Costa Serena- Oltre le colonne d’Ercole 24/11 04/12 2013 di Sandra F.

Download PDF

Ci risiamo!!!!!. abbiamo deciso in quattro e quattr’otto, complice anche le mie ferie e mia figlia che si è prestata a rimanere con Luca. Ed eccoci già ai giorni che precedono la partenza. come sempre gioia e felicità di poter ritornare là in mezzo al mare, ciò che amo di più. Anche questa volta abbiamo optato per cabina con balcone: fino a che non lo provi, il balcone, non sembra necessario; ma una volta fatta l’esperienza, per me che amo il mare, non è possibile farne senza…….

Ed arriviamo a domenica 24 novembre. abbiamo il treno regionale alle 7.45, da cecina. A Pisa cambieremo per il freccia bianca che ci porterà fino a genova, e poi di nuovo un regionale fino a Savona. sembra un viaggio interminabile……
Arrivati in stazione, ho il piacevole incontro con una mia cara amica di infanzia: stà andando ad una mostra a Firenze. Iniziamo a parlare e senza rendercene conto siamo già a Pisa. Noi scendiamo e lei proseguirà.
Scesi dal treno , visto che abbiamo più di un’ora di tempo, andiamo a fare colazione e a comprare qualche giornale.
Dopodichè con molta calma e facendo gli ascensori a causa delle valigie, ci dirigiamo al binario numero 5, dove arriverà il nostro treno.Là, ci rendiamo subito conto che siamo in tanti ad aspettare il freccia Bianca, e soprattutto, siamo in molti a dirigerci verso savona e Costa serena……..
Una signora di Firenze, inizia a parlare con noi. anche lei è una crocierista. ha il nostro stesso numero di vagone, e per questo andiamo insieme sul treno, appena questo arriva.
continuiamo amabilmente a parlare di crociere, anche una volta seduti ai nostri posti, e subito si accodano ai nostri discorsi, dei signori di Roma, che guarda caso, sono diretti verso Costa Serena.
Parlando parlando, non ci rendiamo conto che in men che non si dica, siamo già in quel di genova. Ancora valigie e scalini e cambio di binario e siamo già sul regionale per savona. Si uniscono altre persone : sono alla prima crociera e quindi ci chiedono informazioni riguardo alla stazione di savona e come raggiungere il porto.
Arriviamo in orario a Savona, e ci dirigiamo, in molti, anzi moltissimi, verso la navetta Costa. oggi, in porto c’è solamente la Serena, e quindi tutta questa gente, verrà con noi su la nave……….
velocemente arriviamo al porto ed altrettanto velocemente lasciamo i bagagli: la meraviglia è quando ci assegnano il numero di imbarco:26. veramente alto, ma lo stuard, ci dice che una volta arrivati al banco ci avrebbero cambiato senz’altro il numero. Ci dirigiamo, quindi, speranzosi all’interno del pala crociere: è stra-pieno. Andiamo subito verso il bancone, ma siamo in molti : il numero ci viene comunque cambiato con il 12, ma stanno imbarcando il numero 4!!!!!!
sarà un’attesa un pò lunga e snervante, soprattutto perchè tutti non vediamo l’ora di salire. Finalmente , però, la fila comincia a fluire e ben presto passiamo il check-point e la dogana con i controlli e siamo finalmente su quel ponte che ci porterà su Serena!!!!!!!
Finalmente a bordo!!!!!!! Ogni volta è un’emozione nuova………………..
C’è, come sempre, un pò di confusione, ma conoscendo già la nave, ci dirigiamo subito verso la nostra cabina: ponte 7, cab 7385.
E’ già pronta, le valigie arrivano insieme a noi, e il nostro cameriere, Jonathan, viene subito a salutarci.
lasciamo le borse e i cappotti, e subito al buffet, anche perchè sono le 14.30 e cominciamo davvero ad avere fame………
Mangiare veloce, poi in giro per la nave a espletare tutte le varie incombenze: registrazione carta, incontro con il maitre per il tavolo, prenotazione pacchetto acqua e boys end girls, e escursione a Tangeri: la nostra unica escursione costa; il resto è tutto “fai da noi”.
terminato il giro, ritorniamo in cabina, ed in attesa della prova di emergenza, ammiriamo il panorama………………

Sandra Fedeli
Il racconto prosegue sul forum:
COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.