattia come febbre (≥ 37,8 C°/ 100,4F°) brividi, tosse o difficoltà respiratorie sarà negato l’imbarco.

    Cosa succede se a bordo viene individuato un soggetto con una diagnosi sospetta? Nel caso in cui venga rilevata una situazione sospetta a bordo, il Team Medico provvede a valutare attentamente il soggetto presso l’ospedale di bordo. Se la visita costaterà anche il minimo sospetto di malattia infettiva il team medico di bordo provvederà immediatamente all’isolamento del soggetto. Successivamente, se ritenuto necessario, verrà attivata la procedura di notifica alle Autorità Sanitarie di terra, che provvederanno al ricovero presso strutture dedicate per gli accertamenti e le cure del caso.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  5. #5
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Abbiamo appreso che a seguito dei noti eventi in Italia come misura precauzionale Costa Crociere ha limitato l'accesso a bordo anche a tutti i residenti nei comuni italiani interessati dal coronavirus.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  6. #6
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Ultimo aggiornamento del 25 febbraio 2020
    Informazioni importanti a tutela della salute
    dei nostri ospiti e del nostro equipaggio

    Gentile ospite, a seguito dell’innalzamento del livello di allerta globale dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, abbiamo rafforzato ulteriormente le misure precauzionali da applicare alle nostre navi, al fine di garantire il massimo della sicurezza per te, per tutti i nostri ospiti e per il nostro equipaggio.

    A tutela della salute dei nostri ospiti e del nostro equipaggio, informiamo che a partire dal 22 febbraio 2020 non è consentito l’imbarco agli ospiti provenienti da tutti i comuni italiani messi in quarantena finora (nello specifico Casalpusterlengo (LO), Codogno (LO), Castiglione D'Adda (LO), Fombio (LO), Maleo (LO), Somaglia (LO), Bertonico (LO), Terranova dei Passerini (LO), Castelgerundo (LO), San Fiorano (LO) in Lombardia e Vo' Euganeo (PD) in Veneto) e, qualora la situazione lo richieda, la restrizione sarà estesa a tutte le altre città che dovessero essere aggiunte in futuro nell’elenco pubblicato dal Ministero della Sanità. Inoltre, informiamo che tutte le escursioni che proponiamo ai nostri ospiti non includono visite nelle Regioni del Nord Italia che hanno dichiarato lo stato di allerta.

    Costa Crociere sta pertanto contattando i passeggeri provenienti da queste città direttamente o tramite agenzie di viaggio per comunicare loro la disposizione e informarli delle procedure di rimborso totale.

    Se desideri maggiori informazioni, contatta la tua agenzia di viaggio o chiama il numero 800.588.589.
    Vogliamo garantirti un imbarco sicuro ed una vacanza serena:
    per favore prendi nota delle seguenti informazioni


    In imbarco, ti sarà sottoposto uno specifico questionario medico di pre-screening e sarà effettuato a tutti gli imbarcanti il check della temperatura corporea: in caso di sintomi di malattia o febbre superiore ai 37,8° non sarà possibile farti imbarcare a bordo delle nostre navi.

    In ogni caso, se hai viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale, Hong Kong o Macao nei 14 giorni precedenti l’imbarco, non ti sarà consentito l’accesso in nave. La stessa misura viene applicata a chi sia stato a contatto con casi confermati di coronavirus, per i quali sia stata fatta regolare denuncia alle competenti autorità sanitarie, e a tutti quei clienti provenienti da una delle città italiane sottoposte a quarantena.

    Ti ricordiamo che a bordo delle navi Costa garantiamo a tutti gli ospiti ed equipaggio i massimi standard di pulizia e sicurezza, grazie a rigidi protocolli di sanitizzazione e all’utilizzo di disinfettanti efficaci contro il coronavrirus.

