Battesimo italiano per Mariner of the seas Royal Caribbean

Download PDF

Madrina Fiona May

Una stella di nome Mariner

Le navi sono come le stelle: ognuna ha il suo fascino, ma qualcuna splende di più. Come Mariner of the Seas, unità della flotta Royal Caribbean International: grazie alle sue maestose dimensioni e alla sua linea accattivante, questa “stella” ha una luce particolare; difficile non restarne incantati.

Mariner of the Seas è arrivata a Civitavecchia nelle prime ore della mattina di domenica 27 marzo, dopo aver compiuto una splendida traversata oceanica partita dal sud America. Questo attracco è stato il primo di una lunga serie: questa bella unità avrà Civitavecchia come home-port per tutta la stagione 2011, fin quasi a novembre, offrendo per la prima volta crociere nel Mediterraneo e in partenza dall’Italia.

Un evento eccezionale questo, festeggiato con una serie di appuntamenti tenuti a bordo di questa nave meravigliosa alla presenza di giornalisti, agenti di viaggio, autorità locali, ufficiali di bordo e personalità dello sport e dello spettacolo.

Primo appuntamento, tenuto nella Lotus lounge, il benvenuto di Lina Mazzucco, direttore generale RCL Cruises LTD Italia, con la presentazione degli ospiti e di notizie relative all’espansione della compagnia nel Mediterraneo, parlando di un totale di 18 navi (11 Royal Caribbean, 5 Celebrity Cruises e 2 Azamara Club Cruises) pronte a salpare nelle acque del Mediterraneo, del mar Baltico e del mare del Nord con l’obiettivo di perseguire ulteriormente il consolidamento e sviluppo del gruppo in Italia e in Europa. E di queste, ben 17 faranno scalo in Italia. Parallelamente aumenteranno anche le partenza dall’Italia, con 8 navi, contro le 5 del 2010: quattro Royal Caribbean International (le tre gemelle Voyager of the Seas da Venezia, Mariner of the Seas e Navigator of the Seas da Civitavecchia, e Splendour of the Seas da Venezia), due Celebrity Cruises (Celebrity Equinox e la debuttante Celebrity Silhouette, entrambe da Civitavecchia) e le due navi della flotta Azamara Club Cruises (Azamara Journey e Azamara Quest).

A seguire, sempre nella Lotus Lounge, la cerimonia “Plaque & Keys”, officiata dal comandante della nave Per Kristoffersen. Questo scambio di crest e targhe fra autorità locali (portuali e cittadine) e ufficiali di bordo, ha definito formalmente il primo scalo di Mariner of the Seas nel porto di Civitavecchia.

La giornata è proseguita con il taglio del nastro sulla prua della nave da parte della madrina Fiona May, pluricampionessa di salto in lungo, tuttora detentrice del record italiano di questa specialità, affiancata dal comandante.

Successivamente, sulla pista da jogging del ponte superiore di Mariner of the Seas, con lo splendido sfondo regalato dal mare e da una bella giornata di sole, si è tenuto il “Run for Royal”: la prima 3 chilometri mai disputata su una nave da crociera (come ricorda con orgoglio la compagnia). Questa disputa ha coinvolto cinque podisti e numerose personalità fra cui ricordiamo Jury Chechi (il migliore atleta di tutti i tempi nella disciplina degli anelli, nella quale si è aggiudicato per cinque volte di seguito il titolo mondiale, dal 1993 al 1997), Aldo Montano (lo schermidore vincitore della medaglia d’oro individuale ai Giochi olimpici di Atene 2004), con la fidanzata e showgirl Antonella Mosetti, Leonardo Tumiotto (nuotatore ed ex “naufrago” dell’”Isola dei Famosi”), Maurizio Margaglio (nel 2001 campione europeo e mondiale di danza su ghiaccio in coppia con Barbara Fusar Poli e bronzo olimpico l’anno successivo alle Olimpiadi di Salt Lake City), Veronica Olivier (attrice protagonista di “Amore 14” di Federico Moccia e vincitrice nel 2010 di “Ballando con le Stelle”), Beppe Convertini (attore protagonista di numerose fiction e serie TV italiane), Kris Reichert (rocker del duo Kris&Kris di Radio 105), Fabio Ongaro (rugbista della nazionale italiana) e Christian Panucci (ex calciatore italiano ora commentatore per Sky Sport nonché star dell’edizione appena iniziata di “Ballando con le Stelle”).

Il pranzo, offerto agli ospiti dalla compagnia, si è tenuto nel magnifico ristorante principale di Mariner of the Seas, una grandiosa struttura a tre piani caratterizzata dalla presenza di balconate a diversi livelli, ampie scalinate e di un immenso quanto scenografico lampadario in cristallo. Una curiosità: questo ristorante, così come i ristoranti di gran parte delle navi Royal, è stato disegnato dall’azienda italiana Tino Sana.

Infine gli ospiti hanno avuto libero accesso alle attrazioni esclusive di Mariner of the Seas, come la parete da freeclimbing, il palaghiaccio (Royal, viene ricordato, è l’unica compagnia di crociere al mondo con una pista di ghiaccio vero su ben otto navi della propria flotta e Mariner of the Seas è una di queste), il minigolf, o il campo da basket dalle dimensioni regolamentari. Queste attrazioni, oltre alla super accessoriata palestra, sottolineano lo spirito di Mariner of the Seas, una nave dedicata in particolare agli amanti dello sport e di una vacanza dinamica e salutare allo stesso tempo.

Ma questa nave è dedicata anche a chi ama l’ozio e il relax: la zona spa, il lido piscina con le diverse vasche idromassaggio, la Royal Promenade, lungo la quale si affacciano negozi, caffè e pub a tema, e altre sale per tutti i gusti (da chi ama la tranquillità a chi ama la gioiosa confusione) sono quanto di meglio si possa pretendere da una nave da crociera.

Fin troppo facile prevedere per questa nave un successo in questa sua stagione inaugurale nel Mediterraneo. Benvenuta Mariner of the Seas; da oggi nel Mare Nostrum splende una stella in più.

Articolo di Marco Grassi
Collaboratore di Liveboat

Tutte le foto e le interazioni della giornata trascorsa a bordo di Mariner of the seas sul forum di Liveboat:
http://forum.liveboat.it/forum/viewtopic.php?f=190&t=3454

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.