Liveboat sostiene la USS United States Conservancy.

Download PDF

COMUNICATO STAMPA:

Oggi, noi di International Liveboat annunciamo il nostro pieno sostegno alla conservazione della SS United States.
Nel corso dei prossimi mesi lavoreremo per diffondere ulteriormente tale parola in tutto il mondo e mantenere la forte lotta per salvare la nave che meriterebbe di essere preservata per le future generazioni a venire.

La SS United States è una meraviglia della ingegneria navale e ancor oggi detiene il record di nave passeggeri più veloce mai costruita da un cantiere americano.

E’ stata ormeggiata al Pier 82 di Philadelphia nel 1996 ed e’ ancora li’ in un disperato bisogno di riparazione e ristrutturazione.

Il 1° luglio il nostro reporter Byron Huart ha aderito alla manifestazione nazionale di celebrazione in onore della nave tenuta a Philadelphia, evento ospitato dall’altra parte della strada presso il negozio Ikea Penns Landing.

Ha inoltre ripreso attraverso numerose fotografie e visuali la nave in oggetto e proprio attraverso l’approfondita analisi di queste foto molto dettagliate, si può chiaramente affermare che la SS United States sia in grave stato di degrado.

Inoltre Mr. Huart ha pernottato a Philadelphia dopo la conclusione della cerimonia in oggetto, proprio per testimoniare un momento indimenticabile, la prima alba sulla SS United States nel porto di Philadelphia proprio dopo l’annuncio speciale che e’ stato fatto circa la sospensione del provvedimento di esecuzione che aveva come oggetto la gloriosa nave.

L’evento è stato teletrasmesso su varie stazioni emittenti e pubblicato su internet e sui giornali. Importante ricordare il Maritime Matters suite sul quale, oltre ad altri, ha scritto anche il nostro reporter Byron che ha realizzato un intero articolo che elenca la serie di eventi che hanno avuto luogo quel giorno, articolo di enorme successo che ha dato e ha ricevuto molti apprezzamenti e commenti positivi.

Oggi la conservazione intatta della nave è al momento è più atteso dopo la proposta per di farla entrare a far parte del progetto previsto per il Fox Woods Casino di South Philly.

Di seguito il comunicato stampa originale:

21 Novembre 2010 – Lunedi’ 22 Novembre il movimento “Conservancy” terra’ una conferenza stampa a Philadelphia alle 13:00 con l’intento di svelare i risultati di uno studio di fattibilità, attraverso plastici e modelli in scala, che vorrebbe la SS United States come il fulcro catalizzatore di un’iniziativa innovativa di riqualificazione urbana lungo il” Philadelphia Delaware River”.

Per leggere il Conservancy’s Media completo di consulenza fare click qui.

Come illustrato in un articolo odierno pubblicato sul Philadelphia Inquirer, lo studio Stephen Architetti Varenhorst (SVA) assieme al consulente Ken Smukler, incaricati dal movimento “Conservancy”, ha presentato il lavoro di progettazione dello studio realizzato grazie al supporto di un investimento da parte di un generoso filantropo di Philadelphia, Mr. HF “Gerry” Lenfest.

Il team ha esaminato una serie di località potenziali lungo l’area fluviale del “Philadelphia, Delaware River” e hanno puntato sul “sito Foxwoods” tra Reed Philadelphia e Streets Tasker. L’iniziativa dinamica di riqualificazione urbana prevede che la SS United States faccia parte integrante del progetto, come parte fondamentale di un complesso che comprenderebbe lo spazio hotel, offerte ristorante, spazi commerciali e uffici, sviluppo residenziale, un parco e un porto turistico, riserve naturali e un casinò.

Cercheremo ulteriori informazioni sulla proposta progettuale intervistando funzionari della città, sostenitori della comunità locale ed esperti di design.
Continueremo anche a esplorare altri piani di sviluppo possibili per la nave tra i quali anche quelli che vedrebbero come cornici altre citta’ diverse da Philadelphia.

Per sostenere questo lavoro, la nostra mobilitazione e altri sforzi di conservazione, il Conservancy sta lanciando una raccolta fondi per fine anno e la campagna di rinnovo soci. Come sapete, la nostra campagna “Save Our Ship” lanciata nel marzo è stato un grande successo. Essa è culminata con la nostra iniziativa nazionale del primo luglio “Flagship Celebration” in cui abbiamo annunciato che avevamo ricevuto 5,8 milioni di dollari in pegno dal filantropo, Mr. Gerry Lenfest – abbastanza denaro per l’acquisto del Big U e per i prossimi 20 mesi.
Tuttavia, il nostro fiore all’occhiello nazionale rimane ancora in grave pericolo.
Il dono di Mr. Lenfest è il primo passo di un lungo viaggio verso la riqualificazione della nave come attrazione fissa.
Molto lavoro con costi significativi ci attende.
Riceverai presto dettagli ulteriori e speriamo che tutti gli interessati prenderanno in considerazione il sostegno della nostra iniziativa nel modo piu’ sentito possibile.
Nel frattempo, puoi aderire attraverso una il contributo di fine anno (contributo detraibile) per finanziare i nostri sforzi in corso per conto, diventando oggi un Plank proprietario, oppure visitando la nostra pagina di donazione on-line.

Restiamo profondamente grati per il vostro continuo sostegno e vi ringraziamo per averci aiutato a garantire il futuro della nostra piu’ grande Ammiraglia nazionale.

Questo è tutto per ora, per saperne di più sulle Conservancy e la sua missione per salvare la SS United States vai a
http://ssunitedstatesconservancy.org/

Per donare alla causa Conservancy’s vai a:
http://www.ssusplankowner.org/

Per il comunicato stampa da
http://www.varenhorst.com/projects/SVA_BreakingNews.pdf

Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti e per leggere altre notizie qui su Liveboat USA.

Articolo di Byron Huart
_________________
Traduzione di
Serena87

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.