    La sicurezza e la salute dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio sono per noi una priorità assoluta.
    FAQ - Domande frequenti


    Perché non vengono accettati ospiti che abbiano effettuato viaggi da e per la Cina continentale, Hong Kong o Macao nei 14 giorni? Secondo l’indicazione espressa dal CDC (Center for Disease Control and Prevention) e WHO (World Health Organization) gli autorevoli organi internazionali ufficiali di controllo e prevenzione mondiale della Sanità il limite massimo di incubazione del coronavirus è di 14 giorni, dopo il quattordicesimo giorno senza manifestazione di malattia il possibile contagio è escluso.

    È previsto uno screening della temperatura a tutti i nuovi imbarcanti? Viene attuato obbligatoriamente uno screening della temperatura su tutti gli imbarcanti a bordo delle navi Costa che siano essi ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità. Se verrà rilevata una temperatura superiore alla norma il team Medico di bordo visiterà gratuitamente l’ospite con raccolta di informazioni dirette volte a stabilire l’idoneità all’imbarco. Inoltre, a tutte le persone che presentano segni o sintomi di malattia come febbre (≥ 37,8 C°) brividi, tosse o difficoltà respiratorie sarà negato l’imbarco.

    Che cosa succede se non si è ritenuti idonei per l’imbarco? Agli ospiti che a seguito dello screening sanitario verranno ritenuti non idonei all’imbarco da parte del team Medico competente, Costa Crociere riconoscerà il rimborso del prezzo pagato per la crociera o la ri-prenotazione della crociera (più tasse) unitamente alla copertura dei costi di rientro alla destinazione originaria.

    Cosa succede se a bordo viene individuato un soggetto con una diagnosi sospetta? Nel caso in cui venga rilevata una situazione sospetta a bordo, il team Medico provvede ad isolare le persone coinvolte all’interno dell’Ospedale di bordo. Vengono attuate procedure di sicurezza quali: immediato isolamento del caso sospetto e dei contatti stretti, disinfezione delle cabine e delle aeree interessate. Il caso viene immediatamente segnalato all’ Autorità Sanitaria competente e si procede a seguire scrupolosamente ogni loro indicazione.

    A bordo della nave esistono strutture mediche? Tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute. I nostri medici di bordo sono costantemente aggiornati e assicurano che i controlli e le procedure di prevenzione ordinaria e straordinaria siano applicati a bordo di tutte le navi della nostra flotta in base all’evolversi dello scenario internazionale.

    Cosa succede per chi ha prenotato una crociera in partenza dalla Cina? Per le 4 navi Costa che operano in Cina già dal 25 gennaio 2020, a seguito delladecisione presa dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica Popolare Cinese di sospendere viaggi e attività turistiche come forma diprevenzione e controllo, la compagnia ha deciso di cancellare a scopo precauzionale crociere delle sue navi in partenza dalla Cina sino a metà marzo. Gli ospiti interessati dalle cancellazioni verranno rimborsati o potranno scegliere di spostare la loro prenotazione su un’altra partenza. Queste crociere sono in vendita solo in Cina, per il mercato cinese.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  7. #7
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Dal sito internet di Costa Crociere

    Ultimo aggiornamento del 2 Marzo 2020
    Informazioni importanti a tutela della salute
    dei nostri ospiti e del nostro equipaggio

    Gentile ospite, a seguito dell’innalzamento del livello di allerta globale dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, abbiamo rafforzato ulteriormente le misure precauzionali da applicare alle nostre navi, al fine di garantire il massimo della sicurezza per te, per tutti i nostri ospiti e per il nostro equipaggio.

    Se desideri maggiori informazioni, contatta la tua agenzia di viaggio o chiama il numero 800.588.589.

