Il centro Americano per il controllo e la prevenzione delle malattie ha esteso il suo ordine “no sail” (divieto di partenza) per tutte le navi da crociera, da quando i viaggi a bordo di navi da crociera possono avere all’interno degli Stati Uniti un impatto negativo sui rischi e sulla diffusione del Covid-19.

Almeno altri 100 giorni di stop, fino a nuovo ordine o fino alla fine dell’emergenza.

Questo ordine rimarrà in vigore almeno finché: non ci sia una dichiarazione del segretario della sanità e dei servizi umani secondo cui COVID-19 non costituisce un'emergenza per la salute pubblica, il direttore del CDC annulli o modifichi l'ordine in base a specifiche condizioni di salute pubblica o altre considerazioni, oppure a seguito dello scadere di 100 giorni dalla pubblicazione dell'ordine nel registro federale .

L'ordine iniziale di "no sail" del CDC, il 14 marzo, aveva un periodo di 30 giorni. Il giorno prima, tutte le compagnie aderenti all'Associazione Internazionale Cruise Lines avevano concordato di interrompere volontariamente le rotte da / per i porti degli Stati Uniti.

"Stiamo lavorando con l'industria delle crociere per tutelare la salute e la sicurezza degli equipaggi in mare e delle comunità che circondano i punti di attacco delle navi da crociera statunitensi", ha dichiarato il direttore del CDC Robert Redfield, annunciando l'estensione.

Restrizioni di viaggio per cittadini stranieri che erano stati di recente in Cina e in Europa e un periodo di 30 giorni di distanziamento sociale e altre misure per contenere e mitigare la diffusione del virus sono stati una componente fondamentale della risposta americana COVID-19, ha detto il CDC , aggiungendo "nonostante questi sforzi, i viaggi a bordo delle navi da crociera aumentano notevolmente il rischio e l'impatto dell'epidemia COVID-19 negli Stati Uniti.

20 navi nelle acque statunitensi con casi noti o sospetti
Nelle ultime settimane, almeno 10 navi da crociera hanno riferito che l'equipaggio o i passeggeri sono risultati positivi o hanno manifestato sintomi respiratori o malattie simil-influenzali. Attualmente, ci sono circa 100 navi da crociera in mare al largo della costa orientale, della costa occidentale e del Golfo, con circa 80.000 membri dell'equipaggio a bordo. Inoltre, CDC è a conoscenza di 20 navi da crociera nel porto o ancoraggio negli Stati Uniti con COVID-19 noto o sospetto tra l'equipaggio.

Complessità dell'equipaggio
Il CDC ha citato diversi problemi di salute pubblica quando i membri dell'equipaggio si ammalano: l'evacuazione, il triaging e il rimpatrio in sicurezza dell'equipaggio della nave da crociera ha comportato una logistica complessa, comporta costi finanziari a tutti i livelli di governo e distoglie le risorse da sforzi maggiori per sopprimere o mitigare COVID-19 . L'aggiunta di ulteriori casi COVID-19 da navi da crociera pone inoltre gli operatori sanitari a un rischio considerevolmente aumentato. "

Medevac in "disperato bisogno"
Il CDC ha affermato che il governo degli Stati Uniti rimane impegnato nelle evacuazioni mediche umanitarie per le persone che hanno un disperato bisogno di sostegno salvavita.

In precedenza, il distretto sudorientale della Guardia costiera degli Stati Uniti aveva consigliato agli operatori di crociera di essere pronti a prendersi cura delle persone affette da malattie simil-influenzali a bordo per un "periodo di tempo indefinito".

Il CDC, USCG e il Dipartimento per la sicurezza interna hanno collaborato con l'industria per determinare la strategia di salute pubblica più appropriata per limitare l'impatto di COVID-19 nei porti di entrata. Oltre alla sospensione volontaria del servizio delle linee CLIA, l'industria da allora ha lavorato per costruire un quadro di risposta alle malattie per combattere il COVID-19 sulle navi con l'equipaggio rimasto a bordo e in mare.

Sviluppare piani con una dipendenza limitata dal sostegno del governo
Il nuovo ordine del CDC richiede che le navi da crociera nelle acque statunitensi sviluppino un piano operativo dettagliato e completo approvato da CDC e USCG per affrontare la pandemia "attraverso soluzioni incentrate sul settore marittimo, incluso un piano di risposta pienamente attuabile con una dipendenza limitata dal governo statale, locale e federale supporto.'

Fonte: US extends 'no sail' order for cruise ships | seatrade-cruise.com

Stati Uniti: ulteriormente prolungato il blocco delle crociere.-miami-florida-south-beach-aerial-jpg



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk