Continua il boom di crociere a Marsiglia alimentato da considerevoli investimenti

Download PDF

Il porto di Marsiglia, che rappresenta una delle storie di successo più grande dell’industria delle crociere del Mediterraneo, è pronto per un’ulteriore crescita nel corso dei prossimi anni grazie a sostanziosi investimenti che porteranno nel suo bacino sempre più navi. Jacques Truau, presidente del Marseille Provence Cruise Club, ha dichiarato, al Seatrade Med Cruise and Superyacht Convention di Marsiglia, che la città attende circa 1.15 milioni di passeggeri il prossimo anno, inclusi 350.000 che qui imbarcheranno e sbarcheranno. Questo, in relazione ai 950.000 di quest’anno (inclusi 310.000 imbarco/sbarco), rappresenterebbe un raddoppio del traffico a partire dal 2008 nonché un incremento di tre volte dei passeggeri che imbarcano e sbarcano nello stesso porto. Il prossimo obiettivo è quello di raggiungere i 1.6 milioni di passeggeri entro il 2016. Truau ha detto che la progressiva affermazione di Marsiglia come punto di forza nell’industria crocieristica è il risultato di continui investimenti messi in atto negli anni, inclusi 60 milioni di euro investiti in cinque banchine in grado di ospitare mega-navi e tre terminal capaci di gestire simultaneamente 18.000 passeggeri in arrivo e in partenza. Ulteriori 30 milioni di euro saranno investiti presto per migliorare l’accesso al porto dal mare. L’investimento nel porto è stato parte di un piano di ricostruzione del valore di 7500 milioni di euro dei 480 ettari del fronte del porto di Marsiglia, il più grande piano di rivalutazione urbana mai attuato in Europa, secondo Truau, con 2.5 euro di fondi privati per ogni euro di denaro pubblico. Altri 650 milioni di euro saranno investiti per rinnovare le strade della città come parte del progetto di preparazione di Marsiglia nel ruolo di Capitale Europea della Cultura il prossimo anno, che Truau pensa possa portare in città ancora più turisti. Marsiglia sta puntando anche alla riparazione delle navi e al mercato di ristrutturazione, seguendo la concessione di 25 anni firmata due anni fa a Genova, con sede a San Giorgio del Porto. Truau ha dichiarato che lo spazio destinato alle riparazioni ha ospitato, in questi mesi, 40 navi, tra cui 16 grandi navi da crociera. Un consorzio costituito da Stx France, San Giorgio del Porto e T. Mariotti prenderà il controllo del bacino di carenaggio n° 10 nel 2014, andando così ad ampliare il settore di riparazione e ristrutturazione.

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.