    Non è consentito l’ingresso a bordo delle navi Costa ad ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità, che abbiano viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale, Hong Kong, Macao e Corea del Sud nei 14 giorni precedenti l’imbarco. La stessa misura viene applicata a chi sia stato in contatto con casi confermati di coronavirus, per i quali sia stata fatta regolare denuncia alle competenti autorità sanitarie.
    A partire dal 22 Febbraio, in considerazione dell'attuale situazione epidemica del virus in alcune città italiane, Costa Crociere ha anche deciso di negare l'imbarco a tutti quei clienti provenienti dalle città attualmente inserite nell’elenco pubblicato dal Ministero della Sanità, nello specifico Casalpusterlengo (LO), Codogno (LO), Castiglione D'Adda (LO), Fombio (LO), Maleo (LO), Somaglia (LO), Bertonico (LO), Terranova dei Passerini (LO), Castelgerundo (LO), San Fiorano (LO) in Lombardia e Vo' Euganeo (PD) in Veneto, o da altre città che dovessero essere aggiunte in futuro.
    Costa Crociere sta pertanto contattando i passeggeri provenienti da queste città direttamente o tramite agenzie di viaggio per comunicare loro la disposizione e informarli delle procedure di rimborso totale. Considerata la fluidità della situazione, l'attuale limitazione sarà di conseguenza estesa anche a tutte le aree che potrebbero essere aggiunte in futuro nell'allerta dal Ministero della Sanità italiano e dalle autorità sanitarie competenti. Inoltre, tutte le escursioni disponibili per i nostri ospiti non includeranno visite a località nelle Regioni Piemonte, Lombardia e Veneto.
    A partire dal 27 Febbraio, sono state introdotte limitazioni all’imbarco anche per ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio di qualsiasi nazionalità che negli ultimi 14 giorni abbiano viaggiato da, verso o attraverso Giappone, Iran, Taiwan o Vietnam e riportino febbre, tosse o difficoltà respiratorie.

    A tutti gli imbarcanti, ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio, è sottoposto uno specifico questionario medico di pre-screening per meglio valutare l’idoneità all’imbarco.

    A tutti gli imbarcanti, sarà effettuato lo screening della temperatura corporea: a coloro che presentano una temperatura superiore a 37,8°, verrà negato l’accesso alla nave.

    A bordo delle navi Costa garantiamo ai nostri ospiti e membri dell’equipaggio i massimi standard di igiene, grazie a rigidi protocolli di sanitizzazione e all’utilizzo di disinfettanti efficaci contro il coronavirus.


    La sicurezza e la salute dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio sono la priorità di Costa Crociere. Sulle navi della compagnia vengono adottate puntuali misure precauzionali, quali lo screening di ospiti ed equipaggio, qualora le circostanze lo richiedano. Inoltre, tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.
    FAQ - Domande frequenti


    Perché non vengono accettati ospiti che abbiano effettuato viaggi da e per la Cina continentale, Hong Kong o Macao nei 14 giorni? Secondo le informazioni fornite dal CDC (Center for Disease Control and Prevention) e dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanita), il periodo massimo di incubazione del coronavirus è di 14 giorni. Se non c'è alcuna manifestazione della malattia entro il quattordicesimo giorno, si esclude il potenziale contagio.

    È previsto uno screening della temperatura a tutti i nuovi imbarcanti? Viene attuato obbligatoriamente uno screening della temperatura su tutti gli imbarcanti a bordo delle navi Costa che siano essi ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità. Se verrà rilevata una temperatura superiore alla norma il team medico di bordo visiterà gratuitamente l’ospite con raccolta di informazioni dirette volte a stabilire l’idoneità all’imbarco. Inoltre, a tutte le persone che presentano segni o sintomi di malattia come febbre (≥ 37,8 C°/ 100,4F°) brividi, tosse o difficoltà respiratorie sarà negato l’imbarco.

    Cosa succede se a bordo viene individuato un soggetto con una diagnosi sospetta? Nel caso in cui venga rilevata una situazione sospetta a bordo, il Team Medico provvede a valutare attentamente il soggetto presso l’ospedale di bordo. Se la visita costaterà anche il minimo sospetto di malattia infettiva il team medico di bordo provvederà immediatamente all’isolamento del soggetto. Successivamente se ritenuto necessario verrà attivata la procedura di notifica alle Autorità Sanitarie di terra che provvederanno al ricovero presso strutture dedicata per gli accertamenti e le cure del caso.

