Crocieristi di Costa Fascinosa coinvolti nell’attentato a Tunisi

Download PDF

Terrore in Tunisia: turisti in ostaggio, anche italiani. Almeno otto morti.

Sarebbero almeno otto i morti nell’attacco. Bambini tra gli ostaggi.
Un gruppo di turisti sarebbe stato preso in ostaggio all’interno del museo del Bardo, a Tunisi, da terroristi travestiti da soldati. Lo riferiscono i media locali, come riporta Ansa. Uditi colpi d’arma da fuoco nei pressi del Parlamento, non lontano dal museo. Il commando di terroristi che ha attaccato il museo sarebbe composto da tre miliziani pesantemente armati, secondo quanto riferito dai media locali. Ci sarebbero almeno otto morti nell’attacco terrorista al museo. Lo riferisce l’emittente privata locale Radio Mosaique FM, che parla anche di numerosi ostaggi.
Nel gruppo di 20-30 turisti stranieri in ostaggio all’interno del museo del Bardo ci sarebbero anche alcuni italiani. Lo riferiscono i media locali. 2 italiani sono feriti e 100 al sicuro, secondo quando riferisce la Farnesina. Gli ostaggi italiani, secondo quanto riportato su Repubblica, sarebbero passeggeri della nave Costa Fascinosa, che era arrivata questa mattina nella capitale tunisina da Palermo, in attesa di ripartire per Palma di Maiorca.
All’interno del museo erano presenti più di 200 turisti al momento dell’attacco. Lo riferisce l’emittente privata locale Radio Mosaïque Fa.
Ci sono anche dei bambini tra gli ostaggi: lo si vede su diverse foto che circolano su Twitter.
Il parlamento tunisino è stato subito evacuato: lo scrive su Twitter la deputata Sayida Ounissi, secondo cui “il panico è enorme” e tutto ciò è successo mentre era in corso l’audizione delle forze armate sulla legge antiterrorismo. Presenti il ministro della Giustizia, giudici e responsabili delle Forze armate.
Due uomini del commando di terroristi che hanno attaccato il museo del bardo a Tunisi sono al momento accerchiati dalle forze di sicurezza tunisine all’interno del museo. Lo riferisce l’emittente araba Al Arabya. I media locali parlando di feriti tra poliziotti e turisti senza indicare un numero. I tre terroristi di Tunisi, armati pesantemente e con indosso delle divise militari, secondo una prima ricostruzione hanno tentato di entrare nel palazzo dell’Assemblea nazionale (il Parlamento), ma sono stati respinti dai servizi di sicurezza, a quanto pare perché imbracciavano armi non in dotazione all’esercito. Ne è nata una sparatoria che ha indotto i terroristi a rifugiarsi nel vicino museo del Bardo, ed a sequestrare un gruppo di turisti che si trovavano nelle sale.
Fonte: libero.it
Foto da archivio liveboat
image

Tutti gli aggiornamenti sul forum

COPIA SNIPPET DI CODICE

Comments are closed.