MSC UNITI & VINCENTI PER IL FUTURO

Download PDF

Il primo febbraio si è svolto a Venezia l’annuale galà di MSC Crociere “Uniti & Vincenti”. La splendida location di questa due giorni è stata MSC Magnifica che ha ospitato circa 1.600 agenti di viaggio che hanno ottenuto i migliori risultati commerciali della stagione trascorsa.

La perfetta organizzazione dell’evento ha permesso agli ospiti di godere per un attimo l’atmosfera ovattata della vita di crociera mentre all’esterno il clima rigido di questi giorni si faceva sentire.

Dopo la cena di gala il clou della serata è stato la consegna nel “Royal Theatre” degli MSC Awards alle agenzie di viaggio e ai network che più si sono distinti. La serata si è conclusa poi con un avvincente spettacolo e con le danze fino a tarda notte nella discotecara “T32”.

Molto importante è stato partecipare alla conferenza stampa del tardo pomeriggio dove il country manager per l’Italia di MSC Leonardo Massa e Direttore Generale di MSC Domenico Pellegrino hanno fatto il punto sullo sviluppo del business di MSC Crociere.

Massa ha ricordato il ruolo degli agenti e come questo è cambiato nel tempo; l’obbiettivo dell’azienda è quello di generare domanda e questo compito si riversa sulle agenzie che diventano colonna portante dell’attività di MSC Crociere. Il 2012 sarà un anno di ulteriore crescita per la flotta visto che a maggio entrerà in servizio la nuova ammiraglia MSC Divina che porterà i posti letto offerti della compagnia da 31.000 al 35.000 circa.

La parola poi è passata a Pellegrino che ha ricordato l’importanza dell’attività di MSC in Italia visto che la compagnia genera spese dirette nel nostro paese per ben 1.525 milioni di Euro. Il Mediterraneo resta sempre il centro del business dell’azienda nonostante la crescita della flotta abbia permesso l’ingresso in nuovi mercati negli ultimi dieci anni. Un periodo molto breve che va dall’ingresso in servizio della prima nuova costruzione di MSC Crociere che ha visto passare l’azienda italo-svizzera dai 127.000 passeggeri a 1.350.000 ospiti annuali.

Pellegrino ha ricordato poi alcuni dei principi fondamentali che hanno reso possibile il successo sul mercato della compagnia:

1) La convinzione che l’offerta di nuovi posti letto avrebbe generato la domanda.

2) L’essersi posti sul mercato con un modello di crociere antagonista a quello americano.

3) Il principio che la miglior pubblicità non poteva che essere la soddisfazione del passeggero che sbarcava contento e che a sua volta raccontava l’esperienza soddisfacente a bordo delle navi MSC.

4) Tra gli strumenti di comunicazione è stata data grande importanza al web che permette di raggiungere velocemente il potenziale cliente.

Ovviamente il discorso è finito anche sull’incidente del Giglio e sugli effetti che questo ha avuto sul mercato. Per il D.G. di MSC questo grave fatto di cronaca ha rovinato l’immagine di tutto il Paese e non solo delle crociere “made in Italy” e di sicuro la strumentalizzazione dei media ha peggiorato la situazione. Con grande senso di responsabilità Pellegrino non ha voluto commentare i dettagli della vicenda per rispetto nei confronti di Costa che resta sempre un competitor agguerrito ma che subirà gli effetti di questa sciagura. MSC nello studio dell’andamento delle proprie prenotazioni ha avvertito un calo delle prenotazioni dopo il 13 gennaio che ha riguardato soprattutto gli ospiti italiani e tedeschi; in ogni modo si crede che l’onda emozionale sarà presto dimenticata e si tornerà ai normali ritmi di vendita.

L’importante è non continuare a sparare su questo settore che ricordiamo da lavoro in Italia a circa 300.000 persone e che garantisce ai nostri porti oltre 5.000 scali all’anno di navi da crociera.

L’eccessivo allarmismo ha dato man forte agli oppositori delle grandi navi bianche e soprattutto qui a Venezia i fatti del Giglio hanno dato nuovo vigore alle proteste di chi vuole le navi fuori dalla Laguna. MSC Crociere conferma la sua attenzione verso il patrimonio storico-naturale della Serenissima garantendo che sarà disponibile a studiare con l’autorità un modello migliore della fruizione del terminal passeggeri veneziano.

Le statistiche parlano chiaro, le crociere sono un mezzo di trasporto ultra-sicuro: tra il 2005 e il 2010 su circa 100.000.000 di crocieristi trasportati solo 16 sono periti a causa di incidenti nautici.

Alla fine quindi MSC Crociere continua a mostrare grande fiducia sulla crescita del proprio mercato e quindi ha presentato le ultime novità come le crociere nel Mar Rosso anticipando il posizionamento di “Fantasia” in Sudamerica e di “Divina” nel Mediterraneo il prossimo inverno. Invece nessuna anticipazione è stata fatta sull’acquisto della ex-nave libica in costruzione a Saint Naziare, anche se fonti francesi la danno per prossima.

 

 

Matteo Martinuzzi

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.