    Quali sono le procedure da effettuare per l’imbarco? Tutti gli ospiti che imbarcano, i membri dell'equipaggio, i visitatori giornalieri e i tecnici ricevono un questionario sanitario e un avviso sanitario. Se un ospite ha recentemente viaggiato da o attraverso la Cina continentale, Hong Kong o Macao (compreso il transito in un aeroporto in queste località), negli ultimi 14 giorni l'imbarco è negato al passeggero e a coloro che viaggiano con lui / lei. Tutte le persone che, entro 14 giorni prima dell'imbarco, hanno avuto stretti contatti con persone diagnosticate come affette da coronavirus o che sono attualmente sottoposte a monitoraggio sanitario per possibili esposizioni sono negate all'imbarco. Lo screening della temperatura viene effettuato obbligatoriamente su tutte le persone imbarcanti a bordo delle navi Costa. A partire dal 22 Febbraio, in considerazione dell'attuale epidemia del virus in diverse città italiane, Costa Crociere ha anche deciso di negare l'imbarco a tutti quei clienti provenienti da una di queste città. Dato che l'epidemia è considerata nella sua fase iniziale e che l'elenco delle città colpite viene aggiornato su base giornaliera, la limitazione sarà estesa, se necessario, a tutte le aree che saranno aggiunte dal Ministero italiano di Salute e Autorità Sanitarie collegate.

    Che cosa succede se non si è ritenuti idonei per l’imbarco? Agli ospiti che, a seguito dello screening sanitario, verranno ritenuti non idonei all’imbarco da parte del Team medico competente, sarà riconosciuto da parte di Costa Crociere il rimborso del prezzo pagato per la crociera o la ri-prenotazione della crociera (più tasse), unitamente alla copertura dei costi di rientro alla destinazione originaria.

    A bordo della nave esistono strutture mediche? Tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.

    Cosa succede per chi ha prenotato una crociera in partenza dalla Cina? Per le 4 navi Costa che operano in Cina già dal 25 gennaio 2020, a seguito della decisione presa dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica Popolare Cinese di sospendere viaggi e attività turistiche come forma di prevenzione e controllo, la compagnia ha deciso di cancellare a scopo precauzionale crociere delle sue navi in partenza dalla Cina sino a metà marzo. Gli ospiti interessati dalle cancellazioni verranno rimborsati o potranno scegliere di spostare la loro prenotazionesu un’altra partenza. Queste crociere sono in vendita solo in Cina, per il mercato cinese.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  8. #8
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Aggiornamento del 9 marzo 2020 dai sito della Compagnia

    Informazioni importanti a tutela della salute
    dei nostri ospiti e del nostro equipaggio


    La sicurezza e la salute dei nostri passeggeri e dei nostri equipaggi sono per noi una priorità assoluta.
    Con l’innalzarsi del livello di allerta su CoVid-19 dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, stiamo adottando e adotteremo via via misure straordinarie che riguardano le crociere in programma per le prossime settimane.
    La situazione è in rapida e continua evoluzione: vi terremo quindi sempre aggiornati sulle misure che si renderanno necessarie. Per ulteriori informazioni o se avete in programma una crociera nelle prossime settimane chiamate il numero 800.588.589.

    Non è consentito l’ingresso a bordo delle navi Costa ad ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità, che abbiano viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale, Hong Kong, Macao, Corea del Sud e Iran nei 14 giorni precedenti l’imbarco. La stessa misura viene applicata a chi sia stato in contatto con casi confermati di coronavirus, per i quali sia stata fatta regolare denuncia alle competenti autorità sanitarie.
    In considerazione dell'attuale situazione epidemica del virus in alcune regioni e città italiane, Costa Crociere ha anche deciso di negare l'imbarco a tutti quei clienti provenienti da una di queste aree (nello specifico Lombardia e provincia di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro, Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola, Novara e Vercelli), ed altre città che dovessero essere aggiunte in futuro nell’elenco pubblicato dal Ministero della Sanità.
    Considerata la fluidità della situazione, l'attuale limitazione sarà di conseguenza estesa anche a tutte le aree che potrebbero essere aggiunte in futuro nell'allerta dal Ministero della Sanità italiano e dalle autorità sanitarie competenti. Inoltre, tutte le escursioni disponibili per i nostri ospiti non includeranno visite a località nelle Regioni Piemonte, Lombardia e Veneto.
    Sono state introdotte limitazioni all’imbarco anche per ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio di qualsiasi nazionalità che negli ultimi 14 giorni abbiano viaggiato da, verso o attraverso Giappone o Taiwan e riportino febbre, tosse o difficoltà respiratorie.

