Genova,1000 persone e 45 aziende con MSC Crociere contro la leucemia. Su MSC Opera al via l’inedito evento benefico

Download PDF
Solidarietà 

A GENOVA E’ IL GIORNO DI “METTIAMOCI ALL’OPERA”

Più di 1.000 persone e 45 aziende si sono unite 
nella lotta contro le leucemie

 

Genova, 24 ottobre 2013 

Si terrà questa sera a bordo di MSC Opera, ormeggiata in via del tutto eccezionale per una notte intera nel porto della Superba, la serata di beneficenza “Mettiamoci all’Opera: perché la leucemia diventi curabile al 100%” ideata da MSC Crociere e AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma) con il patrocinio del Comune di Genova e un unico obiettivo: raccogliere fondi a favore della ricerca contro le leucemie. Alla Compagnia si sono unite 45 aziende che hanno dato il proprio sostegno contribuendo al successo dell’iniziativa.

Ricco ed articolato il programma dell’evento, che inizierà con un cocktail di benvenuto, durante il quale interverranno il prof. Franco Mandelli, presidente dell’AIL e fondatore di GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto), Gianni Onorato, Ceo di MSC Crociere, e – in rappresentanza dei due maggiori sponsor dell’iniziativa – Cesare Castelbarco Albani, Presidente di Banca Carige spa e Renzo Muratore per conto del Gruppo Spinelli.
A margine del cocktail Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Crociere, ritirerà il premio assegnato dal Comune di Genova all’armatore della Compagnia Gianluigi Aponteper una prestigiosa attività imprenditoriale, che gli ha conferito fama a livello internazionale, consolidando nel tempo le relazioni ed i legami con la Città di Genova. Per aver trasformato il desiderio di contribuire personalmente alla sconfitta della leucemia, in concrete attività capaci di permeare la filosofia della sua azienda anche attraverso sinergie dall’alto valore morale e sociale”. Il premio sarà consegnato da Giorgio Guerello, Presidente del Consiglio Comunale di Genova.

A seguire, gli oltre 1.000 ospitiche hanno aderito alla raccolta fondi si sposteranno presso uno dei ristoranti a bordo della nave, dove avrà inizio la cena di gala con sofisticati piatti firmati dallo chef Filippo La Mantia.

Nell’elegante teatro di bordo, successivamente, avrà inizio la serata di beneficenza sotto l’esperta conduzione di Rosanna Piturru, giornalista genovese e volto noto delle news di Mediaset, con interventi dei beneficiari della raccolta fondi: il prof. Mandelli,presidente di AIL, il prof.Andrea Biondi, Presidente della Società Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica, il prof. Angelo Michele Carella, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ematologia dell’Ospedale San Martino di Genova e il prof. Carlo Dufour, Direttore dell’Unità Operativa di Ematologia Clinica dell’ospedale pediatrico Giannina Gaslini di Genova. Atteso anche l’intervento del luminare mondiale di oncologia, il prof. Ching-Hon Pui, Direttore del Dipartimento di Oncologia del Jude Children’s Research Hospital di Memphis (USA), giunto per l’occasione in Italia.

Toccherà quindi alla scuderia di Zelig animare il palco spalleggiati da Geppi Cucciari, comica e conduttrice televisiva. A intrattenere gli ospiti ci penseranno le esilaranti battute di Leonardo Manera, Sergio SgrilliMax Pisu e Paolo Casiraghi. Il programma di intrattenimento verrà chiuso da un’esibizione del cantautore Edoardo Bennato, che eseguirà alcuni dei suoi brani più celebri. Nel corso dello show si terrà anche un’asta benefica, dove saranno battuti pezzi davvero unici: un vestito donato da Sophia Loren, la bacchetta del maestro Ennio Morricone, un dipinto diPaolo Conte, alcuni capi di moda e accessori offerti da prestigiose maison come ChanelBulgari e Louis Vuitton, oltre alla maglia della nazionale di calcio firmata dai giocatori azzurri.

