Costa Concordia, sospese le ricerche

Download PDF

AGGIORNAMENTO 09.48   29/01/12

Roma, 29 gen. (Ign) – Il relitto della nave da crociera Costa Concordia si è spostato di 3,5 centimetri in sei ore. Un movimento importante che ha obbligato i soccorritori a sospendere le ricerche dei corpi dei dispersi nel naufragio. A causare lo spostamento è il mare molto mosso a causa del maltempo che in questo momento investe l’area dell’Isola del Giglio.

Al momento il bilancio parla di 17 morti e 16 dispersi. L’ultimo cadavere, in ordine di tempo, è stato recuperato ieri dai sommozzatori sul ponte 6 della nave. Si tratta di una donna il cui corpo non è stato ancora identificato ma si ipotizza che si tratti della barista 26enne peruviana Erika Fani Soriamolina in quanto all’appello mancava un solo membro dell’equipaggio da trovare.

ARTICOLO DEL 28 /01 /12

MILANO – Sono state sospese domenica mattina le ricerche dei dispersi sulla Costa Concordia a causa dei movimenti maggiori (3,5 centimetri in sei ore) rispetto ai giorni scorsi (2-3 millimetri ogni ora) rilevati dagli strumenti che controllano il relitto della nave. Una riunione dei responsabili del comitato tecnico-scientifico è prevista per le 8,30 per decidere se e quando riprendere le ricerche. Le condizioni meteo-marine, come previsto, domenica mattina sono in peggioramento.

VITTIMA – Sabato sera è stata identificata la 17ma vittima del naufragio: si tratta di Erika Fani Soriamolina, cittadina peruviana, barista sulla Costa Concordia. Lo ha comunicato la prefettura di Grosseto.

da : corriere della sera

 

 

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.