    A tutti gli imbarcanti, ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio, è sottoposto uno specifico questionario medico di pre-screening per meglio valutare l’idoneità all’imbarco.

    A tutti gli imbarcanti, sarà effettuato lo screening della temperatura corporea: a coloro che presentano una temperatura superiore a 37,5°, verrà negato l’accesso alla nave.

    A bordo delle navi Costa garantiamo ai nostri ospiti e membri dell’equipaggio i massimi standard di igiene, grazie a rigidi protocolli di sanitizzazione e all’utilizzo di disinfettanti efficaci contro il coronavirus.

    La sicurezza e la salute dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio sono la priorità di Costa Crociere. Sulle navi della compagnia vengono adottate puntuali misure precauzionali, quali lo screening di ospiti ed equipaggio, qualora le circostanze lo richiedano. Inoltre, tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.

    FAQ - Domande frequenti

    Viene effettuato uno screening della temperatura per tutti i nuovi ospiti che si imbarcano? Lo screening della temperatura viene eseguito su chiunque si imbarchi, siano essi ospiti, visitatori o membri dell'equipaggio di qualsiasi nazionalità. Se viene rilevata una temperatura superiore alla normale, il team Medico di bordo visiterà l'ospite gratuitamente e raccoglierà informazioni dirette volte a stabilire l'idoneità all'imbarco. Inoltre, a tutte le persone che presentano segni o sintomi di malattia come febbre (≥ 37,5 C ° / 99,5 ° F) brividi, tosse o difficoltà respiratorie verrà negato l'imbarco.

    Per garantire la sicurezza a bordo, è sufficiente considerare il lasso di tempo di 14 giorni come limite per non imbarcare coloro che hanno viaggiato da e verso aree ritenute potenzialmente a rischio? Secondo le informazioni fornite dal CDC (Center for Disease Control and Prevention) e dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il periodo massimo di incubazione del coronavirus è di 14 giorni. Se non c'è alcuna manifestazione della malattia entro il quattordicesimo giorno, si esclude il potenziale contagio..

    Cosa succede se un ospite non viene considerato "idoneo" all'imbarco? Gli ospiti che, a seguito di screening medico pre-imbarco, non saranno ritenuti idonei da parte del team Medico competente, verranno rimborsati da Costa Crociere per il prezzo pagato per la crociera o la nuova prenotazione della crociera (più le tasse) e il costo del viaggio di ritorno alla loro destinazione originale sarà rimborsata.

    Cosa succede se a bordo viene identificata una persona con una diagnosi sospetta? Se viene rilevata una situazione sospetta a bordo, il team Medico valuterà attentamente il soggetto presso l'ospedale di bordo. Se il primo esame rivela anche il minimo sospetto di malattia infettiva, il team Medico di bordo isolerà immediatamente il soggetto. Viene poi attivata la procedura di notifica alle autorità sanitarie di terra.te.

    Ci sono strutture mediche a bordo delle navi?Tutte le navi della flotta Costa sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore al giorno e possono contare su consulenza e supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all'avanguardia nel campo della protezione della salute. I membri del team Medico di bordo di Costa Crociere sono tutti medici e infermieri autorizzati. Il team Medico di bordo ha ricevuto una formazione specifica sulla situazione relativa al coronavirus.


