I motori di Costa FASCINOSA finiscono in mare

Download PDF

Brutto guaio per Costa Fascinosa, i 6 motori che stavano per esere portati in cantiere su una chiatta, a causa forse del forte vento,sono finiti in mare.
Il danno economico è enorme , ma il problema principale saranno i tempi per la consegna della nave che slitteranno di qualche mese.
Il motori sono ormai inutilizzabili e ne servono dei nuovi, nel frattempo non si sa ancora Fincantieri, che deciderà di fare, se continuare con la costruzione , oppure attendere.


Ecco l’articolo della ” Nuova Venezia “

Seguirà un articolo di Fiore51 sull’argomento.



——————–
La Fascinosa non nasce ahinoi sotto i migliori auspici.
E notizia di questa mattina che i sei potenti motori che avrebbero dovuto essere collocati a bordo della nuova ammiraglia di Costa Crociere, sono andati perduti in un incidente avvenuto al largo di Malamocco (VE) nella mattina del 7 settembre u.s.
I sei grandi motori marini del peso complessivo di quasi 1000 tonnellate, che avrebbero dovuto equipaggiare la nuova unità, erano trasportati a bordo di una chiatta dalle ragguardevoli dimensioni di 44 mt. per 13 mt.
Erano ancorati sul pontile della chiatta stessa con grosse rizze (catene).
La chiatta, partita il giorno prima da Trieste, era trainata da due rimorchiatori, quando un cavo da traino di uno di questi cedeva, provocando alla chiatta una rotazione su se stessa.
Il forte vento di scirocco che soffiava, ne avrebbe pregiudicato quindi la stabilità, dando luogo ad una sostanziale modifica del carico baricentrico dell’imbarcazione.
La conseguente sbandata della chiatta causava la rottura delle rizze in tensione a cui erano ancorati i motori, provocando lo scivolamento del prezioso carico in mare.

Ci sarebbe da aggiungere che la decisione di affidare ad una chiatta e non ad una nave mercantile il trasporto di un carico di tale “importanza” è stata quanto mai improvvida, sottovalutandone altresì le possibili conseguenze.

I sei preziosi (ex) motori giacciono ora sul fondale marino (a circa 20 mt. di profondità), in attesa delle operazioni di recupero.
La società che li ha prodotti ha reso nota (come era prevedibile) l’inutilizzabilità degli stessi, causa la corrosione dovuta al sale contenuto nell’acqua nella quale sono immersi.
Ad incrementare il già notevole danno economico prodotto dall’incidente, vi è quello che deriverà dalle operazioni di recupero dei motori, definite lunghe ed onerose.
Altra fonte di preoccupazione proviene da Fincantieri dove si paventa, a seguito dello sfortunato evento, una ricaduta in negativo sull’organizzazione del lavoro tra le maestranze impegnate nell’allestimento di Fascinosa, anche se l’azienda produttrice ha assicurato tempi brevi per la fornitura dei nuovi esemplari.

Articolo di: Fiore51
———
Adesso una testimonianza dal nostro Andrea_B dell’aria che si respira a Fincantieri dopo l’accaduto:

In cantiere siamo un po’ tutti frastornati per l’accaduto……………Probabilmente da martedì prox dovremme sapere come verrà gestita la cosa…si parla dai 3 ai 7 mesi di ritardo nell’arrivo dei motori, poi vedremo noi in cantiere quanto riusciremo a ridurre questo ritardo non dovuto a noi…
Appena saprò qualcosa di più preciso vi farò sapere…
Saluti
Andrea
———
Ringraziamo Fiore51 per l’articolo e un Grazie va ad Andrea, sperando che per voi lavoratori in cantiere non ci siano conseguenze negative e che tutto si possa sistemare in breve tempo..
COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.