Saranno anche consegnati gli assegni con l’intero ricavato raccolto per finanziare i progetti di ricerca contro le Leucemie promossi dall’AIL, daAREO, che opera a favore dell’Unità Operativa Ematologia 1 dell’IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova, dall’Unita Operativa Ematologia Clinica e Sperimentale dell’Istituto Giannina Gaslini e dal Comitato Maria Letizia Verga Onlus

Particolarmente commovente sarà la testimonianza di Pino Tosi, ammalatosi di leucemia nel ’76 all’età di 23 anni e guarito grazie a un trapianto di midollo osseo, il primo in Italia da donatore andato a buon fine. La storia di Pino Tosi, che oggi è ormai nonno, ha segnato una svolta nella cura delle malattie del sangue.

Grande soddisfazione da parte degli organizzatori della serata di beneficenza, che ha riscontrato un grandissimo numero di adesioni registrando il tutto esaurito anche grazie alla collaborazione di enti internazionali come PANCARE, gruppo di lavoro europeo che si occupa dello stato di salute dei ragazzi guariti da tumore sia attraverso interventi clinici che di ricerca scientifica, e SIOP Europe, associazione europea per l’oncologia pediatrica.

Chi sono i beneficiari dell’iniziativa:

L’AIL – Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma opera in tutta Italia grazie all’attività di 82 sezioni provinciali che collaborano costantemente con i Centri di Ematologia sul territorio. Promuove e sostiene la ricerca scientifica nel campo ematologico, è impegnata per migliorare la qualità della vita dei malati e dei loro familiari e per sensibilizzare l’opinione pubblica alla lotta contro le malattie del sangue.L’AREO, Associazione Ricerche Emato-Oncologiche, è una  onlus con sede a Genova e opera a favore della Divisione Operativa Ematologia 1 dell’IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino di Genova. La divisione si occupa di Ematologia generale (anemie, coagulazione, piastrinopenie, etc) ed ematologia Oncologica (Leucemie, Linfomi, Mieloni). Inoltre partecipa attivamente a protocolli biologici e clinici internazionali. E’ stata la prima ad utilizzare l’Autotrapianto nelle neoplasie ematologiche ed il  trapianto allogenico a condizionamento ridotto; ha partecipato allo studio dei farmaci oncolitici più importanti ed alle nuove tecnologie per migliorare la cura delle leucemie, linfomi e mielomi.

L’Unita Operativa Ematologia Clinica e Sperimentale dell’Istituto Giannina Gaslini diagnostica e tratta le malattie del sangue dell’età pediatrica. Ogni anno vengono presi in carico oltre 50 nuovi pazienti, per oltre il 70% provenienti da altre regioni italiane o dall’estero, con malattie ematologiche maligne principalmente leucemie acute in buona parte avanzate trattate con protocolli internazionali d’avanguardia che utilizzano nuovi farmaci secondo le regole della sperimentazione clinica. Tali protocolli sperimentali costituiscono un progetto altamente qualificante della nostra Unità cui verranno destinate le risorse derivate dall’iniziativa del 24 ottobre. L’Ematologia del Gaslini prende in carico anche pazienti con altre malattie ematologiche rare quali le Insufficienze Midollari, sia genetiche sia acquisite, per le quali l’Unità è Centro di Riferimento Nazionale ed Internazionale. Tutti i pazienti vengono seguiti secondo il principio del “full care giving” cioè di presa in carico totale dei bisogni di salute, psicologici e delle esigenze quotidiane di vita del bambino e dei suoi familiari. L’attività clinica è strettamente coniugata con quella di ricerca, sia autonoma sia condotta in collaborazione con i principali Centri Europei ed Americani ciò che contribuisce a porre l’Ematologia del Gaslini a livelli di eccellenza su scala nazionale ed internazionale.

Il Comitato Maria Letizia Verga Onlusper lo studio e la cura della leucemia del bambino, fondato nel 1979, riunisce genitori, amici e operatori sanitari con l’obiettivo di offrire ai bambini malati di leucemia in cura presso la Clinica Pediatrica dell’Università Milano Bicocca dell’Ospedale S. Gerardo di Monza – Fondazione Monza e Brianza per il Bambino e la sua Mamma, l’assistenza medica e psico-sociale più adeguata al fine di garantire loro le più elevate possibilità di guarigione e la miglior qualità di vita. Tutto questo sulla base di un’Alleanza tra medici, operatori sanitari, genitori e volontari.

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.