  9. #9
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    Aggiornamento del 10 marzo


    Informazioni importanti a tutela della salute
    dei nostri ospiti e del nostro equipaggio

    La sicurezza e la salute dei nostri passeggeri e dei nostri equipaggi sono per noi una priorità assoluta.
    Con l’innalzarsi del livello di allerta su CoVid-19 dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, stiamo adottando e adotteremo via via misure straordinarie che riguardano le crociere in programma per le prossime settimane.
    La situazione è in rapida e continua evoluzione: vi terremo quindi sempre aggiornati sulle misure che si renderanno necessarie.

    Per ulteriori informazioni o se avete in programma una crociera nelle prossime settimane chiamate il numero 800.588.589.

    Non è consentito l’ingresso a bordo delle navi Costa ad ospiti, visitatori e membri d’equipaggio, di qualsiasi nazionalità, che abbiano viaggiato da, verso o attraverso la Cina continentale, Hong Kong, Macao, Corea del Sud e Iran nei 14 giorni precedenti l’imbarco. La stessa misura viene applicata a chi sia stato in contatto con casi confermati di coronavirus, per i quali sia stata fatta regolare denuncia alle competenti autorità sanitarie.
    In considerazione dell'attuale situazione epidemica del virus in alcune regioni e città italiane, Costa Crociere ha anche deciso di negare l'imbarco a tutti quei clienti provenienti da una di queste aree (nello specifico Lombardia e provincia di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro, Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola, Novara e Vercelli), ed altre città che dovessero essere aggiunte in futuro nell’elenco pubblicato dal Ministero della Sanità.
    Considerata la fluidità della situazione, l'attuale limitazione sarà di conseguenza estesa anche a tutte le aree che potrebbero essere aggiunte in futuro nell'allerta dal Ministero della Sanità italiano e dalle autorità sanitarie competenti. Inoltre, tutte le escursioni disponibili per i nostri ospiti non includeranno visite a località nelle Regioni Piemonte, Lombardia e Veneto.
    Sono state introdotte limitazioni all’imbarco anche per ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio di qualsiasi nazionalità che negli ultimi 14 giorni abbiano viaggiato da, verso o attraverso Giappone o Taiwan e riportino febbre, tosse o difficoltà respiratorie.

    A tutti gli imbarcanti, ospiti, visitatori o membri dell’equipaggio, è sottoposto uno specifico questionario medico di pre-screening per meglio valutare l’idoneità all’imbarco.

    A tutti gli imbarcanti, sarà effettuato lo screening della temperatura corporea: a coloro che presentano una temperatura superiore a 37,5°, verrà negato l’accesso alla nave.

    A bordo delle navi Costa garantiamo ai nostri ospiti e membri dell’equipaggio i massimi standard di igiene, grazie a rigidi protocolli di sanitizzazione e all’utilizzo di disinfettanti efficaci contro il coronavirus.


    La sicurezza e la salute dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio sono la priorità di Costa Crociere. Sulle navi della compagnia vengono adottate puntuali misure precauzionali, quali lo screening di ospiti ed equipaggio, qualora le circostanze lo richiedano. Inoltre, tutte le navi della flotta sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore su 24, e possono contare sulla consulenza e il supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all’avanguardia in ambito di tutela della salute.
    FAQ - Domande frequenti


    Viene effettuato uno screening della temperatura per tutti i nuovi ospiti che si imbarcano? Lo screening della temperatura viene eseguito su chiunque si imbarchi, siano essi ospiti, visitatori o membri dell'equipaggio di qualsiasi nazionalità. Se viene rilevata una temperatura superiore alla normale, il team Medico di bordo visiterà l'ospite gratuitamente e raccoglierà informazioni dirette volte a stabilire l'idoneità all'imbarco. Inoltre, a tutte le persone che presentano segni o sintomi di malattia come febbre (≥ 37,5 C ° / 99,5 ° F) brividi, tosse o difficoltà respiratorie verrà negato l'imbarco.

    Per garantire la sicurezza a bordo, è sufficiente considerare il lasso di tempo di 14 giorni come limite per non imbarcare coloro che hanno viaggiato da e verso aree ritenute potenzialmente a rischio? Secondo le informazioni fornite dal CDC (Center for Disease Control and Prevention) e dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), il periodo massimo di incubazione del coronavirus è di 14 giorni. Se non c'è alcuna manifestazione della malattia entro il quattordicesimo giorno, si esclude il potenziale contagio..

