Dalla crociera all'acqua pulita, l'elettricità spinge le navi Rcl

I motori diesel non spingono le moderne navi da crociera, ma le navi da crociera portano ancora grandi motori diesel. Una domanda ovvia – ma a cosa porta?

"Non c'è più collegamento diretto tra un’elica e un motore", dice Nick Rose, responsabile ambientale e di sostenibilità ambientale di Royal Caribbean. "Tutte le eliche di oggi sono guidate da motori elettrici. Quindi tutti i motori producono elettricità ".

Per abbattere ulteriormente, prima che le navi da crociera dei primi anni '90 fossero voltate alla riduzione del gasolio - il motore diesel ha spinto un riduttore direttamente collegato all'albero dell'elica, per cui il motore stava girando l'elica.
Ora i diesels guidano generatori potenti che trasmettono l'elettricità che essi creano ad un "centralino" che consolida e distribuisce energia ai consumatori a bordo. In breve, la nave è essenzialmente una centrale elettrica mobile con una propria rete elettrica.

Circa il 60 per cento dell'elettricità va alla propulsione, sia Azipods che altri mezzi. HVAC è il secondo consumatore più grande, e poi il resto delle operazioni alberghiere, compreso tutto, dalle luci all'attrezzatura da cucina e agli spettacoli teatrali. Tutte le apparecchiature meccaniche usano succo, tra cui le pompe e la produzione di acqua.

E mentre è tutto elettrico, prende il combustibile diesel per produrlo, il cui costo è secondo solo per il capitale umano nelle spese operative del Royal Caribbean. Quindi meno energia elettrica utilizzata, meno combustibile bruciato e minori emissioni che ne derivano.

"Tutto quello che facciamo o tutto quello che stiamo cercando è di consumare meno carburante, che in questo caso consuma meno energia" spiega Rose. "Classe di classe, ogni cinque anni navi mediamente intorno al 15 al 20 per cento più efficiente della classe costruita prima di esso. Ad esempio, Harmony era 20 per cento più efficiente di Allure, e sono cinque anni a distanza ".

Alcuni dei modi in cui RCL continua a sfruttare al meglio l'energia prodotta a bordo includono:

• Sostituzione di un singolo refrigeratore massiccio per tutte le esigenze HVAC con unità locali separate, che sono diventate più efficienti nel tempo.

• Utilizzo estensivo di illuminazione LED ad alta efficienza.

• Sostituzione di pompe a velocità singola con VFD o unità a frequenza variabile che operano in base al carico richiesto. "È un grosso", dice Rose. "Stiamo mettendo unità VFD su molte delle nostre navi, anche facendolo di nuovo adattamento perché è un modo per ridurre l'energia che non è un enorme investimento di capitali".

Sostituzione di "evaporazione flash" affamata da energia, per trasformare l'acqua di mare in acqua potabile, con osmosi inversa in cui l'acqua di mare viene spinta attraverso una membrana semipermeabile che filtra i contaminanti grandi e microscopici. Quella spinta richiede molto meno energia di acqua bollente per evaporazione.

Mentre l'energia solare potrebbe sembrare un'aggiunta ovvia alla campagna di RCL per l'efficienza energetica, Rose continua a dire che non è ancora pratico perché non c'è spazio sufficiente per utilizzare una vasta gamma di pannelli.
Incorporare le celle solari in vetro di finestra - di cui le navi da crociera hanno abbondanza - non è ancora pratico.
"Il vetro è vicino, cresce rapidamente, ma non è ancora lì", dice Rose. "Sarà il prossimo grande passo avanti".

Fonte: Royal Caribbean Cruises Ltd. | From cruising to clean water, electricity drives RCL ships

-2foto-jpg

-rcl-electricity-980x493-jpg