    Cosa succede se un ospite non viene considerato "idoneo" all'imbarco? Gli ospiti che, a seguito di screening medico pre-imbarco, non saranno ritenuti idonei da parte del team Medico competente, verranno rimborsati da Costa Crociere per il prezzo pagato per la crociera o la nuova prenotazione della crociera (più le tasse) e il costo del viaggio di ritorno alla loro destinazione originale sarà rimborsata.

    Cosa succede se a bordo viene identificata una persona con una diagnosi sospetta? Se viene rilevata una situazione sospetta a bordo, il team Medico valuterà attentamente il soggetto presso l'ospedale di bordo. Se il primo esame rivela anche il minimo sospetto di malattia infettiva, il team Medico di bordo isolerà immediatamente il soggetto. Viene poi attivata la procedura di notifica alle autorità sanitarie di terra.te.

    Ci sono strutture mediche a bordo delle navi?Tutte le navi della flotta Costa sono dotate di strutture mediche con personale dedicato, disponibile 24 ore al giorno e possono contare su consulenza e supporto da parte di professionisti e strutture mediche esterne e specializzate. Il settore crocieristico è, infatti, uno dei più avanzati e all'avanguardia nel campo della protezione della salute. I membri del team Medico di bordo di Costa Crociere sono tutti medici e infermieri autorizzati. Il team Medico di bordo ha ricevuto una formazione specifica sulla situazione relativa al coronavirus.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  10. #10
    Moderatore Globale L'avatar di marco
    Data Registrazione
    09-11-2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    20,267
    COMUNICATO STAMPA COSTA CROCIERE
    Genova, 10 marzo 2020

    Di seguito nota stampa di Costa Crociere relativa alle prossime crociere in Italia.

    A seguito delle nuove misure introdotte ieri, le crociere in corso faranno scalo nei porti italiani solo per consentire sbarco e rientro a casa degli ospiti attualmente a bordo. Le crociere successive con partenza dall'Italia sono annullate sino al 3 aprile.

    COSTA CROCIERE RIPROGRAMMA I SUOI ITINERARI IN ITALIA PER RISPETTARE LE MISURE DI CONTENIMENTO DEL GOVERNO

    Genova, 10 marzo, 2020 – A seguito delle nuove misure introdotte ieri sera dal Governo italiano per contenere l'emergenza sanitaria sul territorio nazionale, Costa Crociere ha rivisto gli itinerari delle sue navi che faranno scalo nei porti italiani fino al 3 aprile.

    "Come compagnia italiana e unico operatore di crociere battente bandiera italiana, il nostro impegno è quello di garantire il massimo supporto alle autorità e alla comunità italiane in questo sforzo straordinario per affrontare l'attuale situazione di emergenza" - ha dichiarato Neil Palomba, Direttore Generale di Costa Crociere.

    Le crociere attualmente in corso faranno scalo nei porti italiani solo per consentire agli ospiti di sbarcare e rientrare a casa, senza escursioni o nuovi imbarchi.

    La compagnia sta provvedendo a informare gli ospiti interessati, offrendo loro un credito per una futura crociera, in modo che possano godere delle loro vacanze a bordo in un secondo momento.

    Nei giorni scorsi Costa Crociere aveva già cancellato le prenotazioni di ospiti italiani in partenza per crociere al di fuori del Mediterraneo, nel tentativo di contenere i rischi e applicare le misure specifiche emanate dal governo italiano.

    La salute e sicurezza di ospiti ed equipaggio sono la priorità assoluta per Costa Crociere. A bordo delle navi Costa, il livello di sanificazione è stato ulteriormente rafforzato per garantire la massima igiene e sicurezza. Costa Crociere desidera inoltre ricordare che la compagnia ha adottato rigidi controlli sanitari all'imbarco sin dall'inizio dell'emergenza Covid-19.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato